• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Gli ordinativi
 

Gli ordinativi

on

  • 998 views

 

Statistics

Views

Total Views
998
Views on SlideShare
988
Embed Views
10

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 10

http://static.slidesharecdn.com 10

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Gli ordinativi Gli ordinativi Presentation Transcript

    • GLI ORDINATIVI Slide realizzate dal Prof. Antonio Spoto
    • INTRODUZIONE
      • Gli esercizi ordinativi sono quelli dei quali l’insegnante si serve per dare a ciascun allievo un posto conveniente e determinato, per variarlo a seconda delle necessità dell’insegnamento
      • Emilio Baumann
    • CLASSIFICAZIONE
      • Gli ordinativi possono essere:
      • Chiusi
      • Aperti (o schieramenti)
    • IN COSA DIFFERISCONO
      • Si dicono chiusi quegli ordinativi in cui lo spazio fra gli allievi è minimo e permettono azioni senza cambiare ubicazione
      • Si dicono aperti quelli in cui lo spazio è tale da consentire l’esecuzione degli esercizi collettivi
    • L’UNITÀ DI MISURA DELLE DISTANZE
      • L’unità di misura negli esercizi ginnici è costituita dall’ intervallo .
      • L’intervallo è determinato dalla lunghezza dell’arto superiore.
      • Esso va dall’ Acromion (robusta apofisi che prolunga lateralmente la spina della scapola) al Dactỳlion III (punto antropometrico corrispondente all’estremità distale del dito medio della mano)
      Acromion Dactỳlion
    • LE MISURE
      • Lo spazio che intercorre tra un all’allievo ed un altro può essere:
      • Mezzo intervallo : la lunghezza del braccio propriamente detto (portando una mano al fianco e tenendo il gomito in fuori)
      • Un intervallo : tutta la lunghezza dell’arto superiore
      • Doppio intervallo : la lunghezza dei due arti superiori (portandole in fuori – comprende anche il busto)
    • ORDINAMENTO FILA
      • In fila gli alunni rimangono uno dietro l’altro alla distanza di un intervallo.
      • La fila può essere per uno, per due, per tre, ecc.
      • Il primo (o i primi) allievi vengono chiamati Capofila o Aprifila .
      • L’ultimo (o gli ultimi) vengono chiamati Serrafila o Chiudifila .
    • ORDINAMENTO RIGA
      • In riga gli alunni rimangono uno a fianco all’altro ad una distanza tra loro di mezzo intervallo con la fronte nella stessa direzione (normalmente con lo sguardo rivolto all’insegnante).
      • Il primo allievo di destra viene chiamato Caporiga di destra (e normalmente è uno dei Capofila), mentre il Serrafila che ha portato il registro diviene Caporiga di sinistra .
    • ORDINE SPARSO O SCHIERAMENTO LIBERO
      • Gli alunni si dispongono come meglio credono, con la faccia rivolta all’insegnante ed una distanza tra loro pari al doppio intervallo .
    • IL COMANDO E L’INVITO
      • Il comando è l’ordine con il quale viene attribuita l’azione da svolgere. Comporta un impegno immediato e simultaneo dell’azione da parte degli allievi.
      • L’ invito è un particolare modo di richiedere l’esecuzione di una azione senza impegnare gli allievi ad agire con assoluta prontezza e simultaneità
    • BIBLIOGRAFIA - SITOGRAFIA
      • S. Malavenda – Tecnica e didattica dell’Educazione Fisica – Labor – Roma, marzo 1979
      • Presentazione realizzata nel settembre 2010
    • LICENZE
      • Il presente lavoro è stato realizzato a fini didattici; può essere divulgato secondo le modalità delle seguenti licenze Creative Commons - CC-BY-NC-SA