Nvigatore per disabili gruppo mava

172 views
137 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
172
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nvigatore per disabili gruppo mava

  1. 1. Università degli Studi Milano – BicoccaCorso di Laurea Magistrale in Teoria e Tecnologia della Comunicazione Corso di Design dellInterazione 2008/2009 Prof. Marco Loregian Il Navigatore per Disabili Gruppo composto da: Vincenzo Bellisario Alessia Fossati Alessia Medina Matteo Serratoni 1
  2. 2. Il Navigatore per disabili 2
  3. 3. Perché un navigatore per disabili:Questo progetto è nato, primariamente, con lo scopo di aiutare gli operatoridelle Onlus durante gli spostamenti di soggetti portatori di handicap fisici (sianoessi ipovedenti o non vedenti o abbiano deficit motori); può garantire unadeambulazione più autonoma anche al disabile non accompagnato.Il dispositivo permette, di rilevare barriere architettoniche e una pluralità diostacoli di diversa natura e durata, con lo scopo ultimo di fornire indicazionistradali "accessibili".Lo strumento è in grado sia di fornire indicazioni durante il libero spostamento,sia di calcolare un percorso una volta domandata una destinazione. 3
  4. 4. Quali principi ci hanno ispirato:Legge di Hick (-Hyman): il tempo di prendere una decisione dipende dalnumero di scelte (e dalla familiarità e ripetizione).Per evitare un carico cognitivo troppo elevato abbiamo deciso di limitare ilnumero di tasti, in questo modo lutente avrà meno difficoltà a scegliere lacategoria dellostacolo, per facilitarlo ulteriormente abbiamo deciso diutilizzare simboli conosciuti, scegliendo quelli della segnaletica stradale.Feedback: indicazione di cosa è accaduto/cosa accadrà.Ogni operazione (o comunque le più importanti) eseguite sul dispositivo,comportano ad uninformazione di ritorno visiva e/o acustica, in questo sia inon udenti che i non vedenti avranno una conferma delle loro azioniVincolo di movimento: fruibile dinamicamenteVincolo di spazialità: utilizzabile in luoghi 4
  5. 5. Metodologia di approccia al Design InterattivoProgettato in relazione allutenteUtile, facile da usare e piacevoleDesign ergonomico e tasti le con funzionalità intuitiveContinui miglioramenti del dispositivo in base alle esigenze dellutenteTasti monofunzione e organizzati secondo lusoRicerca sul campo: identificazione possibili ostacoliCollaborazione con i vigiliRealizzazione questionario per avere un parere delle OnlusImmaginato e descritto i nostri possibili utenti ed il loro scenario dusoLutente è stato il nostro obiettivo, aiutarlo nelle sue operazioni era il nostro scopo. 5
  6. 6. Persone e Scenari dUso: Paolo il volontarioNome: PaoloProfilo geografico: Europa, Italia, Provincia di MilanoProfilo demografico: 22 anni, maschio, famiglia benestante, studenteall’Università, cristiano, caucasico.Profilo psicografico: ragazzo socievole ed espansivo impegnato nel sociale,appassionato di musica rock e di libri classici.Profilo webografico: ricerca e condivide i libri con Anobii, è iscritto a LastFM. 6
  7. 7. Persone e Scenari dUso: Paolo il volontarioPaolo arriva in associazione, oggi sarà il suo primo giorno di utilizzo con ilNavigatore, dovrà occuparsi della parte vicino alla scuola media. Legge ilfoglietto illustrativo per rinfrescarsi la memoria. Arrivato nella zona di suacompetenza accende il dispositivo attende il benvenuto e la conferma che lamappa sia stata aggiornata (lampeggiamento di tutti i pulsanti).Di fronte al primo ostacolo, una macchina mal parcheggiata, Paolo si avvicina ilpiù possibile e lo segnale con il tasto ostruzione del passaggio.Arrivato a metà quartiere trova un camion in sosta, ci sono due uomini chestanno facendo un trasloco, Paolo premerà il tasto di ostruzione del passaggio.Giunto quasi alla fine del quartiere trova nella via dei piccoli lavori in corso, ungruppo di operai che sta lavorando intorno ad un tombino, il marciapiede èinagibile; Paolo segnerà quella strada con il tasto lavori in corso.Il giro è terminato, Paolo va a mangiare, ora che è passata qualche ora, torna daigiovani ragazzotti del trasloco, vede la strada è libera, elimina lostacolo; non habisogno di consultare le istruzioni perché il simbolo è molto intuitivo, premequindi il tasto cestino, un segnale vocale di conferma chiederà di ripremere iltasto per confermare l’operazione, Paolo schiaccia nuovamente il tasto cestino,ora il suo lavoro è finito. 7
  8. 8. Persone e Scenari dUso: Filippo e le stampelleNome: FilippoProfilo geografico: Europa, Italia, provincia di MilanoProfilo demografico: 16 anni, maschio, famiglia normo-reddito, ateo, caucasicoProfilo psicografico: è un rapper, è un tipo un po’ sfrontato, è molto legato alsuo gruppo di quartiere e spesso si lascia trascinare bigiando scuola, è pocosicuro di sé e per affrontare le difficoltà assume un atteggiamento un po’bullesco.Profilo webografico: la sera trova tutti i suoi amici su Myspace e Messanger. 8
  9. 9. Persone e Scenari dUso: Filippo e le stampelleFilippo noleggia le stampelle, insieme gli viene fornito il navigatore per disabilie tutte le informazioni utili e ovviamente il foglietto di istruzioni. Filippo decidedi uscire, ma senza una meta precisa. Accende il navigatore, riceverà il segnaledi benvenuto attendendo laggiornamento della mappa. Imposta la modalitànavigazione che gli permetterà di camminare senza meta e che appena sarà neipressi di un ostacolo lo avviserà per tempo di cambiare strada. Filippo conlaiuto delle stampelle inizia a spostarsi, manca poco allo svincolo ed ilnavigatore tramite un messaggio vocale, dirà al ragazzo di procedere diritto,infatti nella via a destra cè un ostacolo, ormai è giunto al centro del paese, notache nella via principale cè un impedimento, qualcuno sta pulendo i vetri di ungrosso edificio, la scala usata rende il passaggio poco pratico; deciderà però dinon segnalare lostacolo, il lavoro si sta per concludere. Filippo decide di tornarea casa, utilizzando sempre al modalità navigazione senza impostare la meta;giunge al precedente svincolo, questa volta il navigatore non interviene eFilippo gira, avrà presto una scomoda sorpresa, lostacolo che prima gli avevafatto cambiare strada è ancora presente, ancora la polizia sta facendo il verbaledell’incidente, il ragazzo si avvicina e risegnala lostacolo con il tasto incidente.Filippo giunge a casa senza problemi, entusiasta del dispositivo che gli ha 9permesso di fare una strada più agevole.
  10. 10. Persone e Scenari dUso: Maria e la carrozzinaNome: MariaProfilo geografico: Europa, Italia, provincia di MilanoProfilo demografico: 75 anni, femmina, vedova, pensione sociale, licenzaelementare, cattolica praticante, caucasicaProfilo psicografico: è iscritta a un circolo culturale per anziani, all’universitàdella terza età e frequenta il coro della chiesaProfilo webografico: sta imparando ad usare Facebook 10
  11. 11. Persone e Scenari dUso: Maria e la carrozzina Maria deve incontrarsi con Michelina al bar Viganò, attacca il navigatore alla sedia, lo accende, attende il messaggio di benvenuto e lo scaricamento della mappa aggiornata, seleziona la modalità di navigazione e comunica la via.Maria si ricorda di impostare al massimo il volume, altrimenti potrebbe rischiare di non sentire, inoltre si annota nella testa che dovrà farsi spiegare dai nipoti come utilizzare le cuffie Bluetooth in modo da non disturbare i passanti. Il navigatore dice a Maria di procedere diritto, dopo duecento metri la farà svoltare a sinistra, Maria continua a spostarsi, non fatica perché ha la sedia elettrica, il navigatore lavvisa che continuando diritto ci sarà un ostacolo, la signora incerta decide di optare per una svolta a destra, è quasi giunta a destinazione, manca poco, ma ecco che nota un frigorifero messo sulla strada da qualche maleducato, si avvicina il più possibile e segnala lostacolo con il tasto ostruzione del passaggio, compie gli ultimi metri per arrivare a destinazione. Michelina sorpresa e curiosa domanda a Maria cosa sia quello “strano affare”, lamica entusiasta laggiorna sul suo nuovo dispositivo, di come è contentaperché si può muovere senza troppe difficoltà e di come sia semplice e facile da usare. 11
  12. 12. Come nasce il progettoIl dispositivo è frutto di mesi di lavoro, di idee,dubbi e soluzioni che sono nati da continuibrainstorming.La soluzione finale è frutto di svariati tentativie modifiche fino ad arrivare a quella piùidonea.Abbiamo pensato a sei prototipi, tutta la storia èdocumentata. http://docs.google.com/fileview?id=0B1SmVTFWUmcNMmQ3MmI5YmQtMjEyOC00NTYwLWFmOTYtZTc0OWE2YTE1YzA5&hl=it Navigatore per Disabili
  13. 13. Il primo prototipo• L’idea iniziale era quella di fornire un dispositivo GPS alle carrozzine per disabili, che segnalasse le strutture agibili presenti nell’arco di 100/200 mt. dalla carrozzina, indistintamente dall’attività svolta (panettieri, bar…).• Tali luoghi venivano indicati con luminosità o colori diversi in base al livello di accessibilità dei disabili alle stesse strutture 13
  14. 14. Il secondo ed il terzo prototipoDiversi nella forma ma con la stessa “missione” del primo prototipo 14
  15. 15. Il quarto prototipo• Dalla funzione “valutazione delle attività” secondo i servizi offerti si passa alla funzione “rilevamento/valutazione degli ostacoli” in strada (dati che sono comunque indice di maggiore o minore accessibilità). La città o il quartiere verranno rimappati in base all’accessibilità delle strade, e le indicazioni luogo terranno conto, secondo la nuova mappa, degli ostacoli. 15
  16. 16. Il quinto prototipo• Il problema: come rilevare gli ostacoli? • TEMPO • v • TIPOLOGIA 16
  17. 17. Il sesto prototipo• Categorizzazione per • TIPOLOGIE DI • OSTACOLI 17
  18. 18. Il prototipo finaleConsolidato il design deldispositivo, inizia lo studio diimmagini evocative per i tastidi rilevamento degli ostacoli..Questo è il risultato! 18
  19. 19. Tasti di rilevamento degli ostacoli Tasto “ostruzione Tasto “divieto di del passaggio” transito” Tasto “lavori in • Tasto corso” “incidente/folla”• Centralmente il tasto “cestino” 19
  20. 20. Le componenti del dispositivoTasto on/off per accendere il dispositivoIndicatore di carica della batteriaIndicatore del segnale: wifi,GPS e bluetoothAntenna wifi e bluetooth integrateAltoparlante con volume regolabileIngresso jack per cuffiaIngresso jack per proiettore a terraTasto per la calibratura del riconoscimento vocaleMicrofono per i comandi vocaliPorta USB per scambio dati con il pc, caricabatteria e mini tastieraTasti: segnalazione/cancellazione ostacoliAlloggio per batteria al litio estraibileAlloggio per memoria esterna micro SDCellule fotovoltaiche per aumentare la durata Navigatore per Disabili della batteria
  21. 21. Accessoridi serie:Caricabatterie USBFoglio di istruzionioptional:Proiettore luminosoMini tastiera USB per i mutiCaricabatterie da autoKit ancoraggio per carrozzinaAuricolare bluetoothManuale in braillehttp://docs.google.com/fileview?id=0B1SmVTFWUmcNZTJkMzMyYjctZDhkMC00MWMwLWEwMjctNWQyMzViMTBmZjBi&hl=it Navigatore per Disabili
  22. 22. Design Finale 22
  23. 23. DimensioniDimensioni- altezza 138 mm- larghezza 71 mm- spessore 26 mm 23
  24. 24. Tecnologie utilizzate•Wi-Fi IEEE 802.11 a/b/g/n•Bluetooth versione 2.0 con velocità di trasmissione dati potenziata (EDR)•GPS protocolli iTALK 3 e NMEA0183 24
  25. 25. Componenti Principali•tasto on/off per accensione e spegnimento dispositivo•indicatore di carica della batteria, che coincide con il led acceso/spento•indicatore del livello di segnale Wi-Fi, costituito da tre led di colore verde•indicatore del segnale GPS che indichi la presenza o meno del segnale•indicatore del livello di segnale Bluetooth, è sufficiente una solo led di coloreverde•antenna Wi-Fi integrata nel dispositivo•antenna Bluetooth integrata 25
  26. 26. Componenti Principali•altoparlante per la ricezione dei feedback sonori•ingresso per il jack cuffia o auricolare•tasti di regolazione del volume dell’altoparlante o dellauricolare•ll tasto "mute"•ingresso per jack proiettore luminoso•tasto “voi siete qui” In modalità di navigazione oltre la posizione corrente, anchel’intero percorso calcolato 26
  27. 27. Componenti Principali•il tasto N è utilizzato per comunicare al dispositivo l’indirizzo di destinazione o iluoghi di interesse. Il modulo di riconoscimento vocale ha bisogno di una fase inizialedi calibratura.•tasto di calibratura del modulo di riconoscimento vocale•altoparlante per l’ascolto delle indicazioni vocali•ingresso per jack cuffia/auricolare, 27
  28. 28. Componenti Principali•microfono, per comunicare l’indirizzo di destinazione•modulo Bluetooth per scambio dati con accessori senza fili•porta USB per scambio dati con pc e per ricaricare la batteria interna•tasti per la segnalazione degli ostacoli in grado di indicare il tipo di ostacolo nellamodalità di rilevazione•tasto di cancellazione ostacoli utile per rimuovere ostacoli non più presenti oerroneamente inseriti•alloggiamento per batteria ricaricabile al litio 28
  29. 29. Componenti Principali•alloggiamento per memoria esterna tipo micro SD•tasti di regolazione del volume di ascoltor•cellule fotovoltaiche al fine di aumentare lautonomia di carica•tutti i tasti sono riconoscibili anche al tatto grazie a dei simboli in Braille•Tutte le pressioni dei tasti producono dei feedback visivi e sonori 29
  30. 30. Componenti Interniprocessore Microcontrollers Propeller™ Il chip Propeller™ facilita lo sviluppo rapido di applicazioni integrate. Possiede otto processori che possono operare simultaneamente o in modo separato. Sono disponibili due linguaggi di programmazione: Spin, facile da imparare e di livello elevato, e Propeller Assembly, in grado di eseguire fino a 160 MIPS.memoria RAM Descrizione: 256 Mb DDR2 800Mhz Kingston 30
  31. 31. Componenti Internimodulo Wi-Fi Integrato utilizzato a livello commerciale anche per I-Pod Touch.modulo GPS Marca e modello: Fastrax GPSIT03-S Quantità Prezzo 1 € 31,90 2 € 27,55 10 € 21,53 31
  32. 32. Componenti Internimodulo Bluetooth (Non usato se si sceglie l’integrato “Broadcom BCM4329”)antenne integrate per Wi-Fi, GPS e Bluetooth Antenna ceramica SMD Dual Band multistrato per Bluetooth/WLAN IEEE 802.11b e WLAN IEEE 802.11 Antenna tipo patch ceramica GPS 18 x 18 mm; •modulo comandi vocali •altoparlante •led luminosi •microfono •pulsanti •batteria •cellule fotovoltaiche 32
  33. 33. InfrastruttureTra le tante possibilità di connessione Wi-Fi, utilizzabili per il nostro progetto,abbiamo preso in considerazione anche quella di rendere partecipi al progetto entitàprivate e pubbliche, chiedendo loro di cedere parte della banda delle proprie ADSL afini volontaristici, etici e pubblicitari e con lo scopo di aumentare la copertura Wi-Fiofferta dal servizio. Fonera è una community Wi-Fi mondiale 512 Kb di banda minima da condividere Wi-Fi della Provincia di Milano, copertura totale nel 2015 33
  34. 34. Protocolli di comunicazione proprietari implementati PremessaComunicazione Broadcast UDP da Server a Client •Invio nuovi ostacoli (o aggiornati) •punti di interesseComunicazione TCP/IP da Client a Server •Per aggiornamento ostacoli non ricevuti •Per Aggiornamenti mappe 34
  35. 35. Protocolli di comunicazione proprietari implementati PremessaCensimento completo barriere architettonicheCensimento ostacoli ricorrenti (mercati, pulizia strade)Le mappe della città di Milano vanno dai 700 Kb ai 2 MByte download con una connessione ADSL (Fonera 512 Kb) 35
  36. 36. Protocolli di comunicazione proprietari implementati 36
  37. 37. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Gestione degli ostacoli lato Client lato Web Centrale Operativa 37
  38. 38. Protocolli di comunicazione proprietari implementati 38
  39. 39. Protocolli di comunicazione proprietari implementati lato Web Utenti •privati registrati •Organi pubblici FORM •inserimento •cancellazione propri ostacoli •ricerca ostacoli propri Durata ostacoli più dettagliata 39
  40. 40. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Menu Utenti, Alert Ostacoli Mappa 40
  41. 41. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Mappa 41
  42. 42. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Menu Utenti •Lista ad albero utenti Online •utenti Disabilitati •utenti con numero alto ostacoli rilevati 42
  43. 43. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Menu Alert •ostacoli appena creati •ostacoli in scadenza •ostacoli in prossimità di incroci •segnalazioni ripetute per più di tre volte 43
  44. 44. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Menu Ostacoli •tutti gli ostacoli/barriere architettoniche •ostacoli standard •ostacoli Ricorrenti •barriere architettonichericerca indirizzo specifico con funzione di autocompletamento 44
  45. 45. Protocolli di comunicazione proprietari implementati Centrale Operativa Singolo Ostacolo selezionato •informazioni ostacolo •note dellostacolo •cancellazione ostacolo •rettifica tempo ostacolo 45
  46. 46. FINE 46

×