Defaulth

356 views
240 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
356
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Defaulth

  1. 1. user: mail: ip: 95.110.252.196 Sabato 21 dicembre 2013 le Il Mattino i nterviste del Mattino Primo piano 5 I numeri 431000 slot machine Marco Esposito «Lo Stato sta trasformando il gioco in un’ossessione. Dobbiamo fermare questa tragedia sociale». Renato Balduzzièil protagonistadellaprima regolamentazione restrittiva nei confronti delle slot machine, peraltro in granparteinattuata.Eadessol’exministro della Salute, deputato di Scelta Civica, proprio non ci sta a vedere il Parlamento piegarsi alle logiche della lobby del gioco d’azzardo, approvando una norma che punisce i ComunieleRegionichemettonounfreno alle sale giochi. Lei da ministro della Salute ha introdotto la ludopatia tra le malattie che il sistema sanitario pubblico deve curare. Come valuta la scelta del Senato sulle slot machine? «Non c’è bisogno di essere dei dietrologi per capire che è stata una mossa studiata a tavolino. Un emendamento presentato all’ultimo momento utile, prima della pausa di Natale, inserito in un testo che non c’entrava niente con i giochi». Un colpo della lobby delle lotterie? «È una mossa non casuale. Del resto non è la prima volta che all’ultimo momento si verificano dei blitz». Anche i senatori del suo partito, Scelta civica, hanno votato a favore. «Lo so. Nel 2013 giocati 85 miliardi L’emendamento era di una senatrice del TOTALE GIOCHI 2013 Giocate 2012 Giocate 2013 Diff. % Nuovo 26.000 27.400 Apparecchi da Centrodestra, -5,1 intrattenimento Federica Chiavaroli. 22.500 21.300 Videolotteries 5,6 Ma credo abbiano 6.400 6.215 Lotto 3,0 votato tutti per 1.385 1.800 -23,1 disciplina di -1,2 9.680 9.800 Gratta & Vinci – Lotterie maggioranza. Di -4,5 3.800 3.980 sicuro non c’è stato alcun dibattito e ciò 820 -18,8 1.010 Giochi a base ippica è grave su un tema di 1.510 1.655 -8,8 tale impatto 13.300 13.980 Poker e Casino online -4,9 sociale». TOTALE 87.140 85.395 -2,0 C’è chi vi accusa Somme perse al Diff. % Somme perse al però di strizzare TOTALE GIOCHI 2013 netto delle vincite netto delle vincite l’occhio al 2012 2013 populismo. Apparecchi da 6.700 6.000 «Ma stiamo -10,4 intrattenimento scherzando? Lo Videolotteries 2.500 2.300 -8,0 Stato sta Lotto 2.100 2.100 0,0 trasformando il 1.024 790 -22,9 gioco, che è una sana -4,7 Gratta & Vinci – Lotterie 2.780 2.650 attività umana, in 5,0 700 735 un’ossessione. Si sta -18,1 Giochi a base ippica 299 245 provocando un 550 560 1,8 disastro sociale. Poker e Casino online 501 470 -6,2 Altro che populismo, a casa mia questo si TOTALE 17.154 15.850 -7,6 chiama bene Somme perse al Somme perse al Diff. % comune». TOTALE GIOCHI 2013 netto delle vincite netto delle vincite Quando era 2012 2013 ministro sentì la Apparecchi da 3.250 3.220 pressione delle -0,9 intrattenimento lobby? Videolotteries 900 1.100 22,2 «Con me non ci Lotto 1.134 1.150 1,4 provavano: Superenalotto + Win for Life 810 650 -19,8 sapevano bene la -8,7 Gratta & Vinci – Lotterie 1.500 1.370 mia linea. Ma il tema 1,7 Giochi a base sportiva 177 180 è più ampio: una -8,3 48 44 quindicina d’anni fa Bingo 200 175 -12,5 lo Stato ha pensato Poker e Casino online 108 105 -2,8 di togliere il gioco TOTALE 8.127 7.994 -1,6 d’azzardo alla Elaborazione Agipronews su dati ADM criminalità organizzata e di guadagnarne un gettito fiscale. Il disegno di legge Ormai però abbiamo capito che la criminalità continua a prosperare e che abbiamo talmente diffuso la pratica del gioco che dobbiamo fronteggiare le conseguenze devastanti del gioco patologico». il giocatore dall'anonimato. Il Se il blitz salva slot machine Resta il fatto che è difficile testo assegna alla tessera voleva passare sotto silenzio, rinunciare a 8 miliardi di gettito sanitaria il compito di ha fallito l’obiettivo. Dopo fiscale: due volte l’Imu prima casa. identificare il giocatore, dando l’altolà di Matteo Renzi, che ha «Lo capisco bene. Quando ho scritto modo di conoscerne l'età, il definito il provvedimento il decreto che riformava la sanità ho conteggio delle giocate e un votato dal Senato «una fatto una battaglia durissima perché limite alle somme da porcata», si moltiplicano le il ministero dell’Economia voleva spendere. Tra le novità che azioni dei parlamentari per inserire la clausola che il gettito potrebbero diventar legge, mettere un freno al gioco erariale era un obiettivo primario e inoltre, ricompare quanto d’azzardo. Marco Di Lello, che quindi tutte le linee sancito dal decreto Balduzzi presidente dei deputati d’intervento, sulla pubblicità, sulla del 2012 ma inapplicato per socialisti, ha scritto un ordine regolamentazione dei punti mancanza di risorse, ovvero del giorno, accolto dalla scommesse, dovessero sottostare l'inserimento della cura dei Camera, che «impegna il all’obiettivo di garantire il gettito. ludopatici nei livelli essenziali governo ad aumentare la Ovviamente mi opposi e la spuntai». di assistenza (Lea). In base al pressione fiscale sul gioco Vittoria di Pirro, però. Perché i nuovo ddl, «le risorse verranno d'azzardo». Intanto la punti forti del suo decreto sono dal mondo del gioco d'azzardo Commissione Affari sociali rimasti sulla carta: come la norma - ha spiegato Paola Binetti, della Camera ha approvato il sui 120 giorni per stabilire i limiti relatrice del provvedimento disegno di legge sul gioco per aprire i nuovi punti scommesse perché è quello il mondo che d’azzardo che prevede e per ricollocare quali attuali. Sono ha creato il danno». Un danno l’etichettatura obbligatoria su passati 12 mesi e non se ne è fatto che si abbatte su «i ceti più rischi derivanti dal gioco, non nulla. poveri e meno istruiti, quindi solo per slot e videolottery, ma «Ci sono punti del decreto che sono più attratti dall'idea di anche per i gratta e vinci, con stati attuati. Quanto alla cambiare improvvisamente la l'obbligo di presentare la pianificazione, il ministero della loro vita» e sui più giovani. tessera sanitaria per sottrarre un’industria pubblico-privata dal gigantesco giro d’affari, un meccanismo infernale. Gli stessi dirigenti pubblici sono pagati in base a obiettivi di garanzia del gettito. Il tutto sulla pelle dei più deboli, dei giovani innanzitutto». Tornerebbe al proibizionismo? «Non basta proibire. Servono delle regole. Dobbiamo aiutare i Comuni a fare pianificazione sul territorio, dandogli strumenti per intervenire... e invece minacciamo tagli fiscali, peraltro senza alcuna connessione con le regole di autonomia tributaria». C’è una stima dei danni da ludopatia? «No. Il fenomeno è ancora troppo nuovo per valutarne i costi. Ci sono studi che mettono in luce un impatto sociale pesante soprattutto sui ragazzi e non c’è dubbio che la ludopatia sia una malattia vera e propria, con casi conclamati come per tutte le dipendenze. Solo che adesso gli ammalati di ludopatia sono curati nei centri La sfida per drogati». «Nel mio I romanzi sono decreto ho pieni di impedito personaggi preda dal che il gettito demone del fiscale gioco. Cos’è che fosse rende il la priorità» fenomeno così drammaticamente attuale? «La solitudine del giocatore. Mio padre per tutta la vita ha giocato la schedina del Totocalcio. Sapeva che non avrebbe mai vinto, ma giocava, e lo faceva perché era una sorta di un rito collettivo, sociale: entrava in un circuito relazionale. Oggi il giocatore da slot machine è solo. È preda del meccanismo della ripetitività, con puntate che portano a una vincita o a una perdita in pochi secondi. Io non credo allo Stato etico, che ti dice cosa fare e cosa non fare. Ma lo Stato non può neppure spingere le persone a rovinarsi la vita». Le slot machine e le videolotterie autorizzate dai Monopoli di Stato sono una ogni 115 maggiorenni, per un totale di 431.000 1720 euro a testa L’accusa «Slot,unblitzdellelobby sulla pelle dei più deboli» Balduzzi: lo Stato ha trasformato il gioco in un’ossessione Salute L’ex ministro Renato Balduzzi Salute ha fatto la sua parte, mentre i Monopoli di Stato hanno bloccato tutto. Ma dobbiamo uscire da un equivoco e chiederci: possono le ragioni del gettito fiscale giustificare una tragedia sociale? Negli ultimi anni abbiamo messo in piedi Le giocate a fine 2013, secondo le stime di Agipronews, supereranno di poco gli 85 miliardi di euro, 1720 per ogni italiano maggiorenne 8 miliardi Il Fisco nel 2013 incasserà 8 miliardi di euro, meno del 10% delle giocate, di cui appena 105 milioni dai videopoker sui 13,3 miliardi giocati 500 metri È di 500 metri il limite introdotto in Puglia come distanza minima tra un punto scommesse e una scuola, una chiesa, un centro per giovani © RIPRODUZIONE RISERVATA Chi gioca dovrà farsi identificare consegnando la tessera sanitaria Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 5 - 21/12/13 ---- Time: 20/12/13 22:00

×