Your SlideShare is downloading. ×
Gli aspetti pratici: documento di posizionamento AISLeC nell'ambito della valutazione delle ulcere da pressione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Gli aspetti pratici: documento di posizionamento AISLeC nell'ambito della valutazione delle ulcere da pressione

1,914
views

Published on

Congresso Nazionale AISLeC 2011: relazione di Caula

Congresso Nazionale AISLeC 2011: relazione di Caula

Published in: Health & Medicine, Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,914
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Eritema non reversibile alla digitopressione
  • Transcript

    • 1. Nel futuro da protagonisti: la ricerca, la clinica e l ’ organizzazione del wound care di domani VII CONGRESSO NAZIONALE Gli aspetti pratici: Documento di posizionamento A.I.S.Le.C. nell ’ ambito della valutazione delle ulcere da pressione Claudia Caula
    • 2. Il documento di posizionamento A.I.S.Le.C. sulla valutazione delle UP
      • Il ricorso a strumenti di valutazione del paziente a rischio o con ulcere da pressione (UP) risponde alla esigenza di quel “ miglioramento continuo della capacità di assistere, in termini di sicurezza, efficacia, efficienza ” 1 al quale, in quanto professionisti della salute, dovremmo sottendere in primis nella fase diagnostica del processo di assistenza “ la cui principale finalità è di supportare l ’ infermiere nella sistematizzazione della raccolta delle informazioni ” . 1
      1. Sasso L. (2008) in Santullo A. Le scale di valutazione in sanità. McGraw-Hill. pag XIV
    • 3. Il documento di posizionamento A.I.S.Le.C. sulla valutazione delle UP
      • 1) AMBITI DEL DOCUMENTO DI POSIZIONAMENTO:
        • Valutazione del rischio di UP
        • Valutazione / monitoraggio delle UP in atto
      • 2) INTENTI DEL DOCUMENTO DI POSIZIONAMENTO :
        • Quali sono gli indici per la valutazione del rischio (RAS) /strumenti di valutazione delle UP più validi e affidabili ?
        • Come dovrebbero essere utilizzati nella pratica i RAS /strumenti di valutazione?
        • Chi deve eseguire la valutazione del rischio/ valutazione delle UP?
    • 4. Il documento di posizionamento A.I.S.Le.C. sulla valutazione delle UP
      • Per la realizzazione del documento di posizionamento è stato deciso di utilizzare il metodo GRADE.
      • G rades of R ecommendation A ssessment, D evelopment and E valuation
    • 5. Metodo GRADE
      • È nato dall ’ attività avviata nel 2000 di un gruppo di lavoro internazionale che ha ritenuto necessario mettere a punto un approccio unificato alla produzione di raccomandazioni cliniche.
      De Palma R, Liberati A, Papini D. (2009). Agenzia sanitaria e sociale regionale dell ’ Emilia-Romagna. La produzione di raccomandazioni cliniche con il metodo GRADE. L ’ esperienza sui farmaci oncologici. Dossier;172:19-33.
    • 6. Metodo GRADE
      • Come si costruiscono le raccomandazioni secondo il metodo GRADE: Prima tappa
      • Definizione del quesito clinico sul quale deve essere formulata la raccomandazione
      • Definizione dell ’ importanza relativa degli esiti
      • Ricerca delle prove di efficacia
      • Valutazione della qualità delle prove di efficacia e costruzione delle tabelle delle evidenze
    • 7. GRUPPO DI LAVORO PER CRITICAL APPRAISAL In ordine alfabetico: Apostoli Alberto, Bizzini Rina, Castelli Valeria, Caula Claudia, Lo Palo Emilia, Magli Claudia, Peghetti Angela, Suardi Ombretta, Viola Annalisa
    • 8.
      • Come si costruiscono le raccomandazioni secondo il metodo GRADE: Seconda tappa
      • Valutazione del Panel
        • qualità delle evidenze
        • bilancio tra benefici/effetti avversi
      • Definizione della forza della raccomandazione (votazione)
      • Formulazione della raccomandazione
      Metodo GRADE
    • 9. COMPONENTI DEL PANEL In ordine alfabetico: Bianchi Tommaso, Maniaci Vincenza, Paladino Dario, Polignano Roberto, Riganelli Palmiro, Rossi Maurilio, Traspedini Paola, Zortea Rosa Rita
    • 10. Metodo GRADE Definizione della forza delle raccomandazioni
      • Raccomandazione debole (debolmente positiva o debolmente negativa)
        • l ’ intervento “ dovrebbe essere considerato ” / “ potrebbe essere utilizzato ”
        • l ’ intervento “ non dovrebbe essere considerato ” / “ non dovrebbe essere utilizzato ”
      1 2 0 2 1 STRONG: “ definitely do it ” WEAK: “ probably do it ” No specific recommen dation WEAK: “ probably don ’ t do it ” STRONG: “ definitely don ’ t do it ”
    • 11. Metodo GRADE Definizione della forza delle raccomandazioni
      • Raccomandazione forte (fortemente positiva o fortemente negativa)
        • l ’ intervento “ è raccomandato ” / “ deve essere utilizzato ”
        • l ’ intervento “ non è raccomandato ” / “ non deve essere utilizzato ”
      1 2 0 2 1 STRONG: “ definitely do it ” WEAK: “ probably do it ” No specific recommen dation WEAK: “ probably don ’ t do it ” STRONG: “ definitely don ’ t do it ”
    • 12. Strumenti per la valutazione del rischio di UP
      • Gli indici per la valutazione del rischio (RAS) sono finalizzati a misurare il rischio di un soggetto di sviluppare un ’ UP, ossia devono supportare il valutatore a identificare coloro che sono a rischio da coloro che non sono a rischio di UP .
      Kottner J, Balzer K. Do pressure ulcer risk assessment scales improve clinical practice? J Multidiscip Healthc. 2010 Jul 23;3:103-11.
    • 13. Strumenti per la valutazione del rischio di UP
      • Gli studi individuati durante la ricerca in letteratura riguardavano i seguenti strumenti:
        • Braden
        • Norton
        • Waterlow
        • Care Dependency Scale (Scala per la valutazione della dipendenza assistenziale)
    • 14. Quesito 1 Quali strumenti sono raccomandati per la valutazione del pz ADULTO e identificare il rischio di UP?
    • 15. Raccomandazioni 1.1. Per valutare il rischio di UP nel pz adulto potrebbe essere utilizzato l ’ indice di Braden. (+2) Raccomandazione positiva debole 1.2. Per valutare il rischio di UP nel pz adulto potrebbe essere utilizzato l ’ indice di Norton. (+2) Raccomandazione positiva debole
    • 16. 1.3. Per valutare il rischio di UP nel pz adulto potrebbe essere utilizzata la Scala per la Dipendenza Assistenziale (CDS). (+2) Raccomandazione positiva debole Raccomandazioni Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sull ’ utilizzo dell ’ indice di Waterlow per valutare il rischio di UP nel pz adulto. (0) Nessuna raccomandazione
    • 17. Quesito 2 Quali strumenti sono raccomandati per la valutazione del pz PEDIATRICO e identificare il rischio di UP?
    • 18. 2.1. Per valutare il rischio di UP nel pz pediatrico potrebbe essere utilizzato l ’ indice di Braden Q. (+2) Raccomandazione positiva debole Raccomandazioni 2.2. Per valutare il rischio di UP nel pz pediatrico si deve utilizzare l ’ indice di Glamorgan. (+1) Raccomandazione positiva forte
    • 19. Quesito 3 Quali altri metodi, in alternativa agli indici per la valutazione del rischio, sono raccomandati per la valutazione del pz ADULTO a rischio di UP?
    • 20. 3.1. Per valutare il rischio di UP nel pz adulto si deve utilizzare il giudizio clinico. (+1) Raccomandazione positiva forte Raccomandazioni 3.2. Per valutare il rischio di UP nel pz adulto si deve utilizzare la comparsa dell ’ eritema non reversibile alla digitopressione. (+1) Raccomandazione positiva forte
    • 21. Quesito 3 Quali altri metodi, in alternativa agli indici per la valutazione del rischio, sono raccomandati per la valutazione del pz PEDIATRICO a rischio di UP?
    • 22. Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sull ’ utilizzo del giudizio solo clinico per valutare il rischio di UP nel pz pediatrico. (0) Nessuna raccomandazione Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sull ’ utilizzo dell ’ eritema non reversibile alla digitopressione per valutare il rischio di UP nel pz pediatrico. (0) Nessuna raccomandazione
    • 23. Quesito 4 Uno strumento per la valutazione del rischio di UP dovrebbe guidare gli interventi di prevenzione ( es., per la destinazione di risorse, assistenza/cambio di postura ecc ) ?
    • 24. Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sull ’ utilizzo degli indici di Braden, Norton, e Waterlow per guidare gli interventi di prevenzione. (0) Nessuna raccomandazione
    • 25. Quesito 5 Chi deve effettuare la valutazione del rischio di UP?
    • 26. 5.1. La valutazione del rischio di UP deve essere eseguita dal personale infermieristico. (+1) Raccomandazione positiva forte Raccomandazioni
    • 27. Non ci sono evidenze sufficienti sulla valutazione del rischio di UP eseguita da personale di supporto. Pertanto, tenuto conto: - che la normativa vigente identifica l ’ infermiere come il responsabile dell ’ assistenza, - e che la valutazione del rischio di UP è finalizzata alla impostazione/verifica del piano di prevenzione A.I.S.Le.C. conviene che il personale di supporto non possa condurre autonomamente la valutazione del paziente riguardo al rischio di UP, fatta eccezione per l ’ osservazione dell ’ E.N.R.D.
    • 28. ©EPUAP ©EPUAP
    • 29. Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sulla valutazione del rischio di UP eseguita da altro personale sanitario. (0) Nessuna raccomandazione
    • 30. Strumenti per la valutazione / monitoraggio delle UP
      • Gli strumenti per il monitoraggio sono finalizzati a misurare la guarigione delle UP, ossia devono supportare il valutatore a identificare, nel corso del tempo, un ’ UP che sta guarendo da un ’ UP che non progredisce verso la chiusura .
      Stotts NA, Rodeheaver GT, Thomas DR, et al. (2001) An instrument to measure healing in pressure ulcers: development and validation of the Pressure Ulcer Scale for Healing (PUSH). J Gerontol A Biol Sci Med Sci , 56(12):M795–9.
    • 31. Strumenti per la valutazione / monitoraggio delle UP
      • Gli unici studi individuati durante la ricerca in letteratura riguardavano gli strumenti di monitoraggio delle UP, e nello specifico:
        • il Pressure Ulcer Scale of Healing (PUSH) Tool
        • il Pressure Sore Status Tool (PSST), denominato anche Bates-Jensen Wound Assessment Tool (BWAT)
    • 32. Quesito 6 Quali strumenti sono raccomandati per il monitoraggio delle UP?
    • 33. 6.1. Per il monitoraggio delle UP potrebbe essere utilizzato il PUSH Tool. (+2) Raccomandazione positiva debole Raccomandazioni 6.2. Per il monitoraggio delle UP si deve utilizzare il PSST (o BWAT). (+1) Raccomandazione positiva forte
    • 34. Quesito 7 Uno strumento per il monitoraggio delle UP dovrebbe guidare gli interventi di trattamento ( es., scelta della medicazione, altri interventi di cura locale, ecc ) ?
    • 35. 7.1. Per guidare gli interventi di trattamento delle UP potrebbe essere utilizzato il PUSH Tool. (+2) Raccomandazione positiva debole Raccomandazioni 7.2. Per guidare gli interventi di trattamento delle UP si deve utilizzare il PSST (o BWAT). (+1) Raccomandazione positiva forte
    • 36. Quesito 8 Chi deve effettuare la valutazione / monitoraggio delle UP?
    • 37. 8.1. La valutazione /monitoraggio delle UP deve essere effettuata dal personale infermieristico (+1) Raccomandazione positiva forte Raccomandazioni
    • 38. Non ci sono evidenze sufficienti sulla valutazione delle UP eseguita da personale di supporto. Pertanto, tenuto conto: - che la normativa vigente identifica l ’ infermiere come il responsabile dell ’ assistenza, - e che la valutazione delle UP è finalizzata alla impostazione/verifica del piano di trattamento A.I.S.Le.C. conviene che il personale di supporto non possa condurre la valutazione delle UP
    • 39. Non ci sono evidenze sufficienti per formulare raccomandazioni sulla valutazione / monitoraggio delle UP eseguita da altro personale sanitario (0) Nessuna raccomandazione
    • 40. grazie per l'attenzione