Le abitazioni e i luoghi della vita quotidiana

662 views
575 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Le abitazioni e i luoghi della vita quotidiana

  1. 1. Le abitazioni e i luoghidella vita quotidiana fra XVI e XVIII secolo
  2. 2. Indice• La casa contadina;• Il castello;• La casa di città;• Il palazzo di città;• Locande, taverne e osterie;
  3. 3. La casa contadina In Europa quasi tutte le abitazioni private erano costruite in legno con tetti di paglia.
  4. 4.  Solo verso il 1650 a Parigi, Londra e Amsterdam cominciarono a diffondersi le case in mattone e pietra.
  5. 5. Nelle case di campagna, il materiale dacostruzione fuprincipalmenteil legno, usatoper le pareti e per il tetto.
  6. 6.  Spesso la casa contadina erasuddivisa in parti o corpi ma non c’era alcuna separazione fra lo spazio dell’uomo e quello degli animali domestici.
  7. 7.  Il cuore della casa era il focolare e solo apartire dal Trecento comparvero stufe e camini.
  8. 8. Nelle regioni settentrionali freddo e umidità rappresentavano un serio problema vista la precarietà delle abitazioni che, per questomotivo, offrivano uno scarso riparo dalle basse temperature.
  9. 9. A causa delmateriale con cui erano costruite lecase duravano circa 40 – 50 anni e il mobilio era poco e di scarso valore
  10. 10. Il castello Il castello nasce come abitazione difensiva in campagna e, solo tra il XIII e il XIV sec. fu costruito in pietra.
  11. 11.  Le caratteristiche difensive lasciarono progressivamente il passo a quelle residenziali signorili e il castello si arricchì di sale e di mobilio di pregio.
  12. 12. La casa di città Alta non più didue o tre piani era simile a quella dicampagna: anche qui mancavanocomfort e privacy. Le finestre si fornirono di vetri solo dopo il XV secolo.
  13. 13. Palazzo di città La casa aristocratica di città era un palazzo a più piani con una facciata sontuosa e stanze riccamente decorate
  14. 14. Generalmente un palazzo era costituito da: Sotterranei Cortile Locali di servizio ( al piano inferiore) Appartamenti signorili (ai piani superiori) Cucina (al primo piano)
  15. 15.  Anche in questo caso, i vetri erano rari e sostituiti da imposte di legno. I pavimenti erano di mattoni, mentre i mobili erano di ottima fattura artigianale.
  16. 16. Locande, taverne ed osterie Questi luoghi di vita quotidiana sorsero tra il XII e il XIII secolo in tutta Europa, in particolare nei pressi di città sedi di fiere e mercati o lungo importanti vie di transito.
  17. 17.  Erano molto diffuse e offrivano ai viaggiatori cibo, bevande e un letto. Erano segnalate da un’insegna caratteristica o da un semplice ramo d’albero all’ingresso.
  18. 18.  Per mangiare, i clienti usavano il proprio coltello, le mani o il cucchiaio, servendosi da un unico piatto comune. L’uso della forchetta era poco diffuso.

×