Your SlideShare is downloading. ×
0
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Catalogazione SVB 2011-2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Catalogazione SVB 2011-2012

2,426

Published on

File gli allievi della SVB a.a. 2011-2012

File gli allievi della SVB a.a. 2011-2012

Published in: Education
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,426
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
95
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Teoria e tecnica della catalogazione e classificazione Agnese GaleffiScuola Vaticana di Biblioteconomiaa.a. 2011-2012
  • 2. Finalità del corso
  • 3. Acquisire conoscenze di storia dellacatalogazione• Capitolo 3 di P.G. Weston. Il catalogo elettronico, Carocci, 2002.
  • 4. Cos’è stato il catalogo…e cosa sono oggi i discovery system• Principi, obiettivi e modelli• La struttura del catalogo
  • 5. Principi, obiettivi e modelli• Oltre alla storia…• Principi internazionali di catalogazione• FRBR
  • 6. La struttura del catalogo• Il «retrobottega», ossia il dataentry• La «vetrina», ossia l’opac, le discovery interfaces
  • 7. Data entry• Le regole di catalogazione• REICAT
  • 8. Data entry• Le regole di catalogazione• Ma anche cenni di ISBD consolidate
  • 9. Data entry• Le regole di catalogazione• e RDA
  • 10. Come li «scriviamo» questi dati?• Il linguaggio catalografico dei computer: il MARC• Ma c’è anche qualcosa di nuovo in giro…
  • 11. La semantica• I principi• Linguaggi di indicizzazione• L’analisi concettuale
  • 12. Il Nuovo soggettario
  • 13. La classificazione Dewey
  • 14. Inoltre…• Esercitazioni pomeridiane(utilizzeremo le REICAT)• Esercitazioni volontarie del martedì mattina(useremo il software della BAV)
  • 15. Giovan Battista AudiffrediUn esempio di catalogo a stampaBibliothecae Casanatensis CatalogusRoma, 1761Vol. ARMA-BACO
  • 16. Sir Antonio PanizziUn altro esempio di catalogo a stampaCatalogue of printed books in the British MuseumLondra, 1841P. 432 Aurelio Agostino De Civitate Dei
  • 17. Cataloghi a schede
  • 18. Cataloghi automatizzati Telnet
  • 19. Gli opac: online public access catalogue
  • 20. Il catalogo più grande
  • 21. Dietro a tutto ciò c’è…LC ControlNo.: 94145388008 940414s1994 onc 000 1 eng035 __ |9 (DLC) 94145388906 __ |a 7 |b ibc |c orignew |d 3 |e ncip |f 19 |g y-gencatlg010 __ |a 94145388020 __ |a 0920953654040 __ |a DLC |c DLC041 1_ |a eng |h fre100 1_ |a Lemieux, Jean.240 10 |a Lune rouge. |l English245 10 |a Red moon : |b a novel / |c by Jean Lemieux ; translated from the French by Sheila Frischman.260 __ |a Ontario, Can. : |b Cormorant Books, |c c1994.300 __ |a 240 p. ; |c 22 cm.700 1_ |a Fischman, Sheila.
  • 22. Dietro a tutto ciò c’è… LEADER 00822nam0 22002413i 4500 010 $a88-415-6235-8 100 $a19990624d1999 ||||0itac50 ba 101 $aita 102 $aIT 200 1 $aLuna 210 $aNovara$cDe Agostini ragazzi$dc1999 215 $a1 v.$cinteramente ill.$d14 cm 300 $aVol. cartonato sagomato. 801 3$aIT$bICCU$c20110906
  • 23. Principi internazionali di catalogazione Pubblicati nel 2009 dall’IFLA - ossia l’International Federation of Library Associations and Institutions - e tra breve oggetto di revisione.
  • 24. I principi internazionali dicatalogazione«Impegno di adeguare i Principi di Parigi http://www.d-nb.de/standardisierung/pdf/paris_principles_1961.pdfa obiettivi adatti a cataloghi on-line dibiblioteche e non solo a questi.Il primo obiettivo è servire l’interesse degli utenti del catalogo»
  • 25. «sostituisce ed estende i Principi di Parigi dallesole opere testuali a tutti i tipi di materiali edalla sola scelta e forma della registrazione atutti gli aspetti dei dati bibliografici e diautorità utilizzati nei cataloghi di biblioteca.Essa comprende non solo i principi e gli obiettivi(cioè le funzioni del catalogo), ma anche leregole guida che dovrebbero essere inserite neicodici di catalogazione di tutti i paesi eindicazioni sulle funzionalità di ricerca erecupero»
  • 26. 1. Ambito di applicazione«guida allo sviluppo di codici di catalogazione. Siapplicano a dati bibliografici e di autorità e acataloghi correnti di biblioteca. Possonoapplicarsi anche a bibliografie e archivi di daticreati da biblioteche, archivi, musei e altreistituzioni.Essi intendono fornire un approccio coerente allacatalogazione, descrittiva e per soggetto, diqualsiasi tipo di risorsa bibliografica»
  • 27. 2. Principi generali2.1. Interesse dell’utente2.2. Uso comune2.3. Presentazione2.4. Accuratezza2.5. Sufficienza e necessità2.6. Significatività2.7. Economia2.8. Coerenza e Standardizzazione2.9. Integrazione
  • 28. 3. Entità, attributi e relazioni Opera Espressione Persona Manifestazione ENTITA’ Famiglia Esemplare Ente Concetto Oggetto Evento Luogo
  • 29. Piccola divagazione… FRBRFunctional Requirements Bibliographic RecordsOssiaRequisiti Funzionali per Record Bibliografici.Pubblicato nel 1998 (iniziato ad ideare nelseminario di Stoccolma del 1990).
  • 30. Il modello è stato originariamente sviluppato perrispondere ad esigenze di carattere economico:le informazioni presenti nella registrazionebibliografica sono tutte indispensabili?
  • 31. • FRBR è un modello concettuale.Solo un modello concettuale permette di avere una visione unificante dell’universo bibliografico che può essere letto, interpretato e, quindi, descritto in modi e con strumenti differenti, a seconda delle finalità che si intende perseguire.
  • 32. Diverse visioni dell’universobibliografico• Austlithttp://www.austlit.edu.au/common/samples/Prichard.html• Work records in World Catalogazionehttp://frbr.oclc.org/research/pages/045248356.html• SBNhttp://opac.sbn.it/opacsbn/opac/iccu/moderno.jsp
  • 33. Il modello e/rModello entità/relazioni:•le entità sono oggetti per i quali si vuoleraccogliere informazioni (es. un’opera o unapersona)•gli attributi descrivono le rappresentazioniconcrete di una entità (es. titolo di un’opera)•le relazioni sono i legami logici tra le entità
  • 34. Le entità del Gruppo 1I prodotti della creazione intellettuale edartistica.•Opera (Work)•Espressione (Expression)•Manifestazione (Manifestation)•Esemplare (Item)
  • 35. Opera• Opera, una creazione intellettuale o artistica, priva di materializzazione; la potremmo considerare come una “idea astratta”.
  • 36. Opera: un esempioGiuseppe Ungaretti il 26 gennaio 1917 a SantaMaria la Longa concepisce un’opera il cui titolooriginario era Cielo e mare poi Mattina
  • 37. Espressione• Espressione, la realizzazione intellettuale o artistica di un’opera in forma alfanumerica, musicale, sonora, tridimensionale, ecc.L’espressione non ha materializzazione.E’ la modalità con la quale viene espresso il contenuto di un’opera.
  • 38. Espressione: un esempioGiuseppe Ungaretti ha realizzato l’opera Mattinain forma alfabetica:«M’illumino d’immenso»
  • 39. Manifestazione• Manifestazione, la materializzazione fisica dell’espressione di un’opera.Rappresenta tutti gli oggetti fisici che hanno le stesse caratteristiche di contenuto intellettuale e forma fisica
  • 40. Manifestazione:un esempioL’edizione del 1919 di «Allegria di naufragi»
  • 41. Esemplare• Esemplare, ossia un singolo oggetto appartenente ad una manifestazione; in altre parole una copia di una edizione
  • 42. Esemplare: un esempioUna copia dell’edizione del 1919 di «Allegria di naufragi» posseduta da una biblioteca o da una persona.
  • 43. Le entità del Gruppo 2Le persone e gli enti che possono aver avuto unqualche ruolo in merito al contenuto artistico ointellettuale, alla produzione fisica, alladisseminazione o alla custodia delle entità delGruppo 1.•Persona•Ente
  • 44. Persona: un esempioGiuseppe Ungaretti, creatore dell’opera.
  • 45. Ente: un esempioL’editore Vallecchi responsabile della manifestazione, ossia della pubblicazione.
  • 46. Le entità del Gruppo 3I soggetti delle opere.•Concetto•Oggetto•Evento•Luogo
  • 47. Patrick Le Boeuf, Brave new FRBR worldhttp://www.d-nb.de/standardisierung/pdf/papers_leboeuf.pdf «Quando diciamo “libro” abbiamo in mente un oggetto fisico distinto formato dalla carta e da una rilegatura e che a volte può servire per tenere aperta una porta o da rincalzo sotto la gamba di un tavolo. FRBR lo chiama item…»
  • 48. …Quando diciamo ‘libro’ forse vogliamo direanche ‘pubblicazione’, come nel caso in cui cirechiamo in libreria per chiedere un libroidentificato da un ISBN; di solito per noi la copiaspecifica non ha importanza purché faccia partedella classe generale di opere che cerchiamo eche non ci siano pagine mancanti. FRBR lochiama manifestazione…
  • 49. …Quando diciamo ‘libro’ come nella domanda“chi ha tradotto questo libro?” forse abbiamo inmente un testo specifico in una data lingua o unatraduzione. FRBR lo chiama espressione…
  • 50. …Quando diciamo ‘libro’ come nella domanda“chi ha scritto questo libro?” forse intendiamoanche un livello più alto di astrazione, ilcontenuto concettuale (intellettuale o artistico)che è alla base di tutte le versioni linguistiche, lastoria di fondo narrata nel libro, le idee nellamente di una persona per un libro. FRBR lochiama opera.»
  • 51. • FRBR inoltre afferma che per ogni entità del Gruppo 1 è possibile attribuire delle responsabilità (persone o enti) specifici.
  • 52. OP ERA E SI ON NE RES ZIO ES P ST A N IFE MA E L AR SE MP E È posseduto da È prodotta da PERSONA E’ realizzata da ENTEE’ creata da
  • 53. Attributi «logici»• Ogni entità viene descritta tramite degli attributi• Tramite gli attributi gli utenti formulano le ricerchehttp://www.ifla.org/files/cataloguing/frbr/frbr_2008
  • 54. Torniamo ora agli ICPIl catalogo deve essere uno strumento efficiente edefficace che consente all’utente:4.1. di trovare risorse bibliografiche in unaraccolta come risultato di una ricerca basata sugliattributi o sulle relazioni delle risorse:4.1.1. per trovare una singola risorsa…
  • 55. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse che appartengono alla stessa opera
  • 56. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse che incorporano la stessa espressione
  • 57. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse che esemplificano la stessa manifestazione
  • 58. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse associate a una determinata persona, famiglia o ente
  • 59. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse su un determinato soggetto
  • 60. • 4.1.2. per trovare insiemi di risorse che rappresentino:• tutte le risorse definite secondo altri criteri (come lingua, luogo di pubblicazione, data di pubblicazione, tipo di contenuto, tipo di supporto, ecc.), di solito utilizzati per selezionare ulteriormente i risultati della ricerca.
  • 61. • 4.2. di identificare una risorsa bibliografica o un agente (cioè, avere conferma che l’entità descritta in una registrazione corrisponda a quella cercata o distinguere fra due o più entità con caratteristiche simili);.
  • 62. • 4.3. di selezionare una risorsa bibliografica appropriata alle necessità dell’utente (cioè, scegliere una risorsa che risponda ai requisiti posti dall’utente per quanto riguarda formato, contenuto, supporto, ecc. oppure rifiutare una risorsa in quanto inadeguata alle proprie esigenze);
  • 63. • 4.4. di acquisire o ottenere accesso a un esemplare descritto (cioè, fornire informazioni che consentano all’utente di ottenere un esemplare mediante acquisto, prestito, ecc. o di accedere a un esemplare in modalità elettronica, tramite una connessione in linea a una fonte remota); oppure di accedere, acquisire o ottenere dati di autorità o bibliografici;
  • 64. • 4.5. di navigare in un catalogo e al di fuori (cioè tramite la disposizione logica dei dati bibliografici e di autorità e la presentazione di chiare modalità per muoversi, compresa la presentazione delle relazioni fra opere, espressioni, manifestazioni, esemplari, persone, famiglie, enti, concetti, oggetti, eventi e luoghi).
  • 65. 5. Descrizione bibliografica• 5.1. … per ogni manifestazione deve essere creata una descrizione bibliografica distinta.• 5.2 … deve basarsi tipicamente su un esemplare che rappresenta la manifestazione e può includere attributi propri dell’opera(e) e dell’espressione(i) incorporate. …
  • 66. 5. Descrizione bibliografica•…• 5.3. I dati descrittivi devono basarsi su uno standard definito a livello internazionale.• 5.4. Le descrizioni possono essere a vari livelli di completezza
  • 67. 6. Punti di accesso• 6.1. Norma generale I punti di accesso per il recupero di dati bibliografici e di autorità … possono essere controllati o non controllati.
  • 68. 6. Punti di accesso• 6.1.1. I punti di accesso controllati devono essere forniti per le forme autorizzate e varianti dei nomi di entità come persone, famiglie, enti, opere, espressioni, manifestazioni, esemplari, concetti, oggetti eventi e luoghi. I punti di accesso controllati forniscono la coerenza necessaria per raggruppare le registrazioni bibliografiche per insiemi di risorse.
  • 69. Punti di accesso Descrizione
  • 70. REICAT REICAT Authority fileMARC Soggettario Classificazione
  • 71. Le REICAT, regole italiane dicatalogazione
  • 72. Il contesto nazionale• La revisione delle RICA (Regole Italiane di Catalogazione per Autore) del 1979• L’evoluzione del Servizio Bibliografico Nazionale
  • 73. Le RICARICA è l’acronimo per Regole Italiane diCatalogazione per Autore pubblicate nel 1979in sostituzione delle Regole per la compilazionedelcatalogo alfabetico per autori nelle bibliotecheitaliane (1956).Le basi teoriche delle RICA sono i Principi diParigi.
  • 74. La Commissione RICACommissione per l’aggiornamento e le eventualisemplificazioni delle regole per la compilazione delcatalogo alfabetico per autori nelle bibliotecheitaliane (1996)
  • 75. • RICA volevano essere un codice aperto “tale da costituire la struttura per eventuali integrazioni e ampliamenti successivi”• Analizzare • le motivazioni per un’eventuale nuova stesura del codice • la validità dei Principi di Parigi • la necessità di un aggiornamento della terminologia e degli esempi • l’applicabilità ad altre tipologie di materiale
  • 76. I principi delle RICA sono ancora validi ed applicabili ma era necessario tenere conto diISBDFunctional Requirements for Bibliographic RecordsFunctional Requirements for Authority DataNorme ISOecc.
  • 77. Altri elementi di cui tener conto• Evoluzione del catalogo e delle maschere di ricerca e selezione• Materiali non librari e risorse remote• Aumento della catalogazione derivata (utilizzo di record prodotti da altri partner)• Livelli differenziati di catalogazione
  • 78. Altri contributi• Contributi di esperti (materiali speciali, musica, video, libro antico, ecc.)• Dialogo con gli altri settori dei beni culturali: archivisti ed esperti del materiale storico artistico• Dall’ottobre 2007 lavoro di analisi e sperimentazione dellimpatto delle nuove norme sui cataloghi e sui sistemi usati nelle biblioteche italiane
  • 79. Differenze con RICA• Struttura del codice• Finalità• Idea di catalogo
  • 80. La struttura di REICAT0. Introduzione: oggetto, scopo e struttura del codice; concetti e principi fondamentaliParte I Descrizione bibliografica e informazioni sull’esemplare: analisi dei prodotti di un’attività artistica o intellettuale rappresentati dai titoli e dalle loro relazioniParte II Opere e espressioni: identificazione delle opere e delle espressioni e loro relazioni
  • 81. La struttura di REICATParte III Responsabilità: relazioni tra le opere e le espressioni e le persone o enti responsabili del loro contenuto intellettuale e artistico; scelta della forma dei nomi con i quali rappresentarli nel catalogoAppendici: abbreviazioni, uso delle maiuscole, designazioni generiche e specifiche del materiale, traslitterazione, musica scritta, intestazioni uniformi per la voce Bibbia
  • 82. Gli influssi di FRBR• Opere • Espressioni • Manifestazioni • Item• Responsabilità differenziate per livelli• Famiglie bibliografiche
  • 83. Catalogazione per autoriLa catalogazione tradizionale ha concentrato la sua attenzione sui responsabili dei prodotti, letterari e non, e sui loro ruoli.Quindi…Sviluppo di intestazioni, authority file, ecc. per i nomi e non per i titoli (ad eccezione di rarissimi casi)
  • 84. Vantaggi del modello FRBR• sul piano teorico, normativo e didattico, esso offre uno schema di analisi logico e coerente, di applicabilità generale• sul piano pratico, esso permette di sviluppare, in grandi basi dati bibliografiche, percorsi di ricerca e consultazione più semplici e nello stesso tempo più potenti
  • 85. Identificazione dell’espressione secondoFRBR“in senso stretto ogni cambiamento nel contenuto artistico o intellettuale costituisce un cambiamento di espressione [...] indipendentemente da quanto la modifica possa essere minima”Le espressioni varianti “saranno identificate spesso in modo indiretto [...] in quanto la variazione risulta palese dai dati associati ad un attributo, utilizzato per identificare la manifestazione in cui lespressione si materializza (ad es. unindicazione di edizione)”
  • 86. Criticità relative all’espressioneQuindi…Nonostante ogni minimo cambiamento dovrebbe produrre una nuova edizione,In concretoIl catalogatore deve affidarsi a quanto dichiarato nella pubblicazione.
  • 87. Reicat – La struttura
  • 88. Ogni area presenta prima una parte di natura generale e poi le spiegazioni dettagliateNel capitolo 0 casi generali (non nelle singole aree)Ma anche elementi estranei a un codice informazioni codificate (0.4, elementi di accesso e di selezione) trattamento delle etichette fisse (0.4.5, elementi codificati)
  • 89. Registrazioni bibliografiche Registrazioni di copiaRegistrazioni di autorità Nomi delle entità - Esempio Opere ed espressioni - Esempio
  • 90. Intestazione principale - EsempioIntestazione coordinata - EsempioIntestazione secondaria - EsempioTitolo uniforme - Esempio
  • 91. Nel caso di pubblicazioni che siano costituite da tipologie e materiali diversi (problema che ha portato alle ISBDCons) si applicano tutte le indicazioni relative.
  • 92. Modalità di pubblicazione 1/2In una unità (ma anche con contenitori, fogli sciolti, facsimili, ecc.)In più unità (con o senza completamento o designazione delle singole unità; anche materiali diversi) pubblicate insieme pubblicate in tempi successivi
  • 93. Modalità di pubblicazione 2/2Ad aggiornamento integrato l’aggiornamento “scompare” dentro la pubblicazione (fogli mobili o base dati)
  • 94. Modalità di descrizioneDescrizione d’insieme - EsempioDescrizione a livelli – EsempioDescrizione analitica - EsempioDescrizione collettiva -
  • 95. Edizioni – Ristampe 1/21.7 Variazioni o cambiamenti che richiedono descrizioni distinteNon serve una nuova descrizione per Varianti (libro antico) Ristampe (anche se vengono chiamate edizioni e presentano correzioni di refusi o copertina diversa) Formati o supporti alternativi che richiedono l’uso di apparecchiature
  • 96. Edizioni – Ristampe 2/2Si crea una nuova descrizione per le ristampe che presentino variazioni del contenuto (correzioni concettuali)o nuovi elementi identificativi (titolo, formulazione di responsabilità, editore, collezione o paginazione).
  • 97. Fonti 1/4Ordine di preferenza delle fonti: fonti primarie, fonti complementari (parti in evidenza della pubblicazione), resto della pubblicazione, fonti esterne.L’ordine di preferenza delle fonti si utilizza nei casi in cui le fonte prescritte per un’area siano più d’una.
  • 98. Fonti 2/4Fonte primaria è quella che presenta formalmente il titolo.Per le pubblicazioni a stampa è il frontespizio.Per le pubblicazioni che richiedono l’uso di una apparecchiatura è da preferire una fonte leggibile a occhio nudo non separata dal supporto.
  • 99. Fonti 3/4Fonti complementari per libri e opuscoli a stampa sono: preliminari copertina colophon
  • 100. Fonti 3/4Per materiali d’altro genere (in ordine di pref.):parti leggibili a occhio nudo (per pubb. accessibili a distanza)parti di un eventuale contenitore staccatoparti leggibili tramite apparecchiatura (titoli di testa, ecc.)
  • 101. Parte I: Descrizione bibliografica edell’esemplarePresentazione unitaria e integrata della descrizioneFedele agli standard ISBD, ad eccezione di dettagli, sulla base della tradizione catalografica ed editoriale italianaRiduzione delluso delle abbreviazioni
  • 102. Area 1 Area del titolo e delleindicazioni di responsabilitàTitolo un’espressione (parola, frase o carattere, o gruppo di parole, frasi o caratteri) che si presenta come indicazione essenziale per designare o individuare una pubblicazione
  • 103. Titolo alternativo Candido, ossia L’ottimismo Titolo comune e titolo dipendente Topolino. Raccolta Star wars. 2, L’attacco dei cloni (il numero si presenta come II)
  • 104. Complemento del titolo parola o frase che compare in collegamento con un titolo, in maniera subordinata (per l’ordine o la disposizione grafica), di solito per spiegarlo o completarlo, o per indicare il carattere o il contenuto della pubblicazione o l’occasione per la quale è stata prodotta.03/05/09
  • 105. Comprende sottotitoli e pretitoli (cioè complementi che compaiono prima del titolo), anche quando si presentano insieme al titolo in fonti diverse da quella primaria (p.es. in copertina e non sul frontespizio). Si trattano come complementi anche gli altri titoli o forme del titolo che compaiono insieme al titolo principale nella stessa lingua03/05/09
  • 106. Carta naturalistica dei Supramonte e del Golfo di Orosei : i sentieri più suggestivi per raggiungere monumenti naturali, singolarità geologiche o geomorfologiche, belvedere naturali ...Pour une histoire du livre : (XVe-XVIIIe siècle)
  • 107. The Velvet Underground(album di canzoni del gruppo musicale, che non presenta altro titolo)Italo Calvino racconta l’Orlando furiosoRambo 1(titolo di un’edizione che non costituisce parte di una pubblicazione in più volumi)Novelliere campagnuolo e altri racconti(il titolo dell’opera principale è seguito dalle ultime tre parole in corpo minore)
  • 108. I frammenti (sul frontespizio, dopo il titolo d’insieme, compaiono i titoli delle due opere a cui appartengono i frammenti di Empedocle, Sulla natura e Purificazioni, che si riportano in nota)Parade ; seguito da Un dialogo notturno tra il passante e la passante
  • 109. I diari della grande guerra : Kobilek e La ritirata del Friuli, con i taccuini inediti Autodifesa di un politico : Consolatoria, Accusatoria, Defensoria Si tratta di pretitolo in corpo minore Le scienze : edizione italiana di Scientific American03/05/09
  • 110. I PRETITOLI http://www.iccu.sbn.it/upload/documenti/RE 4.1.2.3.03/05/09
  • 111. I grandi romanzi seguono, con minore risalto, i titoli delle opere contenute: I Malavoglia e Mastro-don Gesualdo I frammenti In area 7: Testo originale a fronte NON SONO COMPLEMENTO DEL TITOLO illustrata da XIII tavole e 69 figure nel testo con CD-ROM03/05/09
  • 112. Indicazioni di responsabilitàPer indicazione di responsabilità si intende un nome o un’espressione (o più nomi o espressioni) che indica persone o enti che hanno una relazione di responsabilità con le opere pubblicate o le loro espressioni, o la funzione da essi svolta.
  • 113. Alcuni esempiIl CONI contro il doping / Comitato olimpico nazionale italiano(il nome dell’ente compare sia nel titolo, in sigla, che in testa al frontespizio, con il logo e la forma estesa)/ attribuibili a Dante Alighieri/ Anonimo/ Autori vari
  • 114. / favola e illustrazioni di Walt Disney/ Lars Landner (ed.)/ scritta da lui medesimo/ un romanzo di Jessica Fletcher & Donald Bain ; basato sulla serie televisiva creata da Peter S. Fischer, Richard Levinson & William Link
  • 115. Orta : marcia / Silvio Caligaris. Mare blu : marcia / Franco Benzi (partitura)L’Ambrosiana / Storia dell’Ambrosiana, di Angelo Paredi ; I dipinti e le sculture, di Gian Alberto Dell’Acqua ; I disegni e le stampe, di Lamberto Vitali/ Giuseppe Ferri, professore ordinario nell’Università di Roma
  • 116. / presentazione di Sabino Cassese ; a cura di Madel Crasta, Sandro Bulgarelli, Patrizia Valentini ; con la collaborazione della Biblioteca dell’Istituto della Enciclopedia italiana/ Dante Alighieri ; Walter Maestosi, voce recitante ; Laura Gianoli, regia
  • 117. / Puccini ; Freni, Pavarotti, Ludwig, Kerns ; Wiener Philharmoniker ; Herbert von Karajan/ faictes par Iacques Calot, et mises en lumiere par Israel Henriet (le due indicazioni di responsabilità sono legate da una congiunzione)
  • 118. / promosso dal Pontificio consiglio della giustizia e della pace in collaborazione con la Pontificia università lateranense ed il Centro di ricerche per lo studio della dottrina sociale della Chiesa dell’Università cattolica del Sacro Cuore di MilanoGli entihttp://www.iccu.sbn.it/upload/documenti/REICA_bozza4.1.3.1 B. g e h - 4.1.3.1 D.
  • 119. Per videoregistrazioni, pubb. elettroniche, ecc che presentano molte responsabilità si riportano quelle che compaiono sulla fonte primaria.Film: RegistaEsecuzioni o rappresentazioni: autore [esecutore principale]
  • 120. / [con] Harrison Ford ; [directed by Ridley Scott]In area 7: . . . Sceneggiatura di Hampton Fancher e David Peoples ; effetti speciali di Douglas Trumbull ; musica di Vangelis ; prodotto da Michael Deeley. Altri interpreti: Rutger Hauer, Sean Young, Edward James Olmos (sulla fonte primaria compare solo il nome dell’interprete principale)
  • 121. / National geographic ; [prodotto da Helen Fitzwilliam ; scritto da Helen Fitzwilliam, Rachel Allen, John Bredar ; narratore (in lingua inglese) John Rhys-Davies] (le indicazioni di responsabilità tra parentesi quadre compaiono sulla parte posteriore del contenitore; se si preferisce si possono riportare in nota)
  • 122. Integrazioni:Iliade / [di Omero] ; [traduzione di] Vincenzo Monti ; a cura di Manara Valgimigli e Carlo Muscetta il nome dell’autore dell’opera compare solo in copertina, quello del traduttore in testa al frontespizioLa stregoneria / [Massimo Centini] il nome dell’autore compare in copertina
  • 123. Titoli e indicazioni di responsabilità paralleliTitolo : complemento del titolo = complemento parallelo del titoloTitolo = Titolo parallelo = Titolo parallelo / indicazione di responsabilitàTitolo / indicazione di responsabilità = Titolo parallelo / indicazione parallela di responsabilità
  • 124. Sardegna : le spiagge e le coste più belle = Wonderful Sardinia : the most beautiful beaches and coastline tarbunira = All’imbrunire : poesie nel dialetto galloitalico di San Fratello
  • 125. Dictionarium bibliothecarii practicum : (ad usum internationalem in XX linguis) = Wörterbuch des Bibliothekars in zwanzigSprachen = The librarian’s practical dictionary in twenty languages
  • 126. Lettera a Maometto II = Epistola ad Mahumetem / Pio II (Enea Silvio Piccolomini)Colloquium 1998, Torino : 27 settembre-1° ottobre / The International Association of Bibliophily = Association internationale de bibliophilie
  • 127. Ingeborg Danz singt BrahmsIn area 7: Nel titolo la parola singt è seguita da: sings, chante (se si preferisce si possono riportare due titoli paralleli, integrati con i nomi della cantante e del compositore)
  • 128. Area 2 Area dell’edizioneEspressione che identifica o contraddistingue formalmente la singola edizione, di solito indicando una differenza rispetto a edizioni precedenti o contemporanee, in genere dello stesso editore.
  • 129. Area 2 Area dell’edizione2a ed. o 2. ed.Editio minorEd. per il medicoEd. tascabile (edizioni de L’informatore farmaceutico, distinte dall’edizione di base)
  • 130. MS-DOS ed.4ª ed. per Windows[Ed.] Avellino[Ed.] Benevento (edizioni locali del quotidiano Il mattino)Revised ed., ed. italiana (edizione italiana di ISBD(M))
  • 131. Non sono formulazioni di edizioni......le espressioni che non identificano una determinata edizione distinguendola dalle altre, ma danno informazioni di natura diversa.1 edizione Oscar classici greci e latini aprile 1991Prima edizione 1969
  • 132. Non sono formulazioni di edizioni...Edizione critica a cura di Giorgio GrilloEdizione integrale bilingueEdizione per violoncello e pianoforteEdizione speciale per il Corriere della Sera
  • 133. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneComprende• l’indicazione del luogo (o dei luoghi) di pubblicazione,• il nome dell’editore (o di una o più figure connesse con la realizzazione o la diffusione della pubblicazione),• la data di pubblicazione• in alcuni casi, gli elementi corrispondenti che riguardano la produzione materiale (p.es. la stampa).
  • 134. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• Luogo di pubblicazione : editore ; luogo di pubblicazione relativo al secondo editore : secondo editore, data di pubblicazione• Luogo di pubblicazione : editore, data di pubblicazione (Luogo di stampa : tipografo)• Luogo di pubblicazione : editore, data di pubblicazione (Luogo di stampa : tipografo, data di stampa)
  • 135. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneGli elementi dell’area si riportano come compaiono nella pubblicazione, salvo:a) omissioni nel nome dell’editore o in espressioni che accompagnano altri elementi dell’area, come indicato nelle norme che seguono;b) l’impiego delle cifre arabe per l’anno di pubblicazione, se espresso secondo l’era cristiana.
  • 136. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• London• Reggio d’Emilia• In Spoleto• In Civitate Vaticana
  • 137. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• Pisa(sul frontespizio il nome della città compare legato a quello dell’editore: Giardini editori e stampatori in Pisa)• [Modena](il luogo di pubblicazione non compare nelle fonti prescritte ma è implicito nell’indicazione dell’editore, presente sul frontespizio: Comune di Modena)
  • 138. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• Cambridge (Mass.)• Cambridge (Massachusetts)• Roma ; Bari• Berlin [etc.]
  • 139. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• London & New York• [Venezia?]• [Italia]• [Olanda?](paese di pubblicazione probabile)• [S.l.]
  • 140. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneEditore: si possono omettere:a) prenomi o titoli che accompagnano il cognome dell’editore, se non sono necessari per distinguere omonimi e la casa editrice è sicuramente identificabile con il solo cognome;
  • 141. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneb) le parole editore, edizioni o casa editrice e le espressioni equivalenti in qualsiasi lingua, se non sono indispensabili (p.es. se la denominazione è in forma aggettivale o risulterebbe comunque incompleta o poco riconoscibile);c) indicazioni di forma giuridica e altre espressioni che non abbiano funzione distintiva.
  • 142. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• Torino : Fratelli Bocca(sul frontespizio compare l’indicazione Fratelli Bocca, editori)• Milano : Mondadori(forma usata abitualmente dalla Arnoldo Mondadori editore s.p.a.)• Milano : Bruno Mondadori• Firenze : presso la Biblioteca
  • 143. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• Roma : Associazione italiana biblioteche(il nome dell’ente compare in testa al frontespizio, mentre in basso compaiono la città e l’indirizzo)• Milano : Mondadori ; [Firenze] : Regione Toscana• In Firenze : [s.n.]
  • 144. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneData di pubblicazione• 2007(sul verso del frontespizio compare l’indicazione Prima edizione: settembre 2007)• 1637(sul frontespizio: Stampato l’anno M.D.C.XXXVII)• anno XII dell’E. F. [1933/1934](l’espressione si può riportare in forma abbreviata)
  • 145. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneIn mancanza di data di pubblicazione:a) se compaiono una data di copyright e una data di stampa o manifattura coincidenti, l’anno si riporta come data di pubblicazione senza ulteriori specificazioni;1998 (pubblicazione in cui compaiono una data di copyright e una data di stampa coincidenti)
  • 146. Area della pubblicazione,produzione e distribuzioneb) se compare solo una data di copyright oppure una data di stampa o manifattura la si riporta senza ulteriori specificazioni, se presumibilmente corrisponde alla data di pubblicazione effettiva;1981 (pubblicazione in cui compare solo una data di copyright che si può considerare equivalente a una data di pubblicazione)
  • 147. Area della pubblicazione,produzione e distribuzionec) se compaiono una data di copyright e una datadi stampa o manifattura non coincidenti, siriporta come data di pubblicazione quella dicopyright (senza ulteriori specificazioni) e la si faseguire da quella di stampa o manifattura,indicata come tale (par. 4.4.5.2).1981 (stampa 1980)
  • 148. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione[1997](data certa, per il catalogo di una mostra realizzatoe diffuso per l’occasione)[1855?]In area 7: Data desunta dalla dedica[dopo il 1981](termine temporale per un compact disc musicaleche riporta solo una data phonogram 1979, nonapplicabile all’edizione su questo supporto, e non èdatabile in modo più preciso)
  • 149. Area della pubblicazione,produzione e distribuzione• [195-?](indicazione del probabile decennio di pubblicazione)• [tra 1805 e 1815]• [1848 o 1849]• [1850 circa]• [19--]• [16--?]• 1979-1983• 1976 (stampa 1978)
  • 150. Area 5 Area della descrizionefisicaPuò essere omessa per le pubblicazioni elettroniche remote.È necessario verificare se la pubblicazione è in un’unità (caso che si verifica anche per pubblicazioni con allegati, parti staccate non autonome, contenitori o custodie) La pubblicazione è in più unità.Se una pubblicazione è costituita da parti staccate ma può essere descritta con un termine unico e appropriato (cartella di documenti, puzzle, kit) si usa questo.
  • 151. Designazione specifica delmateriale XIII, 185 p. 400, [98] p. [498] p. 1 volume (paginazione varia) volume [per pubblicazioni in più unità in corso] 3 volumi in 5 [I, II.1, II.2, III.1, III,2] 1 manifesto 1 volume (a fogli mobili)
  • 152. Designazione specifica delmateriale 1 puzzle (1000 pezzi) 1 testo elettronico (pdf) (24 p., 48 kB) 1 compact disc (mp3) (73 min) 1 carta (jpeg) (13 MB, 6516x9072 pixel)
  • 153. 1 volume (47 p.), 1 cartella (180 carte)1 volume, 1 videocassetta [se le due unità poi sono descritte singolarmente]1 volume (255 p.), 1 videocassetta (VHS) (60 min) In area 7: Videocassetta: b/n con sequenze color., sonoro [se le due unità sono descritte insieme]
  • 154. Tavole93 p., 16 p. di tav. in parte ripiegate[12], 478, [2] p., [20] carte di tav. di cui 1 ripiegata1223 p., 2 carte geografiche [se tavole e carte sono dello stesso genere]
  • 155. IllustrazioniXV, 123 p. : ill.in gran parte ill.2 ill.fumetticarte geograficheill. color.ill. b/n
  • 156. Videoregistrazioni1 videocassetta (VHS) (67 min) : b/n, muto1 DVD-Video (108 min) : color., sonoro
  • 157. DimensioniMisura dell’esemplare della pubblicazione nel suo stato originale.Si escludono contenitori dai quali la risorsa può essere estratta (volendo si riporta in nota)Sotto ai10 cm si esprimono in mmVariazioni delle dimensioni da segnalare solo se di almeno 3 cmSe le risorse sono in un contenitore che differisce notevolmente, non per spessore ma per altezza, dalle risorse si può riportare questa indicazione
  • 158. Allegatointrodotto dal +• designazione specifica del materiale ▫ con ev. un’espressione• parola o espressione adeguata
  • 159. Allegato24 cm + 1 carta geografica+ 1 videocassetta+ 1 guida dell’insegnante+ 1 panetto di das+ 2 fascicoli + 1 cuffia stereo per microfono
  • 160. 3 volumi ; 92 mm5 volumi ; 27 cm [i primi 3 volumi sono 25,3 gli altri 2 sono 26,4]5 volumi ; 24 cmIn area 7: Vol. 5: 27 cm2 volumi ; 27-30 cm6 CD-ROM : color., sonoro ; 12 cm, in contenitore 27 cm
  • 161. VideoregistrazioniNon si indicano le dimensioni standard di audiocassette, videocassette, audiocartuccePer i dischi si indica il diametro senza l’indicazione diam.1 DVD-ROM ; 8 cm
  • 162. Area 6 Area della collezioneL’area della collezione può comprendere una o piùindicazioni di collezione e l’eventuale numerazioneall’interno della collezione.La numerazione si riporta in cifre arabe.
  • 163. Area 6 Area della collezioneL’area 6 è racchiusa tra _()_(Titolo della collezione ; numero)(Titolo della collezione : complemento del titolo ;numero)(Titolo della collezione / indicazione di responsabilità)(Titolo della collezione) (Titolo di un’altra collezione)(Titolo comune. Titolo dipendente)
  • 164. Area 6 Area della collezioneSi esclude generalmente il termine collana, serie, ecc.Ma…Serie giallaI libri di Giorgio ScerbanencoPubblicazioni dell’Istituto per l’OrienteLe garzantine
  • 165. Area 6 Area della collezioneBiblioteca storica toscana. Sezione di storia delRisorgimentoHeuresis. 1, Quaderni di Schede umanisticheI quaderni della Biblioteca nazionale di Napoli. Serie 7Manuali e saggi di bibliografia. 2. serieMa… 4.6.1.2 C. e 4.6.1.2 D.
  • 166. Area 6 Area della collezioneI capolavori : collezione per ragazziClassici italiani commentati / scelti da Bruna CordatiStudi / Istituto Nazionale di studi sul Rinascimento
  • 167. Area 6 Area della collezioneBiblioteca Riccardiana ; 6 [i.e. 7]Biblioteca universale Rizzoli ; 678-683 2 volumi contrassegnati da 678-680 e 681-683Bibliografia e biblioteconomia ; 4 … 10 4 volumi con numeri non consecutivi
  • 168. Area 6 Area della collezione4.6.5.3. Se la pubblicazione è numerata sia nellacollezione principale sia in una sottocollezione osezione ciascuna numerazione si riporta dopo il titoloa cui si riferisce.Millennio medievale ; 43. Testi ; 11Einaudi tascabili ; 457. Stile libero
  • 169. Area 6 Area della collezionePiù collezioni(Studi e testi ; 373) (Studi e documenti sullaformazione della Biblioteca Apostolica Vaticana ; 3)(Prime lezioni) (Universale Laterza ; 811)
  • 170. Area 7 Area delle noteNote di relazioni con altre pubblicazioni (con collegamento alla registrazione di riferimento)Note relative alle traduzioni o al titolo originale dell’opera Traduzione di: L.A. ConfidentialNote sulla natura, genere, carattere e occasione della pubblicazione Statuto e documenti [tit: Associazione dei bibliotecari italiani] Programma di sala, senza il testo del dramma [titolo dell’opera lirica] Antologia
  • 171. Area 7 Area delle noteLe note nella loro sequenza seguono quella dell’area alla quale si riferiscono
  • 172. Area 7 Area delle noteNote sulla relazione con altre opereNote relative alla lingua Sottotitoli in ingleseLingue: inglese (Dolby digital 4.0, 3.0 stereo), italiano, francese, spagnolo, tedesco (Dolby digital 2.0); sottotitoli anche in: ceco, croato, danese, ebraico, finlandese, greco, islandese, norvegese, olandese, polacco, svedese, turco, inglese e tedesco per non udenti
  • 173. Note relative alla descrizione fisica Requisiti: Pentium II 450 MHz; 64 MB RAM; Windows 98 SE/2000/ME/XP; lettore di CD-ROM 36x; casse o cuffie audio; scheda grafica SVGA 8 MB RAM a migliaia di colori; scheda audio compatibile con DirectSound Codice area: 2; PAL; panoramico 2.35:1, anamorfico 16:9; Dolby digital surround 5.1Note relative alla disponibilità Edizione fuori commercio
  • 174. Parte II: Opere ed espressioniCapitolo 8: Definizione di operaAnche come… ▫ frutto di collaborazione o di attività particolari ▫ raccolte ▫ parti di opera ▫ contributi subordinati e aggiuntiviE definizione di espressione
  • 175. OperaCreazione intellettuale o artistica rappresentata da un testo, una musica o un’altra forma di espressione (un film, un balletto, ecc.) o da un oggetto materiale o un manufatto (un disegno, una scultura, ecc.)
  • 176. OperaSono comprese le opere concepite e pubblicate in una sola unità o destinate a essere completate in un numero determinato di parti separate e quelle pubblicate senza un termine definito (periodici o collezioni), concluse o in corso, di qualsiasi genere (testuali, musicali, grafiche, audiovisive, ecc.).
  • 177. OperaNon deve avere necessariamente carattere di originalità o può essere costituita da una raccoltaCorpus ChristianorumPoesia italiana del Novecento
  • 178. OperaPuò essere il risultato di una collaborazione o di una attività artistica particolareAstérix chez les belges / texte de Goscinny ; dessins de UderzoEnciclopedia italiana di scienze, lettere ed artiMina canta i Beatles
  • 179. EspressioneLa specifica forma intellettuale o artistica che un’opera ha assunto in una sua particolare realizzazione.Tutte le realizzazioni di un’opera che comportano differenze nel contenuto (testuale, musicale, visivo, sonoro, ecc.) si possono considerare espressioni distinte
  • 180. Espressionepoiché differenze anche minime si riscontrano quasi sempre […] è opportuno considerare come espressioni distinte soltanto le realizzazioni o famiglie di realizzazioni affini, anche se non identiche, che sono praticamente e utilmente identificabili nel catalogo. REICAT 8.2.1
  • 181. Espressioni distintePer REICAT sonole espressioni esplicitamente distinte nella pubblicazione stessa (p.es. dall’indicazione di edizione);le espressioni che possono essere distinte sulla base di caratteristiche evidenti della pubblicazione (p.es. la lingua del testo o la forma di realizzazione o rappresentazione);
  • 182. Espressioni distinte Per REICAT sono le espressioni stabilmente identificate nella letteratura secondaria (p.es. le principali versioni della Bibbia o le redazioni diverse di opere classiche); le espressioni caratterizzate da altri elementi di notevole rilevanza per gli utenti e agevolmente determinabili (p.es. testi integrali e testi evidentemente non integrali, testi originali di provvedimenti legislativi e testi aggiornati o vigenti a una determinata data).
  • 183. Parte II: Opere ed espressioniI titoli delle opere sono soggetti a controllo di autoritàAspirazione a realizzare uno strumento dinformazione coerente e controllato di tutte le opere che sono registrate nei cataloghi.
  • 184. Raccolte di opereUn’opera non deve avere necessariamente carattere di originalitàPurchè abbia un titolo che la identifichi può anche essere il risultato dell’unione di opere preesistenti, loro parti o informazioni di dominio pubblico
  • 185. Raccolte di opere Una raccolta di opere di autori diversi o anonime si considera un’opera unitaria, ai fini catalografici, quando è identificata nel suo complesso da un titolo Logaritmi : tavole logaritmiche, trigonometriche, aritmetiche In treno : orario ufficiale delle Ferrovie dello Stato Corpus Christianorum03/05/09
  • 186. Opera in più espressionirappresentano la medesima opera tutte le realizzazioni che, secondo le norme, sono considerate versioni o modificazioni (espressioni) che non danno origine a un’opera nuova, distinta da quella preesistente
  • 187. Opera in più espressioni un’opera può essere rappresentata da più espressioni, realizzate dall’autore (o dagli autori) che l’hanno concepita o da altri, e ogni espressione può essere registrata o riprodotta e messa a disposizione in una o più pubblicazioni diverse (edizioni o manifestazioni)03/05/09
  • 188. Famiglia delle opere di Barbara Tillett
  • 189. Parte II: Opere ed espressioniCapitolo 9: Titoli uniformiDefinizioneSceltaQualificazioniAggiunte convenzionali (servono per identificare le diverse espressioni di una stessa opera)
  • 190. Titolo uniformeIl titolo uniforme è il titolo con il quale un’opera o una sua parte viene identificata ai fini catalografici.Generalmente coincide con uno dei titoli presenti nelle pubblicazioni o con quello tradizionalmente più usato. In particolari circostanze, può anche essere formulato dal catalogatore.
  • 191. Titolo uniformeOgni opera è identificata nel catalogo tramite un titolo uniforme Orlando furioso Costituzione della Repubblica italiana Manuale dell’ingegnere Corriere della sera Paperinik e altri supereroi
  • 192. Titolo uniforme Il titolo uniforme serve per • Identificare l’opera • Raggruppare le diverse edizioni • Presentare i dati in maniera ordinata e strutturata nel catalogo • Segnalare la relazione tra le opere03/05/09
  • 193. • Se un’opera è conosciuta con più titoli, o più forme di un titolo, se ne adotta uno solo.• Titoli identici si distinguono mediante qualificazioni o altri elementi, quando non è sufficiente l’intestazione principale.• Nel caso di opere di cui si conosca una sola edizione, con un titolo idoneo a identificarle, il titolo della pubblicazione può essere usato anche come titolo uniforme.
  • 194. I titoli collettivi uniformio titoli uniformi convenzionali, sono titoli diraggruppamento formulati dal catalogatore inmaniera normalizzata per registrare eorganizzare nel catalogo raccolte di opere di unostesso autore oppure più opere o pubblicazioniindipendenti che sia opportuno trattarecollettivamente o collegare tra loro.
  • 195. Scelta del titolo uniforme• Titolo prevalentemente usatoLe avventure di Pinocchio< Pinocchio< Storia di un burattino
  • 196. Scelta del titolo uniformeIl coraggio di sfidare la mafia< Faccia a faccia con la mafia(titolo usato nella prima edizione dell’opera di GigiMoncalvo, sostituito dall’altro nella successiva edizionedello stesso anno)Le minoranze nazionali in Europa< La guerra è qui(titoli di due edizioni o tirature della stessa opera,pubblicate senza data probabilmente nel 1984)
  • 197. Scelta del titolo uniforme• Per le opere antiche, medievali o comunque note con titoli tradizionali o designazioni convenzionali, questo si utilizza come titolo uniforme, anche se non prevale nelle edizioni.Satyricon< Satyrica< Satiricon< Le Satire
  • 198. Scelta del titolo uniforme• Forme varianti di un titolo sono quelle in lingue o scritture diverse o con variazioni grafiche o dovute a erroriVojna i mir = Война и мир< Guerra e pace< La guerra e la paceIl sogno della camera rossa< Honglou meng(titolo originale trascritto in alfabeto latino)< Hong lou meng
  • 199. Scelta del titolo uniforme• Parti di opere, opere che si riferiscono ad altre e opere che rientrano in cicli o serieDivina Commedia. Paradiso< ParadisoThe lord of the rings. 2, The two towers(la trilogia di Tolkien, uscita in parti successive, è in genere pubblicata per intero, in uno o più volumi)< The two towers< Il signore degli anelli. 2, Le due torri< Le due torri
  • 200. Come registrare il titolo uniforme• SigleDOP : Dizionario d’ortografia e di pronunzia(opera pubblicata inizialmente con il titolo per esteso e nelle edizioni successive con la sigla, seguita dal titolo per esteso)< Dizionario d’ortografia e di pronunziaRegole italiane di catalogazione per autori< RICA(la sigla non figura nell’edizione dell’opera ma è usata comunemente negli scritti su di essa)
  • 201. Come registrare il titolo uniforme• Articoli, numeri, eccUn anno sull’altipianoNineteen eighty-four(titolo prevalentemente usato nelle edizioni in lingua originale del romanzo)< 1984< Millenovecentottantaquattro8 1/2(titolo prevalentemente usato nelle edizioni del film)< Otto e mezzo
  • 202. Come registrare il titolo uniforme• QualificazioniLa passione di Gesù Cristo <dramma>La passione di Gesù Cristo <sacra rappresentazione>Ettore Fieramosca / Azeglio, Massimo d’Ettore Fieramosca / Borioli, UmbertoCodice di procedura penale <1931>Codice di procedura penale <1988>
  • 203. Come registrare il titolo uniformeStudi di storia dell’arte / Ferrari, Maria LuisaStudi di storia dell’arte <All’insegna del Pesce d’oro>(collezione)Studi di storia dell’arte <Istituto italiano per gli studifilosofici> (collezione)Studi di storia dell’arte <periodico>
  • 204. Titoli collettivi uniformiSi usano per•Raccolte di opere di un autore•Raccolte di opere di due o tre autori che sianoalmeno in parte in collaborazione[Opere][Opere. Poesia][Opere] (antologie)
  • 205. Ma...Se la raccolta è citata con un titolotradizionale ed è pubblicata dallo stessoautore come un’opera particolare con untitolo che la identifica, si considera comeun’opera singola
  • 206. Opere/PubblicazioniCaso 1: Stesso autore/iCaso 2: Raccolte di autori diversi o anomini con titolo d’insiemeCaso 3: Più opere senza titolo d’insieme
  • 207. Opere/Pubblicazioni Caso 1: Stesso autore/iCaso 2: Raccolte di autori diversi o anomini con titolo d’insiemeCaso 3: Più opere di autori diversi senza titolo d’insieme
  • 208. Opere/PubblicazioniCaso 1: Stesso autore/i• Pubblicazioni che contengono una sola opera• Pubblicazioni che contengono più parti di un’opera• Pubblicazioni che contengono più opere
  • 209. Pubblicazioni con una sola opera (oparte di essa)Scelta del titolo uniformeLa monaca di Monza / Alessandro Manzonit.u. Fermo e Lucia. La monaca di MonzaLa morte di Ettore : (Iliade XXII) / Omero(contiene il testo greco e la traduzione italiana)t.u. Ilias. Libro 22altro t.u. con aggiunte Ilias. Libro 22 (in italiano)
  • 210. Pubblicazioni con più parti di un’opera Tre possibilità: Il libro primo e il secondo dell’Eneida di Virgilio / ridotti in ottava rima da Giovanni Andrea dell’Anguillara t.u. con aggiunte Aeneis. Libri 1-2 (in italiano) Ester e Rut : due libri della Bibbia (le parti non possono essere indicate cumulativamente) t.u. con aggiunte Bibbia. Antico Testamento. Ester (in italiano) t.u. con aggiunte Bibbia. Antico Testamento. Rut (in italiano) Boccaccio / a cura di Annamaria Andreoli e Gabriella Magni (passi scelti dal Decameron)
  • 211. Pubblicazioni con più opereSe fino a 3 opere (o parti) con o senza titolo d’insieme:Tre commedie / Eduardo De Filippo(contiene Le bugie con le gambe lunghe, La grande magia, Bene mio e core mio)t.u. Le bugie con le gambe lunghet.u. La grande magiat.u. Bene mio e core mioI diari della grande guerra : Kobilek e La ritirata del Friuli, con i taccuini inediti / Ardengo Sofficit.u. Kobilekt.u. La ritirata del Friuli
  • 212. Pubblicazioni con più operePiù di 3 opere (o parti) con o senza titolo d’insieme si usa il titolo collettivo uniforme.Per conoscere Ungaretti : antologia delle operet.coll.u. con aggiunte [Opere] (antologie)L’opera completa di Leonardo pittoret.coll.u. [Opere. Pittura]
  • 213. Pubblicazioni con più opereAlcune poesie di Hölderlin / tradotte da Gianfranco Continit.coll.u. con aggiunte [Opere. Poesia] (in italiano ; antologie)L’arte della conversazione / Peter Burke(traduzione parziale con aggiunta di due altri scritti dello stesso autore, di cui non si dà indicazione sul frontespizio)t.u. con aggiunte The art of conversation (in italiano)
  • 214. Opere/PubblicazioniCaso 1: Stesso autore/i Caso 2: Raccolte di autori diversi o anomini con titolo d’insiemeCaso 3: Più opere di autori diversi senza titolo d’insieme
  • 215. Opere/PubblicazioniCaso 2: Raccolte di autori diversi o anomini con titolo d’insieme• Il titolo uniforme è il titolo della raccolta• Alle opere contenute si possono assegnare ulteriori titoli uniformi, se poco numerose o pubblicate anche autonomamente.• Obbligatori i titoli uniformi per le opere che corrispondono a un’intera unità fisica separata della pubblicazione e per quelle indicate nella fonte primaria (fino a tre)
  • 216. Opere/PubblicazioniPoeti del Duecento / a cura di Gianfranco Continit.u. Poeti del DuecentoInezie : 3 pezzi di teatro americano(raccolta di tre opere in traduzione italiana: contiene Inezie di Susan Glaspell, Aria da capo di Edna St. Vincent Millay eMacchinale di Sophie Treadwell)t.u. Ineziet.u. con aggiunte Trifles (in italiano)t.u. con aggiunte Aria da capo (in italiano)t.u. con aggiunte Machinal (in italiano)
  • 217. Opere/PubblicazioniCaso 1: Stesso autore/iCaso 2: Raccolte di autori diversi o anomini con titolo d’insieme Caso 3: Più opere di autori diversi senza titolo d’insieme
  • 218. Opere/PubblicazioniCaso 3: Più opere di autori diversi senza titolo d’insieme• Sempre titolo uniforme per la prima opera citata (o quella con maggior rilievo)• Se vi sono 2 o 3 opere si assegnano i rispettivi titoli uniformi.• Se sono più di 3 o hanno un carattere aggiuntivo, l’assegnazione dei titoli uniformi è facoltativa
  • 219. Opere/PubblicazioniVocali / Umberto Eco. Soluzioni felici / Paolo Domenico Malvinni (pubblicazione bifronte)t.u. Vocalit.u. Soluzioni feliciLa giòstra a pé ’nt ël cul / Oscar Barile. La sposa dël tecc ross / Remigio Bertolino. La ca dla rol / Antonio Borghese (Tòni Borghèis). Ciau pais / Marco Gosso(raccolta di quattro opere, elencate sul frontespizio)t.u. La giòstra a pé ’nt ël cult.u. (facolt.) La sposa dël tecc rosst.u. (facolt.) La ca dla rolt.u. (facolt.) Ciau pais
  • 220. Opere/PubblicazioniLettere di Tullio Crali, Valentino Danieli, Fortunato Depero ... (1929-1939) / a cura di Danilo Presotto(raccolta di lettere di numerosi artisti, elencati sul frontespizio, senza un titolo d’insieme significativo)t.coll.u. [Opere. Lettere e carteggi] / Crali, Tulliot.coll.u. facoltativi per gli altri autoriEdizione critica delle rime del canzoniere di Ludovico Ariosto : tesi di dottorato / di Maria Finazzi ; tutore S. Albonico (tesi di dottorato di ricerca, che comprende il testo oggetto del lavoro)t.u. Edizione critica delle rime del canzoniere di Ludovico Ariostot.u. Rime / Ariosto, Ludovico
  • 221. Contributi subordinati aggiuntivi• Introduzioni, prefazioni, note introduttive, saggi o studi di accompagnamento, commenti o annotazioni a un testo; appendici, supplementi, bibliografie, indici, etc. che accompagnano un testo o un altro genere di opera.
  • 222. Contributi subordinati aggiuntivi• I contributi subordinati o aggiuntivi che sono indicati con il loro titolo nella fonte primaria si registrano autonomamente se questo è sufficiente a identificarli.• Se non vi figurano o sono indicati genericamente la loro registrazione è facoltativa
  • 223. Opera in più espressioni • Distinguere espressioni di una stessa opera da opere nuove • Identificare la tipologia di espressione
  • 224. Opera in più espressioni Rappresentano la medesima opera tutte le realizzazioni che, secondo le norme, sono considerate versioni o modificazioni (espressioni) che non danno origine a un’opera nuova, distinta da quella preesistente.
  • 225. Opera in più espressioni Un’opera può essere rappresentata da più espressioni •realizzate dall’autore (o dagli autori) che l’hanno concepita •o da altri.
  • 226. Titolo uniforme con aggiunte Nel catalogo l’espressione si identifica tramite l’aggiunta di qualificazioni al titolo uniforme Queste aggiunte convenzionali sono relative a caratteristiche salienti di espressioni o famiglie di espressioni di un’opera (tipo di espressione o versione, lingua, ecc.) formulate dal catalogatore in maniera normalizzata.
  • 227. Espressioni distinte 1/2 Possono essere identificate e distinte come espressioni diverse della stessa opera, di norma: ▫ le espressioni esplicitamente distinte nella pubblicazione stessa (ad es. l’indicazione di edizione); ▫ le espressioni che possono essere distinte sulla base di caratteristiche evidenti della pubblicazione (p.es. la lingua o la forma di
  • 228. Espressioni distinte 2/2 ▫ le espressioni identificate nella letteratura (p.es. le redazioni diverse di opere classiche); ▫ le espressioni caratterizzate da altri elementi di notevole rilevanza per gli utenti e agevolmente determinabili (p.es. testi integrali, testi originali, ecc.).
  • 229. Rappresentazioni ed esecuzioni Nell’ambito delle arti dello spettacolo, le rappresentazioni teatrali ed esecuzioni di musica classica sono generalmente considerate espressioni di un’opera preesistente. Spettacoli teatrali o musicali contemporanei (o registrazioni sonore o visive realizzate appositamente) possono spesso essere considerati come nuove opere.
  • 230. Rappresentazioni ed esecuzioni I testi, le musiche ed eventuali altri materiali utilizzati per lo spettacolo (o per l’audio o videoregistrazione) vanno considerati come opere distinte e correlate, analogamente alla sceneggiatura per un film.
  • 231. Espressioni - Traduzioni Si indica la lingua, anche se è una forma antica Bibbia (in francese, francese antico) Metamorphoses (in inglese, medio inglese) Bibbia. Nuovo Testamento. Vangeli (in tedesco, alto tedesco antico) Pèlerinage de Charlemagne (in francese moderno)
  • 232. Espressioni - Forma di realizzazione (audioregistrazioni) per le registrazioni sonore di testi o musiche scritte (braille) per le pubblicazioni in braille (risorse elettroniche) per le versioni elettroniche di opere realizzate originariamente in altra forma (generalmente come testi a stampa o opere grafiche), escluse le audioregistrazioni o videoregistrazioni anche se realizzate con tecnologie elettroniche o digitali (videoregistrazioni) per le registrazioni che comprendono immagini e sonoro (di letture di testi scritti, esecuzioni di musica, rappresentazioni di opere drammatiche, etc.)
  • 233. Espressioni - Forma di realizzazione Bibbia (titolo uniforme per l’opera) Bibbia (in italiano ; braille) (titolo uniforme con aggiunta della lingua e del mezzo) Così fan tutte (titolo uniforme per la partitura dell’opera di Mozart) Così fan tutte (audioregistrazioni) Così fan tutte (videoregistrazioni)
  • 234. Espressioni - Antologie Se la pubblicazione non contiene l’intera opera ma una scelta di più di tre sue parti o brani, che non possono essere indicati cumulativamente, si aggiunge al titolo uniforme l’indicazione (antologie) Corano (in italiano ; antologie) Encyclopédie, ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers (in italiano ; antologie) West side story (audioregistrazioni ; antologie)
  • 235. Espressioni - Versioni abbreviate Storia del teatro drammatico / Silvio D’Amico. – Ed. ridotta / a cura di Alessandro D’Amico t.u. Storia del teatro drammatico Profili istituzionali di diritto pubblico / Francesco Brignola. – 5ª ed. (editio minor) t.u. Profili istituzionali di diritto pubblico Classificazione decimale Dewey ridotta / ideata da Melvil Dewey. – Ed. 12, ed. italiana / a cura di Daniele Danesi t.u. con aggiunte Dewey decimal classification and relative index (in italiano)
  • 236. Espressioni - Versioni accresciute BNI : Bibliografia nazionale italiana (versione cumulativa su CD-ROM della bibliografia mensile) t.u. con aggiunte Bibliografia nazionale italiana (risorse elettroniche) World guide to libraries. – 9th ed. (repertorio pubblicato con questo titolo dalla 5ª edizione, del 1980; in precedenza il titolo inglese figurava come titolo parallelo dopo il titolo in tedesco: Internationales Bibliotheksadreßbuch nella prima edizione, del 1966, e Internationales Bibliotheks-Handbuch dalla 2ª edizione, del 1968, in poi) t.u. World guide to libraries < Internationales Bibliotheksadreßbuch < Internationales Bibliotheks-Handbuch
  • 237. Espressioni - Traduzioni Funzioni e oggetti della catalogazione per autore e titolo : un contributo alla teoria della catalogazione / Ákos Domanovszky ; edizione italiana a cura di Mauro Guerrini ; traduzione di Barbara Patui, Carlo Bianchini e Pino Buizza t.u. con aggiunte Functions and objects of author and title cataloguing (in italiano) Il Paradiso perduto / di Giovanni Milton ; recato dallo sciolto inglese nella nostra ottava rima da Lorenzo Mancini t.u. con aggiunte Paradise lost (in italiano) L’epopea di Gilgamesh (l’Avvertenza indica che si tratta di una “libera traduzione”, in prosa, del poema accadico) t.u. con aggiunte Gilgameš (in italiano)
  • 238. Versioni per modalità diverse di fruizione Uno, nessuno e centomila / Luigi Pirandello (trascrizione dell’opera in braille) t.u. con aggiunte Uno, nessuno e centomila (braille) Harry Potter e la pietra filosofale : l’audiolibro / J. K. Rowling ; [letto e interpretato da] Giorgio Scaramuzzino (edizione su 8 CD) t.u. con aggiunte Harry Potter and the philosopher’s stone (in italiano ; audioregistrazioni) Gassman legge Dante / regia Rubino Rubini (lettura di una scelta di canti della Divina Commedia, in tre videocassette) t.u. con aggiunte Divina Commedia (videoregistrazioni ; antologie)
  • 239. REICAT - Relazioni di responsabilità Per responsabilità, ai fini catalografici, si intende la relazione che lega un’opera o una delle sue espressioni a una o più persone o enti che l’hanno concepita, composta, realizzata, modificata o eseguita. Sono compresi le persone e gli enti che hanno assunto formalmente queste responsabilità pur non avendo svolto le relative attività.
  • 240. E’ possibile attribuire anche laresponsabilità per la pubblicazione o produzione materiale (libro antico e musica)responsabilità per i singoli esemplari (libro antico o materiale di pregio)
  • 241. La responsabilità può essere:a livello di opera (concezione, composizione e realizzazione della forma originale)a livello di espressione (edizioni rivedute o aggiornate, traduzioni, esecuzioni, rappresentazioni, ecc). Ma attenzione a opere incompiute, traduzioni prima dell’originale, ecc
  • 242. Le responsabilità per la concezione, composizione e realizzazione sono di autori.Vi sono autori e coautori (es. Fruttero e Lucentini)Autori principali e collaboratori (rilievo differente).Vi sono anche responsabilità per cura o direzione o per raccolta.
  • 243. Responsabilità per l’opera a) responsabilità principale (o primaria), per la persona o l’ente che è l’unico o il principale autore dell’opera, o il primo tra non più di tre coautori; b) responsabilità coordinata, per le persone o enti che hanno pari responsabilità per l’opera rispetto alla persona o ente a cui è assegnata la responsabilità principale;
  • 244. Responsabilità per l’opera c) responsabilità secondaria (o subordinata), per le persone o enti che hanno per l’opera una responsabilità di grado inferiore rispetto alle precedenti (curatori, direttori, etc.), una responsabilità condivisa tra più di tre coautori oppure una responsabilità incerta o attribuita erroneamente. Le responsabilità per particolari espressioni sono considerate sempre secondarie.
  • 245. Forma dell’intestazione - Persone Il criterio generale è quello di utilizzare la forma con la quale una persona è generalmente identificata, anche se si tratta di uno pseudonimo (15.1.1.1A) anche collettivo (15.1.1.2) di una designazione tradizionale (15.1.1.3)
  • 246. Forma dell’intestazione - Persone Se ha cambiato nome si sceglie (15.1.2.) • l’ultimo rispettando la volontà dell’autore • per sovrani o capi di gruppi religiosi si sceglie il nome preso per la carica facendo rinvio dalle altre forme
  • 247. Forma dell’intestazione - Persone Nel caso di varianti linguistiche si usa • La forma nella lingua più comune • Per gli autori classici, la forma in latino, se usata • Per gli umanisti si veda 15.1.3.1 C e D Nel caso di nomi in alfabeti diversi da quello latino si usa • La forma originale con traslitterazione (=) a meno che non abbiano un nome in alfabeto latino ben conosciuto (es. Avicenna)
  • 248. Possibilità di creare forme parallele Homerus < Homīros = ‘Ομηρος15.2.2.1 D. Nomi in lingue orientali che si presentano come Cognome Nome Mao Zedong = 毛泽东
  • 249. Forma dell’intestazione - Persone Per varianti di completezza si usa la forma più diffusa nelle pubblicazioni Wodehouse, P.G. < Wodehouse, Pelham Grenville
  • 250. Forma dell’intestazione - Persone L’ordine degli elementi deve seguire la consuetudine della persona, del suo paese e della sua epoca. Forma diretta Piero della Francesca Ioannes Paulus I, papa Forma inversa Petrarca, Francesco
  • 251. Definizione di ente Un ente è un’organizzazione, un’istituzione o un gruppo di persone anche a carattere temporaneo o occasionale che assume, ufficialmente o nelle sue attività, un particolare nome o denominazione con cui si identifica.
  • 252. Definizione di ente Enti territoriali (autorità politiche e amministrative) e loro organi Italia. Ministero degli affari esteri - Venezia <Provincia> - Sanremo < San Remo - Italia. Senato. Biblioteca Organizzazioni internazionali FAO < Food and Agriculture Organization of the United Nations Enti religiosi Church of England < Chiesa anglicana Associazioni Censis < Centro studi investimenti sociali - Aziende
  • 253. Definizione di ente Gruppi letterari, artistici e musicali Gruppo 63 - The Beatles - Simon & Garfunkel <gruppo musicale> Congressi Congresso nazionale di diritto del lavoro, 5. <1975 ; Milano> - Incontro delle fondazioni culturali europee <1993 ; Roma> - Tavola rotonda sul tema: Ricupero e valorizzazione dei piccoli centri storici - Giornate mediche di Montecatini, 21. <1982> Esposizioni Mostra antologica di Lorenzo Viani (1882-1936) <1973-1974 ; Bologna> Fiere Fiera di Milano < Fiera campionaria di Milano
  • 254. 16.1.6. Enti a carattere occasionale un congresso, un’esposizione o una manifestazione d’altro genere che si svolge in un periodo di tempo ben definito, normalmente prefissato, e che si presenta con un nome con il quale si identifica. Non si trattano come enti a carattere occasionale, le esposizioni degli enti espositivi permanenti e le fiere, i festival, i premi o concorsi e altre manifestazioni o eventi tenuti con una stessa denominazione (o sue varianti) nella stessa località, di solito periodicamente e ad opera di un ente apposito o comunque di un’organizzazione stabile.
  • 255. Forma dell’intestazione - enti 16.1.1. Nome prevalentemente usato Biblioteca civica di Rovereto Biblioteca nazionale centrale di Roma 16.1.5.5 B. Congregazioni, tribunali, pontifici consigli, commissioni e comitati e gli altri uffici e organismi della Curia romana, le nunziature, internunziature e delegazioni apostoliche della Santa Sede si registrano come sottointestazione di Chiesa cattolica
  • 256. 16.1.5.3. Circoscrizioni ecclesiastiche ed enti religiosi con competenza territoriale Arcidiocesi di Milano < Diocesi di Milano < Archidiocesi di Milano < Milano <Diocesi>16.1.5.4. Istituzioni religiose locali  Abbazia di Montecassino < Montecassino <Abbazia>
  • 257. 16.1.6.3. Numero ordinale e qualificazioni degli enti a carattere occasionale Giornate lincee indette in occasione del 1° centenario della morte di Darwin, 2 <1982 ; Roma>
  • 258. Responsabilità per l’opera REICAT presenta i tradizionali casi catalografici (un autore, autore fittizio, opere in collaborazione, opere di enti, ecc) assegnando le intestazioni principali o secondarie (nella maggioranza dei casi secondo quanto già presentato in RICA) e il titolo uniforme.
  • 259. Opere in collaborazione ...possono presentare con maggiore frequenza cambiamenti Quark Europa : le grandi sfide degli anni ’90 : la nuova Europa / di Piero Angela ; cartoni animati: Bruno Bozzetto ; animazioni grafiche: Italo Burrascano ; regia: Rosalba Costantini t.u. Quark Europa i.s. Angela, Piero i.s. Bozzetto, Bruno i.s. Burrascano, Italo i.s. Costantini, Rosalba
  • 260. Musica 17.2.4.6. Musica e testo Intestazione principale al compositore e secondaria all’autore dei testi. ’O sole mio! / versi di Giovanni Capurro ; musica di Eduardo Di Capua (musica a stampa) t.u. ’O sole mio i.p. Di Capua, Eduardo i.s. Capurro, Giovanni
  • 261. Alcuni esempi Lazarillo de Tormes (romanzo picaresco anonimo del Cinquecento) t.u. (senza i.p.) Lazarillo de Tormes La fidanzata del soldato : diario minimo / di Anonima romana t.u. La fidanzata del soldato i.p. Anonima romana
  • 262. Edippo : tragedia inedita / Ugo Foscolo(la paternità dell’opera, attribuita a Foscolo dallo studioso che ne ha curato la prima pubblicazione, non è del tutto certa) t.u. Edippo i.p. Foscolo, Ugo
  • 263. Linfe di sangue = Sèves de sang : voci narrantidalla Nuova Caledonia / Nicolas Kurtovitch,Frédéric Ohlen ; traduzione e cura di MicaelaFenoglio(raccoglie tre scritti dei due autori)t.u. (senza i.p.) Linfe di sanguei.s. Fenoglio, Micaelai.s. Kurtovitch, Nicolas (oppure altri t.u. per le sue due opere,Tentation Caméléon et métissage culturel e Quelques instants il ya quelques jours dans la vie d’un autre homme)i.s. Ohlen, Frédéric (oppure un t.u. per la sua opera, Premiersang)
  • 264. Responsabilità di enti L’ente è autore di opere di carattere ufficiale risultato di attività svolta collettivamente da un gruppo di persone che ha adottato una denominazione con cui si identifica anche se redatte da una o più persone, che l’ente ha fatto proprie ed emanato e diffuso a proprio nome
  • 265. Responsabilità di enti Quindi... •Opere di carattere normativo e amministrativo Costituzione della Repubblica italiana •Opere di carattere ufficiale Manifesto Unesco sulle biblioteche pubbliche •Opere di carattere documentario e informativo sull’ente La Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO
  • 266. Costituzione della Repubblica italiana t.u. Costituzione della Repubblica italiana i.p. ItaliaIl Manifesto UNESCO sulle biblioteche pubbliche(documento ufficiale, in traduzione italiana) t.u. Public library manifesto i.p. UNESCOLa Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO(pubblicazione che presenta la Fondazione e le sue raccolte) t.u. La Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO i.p. Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO
  • 267. Differenza tra descrizione e punti diaccesso per gli enti 1/2 4.1.3.1B g) una indicazione di responsabilità può essere costituita dal nome di un ente […] se il suo ruolo è dichiarato esplicitamente o può essere chiarito con l’aggiunta di una parola o di una breve frase / prepared by the Committee on Educational Media…
  • 268. Differenza tra descrizione e punti diaccesso per gli enti 2/2 4.1.3.1D. Nomi di enti che compaiono in testa al frontespizio si riportano in nota a meno che la funzione svolta non risulti chiara o possa essere chiarita con una breve espressione Le pubblicazioni d’occasione nei documenti a stampa della Biblioteca universitaria di Pisa (1835-1950) In area 7: In testa al frontespizio: Ministero per i beni e le attività culturali, Biblioteca universitaria di Pisa; Provincia di Pisa
  • 269. Responsabilità ente – persona Le opere di carattere amministrativo o normativo prodotte ed emanate da una persona in quanto avente una carica all’interno di un ente hanno come l’intestazione principale il nome dell’ente; alla persona si dedica una secondaria. Fanno eccezione gli scritti e i discorsi prodotti da una persona mentre era in carica presso un ente che si intestano alla singola persona.
  • 270. Progressi e difficoltà nel cammino verso la stabilità e losviluppo : conferenza del governatore della Banca d’ItaliaCarlo A. Ciampi t.u. Progressi e difficoltà nel cammino verso la stabilità e lo sviluppo i.p. Ciampi, Carlo AzeglioBolla di scomunica di papa Pio VII gloriosamente regnantecontro Buonaparte ed i suoi ministri(breve papale generalmente conosciuto con le parole inizialiQuum memoranda) t.u. Quum memoranda i.p. Pius VII, papa
  • 271. Opere di più enti 1/2 Le opere che sono il risultato dell’attività di più enti, anche subordinati o collegati tra loro, si trattano in maniera analoga alle opere in collaborazione: • Trattati • Accordi • Opere prodotte da un ente per un altro • …
  • 272. Opere di più enti 2/2 Nel caso in cui sia coinvolto un ente sovraordinato e un ente subordinato l’intestazione principale va al primo mentre all’ente subordinato va un’intestazione secondaria (addirittura in alcuni casi si può omettere)
  • 273. The public library service : IFLA/UNESCO guidelines for development / prepared by a working group chaired by Philip Gill on behalf of the Section of Public Libraries(il gruppo di lavoro che ha preparato il testo non ha un nome che lo identifichi, mentre è opportuna l’intestazione secondaria alla Sezione, responsabile di diverse pubblicazioni) t.u. The public library service i.p. International Federation of Library Associations and Institutions i.c. Unesco i.s. International Federation of Library Associations and Institutions. Section of Public Libraries i.s. Gill, Philip
  • 274. ISBD(ER) : International standard bibliographic description for electronic resources : revised from the ISBD(CF), International standard bibliographic description for computer files / [International Federation of Library Associations and Institutions] ; recommended by the ISBD(CF) Review Group(il nome dell’ente compare nella pagina contro il frontespizio; il testo è stata preparato da un gruppo ad hoc, che si può trascurare) t.u. ISBD(ER) : International standard bibliographic description for electronic resources i.p. International Federation of Library Associations and Institutions
  • 275. Periodici, raccolte e collezioniPeriodici e collezioni che raccolgono documenti normativi, amministrativi o ufficiali ricevono come intestazione principale il nome dell’ente.Se invece raccolgono documenti di carattere informativo (anche insieme a documenti normativi e amministrativi) all’ente va solo una intestazione secondaria.
  • 276. Congressi I congressi e le manifestazioni che si svolgono in un periodo di tempo definito e che possiedono un nome che il identifica sono considerati enti a carattere occasionale.
  • 277. Congressi Gli atti di congressi hanno come intestazione principale (in ordine di preferenza) • Il nome dell’ente a carattere occasionale (se esiste) con qualificazioni • Il nome dell’ente organizzatore (se esiste)
  • 278. Congressi Atti della Conferenza intergovernativa europea sullo Statuto di Roma istitutivo della Corte penale internazionale : Roma, 17-18 luglio 2000, Sala della Protomoteca, Campidoglio. t.u. Atti della Conferenza intergovernativa europea sullo Statuto di Roma istitutivo della Corte penale internazionale i.p. Conferenza intergovernativa europea sullo Statuto di Roma istitutivo della Corte penale internazionale <2000 ; Roma>
  • 279. I diritti fondamentali del fedele : a venti anni dallapromulgazione del Codice(il nome del congresso compare nella pagina controil frontespizio: Atti del XXXV Congresso nazionale didiritto canonico, Ariccia, 8-11 settembre 2003) t.u. I diritti fondamentali del fedele i.s. Congresso nazionale di diritto canonico, 35. <2003 ; Ariccia>
  • 280. Biblioteche e cooperazione : il progetto SBN inUmbria : atti del Convegno Il servizio bibliotecarioin Umbria: esperienze e prospettive di applicazionedell’automazione : Perugia, 21-22 febbraio 1985 t.u. Biblioteche e cooperazione < Il servizio bibliotecario in Umbria: esperienze e prospettive di applicazione dell’automazione i.p. Convegno Il servizio bibliotecario in Umbria: esperienze e prospettive di applicazione dell’automazione <1985 ; Perugia>
  • 281. Cataloghi di mostre I cataloghi di mostre hanno come intestazione principale (in ordine di preferenza) • Il nome dell’ente che ha organizzato l’esposizione SE questa serve a presentare le raccolte o le attività dell’ente • Il nome dell’esposizione stessa (se presente)
  • 282. Cataloghi di mostre Arti decorative nel Museo diocesano di Palermo : dalla città al museo e dal museo alla città (il titolo indica che l’esposizione è dedicata a materiale del Museo) t.u. Arti decorative nel Museo diocesano di Palermo i.p. Museo diocesano di Palermo
  • 283. XVIII Biennale nazionale d’arte : Città di Imola, Auditorium della Cassa di risparmio, 2-31 ottobre 1982(il nome della mostra costituisce il titolo principale) t.u. XVIII Biennale nazionale d’arte i.p. Biennale nazionale d’arte, 18. <1982 ; Imola>
  • 284. I cataloghi di esposizioni e fiere Le esposizioni e le fiere che hanno denominazione costante (o sue varianti) località fissa di svolgimento carattere di periodicità un ente apposito o comunque di un’organizzazione stabile hanno come intestazione principale il nome che identifica l’esposizione, senza indicazione dell’eventuale numerazione e dell’anno.
  • 285. 12° Salone internazionale della tecnica : Torino,22 settembre-2 ottobre 1962 : Palazzo delleesposizioni al Valentino : catalogo ufficiale t.u. 12° Salone internazionale della tecnica i.p. Salone internazionale della tecnica
  • 286. Responsabilità indirette Per un’opera si possono riferire a a) responsabilità relative a un’opera precedente o connessa (quando non sia possibile o opportuno fare legami tra i titoli uniformi) b) responsabilità relative alle circostanze di realizzazione di un’opera, a un evento che l’opera documenta c) persone o enti a cui sono indirizzate lettere o altri tipi di opere, o a cui un’opera è offerta o dedicata.
  • 287. Responsabilità indirette Le responsabilità indirette sono sempre rappresentate da intestazioni secondarie e sono facoltative. Storie filippiche : epitome da Pompeo Trogo / Giustino (l’opera di Trogo non ci è arrivata) t.u. Epitoma Historiarum Philippicarum Pompei Trogi i.p. Iustinus, Marcus Iunianus i.s. Trogus Pompeius

×