• Save
Augmented Reality
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Augmented Reality

on

  • 1,590 views

Mi occupo di augmented reality sia in teoria che in pratica da circa un paio d'anni così... ...

Mi occupo di augmented reality sia in teoria che in pratica da circa un paio d'anni così...

..alcune slide senza pretese su una breve tesi discussa in sede d'esame con il mediologo Prof Alberto Abruzzese sul tema dell'augmented reality.

Statistics

Views

Total Views
1,590
Views on SlideShare
1,563
Embed Views
27

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 27

http://alessandrofontana.wordpress.com 15
http://www.slideshare.net 5
http://www.linkedin.com 3
http://cineludico.wordpress.com 2
https://www.linkedin.com 2

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Augmented Reality Augmented Reality Presentation Transcript

  • Il reale aumentato  Dal ludico al quotidiano post-umano
  • Introduzione Le parole chiave. Cibernetica – cyborg – immersione – gioco – postumano – intelligenza connettiva – interfaccia – morphing – tatto – soglia – videogiochi – morte – vita quotidiana – metropolizzazione – pelle – sensi
  • Augmented Reality Possibilità di aggiungere al mondo reale informazioni di qualsiasi genere di tipo digitale. Immaginiamo di poter così acquisire tramite il cellulare, in real time, informazioni sulla composizione dell’aria, sulla provenienza di un prodotto. Immaginiamo di poter aggiungere alla dimensione reale personaggi e creature fantastiche. Immaginiamo di poter percepire sensorialmente molto più di quanto non sia normalmente possibile fare
  • Augmented reality Immaginiamo ? http://www.youtube.com/watch?v=q8ft8YDhGMU http://www.youtube.com/watch?v=kUoPd-UDDyI http://www.youtube.com/watch?v=Y9HMn6bd-v8
  • La dinamica del gioco Le dinamiche comunicative che si svolgono nel virtuale hanno quasi sempre al proprio centro il gioco, inteso come linguaggio ludico. Il virtuale (realtà virtuale) permea sempre di più il reale e le esigenze comunicative tra individui hanno una sempre crescente necessità di essere coadiuvate da elementi ludici.
  • Mondo reale e mondo virtuale: lo scarto generazionale Tempo Spazio Realtà
  • Tempo il mondo, quello del libro, della carta stampata, si muove troppo lentamente rispetto alle logiche comunicative presenti in rete. Il fascino della mixed reality soddisfa proprio un bisogno di ritorno a dei rituali collettivi fruibili sul piano della realtà sensibile mantenendo l'asincronicità e la giusta dose di ludus che il digitale consente.
  • Spazio Si tratta di interpretare più livelli di una medesima realtà, più piani sovrapposti in cui quello primario è semplicemente quello visibile ad occhio nudo. nel momento in cui il virtuale si sovrappone fisicamente, corporalmente, al mondo reale, occupandone e condividendone gli stessi spazi, è semplicemente un altro piano che non possiamo vedere ad occhio nudo,ancora. Fa parte di quel mondo e presenzia in esso in modo parallelo ma compresente.
  • Realtà L'aggiunta del layer virtuale alla realtà potrebbe rendere fruibile un evento naturale in una modalità connettiva. L'adeguamento formale del territorio del reale ad un linguaggio digitale potrebbe essere l'atteggiamento d'apertura richiesto al mondo per tornare a farsi accettare/preferire allo schermo.
  • L’occhio e la multisensorialità I sensi e la percezione vengono modellati sulle esigenze del momento, l’apparato visivo non è più affidabile, non è più connesso in modo imprescindibile alla realtà. Il tatto sembra essere il senso dominante del nostro tempo. Perdendo la sua capacità negoziale, il cinema smarrisce anche il suo ruolo di guida all’esercizio scopico (di nuovo, ammesso che la vista sia ancora un senso che conta e che invece non comandi l’udito o il tatto, con l’orecchio e lamano) [Casetti]
  • Rete Alla realtà in fondo manca proprio un tasto search che garantirebbe un utilizzo della stessa assolutamente più consono alle tempistiche moderne.Arrivati ad un tale livello di integrazione tra sintetico e organico si parlerebbe ancora di realtà virtuale? La cibernetica spinge verso una comprensione semantica del reale, essendo però già in grado di connotare correttamente un mondo chiamato virtuale.
  • Cyborg raggiunta l'autonomia produttiva in termini di senso, che ormai esiste, unita agli ultimi sviluppi delle teorie mediche sulla definizione del cervello come complesso di stimoli elettrici parametrizzabili, risulta complesso e forse errato non parlare di mente del cyborg. E di realtà.
  • Corpo e mente Lo sviluppo di interfacce aptiche e “mentali” è in questo contesto assolutamente coerente. E'possibile interagire attivamente con estensioni della realtà e percepirle in quanto tali, aumentare i sensi, percepire campi magnetici e toccare quindi l'invisibile.
  • NIA NIA consente infatti di captare le onde alpha e beta, di reagire alle contrazioni muscolari superficiali della testa e di controllare in tal modo i movimenti, attualmente nell’ambito del gaming, di un avatar virtuale con la“forza” del pensiero. http://www.youtube.com/watch?v=M4S4FjdU3rI&feature=PlayList&p=1F049
  • Soglia Arrivati a questo punto nulla ci impedisce di toccare il limite (esperienza) dello schermo ed oltrepassarlo in una percezione assolutamente biologicamente reale della virtualità. Si tratta di interpretare più livelli di una medesima realtà, più piani sovrapposti in cui quello primario è semplicemente quello visibile ad occhio nudo. Essendo la soglia integrata nell'immaginario collettivo ordinario non ha bisogno di presentarsi come tale
  • La skin del mondo Il digitale agisce sulla metropoli, aggiungendo semplicemente un piano in più al gioco di specchi, di soglie, in cui realtà ed immaginario si fondono l'uno nell'altro generando un continuo rimando tra referenti di senso La superficie del mondo, la sua pelle, ha un aspetto funzionale di trasportatore di informazione, è elemento strutturale oltre che superficiale. Decidiamo di che skin dotare il mondo e l’individuo, che la pone su se stesso (blogger), sul mondo stesso (AR), e sul proprio corpo (cyborg). La materia prima digitale però è sempre la stessa.
  • L’immaginario fantascientifico La rappresentazione del cyborg e le modalità di fruizione della Virtual Reality sono nel corso del tempo cambiati notevolmente. Fino ad oggi con serie come Battlestar Galactica e Dollhouse.
  • Considerazioni finali… L’approccio al mondo appena descritto e alla percezione che di esso hanno i nativi digitali, da parte di chi si occupa oggi di educarli, è talvolta addirittura dannoso. La mia speranza è che l’augmented reality possa portare ad una più immediata ma altrettanto ricca e profonda conoscenza del mondo, attirando anche le nuove generazioni tramite un linguaggio a loro consono.
  • Thank You Alessandro Fontana afontana dot work [at] gmail dot com 19/05/09