Dgr17170 040416 apertura_passanteferroviario_linee s

855 views

Published on

DOVE TUTTO HA INIZIO...

Apertura del Nuovo Passante Ferroviario
Avvio delle Nuove linee "S"

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
855
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
13
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dgr17170 040416 apertura_passanteferroviario_linee s

  1. 1. ______________________________________________________________________________ Apertura del Passante Ferroviario Avvio delle linee S Bollettino Ufficiale Regione Lombardia n. x Edizione speciale del xx aprile 2004 Milano, aprile 2004____________________________________________________________________________________________________________
  2. 2. Massimo CorsaroAPERTURA DEL PASSANTE FERROVIARIO MILANESE E AVVIO DEL SERVIZIO FERROVIARIOSUBURBANO. DIRETTIVE PER LE INIZIATIVE DI VALORIZZAZIONE E APPROVAZIONE DISCHEMA DI CONVENZIONE CON RFI,FNM E COMUNE DI MILANO. 8.3.6.2 "AVANZAMENTOOPERE PASSANTE SECONDO IL PROGRAMMA LAVORI URGENTI".8.2.1.8 "ELABORAZIONE DELCONTRATTO DI SERVIZIO ANNI 2004 E SEGUENTI". 8.2.4.2 "PROGETTO STAZIONI:SVILUPPODEGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE DI INTERSCAMBIO PER ASSICURAREUNA DOTAZIONE DI STANDARD MINIMI DI RIFERIMENTO". Maurizio Galli Mario Piana Angelmaria Lassini
  3. 3. VISTE:• la Convenzione n. 4070/83 del 20 luglio 1983 (Convenzione Generale Passante), tra Regione Lombardia, Comune di Milano, Azienda Autonoma F.S. e F.N.M. S.p.A. che regola i rapporti derivanti dalla costruzione del collegamento Ferroviario Passante fra Milano Porta Garibaldi e Milano Porta Vittoria e delle relative connessioni con le esistenti linee delle Ferrovie dello Stato e delle Ferrovie Nord Milano Esercizio;• la Prima Appendice alla suddetta Convenzione Generale, del 5 giugno 1990, che ha apportato delle modifiche e integrazioni relative alla variante di tracciato del Passante fra le stazioni di Repubblica e di Certosa/Bovisa Nord, per l’istituzione della nuova stazione di Milano Lancetti e per le altre conseguenti modifiche e adeguamenti al progetto originario;• la Seconda Appendice del 5 gennaio 1994 che ha previsto la nuova localizzazione in piazzale Dateo della fermata inizialmente prevista in viale Piceno, l’istituzione della nuova fermata di Milano Villapizzone nonché altre modifiche alle pattuizioni precedenti;• la Terza Appendice del 23 febbraio 1996 che ha previsto la costruzione in sotterraneo della Stazione di Milano Porta Vittoria, inizialmente in superficie, adottando, di conseguenza, le necessarie varianti al progetto originario; ha, inoltre, previsto che le aree in superficie di proprietà della F.S. S.p.A., resesi libere, avrebbero formato oggetto di variante urbanistica;CONSIDERATO il ruolo strategico attribuito da Regione Lombardia e Comune di Milano allarealizzazione dell’infrastruttura Passante per l’attuazione del Servizio ferroviario metropolitano eregionale, che ha portato i due Enti ad assumersi direttamente l’onere della esecuzione dell’operanella tratta urbana.VISTE:• la Convenzione del 12 giugno 1984 (Convenzione Operativa) tra Regione Lombardia, Comune di Milano e Metropolitana Milanese S.p.A. “per la realizzazione delle opere civili e dell’armamento della tratta urbana del Collegamento Ferroviario Passante Bovisa-Garibaldi- Vittoria” con la quale Regione Lombardia e Comune di Milano, in qualità di enti committenti, incaricano Metropolitana Milanese S.p.A. della realizzazione della tratta urbana, secondo specifici Programmi Lavori e Forniture;• le tre Appendici alla citata Convenzione Operativa, rispettivamente del 29 aprile 1985, del 22 marzo 1996 e del 23 marzo 2004;PRESO ATTO:• della comunicazione dell’Assessore Corsaro (DGR n. VII/8634 del 27 marzo 2002) avente ad oggetto: “Passante di Milano – criticità e prospettive” nella quale viene sottolineata la necessità di ricorrere alla sottoscrizione di un atto integrativo alla Convenzione Generale Passante del 20 luglio 1983, al fine di definire gli aspetti relativi all’utilizzazione del Passante per il trasporto ferroviario regionale, alla definizione del relativo canone di accesso e alla proprietà del Passante;• che, nell’ambito del “Protocollo d’intesa per la definizione degli interventi di sviluppo del 1
  4. 4. sistema ferroviario lombardo e della sua integrazione nella rete europea” (“Protocollo Gottardo”), sottoscritto il 4 luglio 2002, Regione Lombardia e Rete Ferroviaria Italiana hanno convenuto circa l’opportunità di aprire un confronto per regolare i reciproci rapporti ed avviare una gestione integrata e coordinata del Passante per svilupparne a pieno le potenzialità;• che il Programma Triennale dei Servizi Ferroviari 2004-2006 prevede un massiccio potenziamento dei servizi comprensoriali che accedono a tale infrastruttura con la programmazione di un nuovo servizio suburbano;VISTI gli obiettivi specifici del Programma Regionale di Sviluppo della VII Legislatura, approvatocon D.C.R. n. VII/39 del 10 ottobre 2000, 8.3.6 “Programmazione di nuovi interventi strutturali e/otecnologici sulle infrastrutture ferroviarie esistenti per l’attuazione del Servizio FerroviarioRegionale” (obiettivo gestionale 8.3.6.2 “Avanzamento opere Passante secondo il programmalavori urgenti”) e 8.2.4 “Realizzazione dell’integrazione modale e tariffaria del trasporto pubblicoregionale” (obiettivo gestionale 8.2.4.2 “Prima attuazione di interventi di riqualificazione delle areedi interscambio per assicurare una dotazione di standard minimi di riferimento - progetto stazioni)”;CONSIDERATO CHE:• dal dicembre 1997 è percorribile la tratta sotterranea del Passante Bovisa FNM – P.ta Venezia, dal maggio 1999 è stata aperta all’esercizio la tratta Lancetti – Certosa FS e da giugno 2002 sono attive la tratta P.ta Venezia – Dateo e la fermata di Villapizzone;• al dicembre 2004 saranno completate la tratta urbana in sotterraneo Dateo – P.ta Vittoria, con l’apertura della nuova stazione di Porta Vittoria e la prima tratta extraurbana P.ta Vittoria – Bivio Lambro in direzione Pioltello – Treviglio;• per marzo 2007 si prevede il completamento della seconda tratta extraurbana P.ta Vittoria – Rogoredo con l’attivazione del collegamento del Passante alle linee FS Milano-Genova e Milano-Bologna;RILEVATO CHE dal dicembre 2004, l’apertura della nuova stazione di Porta Vittoria e della suaconnessione con la linea Milano – Pioltello offre l’opportunità unica di lanciare un nuovo prodotto ditrasporto che unisca le prestazioni della ferrovia a quelle della metropolitana urbana, moltiplicandoi vantaggi per gli spostamenti nell’area urbana e metropolitana milanese (Servizio FerroviarioSuburbano e Urbano);CONSIDERATO CHE la Regione Lombardia intende cogliere tale opportunità garantendo, dadicembre 2004, una prima fase di attuazione del nuovo Servizio ferroviario Suburbano checomprende 10 linee di cui in particolare 5 interessanti le strutture del Passante;PRESO ATTO CHE risulta altresì necessario garantire l’accessibilità e la qualità del servizioferroviario attraverso interventi volti a valorizzare le stazioni, potenziare i nodi d’interscambio,assicurare adeguati standard di esercizio e assicurare l’informazione all’utenza. In particolareoccorre sviluppare ed avviare un progetto di rifunzionalizzazione e valorizzazione delle stazioni delPassante, al fine di implementare un modello di gestione destinato a garantire ai viaggiatorimaggiori servizi, informazione e sicurezza; 2
  5. 5. RAVVISATA la necessità di definire un’ immagine coordinata dei nuovi servizi che saranno attivatied attuare un piano di comunicazione adeguato, per la promozione del Passante come puntocardine di un servizio ferroviario complesso ed integrato con il territorio su scala metropolitana eregionale;VISTO il Decreto Legislativo n.188 dell’8 luglio 2003, in attuazione delle direttive 2001/12/CE,2001/13/CE e 2001/14/CE in materia ferroviaria, che disciplina lutilizzo e la gestionedellinfrastruttura ferroviaria adibita a servizi di trasporto ferroviario nazionali e internazionali;RITENUTO indispensabile procedere ad una revisione della Convenzione Generale Passante che,tenendo conto delle sostanziali modifiche intervenute nello scenario istituzionale - con l’apertura almercato del settore ferroviario e l’assunzione di competenza diretta in materia da parte dellaRegione - avvii il processo di definizione della proprietà dell’infrastruttura e, nelle more di un suoperfezionamento, riconosca la piena disponibilità delle stesse opere ai gestori RFI e FNME;VISTI gli indirizzi di cui agli allegati - di seguito elencati - che costituiscono parte integrante esostanziale della presente deliberazione:ALLEGATO 1 - INTRODUZIONE -A dicembre 2004 apre il Passante - Nasce il Servizio ferroviario Suburbano: “Linee S”ALLEGATO 2Quadro economicoALLEGATO 3L’infrastrutturaALLEGATO 4Servizio ferroviario Suburbano: Linee SALLEGATO 5Servizio ferroviario urbano: Metro SALLEGATO 6Programma d’esercizio delle linee S da dicembre 2004ALLEGATO 7Materiale rotabile per le linee SALLEGATO 8Le stazioni delle linee SALLEGATO 9Linee base per una immagine coordinataALLEGATO 10Campagna di promozioneVISTO l’allegato schema di Atto Integrativo n. 4 alla Convenzione Generale Passante n. 4070 del20 luglio 1983 tra Regione Lombardia, Comune di Milano, R.F.I. S.p.A. e F.N.M.E. S.p.A. checostituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione (ALLEGATO 11);DATO ATTO che in data 29 marzo 2004 il Comitato di gestione della citata ConvenzioneGenerale Passante ha preso atto della proposta di Atto Integrativo n.4 senza avanzare rilievi; 3
  6. 6. A VOTI UNANIMI, espressi nella forma di legge DELIBERA1. di approvare le linee guida riportate negli allegati 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 che costituiscono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;2. di approvare l’allegato schema di Atto Integrativo n. 4 (Allegato 11) alla Convenzione Generale Passante n. 4070 del 20 luglio 1983 tra Regione Lombardia, Comune di Milano, R.F.I. S.p.A. e F.N.M.E. S.p.A. che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;3. di dare mandato alla Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità in collaborazione con le altre strutture regionali interessate, per l’attuazione dei programmi riportati negli allegati citati al punto 1;4. di autorizzare il Direttore Generale della Direzione Infrastrutture e Mobilità alla sottoscrizione dell’Atto di cui al precedente punto 2;5. di pubblicare la presente deliberazione sul BURL. IL SEGRETARIO 4
  7. 7. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004ALLEGATO 1 - INTRODUZIONE -A dicembre 2004 apre il PassanteNasce il Servizio ferroviario Suburbano: “Linee S” 2ALLEGATO 2Quadro economico 5ALLEGATO 3L’infrastruttura 11ALLEGATO 4Servizio ferroviario Suburbano: le linee S 15ALLEGATO 5Servizio ferroviario urbano: Metro S 22ALLEGATO 6Programma d’esercizio delle linee S da dicembre 2004 25ALLEGATO 7Materiale rotabile per le linee S 49ALLEGATO 8Le stazioni delle linee S 53ALLEGATO 9Linee base per una immagine coordinata 72ALLEGATO 10Campagna di promozione 79ALLEGATO 11Schema di Convenzione con RFI, FNME e Comune di Milano 81 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 1
  8. 8. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 INTRODUZIONE A dicembre 2004 apre il Passante Nasce il Servizio ferroviario Suburbano: “Linee .S.” Con l’apertura della Stazione di Milano Porta Vittoria la prima parte delPassante ferroviario milanese finalmente “passa” verso Est completandol’attraversamento della città. Nel 2007 i lavori saranno terminati aprendo anche ilcollegamento verso Sud. Con dicembre 2004 l’apertura del Passante sarà già una prima importanteoccasione per rilanciare la qualità del servizio di trasporto pubblico milanese eregionale. Da questa data saranno infatti attivati ben 2,5 milioni di nuovi treni*km/anno diservizi ferroviari per i milanesi e per i lombardi in generale pari ad un incremento del10% sul servizio attuale. Dicembre 2004 sarà una data unica per il Servizio Ferroviario Regionale 300.000 viaggiatori assisteranno al più importante aumento di offerta di treni della storia ferroviaria lombarda La predisposizione dei nuovi servizi del Passante offrirà anche l’opportunità diriprogettare completamente gli orari di 13 delle 36 direttrici ferroviarie lombarde. La nuova offerta ferroviaria nel suo complesso coinvolgerà circa 328.000spostamenti di utenti ogni giorno di entrambi i gestori ferroviari (Trenitalia e FNMT). Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 2
  9. 9. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Negli allegati successivi sono riportati il programma per la valorizzazione delPassante e le fasi previste per la crescita dell’offerta di treni, di seguito però siriassumono le fondamentali novità collegate al nuovo orario di dicembre 2004 e chein parte si svilupperanno anche negli anni seguenti:- riorganizzazione e sviluppo di 10 linee suburbane con treni cadenzati ogni 30 minuti;- riorganizzazione e valorizzazione di 4 linee ferroviarie urbane con treni cadenzati ogni 6 minuti (delle vere metropolitane) e apertura dalle 6.00 alle 0.30;- introduzione dell’orario cadenzato su tutte le linee del Passante e su molte altre; questo tipo di orario permetterà l’organizzazione ottimale delle corrispondenze con altri treni e con gli autobus extraurbani;- programma di valorizzazione delle stazioni del Passante come punto di incontro privilegiato per il trasporto pubblico milanese e come nuove “piazze coperte” della città.- Nello specifico saranno attivati o migliorati soprattutto i seguenti servizi: - avvio di un servizio tra Seregno e Milano Lambrate, ogni 30 minuti (come primo passo della linea S9 Seregno - MI S. Cristoforo – Mortara); questo collegamento costituirà la base di una metropolitana tra Monza, Sesto S.G. e Milano con treni ogni 10-15 minuti; - avvio della linea Pioltello - Segrate - Gallarate - Varese con treni ogni trenta minuti fino alle ore 0.30; - avvio della linea Novara – MI Porta Vittoria con treni ogni trenta minuti fino alle ore 0.30; - estensione del servizio sulla linea Seveso – MI Porta Vittoria. Volendo riassumere il progetto, si possono distinguere tre linee guida chesaranno anche i punti di riferimento dell’azione regionale nei prossimi tre anni e che,anche con la collaborazione di enti locali e operatori del trasporto su ferro e sugomma, porteranno ad una vera rivoluzione del trasporto pubblico prima milanese epoi regionale: valorizzazione e potenziamento dei servizi ferroviari suburbani;valorizzazione del servizio ferroviario urbano; creazione di un sistema organico diinterscambio ferro-gomma partendo dalle linee S. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 3
  10. 10. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004I SERVIZI FERROVIARI SUBURBANI: LE LINEE .S. Lo sviluppo dei servizi ferroviari suburbani come una vera metropolitana che siestenderà per oltre 30 chilometri intorno a Milano assumerà un ruolo determinante nellafutura qualità dei servizi su ferro e sarà quindi il punto fermo delle successive scelte“ferroviarie” lombarde. Come molte altre città europee anche Milano avrà una sua rete di linee .S. Questi trenidovranno raggiungere caratteristiche superiori di qualità, affidabilità, cadenza orariacostante, elevate frequenze, ampio arco di servizio nella giornata e per tutti i giorni dell’annoanche grazie all’uso del Passante, e in prospettiva grazie a materiale rotabile nuovo adatto aquesto tipo di servizio. Questi servizi saranno la maglia fondamentale su cui inserire tutti gli altri.I SERVIZI FERROVIARI URBANI: METRO .S A Milano esistono già da tempo servizi di questo tipo ma sono sempre stati gestiti in tonominore. Con l’apertura del Passante e l’avvio delle linee .S. si sviluppano come direttaconseguenza anche 4 linee ferroviarie urbane. Con dicembre 2004 entrano quindi a pieno regime a Milano 4 nuove metro cittadine con20 stazioni, ovvero 4 nuove metro S., utilizzabili con biglietti a tariffa urbana. Anche alcuni centri confinanti (Rho Fiera, Sesto S. Giovanni, Monza, Segrate, Pioltello)saranno raggiunti con gli stessi treni a tariffa extraurbana. Questo servizio aumenterà in modo sostanziale le potenzialità e la qualità del servizio ditrasporto pubblico milanese su ferro.STAZIONI E INTERSCAMBIO FERRO-GOMMA L’apertura del Passante, la regolarità e la continuità del servizio suburbano, l’orariocadenzato, costituiranno un’opportunità irripetibile per riorganizzare nel modo migliore laqualità delle stazioni e le corrispondenze ferro-gomma, prima in Milano e poi in tutta l’areaservita dalle linee .S.. Il processo di riorganizzazione inizierà con la valorizzazione delle stazioni del Passantecome centro d’interscambio e come “piazze” coperte ma continuerà negli anni successivicon i principali nodi suburbani e con le altre stazioni e fermate secondarie. Da dicembre 2004 la riorganizzazione riguarderà tutte le stazioni del Passante, inparticolar modo almeno due allestite già da subito come vere e proprie “vetrine del quartiere”e quindi dotate anche di spazi per il commercio, per l’informazione e per la promozione dieventi. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 4
  11. 11. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Quadro economicoSPESE ED INVESTIMENTI SULLE LINEE S Schema riassuntivo in Euro Tipologia Euro NoteCosto infrastruttura del Passante 900.000.000 finanziati da Comune di Milano e Regione - Spese necessarie per ottimizzare la rete FNM ma non indispensabili per avviare il servizioCosto ottimizzazione infrastrutture delle linee Sferroviarie (rete e attrezzature di 300.000.000stazione) - da richiedere allo Stato come spese per “servizi aggiuntivi”Miglioramento centri di In parte disponibili sul bilancio regionale ininterscambio con stazioni delle 50.000.000 parte da richiedere allo Stato come spese perLinee S “servizi aggiuntivi” - parte finanziato con fondi statali (circa 200 milioni) - parte in corso di finanziamento regionale (100Stima costo rinnovo completo del milioni in sede di gara) 700.000.000materiale rotabile - la parte rimanente da richiedere allo Stato come spese per “servizi aggiuntivi” o nuovo materiale rotabile valore annuoStima costo servizio nuovo al 2005 37.500.000 (finanziato in parte con aumento tariffario 2002) valore annuoStima costo servizio nuovo al 2008 83.000.000 da finanziare dal 2008, da richiedere allo Stato come spese per servizi aggiuntiviStima costi di promozione 2.000.000 In parte da finanziare nel 2004 e 2005 I costi da finanziare sono stimati sul presupposto di un servizio ottimale a regime. Ilprocesso di avvio delle Linee S è però costruito in modo da poter procedere per gradi sin dadicembre 2004. Negli accordi in corso con lo Stato sono previsti finanziamenti per servizi ferroviariaggiuntivi; sulla base di esperienze precedenti saranno attivate procedure specifiche perrichiedere finanziamenti per la realizzazione del servizio delle linee S. Nei capitoli successivisono documentati i metodi utilizzati per calcolare le cifre riassuntive della tabella soprariportata. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 5
  12. 12. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 PASSANTE: PREVISIONE COSTI FINALI In attuazione all’art. 5 della Convenzione Generale è stato redatto, a cura di M.M. S.p.A.il documento certificante l’aggiornamento della spesa al 30.09.2003 per la realizzazione dellatratta urbana del Collegamento Ferroviario Passante. Dal suddetto documento risulta quantonelle seguenti tabelle:Costo delle opereImporti opere appaltate 886.175.000Importi opere da appaltare 7.459.000Totale opere approvate 893.634.000Contributo FNME per connessione al cavalcavia “Bacula” (a dedurre) 416.000Rimborso FINA per disinquinamento 245.000 TOTALE GENERALE 892.973.000FinanziamentiFinanziamenti Stazione Repubblica a carico Regione Lombardia 4.098.000 “ “ “ a carico Comune di Milano 6,132.000Contributi Regione Lombardia 124.258.000Mutui a carico Comune di Milano 124.258.000Mutuo (50% RL, Comune) assistito in annualità da contributo statale 250.481.000Mutuo assunto ex lege 74/91 (50% RL, Comune) 252.421.000Mutuo assunto ex lege 194/98 (50% RL, Comune) 75.206.000Finanziamento a carico RL (l.r. 29/93) 41.316.000 TOTALE FINANZIAMENTI GIA MUTUATI 891.568.000Importi rimborsati da FS al Comune di Milano 1.405.000 TOTALE GENERALE 892.973.000FontiRegione Lombardia 458.726.000Comune di Milano 426.144.000FS (rimborsi al Comune di Milano) 1.405.000 TOTALE 892.973.000 I finanziamenti sopraindicati non prevedono la copertura degli eventuali oneri derivantidal contenzioso ancora in essere innanzi ad Autorità Giudicanti tra MM S.p.A. e le imprese(ad oggi circa 42,471 Mln €). Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 6
  13. 13. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 OTTIMIZZAZIONE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE L’attivazione delle Linee S a regime prevede la necessità di adeguamenti della rete in termini di sicurezza degli impianti e di gestione tecnologica degli stessi. Parallelamente è necessario adeguare le attrezzature di stazione (binari di attestamento e impianti collegati in diversi centri di interscambio intermedi). In base ai programmi di investimento esistenti risultano mancanti ancora circa 300 milioni di euro (come specificato dalla tabella di seguito) per completare gli interventi infrastrutturali necessari sulla rete FNM. Gli interventi richiesti non pregiudicano l’attivazione del servizio ma sono necessari per ottimizzarlo in termini di qualità, puntualità e frequenza dei treni. Quadro riassuntivo dei costi aggiuntivi per ladeguamento infrastrutturale delle linee del Servizio Suburbano (linee S) al 2008 SARONNO - MILANO BOVISAgestore tratta intervento stima costo (mln €)FNM Saronno - Bovisa Adeguamento di una stazione per attestamento dei servizi barrati 5 Armamento e segnalamento 20 Depositi 15 Abbattimento barriere architettoniche 5 Connessioni di Saronno e Seregno 35 totale 80 MARIANO/CAMNAGO - SEVESO - MILANO BOVISAgestore tratta intervento stima costo (mln €)FNM Mariano/Camnag Adeguamento stazioni 50 o - Bovisa Abbattimento barriere architettoniche 5 Impianto di manutenzione rete 5 Armamento e segnalamento 50 Interventi sui PL 40 totale 150FNM Entrambe le linee Ammodernamento tecnologico: - GSM - SCMT - Nuovo sistema di bigliettazione - Mitigazione rumore 70 Stima costi totali sulla rete FNM 300 Gli interventi sulla rete RFI non sono riportati in quanto sono di competenza statale. Il valore totale è stimabile in circa 400 milioni di Euro. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 7
  14. 14. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004STIMA COSTI PER MIGLIORAMENTO STAZIONI E INTERSCAMBIO Il processo di riorganizzazione del Servizio Ferroviario Regionale riguarderà anche unaserie di interventi atti a valorizzare le stazioni del Passante e del resto della rete suburbana,curando in particolar modo i differenti collegamenti che ogni stazione permette rispetto adaltre forme di movimento (tram, metro, autobus, bici, auto, taxi). Ai fini di migliorare l’interscambio in corrispondenza delle differenti stazioni, si dovràagire su più fronti: - integrare la stazione in modo funzionale ed efficiente con la rete del TPL creando nuove fermate o variando, dove possibile, i percorsi di linea; - creare aree ed attrezzarle per il posteggio bici; - aumentare le possibilità di parcheggio; - migliorare l’accessibilità verso le fermate in superficie o zona taxi; - installare una segnaletica coordinata per orientare il viaggiatore verso le varie possibilità di movimento. Considerando che si sta parlando di un centinaio di stazioni caratterizzate da diversilivelli di servizio si può stimare un fabbisogno medio di 500.000 Euro per un valorecomplessivo di 50.000.000 di Euro.STIMA COSTI PER ESERCIZIO Per la stima approssimativa dei costi di esercizio generati dai nuovi servizi operanti nelPassante si è scelto di fare riferimento ai costi medi attuali di Trenitalia Lombardia e FNME.Una diversa e più efficiente produzione del servizio non è al momento stimabile, nonessendo ancora valutabili gli effetti indotti sul sistema : - dall’applicazione del nuovo CCNL delle Attività Ferroviarie (che il gruppo FS dovrebbe adottare dal 1/01/2006) - dalla progressiva apertura al mercato Relativamente alla configurazione di regime sono state formulate le seguenti ipotesi: - utilizzo dei parametri di costo Trenitalia anche per i servizi passanti che coinvolgono le attuali linee FNME: Saronno – Lodi/Melegnano, Camnago – Pavia - operatività su tutta la rete del nuovo sistema di sicurezza SCMT (Sistema di Controllo Marcia Treno) con possibilità di prevedere un equipaggio costituito da 1 macchinista ed 1 unità di scorta (capotreno). - Calcolo del pedaggio a regime su rete RFI sulla base dei nuovi accordi tra Regione Lombardia e Gestore della Rete che prevedono una nuova definizione dei confini del nodo ferroviario di Milano. Con tali premesse l’attivazione dei servizi previsti per il 2005 comporterà un impegnofinanziario annuo aggiuntivo stimato pari a circa 37,4 ml Euro. Con i contratti di servizio in via di perfezionamento con Trenitalia e FNME però i costi perservizi aggiuntivi sino al 2005 sono stati coperti con incrementi di produttività e con gli introitidovuti agli aumenti tariffari del 2002. Con lo scenario a regime (2008 – 2010) il fabbisogno salirà a 82,9 ml Euro, con unanecessità quindi di circa 45 milioni di euro che potrebbero però in buona parte essererecuperati con risparmi sulle gare, con l’entrata a regime dell’integrazione tariffaria e con Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 8
  15. 15. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004l’aumento prevedibile degli utenti.COSTI PER MATERIALE ROTABILE Mediamente, il tempo di percorrenza di ciascuna linea S risulta dellordine di 90 minuti.Questo significa che il turno base per garantire una frequenza oraria è di circa 4composizioni. A queste se ne possono aggiungere altre 3 per garantire i 30 minuti almenosulla tratta centrale (linea S "barrata"). Ipotizzando che circa il 50% delle corse richieda ladoppia composizione e sia necessario un 15% di materiale di riserva, si stima un quantitativoconvenzionale di (almeno) 12 composizioni per linea. Ciò comporta, in prima approssimazione, un valore di investimento del parco rotabilidellordine dei 600-700 milioni Euro per il complesso delle linee S, naturalmente nellipotesiottimale di un completo rinnovo del parco, rispetto a quanto oggi circolante.Costi indicativiParametro A due piani A un pianoCosto composizione base 7.3 ml Euro 4.2 ml EuroCosto al posto 14.500 Euro 21.000 EuroCOSTI PROMOZIONE SERVIZIO Le ingenti somme spese per la realizzazione delle infrastrutture, per la riprogrammazionee il potenziamento dell’esercizio ed infine per il rinnovo del materiale rotabile fanno emergerein modo evidente il salto di qualità che il Servizio ferroviario acquisterà nel medio periodo. Non si tratta semplicemente di fornire ai viaggiatori milanesi e lombardi nuove e piùveloci possibilità di movimento ma cambia il modo di concepire il sistema ferroviario che siripresenterà ai cittadini rinnovato sostanzialmente e formalmente (nuovi simboli, colori,cartografie). Alla luce di queste premesse, l’attività di promozione del nuovo “prodotto” acquista unruolo fondamentale per dare pieno valore al lavoro e ai relativi investimenti finora impiegati. Comporterà quindi una serie di investimenti riferibili alle voci riportate nella tabellaallegata. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 9
  16. 16. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Stime costi per promozione Stazione Porta Vittoria e Stazioni Linee S Metro S euro Inaugurazione Passante Passante Pannelli Pannelli PannelliSegnaletica e indicatori dei indicatori dei indicatori dei 800.000 simili servizi servizi servizi Ogni stazione dovrà essere Mappe Cartografia di Cartografia di corredata da 40.000 tematiche riferimento riferimento mappe tematiche dei vari livelli di servizio Ogni stazione Divulgazione e dovrà esserePubblicazione pubblicazione corredata da 20.000 orari nuovi orari delle cartelloni con linee nuovi orari Presentazione Presentazione Convegni 5.000 nuovo servizio nuovo servizio Eventi attrattivi Eventi (concerti, mostre 50.000 ecc..) Guida Pubblicazione e Pubblicazione eall’utilizzo del distribuzione di distribuzione di 30.000 servizio depliant/ volantini depliant/ volantini Stampa Stampa Stampa Stampa TV TV TV TV Campagna internet Internet Internet Iinternet 50.000 pubblicitaria volantinaggio volantinaggio volantinaggio volantinaggio gadget gadget gadget gadget Apertura della stazione eInaugurazione 5.000 completamento Passante Mappe dainviare a tutti i cittadini interessati 1.000.000 almeno unavolta (circa un milione di copie) TOTALE 2.000.000 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 10
  17. 17. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 L’infrastrutturaA FINE 2004 IL PASSANTE “PASSA” A partire dal 12 dicembre 2004, il Passante ferroviario diventerà effettivamente tale, conil completamento della tratta urbana in galleria Dateo - P.ta Vittoria e della tratta disuperficieda P.ta Vittoria verso Bivio Lambro – Pioltello: di fatto i treni provenienti dalle lineeFS di Novara e Varese, attraverso gli scali di Milano Certosa, e dalle linee delle FerrovieNord di Saronno e Asso, attraverso il nodo di Bovisa, potranno attraversare Milano da est aovest ed immettersi sulla linea Milano-Treviglio. L’opera sarà completa, tuttavia, nel 2007, con la realizzazione della seconda tratta disuperficie verso la stazione di Rogoredo che collegherà il Passante alle linee per Pavia -Genova e Piacenza - Bologna. Pertanto, a lavori ultimati, nei due binari del Passante confluiranno dal lato ovest quattrolinee, due FS (Novara e Varese) e due FNM (Saronno e Asso), mentre, dal lato est, tre lineeFS (Treviglio, Genova e Bologna). Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 11
  18. 18. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004Carta delle tratte oggetto d’intervento 1. Tratta Dateo – P.ta Vittoria 2. Tratta P.ta Vittoria – Bivio Lambro 3. Tratta P.ta Vittoria – Rogoredo Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 12
  19. 19. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004L’INFRASTRUTTURA OGGI E A DICEMBRE 2004 Dopo l’inaugurazione della prima tratta da Bovisa FNM a Porta Venezia, avvenuta neldicembre 1997, nel maggio 1999 è stato attivato il collegamento con la rete FS lato Certosa,con l’apertura all’esercizio della tratta Lancetti-Certosa. Nel giugno 2002 sono state attivate,sulla medesima tratta la stazione di Villapizzone, mentre, sul lato opposto, la stazione diDateo, che ha prolungato il nuovo capolinea oltre Porta Venezia. Attualmente sono in corso i lavori per il completamento della tratta urbana di 1,154 kmtra Dateo e Porta Vittoria, e della prima tratta extraurbana P.ta Vittoria - Bivio Lambro, dilunghezza pari a 3,154 km. La stazione di Porta Vittoria sorgerà in sotterraneo, il piano del ferro sarà a quattro binari(“stazione bivio”), dei quali i due esterni saranno quelli “passanti” in direzione Pioltello, e,come le altre stazioni già in esercizio, avrà banchine da 250 m. Nella stazione di Porta Vittoria le principali attività di cantiere, tuttora in fase diultimazione a cura di Metropolitana Milanese S.p.A. e di Italferr S.p.A., riguardano gli impiantitecnologici, le finiture e gli impianti di segnalamento.Contestualmente all’apertura della stazione di Porta Vittoria, il 12 dicembre 2004 saràattivata anche la prima tratta extraurbana del Passante: due nuovi binari correranno insuperficie da Porta Vittoria fino al Bivio Lambro, punto di connessione con la linea Milano-Treviglio, completando, di fatto, il Passante lungo l’asse est-ovest. I treni che percorrerannola tratta P.ta Vittoria-Bivio Lambro transiteranno da Segrate e si attesteranno a Pioltello,dove avverrà la ribattuta sulle aste di manovra.Su questa tratta i lavori, a cura di Italferr S.p.A. comprendono, in particolare, l’allargamentodell’attuale ponte ferroviario su Viale Corsica, ormai ultimato, ed il sottopasso delle linee FSdi Genova e Bologna, con monolite a spinta (metodo I.S.T.R.I.C.E.): la realizzazione diquest’opera, in particolare, presenta delle criticità legate principalmente a problemi strutturalidei rilevati ferroviari esistenti.L’INFRASTRUTTURA A PARTIRE DAL 2007Con la realizzazione della seconda tratta extraurbana ramo Rogoredo, prevista per marzo2007, l’infrastruttura sarà completata. I due binari che collegheranno P.ta Vittoria allastazione di Rogoredo - in fase di riqualificazione nell’ambito del “PRG Rogoredo” -correranno in superficie per una lunghezza di 3,910 km.Già nel 2007, con l’attivazione del primo lotto funzionale della nuova linea ad Alta CapacitàMilano – Bologna tra Milano e la connessione di Piacenza est, i due binari della linea storicapotranno essere dedicati ai servizi regionali e a quelli suburbani del Passante. La stazione diRogoredo si configurerà, pertanto, come “Stazione di porta del Sud Milano”: da quitransiteranno, infatti, tutti i tipi di servizio su ferro, creando un importante nodo diinterscambio tra linea veloce, storica, Passante e rete metropolitana milanese.Le attività attualmente in cantiere sul ramo Rogoredo comprendono la liberazione dell’areadel “triangolo ferroviario Toffetti-Bonfandini” per consentire a Metropolitana Milanese larealizzazione anticipata di alcuni dei lavori per la nuova Paullese. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 13
  20. 20. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004Passante ferroviario di Milano: stazioni e lunghezza delle tratte Porta Venezia Porta Vittoria Certosa Certosa Bovisa Villapizzone Lancetti Lancetti Garibaldi Repubblica Repubblica Dateo Dateo (connessione linea (connessione linea MI-Treviglio) bivio Lambro bivio Lambro Rogoredo superficie galleria superficie 2.000 m 4.675 m 1.154 m 3.154 m 3.578 m in esercizio in costruzione: attivaz. dic. 2004 in costruzione: attivaz. mar. 2007 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 14
  21. 21. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Servizio ferroviario Suburbano: le linee . S .UN NUOVO “PRODOTTO” DI TRASPORTO L’analisi dei dati di utilizzo dei treni attivati negli ultimi tre anni sulle linee che prestanoservizio nella vasta area suburbana milanese evidenzia un’utenza in costante crescita anchenelle ore di servizio tradizionalmente meno frequentate (ore di morbida). L’apertura, a dicembre 2004, della nuova stazione di Milano P.ta Vittoria del Passanteferroviario e della connessione con la linea Milano – Brescia fino alla stazione di Pioltellopone l’opportunità irripetibile di lanciare un nuovo prodotto di trasporto, che unisca leprestazioni della ferrovia a quelle della metropolitana urbana, moltiplicando i vantaggi pertutti gli spostamenti nelle aree densamente urbanizzate intorno al capoluogo lombardo: ilServizio ferroviario Suburbano. Sotto questo nome si definisce una rete di servizi ferroviari a cui devono corrispondere lecaratteristiche di qualità proprie di una metropolitana. Il progetto prevede la progressiva attivazione, in un’area di circa 30 km di raggio daMilano, di una rete di linee ferroviarie che offrano servizi di elevata qualità sia in termini difrequenze e di cadenzamento dei treni sia in termini di accessibilità al servizio stesso(possibilità di utilizzare medesimi biglietti per treni, metrò e servizi di superficie, facileindividuazione della presenza delle linee sul territorio attraverso l’elaborazione di un logospecifico, semplicità di interpretazione dell’orario e dello schema dei servizi, corrispondenzecon altri servizi di trasporto pubblico, e così via).DEFINIZIONE DELLE LINEE .S. Con Servizio ferroviario Suburbano o linee .S. si intende il sottoinsieme dei serviziferroviari regionali a disposizione di una vasta area metropolitana e che presentanospecifiche caratteristiche di qualità di progettazione dell’orario (orario cadenzato esimmetrico) e di realizzazione dell’offerta (impostazione secondo linee di trasportoomogenee e non per singoli servizi). Tali requisiti di qualità che dovranno essere garantiti sulle linee suburbane (Linee .S.)sono riassumibili nei seguenti tre concetti essenziali. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 15
  22. 22. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004Contesto territoriale La linea suburbana deve prestare servizio nell’ambito metropolitano di una vasta areaurbana che, nel contesto del territorio milanese, può essere identificata come l’areacompresa in un raggio di circa 30 km dai confini urbani del capoluogo lombardo.Chiarezza Il servizio deve essere chiaramente comprensibile e identificabile. I due aspetti sonodistinti ma ben correlati tra loro. La facile comprensibilità dei servizi è ottenuta con una standardizzazione dell’offertaentro canoni di ripetitività degli orari e delle coincidenze durante tutto l’arco della giornata.Ogni linea avrà un chiaro profilo di offerta ferroviaria. Deve essere chiaro quale lineautilizzare per un determinato spostamento e quale tipologia di servizio e caratteristiche dellostesso ci si debba aspettare dal suo utilizzo. Ai fini del raggiungimento degli obiettivi di chiarezza descritti è necessario che tutti i trenidi una medesima linea svolgano il medesimo servizio in termini di fermate, attestamenti etempi di percorrenza. Anche il materiale rotabile utilizzato per i servizi su una medesima linea dovrà tendere aduna omogeneità delle caratteristiche. L’identificabilità è una conseguente opportunità che si pone qualora i servizi sianoprogettati in modo facilmente comprensibile. In questo caso risulta infatti utile caratterizzaresul territorio le linee e i servizi ad esse associati secondo parametri grafici predefiniti ecostanti, che rendano immediata e istintiva la loro individuazione (predisposizione di un logo,di colori distintivi, di standard costanti di comunicazione dei servizi e così via).Continuità Per ottenere l’effetto moltiplicatore tipico dei servizi ferroviari di questo tipo l’offerta devepresentarsi in modo costante e ripetitivo in ogni momento della giornata. Il servizio dovrà essere accessibile con le medesime modalità ed offrire gli stessi standarddi qualità (frequenza, fermate, velocità commerciale) durante tutto l’arco di apertura delmedesimo, con tempi di attesa massimi costanti. Le eventuali intensificazioni nelle ore di punta saranno inserite ad intervalli sottomultiplidell’impostazione base del servizio, ottenendo quindi passaggi dei treni a frequenze doppierispetto all’assetto di base. L’impostazione del servizio su una linea suburbana non è quindi volta alsoddisfacimento della sola domanda sistematica (ore di punta del mattino, pomeriggio esera), bensì mirata all’acquisizione anche dell’ingente domanda potenziale nonsistematica che caratterizza le aree ad elevata densità abitativa. Una tale struttura dei servizi è quindi rivolta al cittadino viaggiatore e non solo al cittadinopendolare. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 16
  23. 23. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004CRITICITÀ INFRASTRUTTURALI E ATTUATIVE La scarsa capacità delle linee ferroviarie che accedono al nodo di Milano e la mancanzadi una tempestiva progettazione del servizio Suburbano come base per la costruzione delleinfrastrutture necessarie alla sua completa realizzazione, non sempre consentono oggi diattivare una metropolitana suburbana che sia totalmente indipendente rispetto ai serviziregionali che accedono al nodo di Milano. In particolare la scarsa capacità di alcune linee ferroviarie consente di prevedereelevate frequenze dei servizi sulle tratte suburbane solo a patto di mettere a sistema itreni suburbani con quelli che effettuano le tratte regionali. Alternando quindi i treni suburbani e quelli regionali si ottengono frequenze doppie sulletratte suburbane a maggior domanda. Analoga situazione si verifica sulle linee in cui la tratta suburbana non è sufficientementeattrezzata con fermate frequenti. In tali casi i treni regionali possono comunque prestareservizio sulla tratta suburbana senza eccessivi aggravi sui tempi di percorrenza, venendosianche in questo caso a creare un servizio ‘ibrido’ tra offerta regionale ed offerta suburbana. In tutti i casi descritti, dal punto di vista commerciale e per maggior chiarezzad’impostazione, è comunque previsto che sia il servizio suburbano ad estendere la propriacompetenza territoriale fino al capolinea della linea regionale associata.Coerenza con il progetto di integrazione tariffaria Il principio di chiarezza e di facilità d’uso del servizio suburbano richiede che i treni di talilinee siano accessibili con biglietti unici ed integrati con l’intera rete dei trasporti adisposizione del territorio attraversato. Nell’attuale fase di ridefinizione dell’area di integrazione tariffaria milanese sarà quindiposta alla base del sistema la rete delle linee .S. secondo lo schema di seguito descritto.Coerenza con le gare per i servizi ferroviari Il progetto di graduale attivazione delle linee suburbane è coerente con la strategia di gareper i Servizi ferroviari dichiarata dalla Regione Lombardia. In particolare è ipotizzabile che il progetto di istituzione delle linee sulle diverse tratte vedala propria fase attuativa anche attraverso l’affidamento concorsuale dei servizi progettatisulle nuove linee. La prima linea importante messa a gara riguarderà proprio la linea S5, Varese –Pioltello del Passante. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 17
  24. 24. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004LE 10 LINEE .S. L’individuazione, nell’ambito dell’ area milanese, del miglior assetto delle future linee sucui istituire servizi di tipo suburbano tiene conto del modello di esercizio che la RegioneLombardia intende implementare entro l’anno 2008 coerentemente con quanto già descrittonel Programma Triennale dei Servizi Ferroviari 2004-2006 e con il Piano di Sviluppo delServizio Ferroviario Regionale (approvato in Giunta regionale con delibera VII/4176 del6/4/2001). Condizione indispensabile per la progressiva istituzione dei servizi suburbani sulle lineeindicate sarà quella di disporre preventivamente delle condizioni infrastrutturali e diorganizzazione dei servizi necessarie per garantire le caratteristiche di chiarezza e continuitàsopra esposte. L’ipotesi di assetto delle linee .S. a regime è riportato nella successiva figura e prevedela realizzazione di 10 linee distinte: - 5 diametrali di attraversamento della città di Milano attraverso il Passante Ferroviario: S1, S2, S5, S6, S10; - 4 radiali attestate all’interno del nodo di Milano: S3, S4, S7, S8; - 1 semicircolare di cintura intorno alle periferie nord, est e sud/ovest di Milano: S9. Cinque di queste linee presenteranno anche attestamenti dei treni in ambito regionale purmantenendo le caratteristiche d’esercizio e la nomenclatura commerciale di linee suburbane. Eventuali attestamenti dei treni su tratte limitate rispetto al percorso dell’intera lineasuburbana saranno individuati, come nel resto d’Europa, con il medesimo numero e colore dilinea seguito da una barra (per esempio linea S5 Pioltello–Gallarate-Varese; linea S5 /Pioltello–Gallarate). Nelle pagine successive: - LA TABELLA RIASSUNTIVA DELLE LINEE .S. - LA MAPPA DELLE LINEE .S. AL 2004 - LA MAPPA DELLE LINEE .S. AL 2008 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 18
  25. 25. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004LINEE .S. DA ATTIVARE ENTRO IL 2008 Tratte limitate Estensioni sigla Linea S sigla (dovute a limitazioni infrastrutturali) S1 Saronno - Passante - Lodi S1/ Garbagnate – Melegnano S2 Mariano Comense - Passante - Pavia S2/ Varedo – Locate Triulzi S3 Saronno - MI Cadorna S3/ Garbagnate Milanese – MI Cadorna S4 Camnago – MI Cadorna S4/ Varedo - Mi Cadorna S5 Gallarate - Passante – Pioltello S5/ Rho Fiera – Pioltello Gallarate - Varese S6 Magenta - Passante - Treviglio S6/ Rho Fiera – Pioltello Magenta - Novara S7 MI Porta Garibaldi - Besana S7/ Monza - MI Porta Garibaldi Besana - Lecco S8 MI Porta Garibaldi – Carnate S8/ Monza - MI Porta Garibaldi Carnate - Lecco Camnago - MI S. Cristoforo - Chiasso –Camnago S9 S9/ Monza – Gaggiano Abbiategrasso Abbiategrasso - Mortara S10 MI Bovisa – MI Porta Vittoria (linea provvisoria)Assestamenti parziali delle percorrenze segnate possono essere possibili in fase di definizione degli orari e del programma d’esercizio Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 19
  26. 26. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 20
  27. 27. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 21
  28. 28. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Servizio ferroviario urbano: Metro . S .UNA NUOVA METROPOLITANA A MILANO Il Passante, mettendo a sistema le principali direttrici ferroviarie urbane e suburbane conle linee metropolitane cittadine, rappresenta la struttura cardine sulla quale creare un veroServizio ferroviario Urbano con caratteristiche simili ad una metropolitana. Ma con il Passante verrà anche rilanciato e potenziato un servizio fin ora trascurato esotto utilizzato e cioè il Servizio ferroviario Urbano. La rete cittadina delle linee ferroviarie infatti, opportunamente valorizzata e con pocheintegrazioni, costituisce una grande potenzialità per un vero servizio ferroviario di tipo“metropolitano” in grado di offrire nuove e rapide possibilità di attraversamento e accesso“via treno” mettendo a sistema con il centro, i poli periferici: Certosa, Quarto Oggiaro,Bruzzano, Affori, Greco, Lambrate, P.ta Vittoria, Rogoredo, P.ta Romana, P.ta Genova, SanCristoforo, ecc.Potenzialità del Servizio ferroviario Urbano Si tratta di utilizzare al meglio i binari esistenti approfittando del servizio suburbano edotandolo di nuovi standard di qualità in particolare si può puntare con pochi investimenti: - ad una cadenza regolare; - a orari di apertura e funzionamento sull’arco di almeno 18 ore; - ad una informazione sui treni e nelle stazioni coordinata con gli altri servizi di trasporto pubblico locale; - a un alto livello di pulizia e sicurezza. Queste tratte ferroviarie sono già oggi accessibili con il biglietto a tariffa urbana ehanno spesso una frequenza, soprattutto durante le ore di punta, abbastanza alta anche senon cadenzata (un treno ogni dieci minuti circa). Il Passante fungerà da colonna portante di questo Sistema ferroviario urbano, in quanto èla tratta sulla quale convergono tutte le altre linee e permetterà l’attraversamento della cittàda nord/ovest a sud/est connettendosi con tutte e tre le linee metropolitane esistenti. Da dicembre 2004 il Metro .S. sarà una nuova metropolitana che potrà contare su 4 lineeper un totale di 20 stazioni con treni giornalieri ogni 4 -10 minuti dalle 6.00 alle 00.30 comeper la metropolitana. In accordo con gli operatori ferroviari e di Trasporto Pubblico Locale; si dovrà arrivare aduna valorizzazione unitaria del servizio oggi gestito in parte da Trenitalia ed in parte daFNMT. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 22
  29. 29. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004METRO.S. DA DICEMBRE 2004 colore distintivo Nome Linee e terminali urbani Linee Suburbane Stazioni urbane servitesulle mappe MI P.ta Vittoria – MI Q.to S1 Oggiaro MI Porta Vittoria, MI Dateo, MI Porta MI P.ta Vittoria – MI S2 Venezia, MI Repubblica, MI Porta Bruzzano Garibaldi, MI Lancetti, MI Villapizzone, MI Passante MI P.ta Vittoria – MI Bovisa S1 - S2 – S10 Certosa, MI Bovisa, MI Quarto Oggiaro, MI P.ta Vittoria – MI MI Affori, MI Bruzzano S5 - S6 Certosa (Rho fiera, Segrate, Pioltello) MI Lancetti – MI P.ta S1 - S2 - S5 - S6 Vittoria MI Cadorna – MI Q.to S3 Oggiaro MI Cadorna, MI Domodossola, MI Bovisa, Nord MI Cadorna – MI Bruzzano S4 MI Q.to Oggiaro, MI Affori, MI Bruzzano MI Cadorna – MI Bovisa S3 - S4 Brianza MI P.ta Garibaldi - MI S7 - S8 MI P.ta Garibaldi – MI Greco Greco (Monza, Sesto S.G.) MI Greco - MI Lambrate MI Greco – MI Lambrate Cintura S9 (Monza, Sesto S.G.) Variazioni sono possibili per ragioni tecniche nelle percorrenze e nei colori di linea. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 23
  30. 30. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004CARTINA METRO.S. CON COLLEGAMENTI ALLE LINEE METROPOLITANE STORICHE Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 24
  31. 31. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Programma d’esercizio delle linee . S . da dicembre 2004OBIETTIVI DELLA NUOVA OFFERTA A DICEMBRE 2004 Con l’apertura della tratta Dateo – P.ta Vittoria – Pioltello del Passante Ferroviario diMilano entrerà in vigore un orario completamente nuovo che coinvolgerà una serie didirettrici ferroviarie direttamente interessate dai servizi del Passante o indirettamenteinfluenzate dallo stesso. In particolare si procederà ad una revisione strutturale degli orari sulle linee: - Milano – Gallarate – Varese – P.to Ceresio; - Milano – Gallarate – Luino; - Milano – Gallarate – Arona – Domodossola; - Milano – Novara – Vercelli; - Milano – Segrate – Pioltello; - Seregno – Monza – Milano; - Milano – Seveso – Meda – (Mariano); - Milano – Seveso – Asso; - Milano – Saronno; - Milano – Saronno – Varese – Laveno; - Milano – Saronno – Novara; - Milano – Saronno – Malpensa; - Milano – Saronno – Como. Tale riprogettazione dell’offerta persegue alcuni obiettivi trasportistici prioritari ed è stataelaborata secondo una tecnica innovativa di impostazione dei servizi al fine di garantirne lamassima integrazione. In particolare si perseguiranno i seguenti obiettivi principali.Integrazione dei servizi (orario cadenzato e simmetrico) Si perseguirà l’obiettivo di realizzare un orario cadenzato simmetrico e integrato tra le duereti di trasporto (Rete Ferroviaria Italiana e Ferrovie Nord Milano Esercizio), al fine digarantire un’integrazione ottimizzata nei principali nodi della rete in esame tra i treni delledifferenti direttrici riprogettate, prescindendo inoltre dai differenti gestori dei servizi stessi. Il cadenzamento rigido a 30 minuti sulle singole linee consentirà di ottenere frequenzecerte dei servizi su ogni relazione e costanti durante tutto l’arco della giornata. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 25
  32. 32. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 L’adozione della medesima simmetria per la progettazione degli orari su tutte le linee inesame consentirà più agevoli interscambi in entrambe le direzioni tra i differenti serviziferroviari e costituirà la base per una successiva completa integrazione dei servizi ditrasporto lombardi, che coinvolgerà anche tutte le altre modalità di trasporto. In particolare si interverrà nell’ottimizzazione dei nodi ferroviari di Bovisa, Saronno,Gallarate e Novara.Inserimento dei servizi della linea Milano – Novara nel Passante Si ritiene indispensabile procedere alla revisione delle tracce regionali della linea Milano –Novara affinché siano rese compatibili con il loro inserimento nel Passante Ferroviario. Permantenere la simmetria dei servizi nella tratta comune del Passante è necessario prevedereun cadenzamento semi-orario delle tracce su tale direttrice, costituendo un servizio identicoa quello presente sulle altre 3 direttrici. I servizi della Milano – Novara dovranno essereintercalati al cadenzamento della Milano – Gallarate nella tratta comune (a partire da Rho).Istituzione della nuova relazione Pioltello - Passante L’apertura della connessione est del Passante di Milano consentirà di prolungare alcunidei servizi che accedono a tale infrastruttura fino a Pioltello. In particolare sarà istituita una nuova linea di servizi con cadenzamento semi-orario pertutto il giorno (un treno ogni 30’) tra Pioltello e il Passante, con prosecuzione delle tracce finoa Gallarate e Varese in modo alternato. La prosecuzione di tali servizi verso est (Treviglio) sarà possibile in seguito alcompletamento dei lavori di quadruplicamento della tratta Pioltello – Treviglio chetermineranno entro il 2006.Impostazione dell’orario definitivo dell’area Nord/Ovest L’apertura di P.ta Vittoria eliminerà molti dei vincoli infrastrutturali che oggi caratterizzanol’attestamento dei treni a Dateo. La nuova infrastruttura permetterà di impostare l’orario dellelinee afferenti da nord/ovest seguendo già lo schema definitivo del Passante. Tale interventosarà comunque una tappa obbligata per potere attivare l’offerta definitiva del Passante anchesulle linee di Lodi e Pavia ma, probabilmente, risulterà comunque condizione necessaria perun organico inserimento nel Passante della linea di Novara. Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 26
  33. 33. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004Corridoi metropolitani per Bovisa e Rho La separazione delle linee di servizi nella stazione di Lancetti verso Bovisa e Rho è stataprogettata in modo da avere frequenze cadenzate dei treni ogni 15 minuti costanti verso Rhoe ogni 6 / 15 minuti verso Bovisa. Ciò consentirà di ottenere frequenze simili a quelle della metropolitana anche sullerelazioni a servizio dei comuni di prima e seconda cintura intorno a Milano.Offerta costante di 10 treni/ora nel Passante La nuova offerta nella tratta urbana del Passante sarà costituita da 10 treni/ora perdirezione, costante per tutto l’arco di servizio. Ciò consentirà di ottenere frequenze all’interno del Passante paragonabili a quelle deiservizi metropolitani già operanti in città, a prescindere dalle differenti direzioni chesuccessivamente i treni seguono nella tratta suburbana. Tali frequenze saranno ottenute dalla sovrapposizione di servizi cadenzati ai 30 minuti su4 linee suburbane (4 linee x 2 treni/ora = 8 treni/ora per direzione) più una linea prettamenteurbana tra P.ta Vittoria e Bovisa cadenzata anch’essa alla mezzora (2 treni/ora metropolitani+ 8 treni/ora suburbani = 10 treni/ora nel Passante).Allungamento dell’arco di servizio del Passante fino all’ultimo Metro (ore 0.30) Al fine di garantire caratteristiche di servizio simili a quelle della metropolitana urbana si èritenuto necessario prevedere, contestualmente all’apertura della nuova infrastruttura,l’estensione dell’arco di servizio del Passante Ferroviario nella fascia notturna fino alle ore0.30 circa, in modo da garantire l’interscambio dei servizi suburbani con le ultime corse dellametropolitana di Milano.NELLA PAGINA SUCCESSIVA SCHEMA PROGRAMMA D’ESERCIZIO DAL DICEMBRE2004.(variazioni possono intervenire per motivi tecnici) Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 27
  34. 34. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 28
  35. 35. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S1 SARONNO – MILANO P.ta VITTORIA Servizio ferroviario suburbano 2004 - 1 treno ogni 30’ sempre dalle 6.00 alle 00.30 Relazione Tip Cadenzamento Treni / Km Arco di servizio Period.tà Stag.tà o base punta giornoProlungamento servizio attuale a P.ta Vittoria Saronno – P.ta No ago, 1,2 S 30’ 30’ 7.00 – 20.30 lun-ven 56 Vittoria no Natale Treni x km / giorno 67 Treni x km / anno 15.000 Bovisa – P.ta 1,2 S 30’ 30’ 7.00 – 20.30 Sab+Fest sempre 56 Vittoria Treni x km / giorno 67 Treni x km / anno 9.400 totale 24.400Estensione arco servizio Saronno – P.ta No ago, 25,2 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 lun-ven 18 Vittoria no Natale Treni x km / giorno 464 Treni x km / anno 105.000 Bovisa – P.ta 7,2 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 Sab+Fest sempre 18 Vittoria Treni x km / giorno 130 Treni x km / anno 18.000 totale 123.000Estensione periodicità giornaliera Saronno – P.ta No ago, 18 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre 74 Vittoria no Natale Treni x km / giorno 1.300 Treni x km / anno 145.500 totale 145.500 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 29
  36. 36. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004S1Estensione stagionalità agosto e Natale Saronno – P.ta 18 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 74 Vittoria Treni x km / giorno 1.300 Treni x km / anno 36.400 totale 36.400 Treni x km / anno (aggiuntivi) 329.000 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 30
  37. 37. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 31
  38. 38. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S2 MARIANO - SEVESO – MILANO P.ta VITTORIA Servizio ferroviario suburbano 2004- 1 treno ogni 60’ sempre- 1 treno ogni 30’ dal lun. al ven. dalle 7.00 alle 8.30 e dalle 17.30 alle 19.00 Relazione Cadenzamento Treni / Km Tipo Arco di servizio Period.tà Stag.tà base punta giorno Prolungamento servizio attuale a P.ta Vittoria 7.00 – 8.30 Seveso – P.ta No ago, 1,2 S - 30’ 17.30 – lun-ven no natale 12 Vittoria 19.00 Treni x km / giorno 14,5 Treni x km / anno 3.300 Bovisa – P.ta No ago, 1,2 S 30’ - 7.00 – 20.30 lun-ven 44 Vittoria no natale Treni x km / giorno 53 Treni x km / anno 12.000 Bovisa – P.ta 1,2 S 30’ 30’ 7.00 – 20.30 Sab+Fest sempre 56 Vittoria Treni x km / giorno 67 Treni x km / anno 9.400 totale 24.700 Estensione arco servizio Bovisa – P.ta 7,2 S 30’ - 6.00 – 24.30 sempre sempre 20 Vittoria Treni x km / giorno 144 Treni x km / anno 52.500 totale 52.500 Istituzione cadenzamento orario Milano - Seveso Seveso – P.ta No ago, 16 S 60’ 30’ 7.00 – 20.30 lun-ven 20 Vittoria no natale Treni x km / giorno 320 Treni x km / anno 72.000 Seveso – P.ta No ago, 16 S 60’ 30’ 7.00 – 20.30 sempre 28 Vittoria no natale Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 32
  39. 39. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S2 Treni x km / giorno 448 Treni x km / anno 50.000 Seveso – P.ta 16 S 60’ 30’ 7.00 – 20.30 sempre sempre 28 Vittoria Treni x km / giorno 448 Treni x km / anno 12.500 totale 134.500Estensione arco servizio Seveso – P.ta 16 S 60’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 10 Vittoria Treni x km / giorno 160 Treni x km / anno 58.400 totale 58.400Prolungamento a Meda Meda – P.ta 3 S 60’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 50 Vittoria Treni x km / giorno 150 Treni x km / anno 55.000 totale 54.700Prolungamento a Mariano Comense Mariano – P.ta 3 S 60’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 50 Vittoria Treni x km / giorno 150 Treni x km / anno 55.000 totale 54.700 Saldo Treni x km / anno 380.000 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 33
  40. 40. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 34
  41. 41. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S3 SARONNO – MILANO Cadorna Servizio ferroviario suburbano 2004 - 1 treno ogni 30’ sempre dalle 6.00 alle 00.30 Relazione Cadenzamento Treni / Km Tipo Arco di servizio Period.tà Stag.tà base punta giornoEstensione arco servizio Saronno – No ago, 21 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre 2 Cadorna no natale Treni x km / giorno 42 Treni x km / anno 14.000 totale 14.000Estensione stagionalità agosto e natale Saronno – P.ta 21 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 19 Vittoria Treni x km / giorno 399 Treni x km / anno 12.000 totale 12.000 Treni x km / anno (aggiuntivi) 26.000 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 35
  42. 42. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 36
  43. 43. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S4 CAMNAGO – MILANO Cadorna Servizio ferroviario suburbano 2004 - 1 treno ogni 30’ sempre dalle 6.00 alle 00.30 Relazione Cadenzamento Treni / Km Tipo Arco di servizio Period.tà Stag.tà base punta giornoEstensione periodicità Seveso – No ago, 21 S 30’ 30’ 6.00 – 23.30 sempre no natale 15 Cadorna Treni x km / giorno 315 Treni x km / anno 34.500 totale 34.500Estensione arco servizio Seveso – No ago, 21 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre 8 Cadorna no natale Treni x km / giorno 168 Treni x km / anno 38.000 totale 38.000Estensione stagionalità agosto e natale Seveso – 21 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 32 Cadorna Treni x km / giorno 672 Treni x km / anno 20.000 totale 20.000Prolungamento a Camnago Camnago – 4 S 30’ 30’ 6.00 – 24.30 sempre sempre 75 Cadorna Treni x km / giorno 300 Treni x km / anno 109.500 totale 109.500 Treni x km / anno (aggiuntivi) 200.000 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 37
  44. 44. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio delS e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 38
  45. 45. Apertura del Passante ferroviario milanese e avvio del S e r v i z i o f e r r o v i a r i o S u b u r b a n o - DGR n. 17170 16/04/2004 S5 VARESE - GALLARATE – PIOLTELLO Servizio ferroviario suburbano 2004 - 1 treno ogni 30’ Mi-Gallarate (ogni 60’ da/per Varese) sempre dalle 6.00 alle 24.30 Relazione Cadenzamento Treni / Km Tipo Arco di servizio Period.tà Stag.tà base punta giornoProlungamento servizio attuale a Pioltello Varese - Pioltello 8 S 60’ 60’* 7.00 – 20.30 lun-sab. sempre 28* Gallarate - 7.00 – 20.30 8 S 60’ 60’ lun-sab. sempre 27 Pioltello Treni x km / giorno 440 Treni x km / anno 132.000 Varese - Pioltello 8 S 60’ 60’ 7.00 – 20.30 Fest. sempre 28 Treni x km / giorno 224 Treni x km / anno 14.500 totale 146.500Estensione arco servizioVarese - Pioltello 12 S 60’ 60’* 6.00 – 24.30 lun-sab. sempre 9Varese - Pioltello 70 S 60’ 60’* 6.00 – 24.30 lun-sab. sempre 1 Gallarate - 51 S 60’ 60’* 6.00 – 24.30 lun-sab. sempre 8 Pioltello Treni x km / giorno 586 Treni x km / anno 176.000 6.00 – 24.30Varese - Pioltello 12 S 60’ 60’ Fest. sempre 9 6.00 – 24.30Varese - Pioltello 70 S 60’ 60’ Fest. sempre 1 Treni x km / giorno 178 Treni x km / anno 11.600 totale 187.600 Regione Lombardia - D.G. Infrastrutture e mobilità 39

×