• Save
Le nuove raccomandazioni per l'uso delle superfici antidecubito: Update della Consensus Conference AISLeC
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Le nuove raccomandazioni per l'uso delle superfici antidecubito: Update della Consensus Conference AISLeC

on

  • 2,474 views

Congresso Nazionale AISLeC 2011: relazione di Moscatelli

Congresso Nazionale AISLeC 2011: relazione di Moscatelli

Statistics

Views

Total Views
2,474
Views on SlideShare
2,445
Embed Views
29

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 29

http://www.aislec.it 24
http://www.slashdocs.com 5

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Una consensus conference secondo la definizione dei National Institutes of Health: “... è una tecnica sviluppata con la finalità di fornire un aiuto alla decisione clinica e alla pianificazione sanitaria tramite una chiara definizione delle indicazioni per le quali un determinato processo può essere considerato appropriato, inappropriato o meritevole di un ulteriore approfondimento.”. In altre parole è un’iniziativa che serve a trovare risposte valide, tempestive e comprensibili su una tecnologia sanitaria di attualità la cui definizione, utilizzo, efficacia, modalità di applicazione sono dibattuti in letteratura scientifica o tra coloro che la utilizzano.
  • La ricerca in PubMed, ed in particolare in Medline, ci consente di trovare le fonti primarie di informazione bio-medica. Tuttavia per la ricerca di letteratura già prefiltrata rende l’operazione ancora più efficiente. Nello schema è rappresentata la piramide della gerarchia di fonti di evidenze scientifiche. Partendo dall’alto e scendendo verso la base si ottimizzano i tempi di ricerca perché le informazioni fornite dalla letteratura primaria sono già state ricercate, selezionate, valutate e sintetizzate. Più alto è il livello in cui troviamo risposte al nostro quesito, maggiore è il livello di ricerca, selezione, valutazione, sintesi e quindi più rapida la conclusione della ricerca. I sommari sono il livello delle linee guida prodotte con modalità evidence-based. Le sinossi di sintesi sono il livello degli abstracts commentati di revisioni sistematiche ad altri documenti evidence-based (valutazioni economiche, report di technoclogy assessment, ecc.). Le sintesi sono il livello delle revisioni sistematiche che hanno ricercato, selezionato, valutato e sintetizzato, anche con modalità metanalitica, i risultati di tutta la letteratura prodotta sino ad un dato momento su di uno specifico trattamento. Le sinossi di singoli studi sono il livello dei documenti sintetici (CAT) che forniscono una descrizione delle modalità con cui lo studio è stato condotto, i principali risultati raggiunti ed il commento di un esperto.
  • Dimostrano buona performance sulle aree a tutti ben note, ma cattiva performance sulle aree dove vi sono dubbi Alto rischio di ‘conformismo decisionale’ Alto rischio di prevalenza dell’opinione di uno o di pochi, legata a fenomeni di leadership, di pressione sociale o ‘politica’ Bassa ripetibilità
  • C.P. individua il problema clinico assistenziale che sarà oggetto delle future raccomandazioni. Revisione della letteratura e identificazione di un gruppo di esperti che valuta la revisione e associata al parere degli esperti si definisce la prima stesura di raccomandazioni. Indetta la prima giornata di Consensus: assemblea pubblica di fronte ad un pubblico selezionato comprendente tutti gli stakeholders e le raccomandazioni vengono valutate e discusse fino a trovare una posizione comune. La giuria al termine indice una riunione a porte chiuse e in forma anonima esprime il voto sulla forza di raccomandazione.

Le nuove raccomandazioni per l'uso delle superfici antidecubito: Update della Consensus Conference AISLeC Le nuove raccomandazioni per l'uso delle superfici antidecubito: Update della Consensus Conference AISLeC Presentation Transcript

  • Le nuove raccomandazioni per l’utilizzo delle superfici antidecubito: Update della Consensus Conference AISLeC Moscatelli Annalisa Referente Lesioni Cutanee S.I.T.R.A. A.O. LEGNANO Membro Revisore dei Conti AISLeC Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l’organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE
  • La consensus conference
  • Consensus development methods: perché ne abbiamo bisogno
    • Poche aree dell’health care hanno sufficienti informazioni research-based  lo sviluppo di linee guida dovrà (almeno parzialmente) basarsi sull’opinione e l’esperienza dei professionisti
    • L’opinione della ‘persona migliore’ spesso non è la migliore opinione  necessità di un consenso di gruppo (o di un gruppo di consenso)
    • Il consenso dei professionisti sembra essere critico per ottenere il trasferimento delle linee guida evidence-based nella pratica clinica.
  • Gerarchia delle evidenze pre-processate: il sistema delle 5 S Esempi Linee guida cliniche Testi Evidence Based Abstract di revisioni EB Revisioni sistematiche Cochrane Library Abstract di riviste EB Articoli originali Clinical queries Medline Studi Singoli Sinossi di Studi Singoli Sintesi Sinossi di Sintesi Sistemi Di Censo A, 2007. Adattato da Haynes, 2001
  • Consensus development methods: a cosa servono
    • Sono processi utili a prendere decisioni di ‘politica sanitaria’
    • Dovrebbero consentire di ottenere il ‘miglior uso’ possibile dell’informazione scientifica disponibile
    • Non producono in nessun caso nuova conoscenza scientifica
  • Consensus development methods: la struttura
    • Informal consensus groups:
    • gruppi di discussione, comitati, giurie che si confrontano in modo non strutturato su di una scaletta prefissata di ‘problemi’
      • Formal consensus groups:
      • Il consenso deve essere espresso da un gruppo di esperti sulla base di uno specifico percorso metodologico (Consensus Conference)
  • Il metodo delle CONSENSUS CONFERENCES (NIH) COMITATO PROMOTORE IDENTIFICAZIONE QUESITI E REVISIONE LETTERATURA
    • GIURIA:
      • specialisti
      • non specialisti
      • presidente super partis
      • PUBBLICO
    ESPERTI PRESENTAZIONI pubbliche RIUNIONE a “porte chiuse” Pres. pubblica delle RACCOMANDAZIONI
  • Consensus development methods: i rischi
    • Cattiva scelta dei partecipanti
    • Dominio di uno o di un gruppo di partecipanti sull’opinione generale (falsa unanimità)
    • Alti costi
    • Tendenza a sopravalutare l’importanza di raggiungere l’unanimità e a sottovalutare o nascondere i disaccordi (il grado e il tipo di dissenso è un pezzo importante di informazione)
  • Consensus Conference 2004
    • MOTIVAZIONE
    • Assenza di una classificazione univoca sul mercato
    • Difficolta’ di redigere gare di appalto
    • Messaggi formativi difformi
    • Qualita’ dei servizi sanitari offerti difformi nelle varie regioni
    • Nomenclatore obsoleto
  • Consensus Conference 2004
    • OBIETTIVO
    • Contribuire ad incrementare l’appropriatezza degli interventi sanitari volti a prevenire e curare le lesioni da pressioni attraverso la produzione di un documento che fornisca RACCOMANDAZIONI PER TUTTI GLI INTERVENTI NEL CAMPO DELLE SUPERFICI ANTIDECUBITO
  • UPDATE 2011 CONSENSUS CONFERENCE
  •  
  •  
  • Grade score Forza della raccomandzione A B C D E Bilancio tra le conseguenze desiderabili e non desiderabili dell’intervento L’esecuzione di quella particolare procedura o test diagnostico è fortemente raccomandata. Indica una particolare raccomandazione sostenuta da prove scientifiche di buona qualità, anche se non necessariamente di tipo I o II. Si nutrono dei dubbi sul fatto che quella particolare procedura o intervento debba sempre essere raccomandata, ma si ritiene che la sua esecuzione debba essere attentamente considerata. Esiste una sostanziale incertezza a favore o contro la raccomandazione di eseguire la procedura o l’intervento . L’esecuzione della procedura non è raccomandata. Si sconsiglia fortemente l’esecuzione della procedura. Raccomandazioni STRONG : “definitely do it” WEAK: “probably do it” No specific recommendation WEAK: “probably don’t do it” STRONG: “definitely don’t do it”
  • Raccomandazione 11
    • I soggetti allettati, ritenuti a rischio di lesioni da pressione, devono essere riposizionati almeno ogni 2/4 ore, se ciò è compatibile con le condizioni generali del paziente.
    • Ogni soggetto considerato a rischio di sviluppare lesioni da pressione deve essere riposizionato con una frequenza dettata anche dalle condizioni generali e locali del soggetto stesso e dalla superficie adottata.
    • La riabilitazione deve essere attuata in conformità con il programma terapeutico, con le necessità individuali e con le condizioni della cute del soggetto.
    • Ai soggetti individuati a rischio deve essere applicato un piano scritto di riposizionamento
    • Fortemente Raccomandato
    I soggetti allettati, ritenuti a rischio di lesioni da pressione, devono essere riposizionati almeno ogni 2 ore, se ciò è compatibile con le condizioni generali del paziente.
  • Raccomandazione 12
    • Per i soggetti individuati a rischio, devono essere utilizzati ausili antidecubito atti a ridurre/ridistribuire le pressioni
    • Gli individui a rischio non devono essere posizionati su materassi standard
    • Fortemente Raccomandato
  • Raccomandazione 13
    • Utilizzare una superficie di supporto statica per coloro che possono essere riposizionati purché impedisca di toccare il piano di supporto e/o non diventi una superficie rigida
    • L’utilizzo delle superfici di supporto deve essere sempre accompagnato da un adeguato programma scritto di riposizionamento
    • Raccomandato
  • Raccomandazione 15
    • Nei soggetti allettati prevedere l’utilizzo di specifiche superfici atte a ridurre la pressione sui talloni
    • Fortemente raccomandato
    • Nei soggetti allettati immobili, eliminare con ausili la pressione sui talloni.
  • Raccomandazione 16
    • Utilizzare un sistema di supporto antidecubito dinamico per i soggetti con una lesione da pressione che non possono modificare la posizione autonomamente
    • Utilizzare un sistema di supporto antidecubito statico per i soggetti con una lesione da pressione che possono modificare autonomamente la postura
    • Raccomandato
    • Utilizzare un sistema di supporto antidecubito per i soggetti con una lesione da pressione
  • Raccomandazione 20
    • Evitare l’uso di guanti ripieni di acqua ed il vello di pecora
    • Raccomandato
  • Raccomandazione 21
    • Per i soggetti a rischio, in postura seduta usare un cuscino antidecubito conforme alle necessità specifiche del soggetto
    • Raccomandato
  • Raccomandazione 23
    • Una superficie in materiale viscoelastico che riduca la pressione deve essere utilizzato sul tavolo operatorio nel caso l’intervento riguardi soggetti a rischio per lesioni da pressione
    • Raccomandato
    • Una superficie che riduca la pressione deve essere utilizzato sul tavolo operatorio nel caso l’intervento riguardi soggetti a rischio per lesioni da pressione
  • CONCLUSIONI
    • 8 RACCOMANDAZIONI REVISIONATE
    • 4 MODIFICATE NEL CONTENUTO MANTENENDO LO STESSO GRADE
    • LA PUBBLICAZIONE INTEGRALE DELL’UPDATE DELLA CONSENSUS E’ DISPONIBILE NEL PRIMO NUMERO DELLA RIVISTA AISLeC
    • “ La cosa difficile non è abbracciare le nuove idee, ma abbandonare le vecchie”
    • (ignoto)