Networked Citizens a Cagliari: presentazione libro e open lesson
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Networked Citizens a Cagliari: presentazione libro e open lesson

on

  • 476 views

Presentazione del libro "Networked Citizens. Comunicazione Pubblica e Amministrazioni Digitali", in occasione della giornata "Trasparenza, Partecipazione e Cittadini Connessi", organizzata il 5 aprile ...

Presentazione del libro "Networked Citizens. Comunicazione Pubblica e Amministrazioni Digitali", in occasione della giornata "Trasparenza, Partecipazione e Cittadini Connessi", organizzata il 5 aprile dalla Delegazione Sarda dell'Associazione della Comunicazione Pubblica e Istituzionale a Cagliari presso il FormezPA. Oltre alla presentazione le slide si riferiscono alla Open Lesson tenuta per i partecipanti e per gli iscritti on line.

Statistics

Views

Total Views
476
Views on SlideShare
449
Embed Views
27

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

2 Embeds 27

https://twitter.com 15
http://storify.com 12

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Networked Citizens a Cagliari: presentazione libro e open lesson Networked Citizens a Cagliari: presentazione libro e open lesson Presentation Transcript

  • Presentazione del libro Networked Citizens & Open Lesson Alessandro Lovari Università di Sassari - Polcoming 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 1
  • Il libro in sintesi Sviluppo dell’ICT nella PA Impatto del web 2.0 sulle amministrazioni pubbliche Nuove modalità di government – opengov AMMINISTRAZIONI Nuovi strumenti di comunicazione – Compubblica 2.0 PUBBLICHE Vasta diffusione di queste piattaforme Gli utenti: da lettori a creatori di contenuti Cambiano i media mainstream TECNOLOGIE DIGITALI Government Social Media Users WEB 2.0 Account Civic Hacking SOCIAL MEDIA Profilo Ricerca informazioni e Public Voice Likepage Networked Citizens CITTADINI Canali Gruppo 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari Pagina 2
  • Innovazione vs Retorica Alcuni elementi da tenere in considerazione: I complessi e articolati percorsi di innovazione della pubblica amministrazione caratterizzati dalle pratiche di assemblaggio tra tecnologie digitali e cultura organizzativa Questo assembled mix si viene a modificare e differenziare con l’impatto dei social media e del web 2.0 Retorica dell’innovazione tecnologica e determinismo giuridico Come cambia la PA e la Comunicazione Pubblica? 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 3
  • Perché sta succedendo proprio adesso?  Generale richiesta per una nuova fase di trasparenza, apertura e partecipazione per le PA nella quale I cittadini possano avere un ruolo attivo nel proporre e stimolare servizi innovativi e pratiche comunicative e di dialogo.  Evoluzione dei consumi mediali – con l’emergere di percorsi per la ricerca delle informazioni legate a issue pubbliche e istanze civiche.  Media coverage: mainstream media settano l’agenda sui social media e e sui social network sites in particolare.  Spending Review e tagli ai budget: deriva digital dei communication mix pubblici 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 4
  • PA e social networking sites • Sviluppo discontinuo e a macchia di leopardo sul territorio nazionale. • Aree e distretti dell’innovazione digitale ed effetto traino di altre amministrazioni • Non esiste un obbligo normativo ma un’indicazione sull’utilità e opportunità di queste piattaforme partecipative da parte delle PA (Linee Guida siti web della PA 2010) per attivare partecipazione dei cittadini. • Prima sistematizzazione grazie al Vademecum Social Media e PA curato dal Formez. 5 10/12/2013 Insegnamento di Social Media per la PA 5
  • Fasi di inserimento dei SM nella PA Ci sono 3 fasi dell’inserimento dei social nelle PA Sperimentazione Intraprendente 10/12/2013 Ordine dal caos Presentazione ComPubblica Cagliari ISTITUZIONA LIZZAZIONE 6
  • Le orme della PA nei social media Le ricerche mettono in evidenza un crescente processo di colonizzazione del web sociale, soprattutto tra gli enti locali con differenti usi e obiettivi 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 7
  • Usi dei SM nella PA Comunicazione Interna e gestione del personale Attivare la Partecipazione dei cittadini e il Citizens Sourcing Crisis Management e Gestione Emergenze Comunicazione Pubblica digitale City branding 10/12/2013 Live streaming di eventi Insegnamento di Social Media per la PA 8
  • Il punto sulle ricerche La ricerca empirica su questo tema è fondamentale. Molti studi adottano un approccio quantitativo grazie ad indicatori numerici: dove sono, quali, quanti post, quanti fan. Necessità di dotarsi anche di strumenti qualitativi che indaghino a fondo le dinamiche e le percezioni dei cittadini. Un altro tema fondamentale è come questi mezzi impattano sulla COMUNICAZIONE PUBBLICA e sul profilo del comunicatore pubblico. 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 9
  • Verso la comunicazione pubblica digitale • L’introduzione di Internet ha rinnovato e messo in discussione anche le tradizionali modalità di fare comunicazione pubblica. • Negli ultimi anni si è sviluppato un articolato flusso di comunicazione pubblica digitale che ha trovato terreno fertile grazie alla “domesticazione” delle ICT nel settore pubblico e al crescente peso di internet nei consumi mediali degli italiani. • L’interfaccia comunicativa e relazionale con l’utenza si è arricchita. • Questo flusso si è integrato e interconnesso con le tradizionali modalità di fare comunicazione pubblica, seguendo un approccio multicanale. 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari Pagina 10
  • Contenuti & Strategie Esistono varie tassonomie per i contenuti postati sui social e ricerche sul tema Molti di questi usi sono stati progettati secondo una strategia, altri invece mettono in luce improvvisazioni e sperimentazioni 2.0 solamente nella scelta dello strumento. Usi top down vs bottom up Cura della scrittura e del repertorio grafico Scarsa presenza di piani editoriali e di policy Uso social vs biografia comunicativa dell’ente 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 11
  • Traiettorie di innovazione e comunicazione pubblica Da un modello generalmente top down della comunicazione pubblica si sperimentano forme e pratiche di comunicazione pubblica conversazionale e relazionale, coinvolgendo i cittadini e i pubblici della PA. In particolare si riattivano quelle forme di bidirezionali di comunicazione che possono portare alla realizzazione di un’amministrazione colloquiale e condivisa e a stimolare la partecipazione del cittadino. 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 12
  • Le voci dei cittadini connessi Il web 2.0 e i social media hanno dato la possibilità ai cittadini di diventare emittenti che veicolano e fanno sentire la propria voce nella nuova sfera pubblica digitale. Si tratta di tutte quelle forme, singole o collettive, con le quali i cittadini sono presenti in Rete come produttori di contenuti di interesse generale. La produzione dei contenuti avviene nei siti, SNS e blog che affrontano tematiche di pubblica utilità, che descrivono i servizi e il rapporto con gli apparati pubblici e che quindi veicolano, a loro volta, flussi di opinioni che altri cittadini e i media possono intercettare. 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 13
  • Talkative society ed empowerment dei cittadini 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 14
  • I networked citizens I networked citizens sono cittadini che si attivano utilizzando la rete e i media sociali non solo come fonti per reperire informazioni ma come strumenti per abilitare nuove forme di relazionalità partecipazione e public voice nei confronti dell’amministrazione. Considerano amministrazione un nodo valoriale importante nella propria rete. 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 15
  • Perchè i cittadini usano la pagina FB del Comune MOTIVI DI USO: • Leggere informazioni di pubblico interesse • Conoscere gli eventi che avvengono in città • Cercare informazioni in caso di emergenza • Chiedere informazioni su servizi e iniziative promosse dal comune • Segnalare disservizi • Commentare le informazioni pubblicate dal comune • Dire la mia su provvedimenti presi dall'amministrazione • Suggerire proposte per migliorare i servizi pubblici 897 874 511 210 171 134 103 101 Tra comportamenti di information scouting, attivismo e public voice 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 16
  • Quando postano i cittadini… 0 10 20 30 40 50 60 scrivo quando mi sento chiamato in causa dai contenuti del post scrivo quando ho tempo libero a disposizione molto d'accordo d'accordo scrivo quando conosco bene il tema del quale si parla in disaccordo del tutto in disaccordo scrivo quando sono insoddisfatto e in disaccordo con le scelte prese dal Comune scrivo quando i contenuti hanno implicazioni politiche 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 17
  • Segnalare anche le opportunità di lavoro Siamo su Facebook un social..io utilizzerei un tono meno istituzionale Rispondete alla gente!..Non mi piace essere ignorato dal mio comune. Sennò è solo propaganda pubblicitaria 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 18
  • Alcune sfide per uso dei SM -Ripensare modelli di comunicazione e relazionalità con i cittadini -Ricalibrare i rapporti tra le strutture di comunicazione di comunicazione e informazione - Sviluppo di nuovi ruoli e figure professionali Cittadini Media Pubblica Amministrazione Altri stakeholder 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 19
  • Problematiche organizzative • La comunicazione pubblica sui social è materia liquida e non istituzionalizzata per legge per cui sono state numerose le soluzioni organizzative scelte dai vertici della PA per la loro gestione. • Si sono affermati usi e prassi in cui accanto al naturale affidamento dei social alle strutture di comunicazione e informazione, queste piattaforme sono state affidate o prese in carico da strutture tecnologiche o da consulenti esterni per sopperire a mancanza di competenze interne o per opportunità politica. • Esiste una pluralizzazione e balcanizzazione dei ruoli. 10/12/2013 Insegnamento di Social Media per la PA Pagina 20
  • Chi amministra e gestisce le pagine Analisi dell’evoluzione dei profili in relazione anche alla legge 150/2000 10/12/2013 Insegnamento di Social Media per la PA Source: Giovanni Arata, Facebook PA 2013 Pagina 21
  • Per concludere La presenza della PA sul Web 2.0 rappresenta un marker di identità. La presenza di flussi di comunicazione 2.0 andrebbe istituzionalizzata Adottare un social media plan coordinandolo e integrandolo con il generale piano di comunicazione dell’ente. Monitorare gli effetti e l’efficacia delle strategie implementate Non sovrapporre la comunicazione pubblica con quella politica (piattaforme, redazioni, policy) Usare i social media come strumenti per ascolto, raccolta del feedback e customer satisfaction 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 22
  • Questo vuol dire…. Invertire il senso della comunicazione pubblica I social non sono ambiti di gioco ma learning playground per le amministrazioni pubbliche. Coinvolgere i cittadini e fare storytelling della vita civica e del territorio Innovare le modalità di relazione e rendere visibile ai cittadini il processo di ascolto e di recepimento della voice 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari 23
  • Per ulteriori informazioni, domande e commenti email: alovari@uniss.it Twitter: @alelovari Per scaricare indice e prime 20 pagine del libro Networked Citizens http://www.francoangeli.it/Recensioni/1097p1p3_RX.pdf Titolo Presentazione 10/12/2013 10/12/2013 Presentazione ComPubblica Cagliari Pagina 24 24