R O M A   2013                                                                                                            ...
Respiri di Marmo rappresenta un emozionante e intrigante sguardo, un racconto                                             ...
L’ARTISTA                                                                                                           M A R ...
LE OPERE                      FOTOGRAFICHE                      di Marcello Di Donato saranno accolte in uno degli scenari...
L’idea      nasce come tappa di un percorso artistico e una                                                               ...
ANTEPRIMA                        OPERE                        « La forte attenzione per la purezza                        ...
iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
CATALOGO                      AUTORI TESTI CATALOGO                                                                       ...
RESPIRI DI MARMO                                                                                                          ...
IL PREMIO «RESPIRI DI MARMO»                                                                                              ...
TERME DI DIOCLEZIANO                        M U S E O                    N A Z I O N A L E                              R ...
IL PIÙ GRANDIOSO                         IMPIANTO TERMALE MAI COSTRUITO A ROMA                        Erette tra il 298 e ...
IL CHIOSTRO DI MICHELANGELO                        Nel 1561, il Papa Pio IV concesse i resti delle Terme ai Certosini     ...
L’AULA DECIMA                                                                                                         Si t...
IL MUSEO EPIGRAFICO                        Il Museo Nazionale Romano vanta una delle collezioni epigrafiche più importanti...
IL MUSEO PROTOSTORICO                        Allestita nel secondo piano del Chiostro di Michelangelo, la Sezione Protosto...
SPONSORIZZAZIONI                                                                         benefit                          ...
LE OPPORTUNITÀ PER GLI SPONSOR    IL VOLUME UFFICIALE    Presenza del logo dello Sponsor sul Catalogo ufficiale che sarà p...
LE SOLUZIONI PER GLI SPONSOR                                                     -       Logo sponsor in posizione primari...
Joel Tilanti                                                                      +39 339 2180233                         ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sponsorship e Cultura

297 views
172 views

Published on

mostra fotografica sui Marmi classici a Roma, Evento culturale in programmazione

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
297
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sponsorship e Cultura

  1. 1. R O M A 2013 MOSTRA FOTOGRAFICA VIDEO ARTE EVENTI CULTURALI LABORATORI DIDATTICIiminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  2. 2. Respiri di Marmo rappresenta un emozionante e intrigante sguardo, un racconto fotografico ed iconografico che vuole offrire la possibilità di scoprire, attraverso un percorso espositivo appositamente pensato, la magia di un luogo, i particolari del patrimonio artistico-monumentale delle Terme di Diocleziano di Roma. Respiri di Marmo è un progetto-mostra-evento della durata di tre mesi, in grado di ospitare iniziative ed attività di grande impatto sociale ed emozionale: una manifestazione che si presenta, a Roma, come una delle più importanti del 2013.organizzazione |curatori |Joel Tilanti e Marcello Di Donatocon la collaborazione di |Museo Nazionale Romano – Terme di Diocleziano |Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma |Ministero per i Beni Culturalicon la collaborazione di |allestimenti: Geom. Roberto Livraghi |ufficio stampa: Daniel Della Seta |multimedia design: Dario Di Vivopartner tecnici |Hybrida Contemporanea Gallery |Itaca |Raf Studiocomitato tecnico |Gerardo Lo Russo, Direttore Accademia di Belle Arti di Roma iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  3. 3. L’ARTISTA M A R C E L L O D I D O N A T O Nato a Cava de’ Tirreni (SA) nel 1962, ha studiato Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. A metà degli anni ’80, ha scelto di dedicarsi alla fotografia, in special modo alle sperimentazioni con le tecniche fotografiche della polaroid sx-70. Nel corso degli ultimi due decenni, Marcello di Donato è stato costantemente invitato ad esporre il suo lavoro in numerose gallerie pubbliche e private. È direttore di HYBRIDA contemporanea (galleria d’arte contemporanea). È docente di fotografia digitale all’Accademia delle Belle Arti di Roma.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  4. 4. LE OPERE FOTOGRAFICHE di Marcello Di Donato saranno accolte in uno degli scenari più suggestivi di Roma, il complesso delle Terme di Diocleziano. Marcello Di Donato, attraverso il suo obiettivo, cattura la bellezza del luogo stesso, in tutta la sua solenne intensità, la trattiene e la rievoca attraverso la forza dei particolari, dei frammenti scelti, rubati e nuovamente rivelati - sotto una luce nuova e attraverso la suggestione del bianco e del nero - dall’artista. La mostra fotografica coniugherà laspetto storico e archeologico della sede con la contemporaneità dellinterpretazione dell’artista e sarà accompagnata da proiezioni multimediali, laboratori didattici per scuole, concerti, iniziative ed eventi culturali che raccontano il Museo Nazionale Romano e le suggestioni storiche, artistiche ed archeologiche ad esso legate. Un luogo magico e dall’incredibile patrimonio artistico- monumentale che sarà non solo animato, ma anche plasmato da una nuova, fervida, vibrante vitalità contemporanea.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  5. 5. L’idea nasce come tappa di un percorso artistico e una ricerca da me avviata qualche anno fa, quando ho iniziato a immortalare, attraverso la macchina fotografica, alcuni particolari e a catturare attimi che paiono sfuggire alla consueta dimensione temporale o alla normale visione. Le ultime mostre che ho organizzato e a cui ho partecipato come artista, partivano da un concetto di integrazione tra passato e presente, evocando la storia, l’archeologia, l’antropologia, la memoria, le tracce lasciate di un’identità tutt’ora presente. La fotografia, mezzo e messaggio, si trasforma in linguaggio capace di dialogare con l’ambiente circostante, un’espressione narrativa che non è solo immagine ma anche pensiero, racconto, evocazione. Le mie opere fotografiche, infatti, vertono proprio su questo concetto e si strutturano in un percorso espositivo che permette al pubblico di fruire il mio lavoro senza dimenticarsi del luogo in cui ci si trova. Le fotografie trasformano così la concretezza delle immagini in una rivelazione molto vicina alla dimensione simbolica. La forte attenzione per la purezza delle linee, il formalismo classico con cui vengono immortalati gli ambienti, le luci e le ombre in netto contrasto, la scenografia di luoghi dominati dall’assenza, rendono queste immagini estremamente suggestive in quanto l’ambientazione non è ridotta a semplice “location”, ma diviene luogo dove si manifesta l’umano. Marcello Di Donatoiminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  6. 6. ANTEPRIMA OPERE « La forte attenzione per la purezza delle linee, il formalismo classico con cui vengono immortalati gli ambienti, le luci e le ombre in netto contrasto, la scenografia di luoghi dominati dall’assenza, rendono queste immagini estremamente suggestive in quanto l’ambientazione non è ridotta a semplice location, ma diviene luogo dove si manifesta l’umano. »iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  7. 7. iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  8. 8. iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  9. 9. iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  10. 10. iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  11. 11. iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  12. 12. CATALOGO AUTORI TESTI CATALOGO SILVIA BORDINI Silvia Bordini insegna Storia dellarte contemporanea allUniversità di Roma La Sapienza. Dopo aver svolto una serie di ricerche sulla storia della città e dellarchitettura del Seicento e Settecento si è dedicata allo studio di specifici temi della pittura e della critica darte dellOttocento pubblicando tra laltro il volume Storia del Panorama. La visione totale nella pittura del XIX secolo, Roma, Officina 1984. I suoi lavori più recenti rivolgono particolare attenzione al rapporto tra arte e tecnica; sullargomento ha scritto vari saggi tra cui Materia e immagine. Fonti sulle tecniche della pittura, Roma, Leonardo-De Luca, 1991. DIEGO MORMORIO Partendo da questa chiave di lettura ha analizzato le connessioni tra pittura e fotografia e alcuni Diego Mormorio è nato a Caracas da genitori siciliani nel 1953. aspetti dei percorsi artistici delle avanguardie e, in Si è occupato soprattutto dei rapporti tra la fotografia e la particolare, la storia delle sperimentazioni dei nuovi cultura filosofica e letteraria. linguaggi artistici che utilizzano le tecnologie Da alcuni anni si interessa particolarmente al tema della elettroniche e informatiche (tra altri interventi si rappresentazione della bellezza e della natura, con veda Videoarte & arte. Tracce per una storia, particolare riguardo al paesaggio. Roma, Lithos 1995, Dossier Arte Elettronica, Giunti, Tra i suoi libri ricordiamo Gli scrittori e la fotografia (1988), Storia Firenze, maggio 2000). della fotografia (1996), Lisola dei siciliani (1995), Vestiti. Attualmente sta approfondendo lanalisi storico- Lo stile degli italiani in un secolo di fotografie. critica dei fenomeni emergenti dellarte elettronica Con Federico Motta Editore ha pubblicato Paesaggi italiani (curando la mostra Arte elettronica. Metamorfosi e del 900, Vedute e paesaggi italiani dell800, la monografia metafore, Ferrara, Palazzo dei Diamanti, giugno- Tazio Secchiaroli. Dalla "Dolce Vita" ai miti del set e Tazio settembre 2001, e sta pubblicando unantologia Secchiaroli-Fellini 8½. sulle fonti artistiche dellOttocento (Carocci editore, Roma).iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  13. 13. RESPIRI DI MARMO UN PROGETTO DIDATTICO INTERNAZIONALE La mostra multimediale «Respiri di Marmo» è anche un progetto didattico mirato e razionale, un vero e proprio «congegno» formativo e informativo a favore degli alunni delle scuole elementari, medie e superiori. Saranno infatti realizzati dei laboratori didattici dove i giovanissimi potranno acquisire ulteriori nozioni riguardanti la storia e la fotografia. Il progetto sarà esposto anche al di fuori dell’Italia a beneficio di coloro che non hanno ancora avuto la possibilità di poter visitare Roma, il Museo Nazionale Romano e i suoi meravigliosi reperti archeologici. Le immagini del fotografo saranno proposte in un percorso espositivo e corredate da una didascalia informativa rispetto ai personaggi od ai temi espressi da ogni singolo soggetto. La fotografia per immortalare, promuovere ed insegnare la Storia. Attraverso la messa in scena di immagini, suoni, video e letture sarà possibile presentare la storia dell’Impero Romano, che affascina il mondo intero da sempre, attraverso i suoi protagonisti e le loro gesta. Il progetto itinerante è realizzato per essere esposto in tutte le principali capitali mondiali e accompagnato da una serie di eventi ed incontri culturali.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  14. 14. IL PREMIO «RESPIRI DI MARMO» La prima edizione del Premio intende dare spazio ai giovani talenti nel campo della fotografia. Saranno coinvolti gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma e di altri istituti scolastici i quali si cimenteranno nel fotografare opere di valore archeologico. Le opere saranno selezionate da una Giuria che determinerà cinque riconoscimenti ufficiali e dunque cinque premiati. Le opere premiate saranno esposte all’interno del Museo Nazionale Romano – Terme di Diocleziano nel periodo della mostra. E’ necessario che le istituzioni e i privati promuovano giovani artisti anche al di là delle regole di mercato, c’è una parte giovane e scalpitante di questo Paese che deve avere la possibilità di esprimersi attraverso strumenti adeguati come questo.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  15. 15. TERME DI DIOCLEZIANO M U S E O N A Z I O N A L E R O M A N Oiminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  16. 16. IL PIÙ GRANDIOSO IMPIANTO TERMALE MAI COSTRUITO A ROMA Erette tra il 298 e il 306 d.C., avevano unestensione di oltre 13 ettari e potevano accogliere fino a 3000 persone contemporaneamente, in un percorso che si snodava tra palestre, biblioteche, una piscina di oltre 3500 metri quadrati e gli ambienti che costituivano il cuore di ogni impianto termale: il frigidarium, il tepidarium e il calidarium. Proprio queste ampie sale furono trasformate da Michelangelo per la realizzazione della Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri Cristiani, negli altri ambienti delle Terme sorse, progettato dallo stesso Artista, il Convento dei Certosini. Sede originaria del Museo Nazionale Romano fin dalla sua istituzione nel 1889, le Terme e la Certosa sono oggetto di un processo di restauro che ha finora permesso la riapertura di una parte del complesso monumentale e di due sezioni espositive di un articolato museo, la Sezione di Protostoria dei Popoli Latini e quella Epigrafica sulla Comunicazione Scritta nel Mondo Romano. Il visitatore può dunque, oltre al percorso museale di visita, godere anche della sontuosa e imponente Aula Decima, allinterno della quale sono esposte la grande tomba dei Platorini e due tombe a camera provenienti dalla Necropoli della via Portuense con affreschi e stucchi; è poi possibile passeggiare nel grande Chiostro Michelangiolesco della Certosa, oggi inattesa oasi di pace e silenzio a pochi passi dallaffollatissima stazione Termini. Nel Museo sono esposte più di 400 opere tra statue, rilievi, altari, sarcofagi provenienti dal territorio romano.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  17. 17. IL CHIOSTRO DI MICHELANGELO Nel 1561, il Papa Pio IV concesse i resti delle Terme ai Certosini Il chiostro piccolo fu ricavato a destra del presbiterio della attribuendo loro il ruolo di conservatori delle rovine. I lavori per nuova chiesa, nel luogo dell’antica natatio; le abitazioni, la trasformazione del complesso iniziarono immediatamente e invce, erano disposte sul lato ovest lontano del musro fu verosimilmente Michelangelo a delineare l’impianto operimetrale e lungo il perimetro del chiostro grande. generale dell’edificio monastico (anche se l’impianto della Certosa e i dettagli si attribuiscono a Jacopo del Duca). Con i suoi 10.000 metri quadrati di superficie e i suoi bracci di 100 metri, scanditi ciascuno da 100 colonne In seguito all’atto di donazione del papa Clemente VIII nel monolitiche, il Chiostro di Michelangelo è uno dei più 1595, fu iniziata la costruzione del nuovo convento che fu grandi d’Italia; lungo le ali, originariamente concepite realizzato secondo lo schema canonico dell’Ordine: un come passaggi coperti della Certosa, sono oggi esposte chiostro grande, un chiostro piccolo e le casette per i monaci. sculture, sarcofagi, altari e basi di statue dell’età imperiale. Il chiostro grande, detto di Michelangelo, fu inserito tra il corpo centrale delle Terme e il lato settentrionale del suo recinto.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  18. 18. L’AULA DECIMA Si tratta di uno dei numerosi ambienti disposti in modo simmetrico intorno alle sale termali propriamente dette (calidarium, tepidarium, frigidarium) le cui ampie dimensioni suggeriscono, sia pur in minima parte, la grandiosità dell’intero complesso. L’aula ha forma rettangolare ed è coperta da tre imponenti volte a crociera; lungo le pareti sono ricavate numerose nicchie verosimilmente destinate ad accogliere statue ed altri elementi decorativi. Attualmente vi sono ricostruiti tre sepolcri non pertinenti con la struttura delle Terme stesse.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  19. 19. IL MUSEO EPIGRAFICO Il Museo Nazionale Romano vanta una delle collezioni epigrafiche più importanti e ricche del mondo con un patrimonio di circa 10.000 iscrizioni; la raccolta, formata da collezioni storiche (come quelle del Museo Kircheriano) e dai reperti provenienti dai grandi interventi per la costruzione di Roma Capitale, si arricchisce ancora oggi dei materiali rinvenuti nel territorio dell’area comunale romana. Le iscrizioni accompagnano il lungo cammino della civiltà romana dalla nascita della città di Roma fino alla fine dell’impero e rappresentano oggi un potente mezzo per illustrare gli aspetti sociali, politico-amministrativi, economici e religiosi del mondo antico. Nei tre piani espositivi del Museo, nel Chiostro Michelangiolesco e nel Giardino dei Cinquecento sono esposti più di mille reperti, comprendenti non solo iscrizioni di varia tipologia, ma anche sculture, bassorilievi, oggetti votivi e relativi alla vita quotidiana.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  20. 20. IL MUSEO PROTOSTORICO Allestita nel secondo piano del Chiostro di Michelangelo, la Sezione Protostorica del Museo Nazionale Romano riunisce le testimonianze archeologiche sulle fasi più antiche della cultura che emerge in tutto il Lazio antico nella tarda protostoria fra XI-X e inizi del VI secolo a.C. (fine dell’età del Bronzo, prima età del Ferro e periodo orientalizzante). La prima parte dell’esposizione riguarda la cultura Laziale e il territorio del cosiddetto Latium Vetus (a sud del Tevere con al centro i Colli Albani); attraverso i materiali archeologici vengono ricostruiti la struttura sociale, l’economia, la religione, l’ideologia, l’organizzazione territoriale e politica, i rapporti con le regioni vicine. Intorno alla metà dell’VIII secolo, quando si colloca tradizionalmente la nascita di Roma, le comunità del Lazio passarono da un’organizzazione di tipo tribale al primo emergere di città stato; un’ulteriore profonda trasformazione fu stimolata dai rapporti con le regioni vicine, l’Etruria a nord, ricca di metalli e più avanzata sul piano economico, sociale e politico, e la Campania a sud dove, nell’VIII secolo, iniziò la colonizzazione greca. Nella seconda parte dell’esposizione sono presentati i singoli centri del territorio di Roma: i materiali esposti provengono tutti da scavi recenti. vi si trovano rappresentati il comprensorio di Osteria dell’Osa-Castiglione, in cui si svilupperà la città latina di Gabii, e alunni centri minori: Castel di Decima, Acqua Acetosa Laurentina, Fidene, Crustumerium, La Rustica.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  21. 21. SPONSORIZZAZIONI benefit Sostenere la mostra “Respiri di Marmo” offre l’opportunità di contribuire alla promozione e conoscenza della fotografia intesa come arte, all’interno di una prestigiosissima sede museale ed al cospetto di un pubblico internazionale. visibilità Pieno riconoscimento dello sponsor (nome e logo) su tutta la comunicazione legata alla mostra (in particolare affissioni, spazi pubblicitari e inserzioni, cartella stampa, catalogo e inviti, pannelli on-site, visite dedicate etc...). Ringraziamenti allo sponsor durante gli eventi di apertura e conferenza stampa e all’interno di tutta la comunicazione internet e stampata. responsabilità sociale Lo sponsor potrà veicolare il marchio associandolo ai valori dell’arte e della cultura e alla missione di un museo che si adopera per promuovere la comprensione e l’interesse per l’arte fotografica contemporanea.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  22. 22. LE OPPORTUNITÀ PER GLI SPONSOR IL VOLUME UFFICIALE Presenza del logo dello Sponsor sul Catalogo ufficiale che sarà presentato durante la cerimonia di inaugurazione e consegnato allo Sponsor nella quantità che desidera. CONFERENZA STAMPA E CERIMONIA D’INAUGURAZIONE Lo Sponsor avrà a disposizione un determinato numero di inviti in occasione della conferenza stampa di presentazione e dell’inaugurazione ufficiale alla presenza delle Autorità e di personaggi del mondo della Cultura. Lo Sponsor sarà ringraziato pubblicamente e il suo Logo sarà inserito all’interno delle cartelle stampa. UTILIZZO DEL LOGO E’ concesso l’uso del logo ufficiale della mostra per tutte le attività di comunicazione aziendale utili alla promozione. CAMPAGNA STAMPA Presenza del logo o della ragione sociale dello Sponsor su tutte le comunicazioni ufficiali durante la campagna stampa. COMUNICAZIONE CARTACEA ED AFFISSIONI Il logo degli sponsor saranno posizionati su tutte le comunicazioni previste (inviti, pannelli e vele, cartellonistica, brochure, flyer etc…). SITO WEB E MULTIMEDIA Lo Sponsor ha diritto all’inserimento del Logo e del link al proprio sito su tutti i supporti internet e multimediali (sito web, newsletter, video e dvd ufficiali etc…). STAMPE NUMERATE Ogni Sponsor riceverà copie, a tiratura limitata, delle opere in mostra con apposto il proprio Logo. INIZIATIVE SPECIALI L’organizzazione mette a disposizione degli Sponsor la propria struttura per la creazione di altre forme di comunicazione (contest, laboratori didattici, eventi realizzati ad hoc etc…). VISITA GUIDATA PERSONALIZZATA Ovvero l’opportunità di organizzare, per i propri ospiti. una esclusiva visita con guide dedicate.iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  23. 23. LE SOLUZIONI PER GLI SPONSOR - Logo sponsor in posizione primaria «MAIN» su tutta la comunicazione, accanto al logo ufficiale dell’eventomain sponsor - - Fornitura di 1500 copie del dvd ufficiale dell’evento Fornitura di 25 grandi stampe delle opere, numerate e firmate dall’artista - 25 inviti per la conferenza stampa di presentazione - Servizio accoglienza ospiti solo per lo sponsor€ 150.000,00 - - Intervista e servizio fotografico nella location Ringraziamenti pubblici - 50 inviti per la Cena di Gala - Esclusiva di settore o merceologicaofficial sponsor - - - Logo sponsor in posizione secondaria «OFFICIAL» su tutta la comunicazione Fornitura di 750 copie del dvd ufficiale dell’evento Fornitura di 10 grandi stampe delle opere, numerate e firmate dall’artista - 10 inviti per la conferenza stampa di presentazione - Servizio accoglienza ospiti solo per lo sponsor€ 75.000,00 - Intervista e servizio fotografico nella location - Ringraziamenti pubblici - 25 inviti per la Cena di Gala - Logo sponsor in posizione «SPONSOR» su tutta la comunicazionesponsor - - Fornitura di 250 copie del dvd ufficiale dell’evento Fornitura di 5 grandi stampe delle opere, numerate e firmate dall’artista - 5 inviti per la conferenza stampa di presentazione - Servizio accoglienza ospiti solo per lo sponsor€ 25.000,00 - - Intervista e servizio fotografico nella location Ringraziamenti pubblici - 10 inviti per la Cena di Gala - Possibilità di integrare le suddette formule con la realizzazione di iniziative di promozione particolari iminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.
  24. 24. Joel Tilanti +39 339 2180233 tilanti.j@imindsgroup.comiminds group | Documento Riservato e Confidenziale. Uso consentito ai soli autorizzati. Non divulgare.

×