La norvegia (1)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La norvegia (1)

on

  • 2,149 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,149
Views on SlideShare
2,139
Embed Views
10

Actions

Likes
1
Downloads
24
Comments
0

1 Embed 10

http://alberomaestro.wordpress.com 10

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La norvegia (1) La norvegia (1) Presentation Transcript

  • LaNorvegia
  • Parte Fisica
    • La maggior parte del territorio è montuoso, occupato dalle Alpi Scandinave, aspre montagne incise da valli glaciali strette e profonde, che sulla costa danno origine ai fiordi. La vetta più alta è il Glittertinden (2472 m). Nel sud della Norvegia si trovano i monti Dovrefjell e Langfjell. L’unica regione pianeggiante è quella intorno a Oslo.
  • Le Foreste
    • Circa il 30% del territorio norvegese è ricoperto da foreste. Ai boschi di conifere, caratteristici delle regioni meridionali succedono quelli di betulle e salici che nel Nord del paese vengono soppiantati da muschi, licheni, e distese erbose.
  • I Fiumi
    • I fiumi norvegesi hanno un corso breve ed irregolare, spesso interrotto da rapide cascate, ma sono ricchissimi di acqua perché alimentati dallo scioglimento di nevi e ghiacciai. Il fiume più importante è il Glama.
  • I Laghi
    • I laghi sono numerosissimi, ma di piccole dimensioni. La forma stretta e allungata ne rivela l’origine glaciale.
  • I Fiordi
    • I fiordi sono profonde insenature, scavate dai ghiacciai e poi invase dal mare.
    I fiordi più importanti penetrano verso l’interno per 200 km e si ramificano in altri piccoli fiordi, spessi difesi dal mare aperto da decine di isolotti.
  • Clima
    Il clima è temperato-freddo. Solo lungo la costa l’inverno è mitigato dalla Corrente del Golfo.All’interno il clima è decisamente più freddo. Le estati sono fresche in tutto il paese, più calde nelle pianure vicino al confine svedese. Le precipitazioni sono abbondanti ovunque.
  • Le Lingue
    La lingua ufficiale del paese è il norvegese, che appartiene alla famiglia delle lingue germaniche. Esistono però due versioni scritte ufficiali della lingua norvegese.
    • Il “norvegese dei libri” è la lingua più usata, e risente profondamente dell’influenza della lingua danese.
    • Il “neonorvegese” che è stato elaborato nell’Ottocento, in seguito alla riconquistata indipendenza.
  • La Religione
    Al giorno d'oggi l'86% dei norvegesi appartiene alla Chiesa di Norvegia, che si basa sulla religione evangelico-luterana ed è di Stato. È comunque tutelata la libertà, per i cittadini, di professare la propria religione; tra quelle minoritarie, le più diffuse sono il cattolicesimoe l'Islam. Altre religioni meno praticate, sono: buddhismo, ed ebraismo.
  • Parte Politica
    • La Norvegia confina a est con la Svezia e a nord-est con Finlandia e Russia.
    • La capitale è Oslo.
    • La Norvegia è una monarchia costituzionale, con ampi poteri al re, ma esercitati dal consiglio dei ministri, eletto ogni quattro anni dai cittadini.
  • Piatti tipici norvegesi
  • Naturalmente un piatto tipico norvegese è di pesce: merluzzo, trota o salmone con patate. Anche altri tipi come l`eglefino e il merlano nero è spesso sulla tavola, così come il baccalà. Chiedendo a un norvegese del piatto tipico, risponderebbe le polpette di carne in salsa marrone. Si trova anche, ma non frequentemente, da un norvegese la carne di alce, di foca e di balena. La renna viene spesso servita nei ristoranti, e sulla costa a ovest servono le "raspeballer/komler/potetball" (dipende dalla regione), che sono grandi gnocchi di patate di navone lessato, che insieme con le salsiccie, la pancetta e le patate vi tengono pieni per tutto il giorno. Alcuni formaggi sono tipici, come "brunost" e il formaggio di capra, "geistost". Lo speck si mangia sopratutto a natale e l`estate.
  • FINE
    A cura di Giulia Iacovissi Maria Chiara Lancia e Lorenzo Efficace.