• Save
Congresso AISLeC 2013 | Intervento Grementieri e Grillini
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
483
On Slideshare
446
From Embeds
37
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 37

http://www.aislec.it 36
http://aislec.it 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • I dati presentati sono cumulativi di tutte le risposte: verranno eseguite ulteriori analisi di correlazione tra i diversi item

Transcript

  • 1. Le aspettative dei pazienti conLe aspettative dei pazienti con lesioni spinali: risultati di unalesioni spinali: risultati di una indagine conoscitivaindagine conoscitiva Ermano Grementieri - Alessandro Grillini
  • 2. Background • La letteratura sottolinea l’importanza della prevenzione delle lesioni da pressione nei pazienti con lesioni spinali in quanto la loro situazione clinica è correlata a diversi fattori di rischio dei quali i principali, evidenziati da una recente revisione sistematica sono: la possibilità/capacità residua di self care, livello della lesione spinale, ispezione quotidiana della cute, anamnesi positiva per LdP soprattutto se localizzate a livello ischiatico, ecc. • Molti di questi fattori sono direttamente correlati all’utilizzo di una superficie antidecubito.. Marin J, Nixon J, Gorecki C. A systematic review of risk factors for the development and recurrence of pressure ulcers in people with spinal cord injuries. 2013 Apr 16. doi: 10.1038/sc.2013.29.
  • 3. Motivazioni • Alla luce di quanto precedentemente esposto, va però sottolineato che nell’ambito dell’assistenza al paziente a rischio e/o portatore di LdP, l’interesse dei professionisti è molto spesso focalizzato sui diversi aspetti del trattamento delle stesse, dimenticando che la prevenzione rappresenta il prerequisito fondamentale per garantire al paziente la salvaguardia dell’integrità cutanea e la protezione della sua qualità di vita.
  • 4. Motivazioni • Operando con pazienti portatori di lesioni spinali, consapevoli di quanto precedentemente esposto, al fine di focalizzarci sull’aspetto della prevenzione, abbiamo pensato di condurre questa indagine riprendendo ed ampliando il questionario utilizzato dal collega Angelo Occhipinti per la redazione della tesi del corso di perfezionamento in Wound Care.
  • 5. Obiettivi • Individuare il vissuto del paziente con lesione spinale in relazione all’utilizzo dei dispositivi antidecubito. • Individuare le sue aspettative nello stesso contesto. • Fornire agli infermieri indicazioni relative alla corretta gestione dei dispositivi. • Fornire alle aziende produttrici indicazioni rispetto proposte di innovazione tecnologica.
  • 6. Materiali e metodi • Il questionario è stato somministrato ai pazienti ricoverati nei centri aderenti da marzo a maggio 2013. • È stata richiesta l’autorizzazione alla direzione aziendale ed ai pazienti. • L’analisi statistica dei risultati è ancora in corso per eseguire le correlazioni tra i sottogruppi di pazienti e le diverse tipologie di superficie. • I risultati definitivi verranno pubblicati sulla rivista AISLeC scaricabile gratuitamente del sito …
  • 7. Risultati in totale 13 centri aderenti 1 1 1 1 2 2 2 3 Grazie a tutti coloro che hanno collaborato! Ed ai pazienti che hanno risposto …
  • 8. Totale questionari = 99Totale questionari = 99 Età media = 49,3 anniEtà media = 49,3 anni
  • 9. Trova difficoltoso cambiare posizione? Nel caso dei pazienti con lesione da più di un anno, la difficoltà a cambiare posizione scende al 50% dei casi.
  • 10. Trova difficoltà a scendere dal letto?
  • 11. Ritiene comodo questo materasso?
  • 12. Trova il motore eccessivamente rumoroso?
  • 13. Trova difficoltoso mantenere la posizione?
  • 14. Riesce a riposare la notte?
  • 15. Sensazioni termiche • Il 19% dichiara la sensazione di caldo • Il 3% dichiara la sensazione di freddo …. Para – tetraplegia!
  • 16. Riesce a mangiare con facilità? Risponde di SI il 60% dei pz. Prova fastidio dovuto al movimento del materasso? Risponde di SI il 12% dei pz. Sente di affondare troppo nel materasso? Risponde di SI il 20% dei pz.
  • 17. Prova la sensazione di scivolare? Il 72% dichiara di sentire la pelle appiccicata alla cover!!!
  • 18. Cosa vorrebbe dal materasso? (domande aperte) • Bordi più rigidi. • Bordi meno alti. • Difficoltà a salire perché il bordo affonda. • Diminuire il rumore del motore. • Facilitare i movimenti. • Funzione TASTO MANGIARE per farlo più rigido e dare più stabilità. • Grossa difficoltà nella vestizione e nella svestizione quando si è sul materasso.
  • 19. Cosa vorrebbe dal materasso? (domande aperte) •Minore spazio tra le celle perché si "entra”. •Cover meno ruvida, appiccicosa, di materiale diverso in corrispondenza del bacino rispetto alle spalle.
  • 20. Matrimoniale?
  • 21. Discussione • I limiti di questa indagine sono stati: • Difficoltà ad ottenere le autorizzazioni dai diversi centri con conseguente non adesione di alcuni di loro. • Ritardo nella compilazione dei questionari rispetto i tempi previsti inizialmente. • Assenza dei dati di alcune regioni.
  • 22. Conclusioni Le interviste ai pazienti possono fornire indicazioni che spesso agli operatori sfuggono, ad esempio l’inserimento di un tasto che permetta al paziente di bloccare il materasso durante gli spostamenti e/o le ADL, rappresenta una soluzione semplice/banale che potrebbe risolvere alcuni disagi … Lo studio di materiali innovativi è fondamentale per risolvere i problemi che i pazienti hanno segnalato. La tecnologia, se orientata ai bisogni del paziente, potrebbe aiutare nella prevenzione delle LdP (obiettivo primario nella scelta del materasso), salvaguardando però la qualità di vita.
  • 23. Bibliografia • Marin J, Nixon J, Gorecki C. A systematic review of risk factors for the development and recurrence of pressure ulcers in people with spinal cord injuries. 2013 Apr 16. doi: 10.1038/sc.2013.29. • European Pressure Ulcer Advisory Panel and National Pressure Ulcer Advisory Panel. Prevention and treatment of pressure ulcers: quick reference guide. Washington DC: National Pressure Ulcer Advisory Panel; 2009. • Angela Peghetti, Andrea Bellingeri, Paola Traspedini, Paolo Chiari, Tiziana De Prospo, Elisabetta Paoletti Update della Consensus Conference A.I.S.Le.C. sulle superfici antidecubito Il Wound Care basato su prove di efficacia (Internationa Journal Of WOCN) vol. 1, n. 1, maggio 2011