La funzione di controllo.

358 views
328 views

Published on

La funzione di controllo del Senato degli Stati Uniti d'America.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
358
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La funzione di controllo.

  1. 1. Bledar Dika La funzione di controllo, il caso Statunitense: Il SenatoNegli stati uniti dAmerica certe funzionalità dellattività dellesecutivo sonoassoggettabili al controllo in particolare del Senato, nei casi delle approvazionedelle nomine del presidente negli USA c’è un diretto confronto fra esecutivo elegislativo. Nei casi i cui la maggioranza del Senato è di una colorazione diversa(ma non solo, anche quando è la stessa) dal presidente vediamo molto spesso, conriguardo alle nomine, lavviarsi di una sorta di gioco di chi è il più forteil presidente che nomina o il senato che Rigetta, e quasi in tutti i casi vincente neesce quasi sempre il Senato visto che gli si è consentito dalle regole e considerandoche la base legittimante in termini di elettività è uguale per tutti e due. Conriferimento a questi poteri in particolare il Senato degli Stati Uniti ha appunto ilpotere di ratificare gli trattati internazionali e di confermare le nominepresidenziali, dei giudici della corte suprema.1. La Ratifica de Trattati: rapporto Presidente / Senato.Cominciando con i Trattati la Costituzione degli Stati Uniti conferisce al Senato ilpotere di approvare con i due terzi dei voti, i Trattati fatti dai rami del governo ousando la originaria denominazione "dalladministration branch". Il senatoha rigettato molti dei trattati posti alla sua approvazione altri hanno visto la lorofine nelle commissioni e altri ancora sono sati preventivamente ritirati dalpresidente che indagando e informandosi dellaria che respira nel senato riguardo alTrattato, decide appunto di ritirare il Trattato dallapprovazione piuttosto che vedereuna fine sicura.Per quanto concerne la richiesta dei due terzi dei voti per lapprovazione deitrattati la regola da una lato vuole assicurare che il suo successo non siun "partisan affair" (in quanto 2/3 è difficilmente raggiungibile ) dallaltro in cas diapprovazione vuol riflettere un consenso per come dire nazionale. La normacostituzionale come già detto dà al Senato il potere di approvare i trattati posti inessere dall"executiv branch" e in negativo con il non raggiungimento dei 2/3 d voto con voto addirittura contrario può non approvare il contratto volutamentcioè il senato ha un potere di controllo sul esecutivo dal fatto che può rigettaremendare e interpretare il trattato in un secondo momento storico dalla su
  2. 2. negoziazione, la difficoltà che il trattato possa essere ratificato ha fatto si che moltipresidenti nel corso della storia abbiano incluso e coinvolto senatori nellenegoziazioni, in modo che il Senato reso partecipe nel team di negoziazione fossesuccessivamente più incline allapprovazione del trattato, pero tuttociò puòcostituire una ingerenza o meglio una violazione della separazione dei poteri. Aifini della funzione di controllo, il senato sembra di operare una trasformazione dpotere o meglio un ulteriore accumulo di diverso potere attraverso una sorta di"ricatto non-attivato" nei confronti dellesecutivo e che paradossalmente si attivacon la volontà di questultimo che lo coinvolge nelle negoziazioni del trattato perassicurarsi successivamente lapprovazione in aula del trattato medesimo. In vistadella difficoltà del raggiungimento dei due terzi dei voti per lapprovazione deTrattati e della ingerenza del potere legislativo nella fase della negoziazione"lexecutiv branch" molto spesso (comunque dal dopoguerra in via primaria) ricorread altri tipi di accordi internazionali che non debbono essere passati al senato,questi sono gli "executiv agreements" la differenza di questultimi con iTrattati riguarda solo il diritto interno, invece per quanto concerne il dirittointernazionale questo riconosce sia i Trattatti che gli executiv agreements comevincolanti. Per il difficile ottenimento dei 2/3 dei voti per lapprovazione deitrattati si è visto un vasto incremento al ricorso degli executiv agreement, sindalla fine della seconda guerra mondiale, per esempio nel 1952 gli Stati Unitihanno firmato 14 trattati e ben 291 executiv agreements. Gli Stati Uniti attualmentesi ritrovano con quasi 900 trattati e più di 5000 executiv agreements.Nella tabella 1 vediamo i Trattati quali sono stati rigettati dal voto delSenato, vediamo in molti casi che la maggioranza assoluta del Senato sia statofavorevole allapprovazione di diversi trattati ma, benché la maggioranza sia statafavorevole questi Trattati hanno visto la loro fine dalla difficoltà de raggiungimentodei due terzi dei voti.Data Paese negoziante Soggeto del tratatto Voto senato 9 Marzo1825 Colombia Sopressione del Si=0;No=40 mercato dei schiavi11 Giugno 1836 Svizzera Diritti della persona Si=14; No=238 Giugno 1844 Texas Trattato di annessione Si=16; No=3515 Giugno 1844 Germania Trattato di reciprocita Si=26; No=1831 Maggio 1860 Messico Diritti comerciali e di Si=18; No=27 transito27 Giugno 1860 Spagna Commisione Cuba Prima votazione, Si=24; No=18 Seconda votazione,
  3. 3. Si=25; No=1813 Aprile 1869 Gran Bretagna Arbitration of claims Si=1; No=541 Giugno 1870 Hawaii Trattato di reciprocita Si=20; No=1930 Giugno 1870 Reppublica Trattato di annessione Si=28; No=28 Domenicana15 Gennaio 1883; 20 Messico Mining Claims Primo votazione,Aprile 1886 Si=33; No=20 Secondo votazione, Si=32; No=2629 Gennaio 1885 Nicaragua Soggetto del Trattato: Si=32;No=23 canale interoceanico21 Agosto 1888 Gran Bretagna Diritto alla pesca Si=27; No=301 Febbraio 1889 Gran Bretagna Soggetto del Trattato: Si=15; No=38 Lestradizione5 Maggio 1897 Gran Bretagna Soggetto del Trattato: Si=43; No=26 Larbitrazione19 Novembre 1919; 19 Trattato Multilaterale Trattato Di Versagliia Votazione del 19Marzo 1920 Novembre 1919, Si=38; No=53; Votazione del 19 Marzo 1920, Si=49; No=35 18 Gennaio 1927 Turchia Diritti commerciali Si=50; No=34 14 Marzo 1934 Canada Soggetto del Trattato: Si=46; No=42 St Lawrenze seaway 29 Gennaio 1935 Trattato Multilaterale Soggetto del trattato: Si=52; No=36 Corte mondiale 26 Maggio 1960 Trattato Multilaterale Soggetto del Trattato: Si=49; No=30 Convenzione sul Nota;Questo Trattato diritto marittimo rimase nel calendario della commissione per gli affari esteri del Senato nel 106° Congresso. 8 Marzo 1983 Trattato Multilaterale Soggetto del Trattato: SI=50; No=42 Protocolli Nota: Questo Trattato dellaviazione di rimase nel calendario Montreal della commisione Affari esteri del senato ne 105° CongressoOttobre 1999 Trattato Multilaterale Soggetto del Trattato; Si=48; No=51 Comprehensive Nuclear Test Ban TreatyTab. 1. Fonte: Usa Senate website
  4. 4. 2. Le nomine presidenziali per i giudici della Corte Suprema e ilrapporto con il Senato.Con riferimento alla conferma delle nomine del presidente dei giudice della Cortesuprema e del suo gabinetto, il Senato ha sempre e gelosamente vantato il suopotere di revisionare, rigettare ed approvare le nomine presidenziale. Nella suastoria il Senato ha confermato 123 nomine alla Corte Suprema e ben più di 500nomine per il gabinetto presidenziale.Nelle nomine presidenziali, questultimo non è obbligato a dare spiegazione per lesue scelte, altrettanto dal canto suo il Senato no è obbligato in caso di rigetto a darespiegazioni. Storicamente le nomine per la Corte Suprema , hanno sempre attrattolattenzione dei senatori, dei media e degli studiosi per la loro peculiare importanza.Il Senato durante la sua attivita ha rigettato piu del 0.2 percento di tutte le nominper il Cabinet, invece per quanto riguarda la Corte Suprema quasi un quarto dellenomine hanno fallito ad essere confermate, in quanto sono state rigettate ritirate odeclinate. ultimamente e divenuto oramai una prassi il fatto che per le nomine dellecorti federali il Presidente consulta sempre senatori degli stati in questione in cui ilnominato si deve inserire. In riferimento alle nomine presidenziale riguardantii membri della Corte Suprema degli Stati Uniti e alle procedure di conferma delSenato per queste candidature faremo un exursus storico vedendo la dinamica dellrapporto tra presidente e Senato, levolversi della scelta dei candidati, levolversidella procedura di conferma con delle trasformazioni significanti dellaCommissione Giustizia interrogando i candidati,al proposito della confermadel Senato si vedrano i cambiamenti di tendenza discriminando le competenzepersonali certe volte positivamente altre negativamente, discriminazionqueste scaturite da fattori endogeni ed esogeni ovvero, dalla posizionepolitica e ideologica del Senato e dei senatori, ma anche da fattori comequelle delle associazione e quelle mediatiche.Il presidente Theodore Roosevelt nelle sue nomine, selezionava i giudici perla Corte Suprema secondo il loro carattere, competenza, e la compatibilitàfilosofica. Il suo successore, William Howard Taft, il quale prevedeva una"valanga di abusi" dai colleghi repubblicani, quando chiamò come capodella giustizia Edward Douglas White , un democratico, un cattolico, eun veterano dellesercito confederato, fu sorpreso quando il Senato confermoWhite rapidamente e allunanimità, a dimostranza come i tempi eranocambiati. Quando Woodrow Wilson entrò in carica nel 1913, con il partitodemocratico che ritornava al potere per la prima volta in sedici anni, cera no ungran numero di nonomine da attuarsi. Come Roosevelt e Taft, Wilson cerco gl
  5. 5. uomini che credeva avrebbero attuato la sua ideologia politica. Allinizio, nel1916 Wilson chiamò Louis D. Brandeis, la "popolare Avvocato" diBoston, alla Corte Suprema. La nomina Brandeis chiuse il periodo diquiescenza e avvio quello dello scontro, con il risultato di una confermaconsiderata "la più amara e più intensamente combattuta nella storia dellaCorte." Brandeis era profondamente antagonizzato dallestablishment conservatoregiurisprudenziale della nazione in quanto evocava la "giurisprudenza sociologica".Brandeis era diventato famoso negli ambienti giuridici per la cosiddetta"Breve Brandeis", che minimizzava i problemi costituzionali e invece sconcentrava su questioni sociali ed economiche come la salute e il benessere deilavoratori. LAmerican Bar Association, per la prima volta, tentò di uccidere lanomina, il motivo fu che Brandeis era inadatto, le critiche seguirono conaccuse che si sintetizzavano in una mancanza del "temperamento giudiziario" inquanto appunto fuorviante da quella linea conservatrice. Brandeis anche se slittodalla Commissione Giustizia del Senato con un margine sottile di due voti siassicurò la conferma con un confortevole margine di 47-a-22 al Senato e divenneuno dei piu grandi giudici della Corte suprema degli States. Fu il giudice JohnJ. Parker, un importante e distinto repubblicano della North Carolina, il primocandidato della Corte Suprema nel ventesimo secolo respinto dal Senato. Labattaglia si focalizzo sul casellario giudiziale del candidato, piuttosto chesulla sua competenza personale, seguito anche da una potente opposizionedella Federazione Americana del Lavoro e lAssociazione Nazionale per ilProgresso della Gente di Colore, dipingendolo come ostile al lavoro e delleminoranze, tutto ciò causò la sua sconfitta con un margine di due voti il 7maggio1930.Nel 1925, il Senato per la prima volta convocava un candidato della CorteSuprema a testimoniare davanti alla sua Commissione Giustizia. Nel 1939la commissione chiese a Felix Frankfurter a comparire, anche se alla finesoddisfatti, Frankfurter lamentato del fatto che le sue opinioni erano divenuti unaquestione di dominio pubblico. Dal 1955 con la nomina di John MarshallHarlan e in poi, si consegue la formazione e il consolidamento della prassi, ovverole nomine della Corte Suprema e lapparizione dei candidati davanti allaCommissione Giustizia per una sorta di interrogatorio orale.Dei 24 nomine alla Corte Suprema nellarco temporale tra il rigetto di John Parkernel 1930 e quella di Abe Fortas nel 1968, diciassette nomine sono stati confermatiallunanimità, mentre solo sei stimolarono una significativa opposizione delSenato. Il rigetto di Fortas nominato dal Presidente Lyndon Johnson rifletteun cambiamento di moda della volonta del senato, ovvero la difficoltà di
  6. 6. confermare una nomina durante lultimo anno di una amministrazionepresidenziale. Il rifiuto del Senato di confermare Fortas è attribuibile anchea due errori tattici dellamministrazione Johnson. Il presidente era antagonizzatocon il senatore Richard Russell, il senatore più influenti della giornata.Inoltre, il presidente, ex leader della maggioranza al Senato, non era riuscito acalcolare lirritazione del Senato di essere considerato il "timbro" della volontà delpresidente. Supponendo che Fortas sarebbe stato facilmente confermato, Johnson,allo stesso tempo aveva nominato un intimo amico politico di modesta capacitàper coprire il posto vacante lasciato da Fortas. Anche se la Commissione Giustiziaaveva raccomandato di agire favorevolmente, i senatori repubblicani, in vistadella possibilità di illuminare il loro partito e di catturare la presidenza nelleelezioni che si avvicinavano, lanciarono un ostruzionism allazione di stallo,Fortas chiese a Johnson di ritirare la sua nomina e continuo come un AssociateJustice fino ai primi mesi dellamministrazione Nixon, e dopo fu costretto adimmetersi difronte ad accuse di natura economica poste nei sui confronti.Il presidente Richard Nixon nominò Clement F. Haynsworth, Jr. per il postovacante. Il conservatore del Sud Carolinia, rapidamente corse in conflitto diinteresse e susseguirono accuse simili a quelle dirette a Fortas In definitiva ilSenato respinse la sua candidatura a un 45-a-55 perché i repubblicani, cherecentemente avevano rifiutato il candidato democratico Fortas per motivi etici emorali, dovevano dimostrare coerenza e presero una posizione simile controHaynsworth. Profondamente irritato, Nixon rispose velenosamente einadeguatamente nominando asociate justice G. Harrold Carswell, un giuristaindistinto della Florida considerato molto meno qualificato di Haynsworth. IlSenato sembrava inizialmente disposto a confermare Carswell, ma levidenza deisuoi pregiudizi razziali e lintelletto mediocre rifletté contro la sua nomina. Dopoquattro mesi, il Senato respinse Carswell, innescando una situazione tesacon Nixon risolta con la nomino di Harry Blackmun, che il Senato approvosubito. Lesperienza con lamministrazione Reagan e la Corte Suprema neisuoi primi 6 anni dimostra che il successo delle nomine sia plausibilequando presidente e senato sono dello stesso schieramento politico, per esempiodurante questi anni il Senato ha confermato allunanimità la nomina di Sandra DayOConnor nel 1981 e Antonin Scalia nel 1986 e nell corso del 1986 lelevazione daAssociate Justice a chief justice di William Rehnquist.Nel 1987, quando il controllo del Senato fu conquistato dai democratici e con i dueanni restanti allamministrazione Reagan si vide un cambiamento di tendenza, ilSenato allinizio suscito particolare interesse per la nomina del giudice della Cortedappello federale Robert Bork. Un ricco e qualificato giurista molto intelligente e
  7. 7. schietto al quale comunque non macarono le critiche, Bork rispose ai suoi critici inun modo che scateno una delle battaglie più aspre per la conferma nella storia delSenato. Il sostegno iniziale da parte del Senato, sostenute dalla condivisione dellesue visioni dottrinarie, fu minato da una intensa copertura mediatica per la suanomina , tra cui le campagne pubblicitarie stridenti dai suoi sostenitori crearono unimpressione negativa tra i senatori e il grande pubblico. La Commissione Giustiziariferì negativamente la nomina di Bork al Senato, che lo respinse con un voto42-a-58.Il presidente George Bush nel 1990 nomino David H. Souter, un giuristapraticamente sconosciuto. Bush continuo con questo modello nel 1991, nominandoClarence Thomas, un conservatore afroamericano di poco distinzione giuridica, inmodo da riempire la sedia di Thurgood Marshall, la peculiarità di questa nominaconsisteva nel fatto che Thomas era il primo candidato nero per la CorteSuprema. Lamministrazione presidenziale, scommetto su questa nomina anche peril fatto che i democratici al Senato avrebbero avuto difficoltà nell opporsi a unafroamericano, e anche con lintenzione di evitare discussioni estese sullasua filosofia giuridica. La commissione giuridica invio la nomina alsenato per lapprovazione senza una raccomandazione, successivamente una fontidella stessa commissione trapelo delle informazioni ai media riguardanti unanotizia che un ex socio aveva accusato Thomas di averla molestato sessualmente. IlSenato, a pochi minuti dal suo voto e sotto la pressione di una eventuale protestanazionale fece tornare la nomina alla commissione per ulteriori indaginidimostrando cosi limmenso potere dei media di modellare il moderno processo diconferma, i tre giorni di procedura della commissione divennero uno spettacolotelevisivo di fine settimana dividendo una nazione tra simpatie per il candidato eaccusatori. Anche se Thomas è stato poi confermato da uno dei più ristretti marginidi voto dal Senato, il procedimento con lincessante ricerca pubblica nella vitapersonale del candidato, ha scatenato un acceso dibattito sulla condotta del Senatonel processo di conferma. Nomine Da sostituire Data della Nomina Risultato Presidente Barack ObamaElena Kagan Stevens 10 Maggio 2010 CSonia Sotomayor Souter 1 Giugno 2009 Presidente George W. BushSamuel Alito, Jr. OConnor 10 Novembre 2005 CHarriet Miers OConnor 7 Ottobre 2005 Rit.John Roberts, Jr. Rehnquist 6 Settembre 2005 CJohn Roberts, Jr. OConnor 29 Luglio 2005 Rit. Presidente Bill Clinton
  8. 8. Stephen Breyer Blackmun 17 Maggio 1994 CRuth Bader Ginsburg White 14 Giugno 1993 C Presidente George H.W. BushClarence Thomas Marshall 8 Luglio 1991 CDavid Souter Brennan 25 Luglio 1990 C Presidente Ronald ReaganAnthony Kennedy Powell 30 Novembre 1987 CRobert Bork Powell 1 Luglio 1987 Rig.Antonin Scalia Rehnquist 24 Giugno 1986 CWilliam Rehnquist Burger 20 Giugno 1986 CSandra Day OConnor Stewart 19 Agosto 1981 C C Presidente Gerald FordJohn Paul Stevens Douglas 28 Novembre 1975 C Presidente Richard NixonWilliam Rehnquist Harlan 22 Ottobre 1971 CLewis Powell, Jr. Black 22 Ottobre 1971 CHarry BlackmunG. Fortas 15 Aprile 1970 CHarrold Carswel Fortas 19 Gennaio 1970 Rig.Clement Haynsworth,Jr. Fortas 1 Agosto 1969 Rig.Warren Burger Warren 23 Maggio 1969 C Presidente Lyndon JohnsonHomer Thornberry Fortas 26 Giugno 1968 NAbe Fortas Warren 26 Giugno 1968 Rit.Thurgood Marshall Clark 13 Giugno 1967 CAbe Fortas Goldberg 28 Giugno 1965 C Presidente John KennedyArthur Goldberg Frankfurter 31 Agosto 1962 CByron White Whittaker 3 Aprile 1962 CTab 2. Fonte Usa Senate web site. C=Confermato; Rit.=Rititratto: Rig.=Rigettato; N=no azione.
  9. 9. Le nomine del Cabinet che sono state rigettate dal voto del Senato.Nome: Roger B. Taney Nome: Caleb Cushing Nome: David HenshawNominato da:Andrew Nominato da: John Tyler Nominato da: John TylerJackson posizione: Tesoro Posizione: MarinaPosizione: Tesoro Data Nomina: 2 Marzo 1843 Data Nomina:6 DicembreData Nomina:23 Giugno 1834 Data Rigetto: 3 Marzo 1843 1843Data Rigetto: 24 Giugno Voto: 19-27 Data Rigetto:15 Gennaio1834 Note: Il presidente Tyler rispose al 1844Voto: 18-28 Rigetto rinominando Cushing altre Voto: 8-34 due volte nello stesso giorno, del 3 Marzo 1843, tutte e due le vollte il senato rigetto le nomine la prima con voto 10-27 e piu tardi con voto 2-29.Nome: James M. Porter Nome: James S. Green Nome: Henry StanberyNominato da: John Tyler Nominato da: John Tyler Nominato da: AndrewPosizione: Guerra Posizione: Tesoro JohnsonData Nomina: 6 Dicembre Data Nomina: 14 Giugno Posizione: Giustizia1843 1844 Data Nomina: 27 MaggioData Rigetto: 30 Gennaio Data Rigetto:15Giugno 1844 18681844 Voto: non registrato Data Rigetto: June 2 GiugnoVoto: 3-38 1868 Voto: 11-29Name: Charles B. Warren Nome: Lewis L. Strauss Name: John G. TowerNominato da: Calvin Nominato da: Dwight Nominato da: George BushCoolidge Eisenhower Posizione: DifesaPosizione: Giustizia Posizione: Commercio Data Nomina: 20 GennaioData Nomina: 10 Gennaio Data Nomina: 17 Gennaio 19891925; rinominato il 5 Marzo 1959 Data Rigetto: 9 Marzo 19891925 Data Rigetto: 18 Giugno Voto: 47-53Data Rigetto: 10 Marzo 1925 1959Vote: 39-41 Voto: 46-49Nota: Dopo il Rigetto del Senato,Coolidge lo rinomina ancora nel 12Marzo 1925. Il giorno dopo ilSenato rigetta di nuovo la nominacon voto 39-46Tab.3. Fonte USA Senate web site.
  10. 10. Le Nomine al cabinet che sono state ritirate dal Presidente o/e quelle nei confronti delle quali non sia stata presa nessuna azione. "Withdrawn or No Action Taken" Nome: Lucius Nome: Henry Nome: Edwin D. Nome: Thomas Stockton Dearborn Morgan Ewing, Sr. Nominato da: John Nominato da: James Nominato da: Nominato da: Adams Madison Abraham Lincoln Andrew Johnson Posizione: Guerra Posizine: Guerra Posizione: Tesoro Posizione: Guerra Data Nomina: 13 Data Nomina: 1 Data Nomina: 13 DataNomina 22 Gennaio 1801 Marzo 1815 Febbraio 1865 Febbraio 1868 Data Rittiro: 16 Data Ritiro: 2 Marzo Data Ritiro: 13 Data Ritiro: Non Gennaio 1801 1815 Febbraio 1865 rapportato dalla Nota:Nel caso Dearborns Nota: Edwin Morgan commissione. Il senato voto per declinò lassegnazione. Rigettare la nomina, pero dopo raccomndarono che fosse ritirato. Nome: Benjamin Nome: Robert C. Nome: Zoe E. Baird Nome: Anthony Lake Bristow Wood Nominato da: Nominato da: Nominato da: Ulysses Nominato da: William J. Clinton William J. Clinton S. Grant Lyndon Johnson Posizione: Attorney Posizione: Direttore, Posizione: Giustizia Posizione: Case e General CIA Data Nomina: 1 sviluppo urbano. Data Nomina: 21 Data Nomina: 9 Dicembre 1873 Data Nomina: 9 Gennaio 1993 Gennaio 1997 Data Rituiro: 8 Gennaio 1969 Data Ritiro: 26 Data Ritiro: 18 Gennaio 1874 Data Ritiro: Non Gennaio1993 Aprile 1997 Nota: Benjamin rapportato dalla Bristow declinò commissione lassegnazione. Nome: Hershel W. Nome: Linda Chavez Nome: Bernard Nome: Tom Daschle Gober Nominato da: Kerik Nominato da: Nominato da: George W. Bush. Nominato da: Barack Obama William J. Clinton Posizione: Labor George W. Bush Posizione: Secretario Posizione: Veterans Data Nomina: 3 Posizione: Homeland alla Sanita & Human Affairs Gennaio 2001 Security Services Data Nomina: 31 Data Ritiro: 9 Data Nomina: 2 Data Nomina: 11 Luglio 1997 Gennaio 2001 Dicembre 2004 Dicembre 2008 Data Ritiro: 27 Date Ritiro: 10 Data Ritiro: 3 Ottobre 1997 Dicembre 2004 Febbraio 2009 tab. 4. Fonte official web site. Senato USA.Nota:Il materiale bibliografico è stato tutto consultato dal sito ufficiale del Senato degli Statiuniti senza indicazione di autori.

×