Bambini per strada

  • 633 views
Uploaded on

I pericoli per i bambini nelle strade

I pericoli per i bambini nelle strade

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
633
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Bambini per strada Realizzato dal Prof. Antonio Spoto
  • 2. Introduzione
    • Un bambino non reagisce come un adulto
    • Le reazioni di un bambino di età scolare non sono come quelle di un adulto e, per tale motivo, è opportuno che chi guida sappia che un errore potrà causare anche un grave incidente
  • 3. La visione
    • Un bambino non vede come un adulto
    • Il campo visuale è ristretto e vede unicamente davanti a sé, come portasse un paraocchi.
    • Per la sua piccola taglia non può vedere al di sopra delle vetture in sosta, ed è a sua volta nascosto alla vista degli automobilisti.
    • Egli non vede per contrasto: impiega circa 4 sec. Per distinguere se un'automobile è ferma o in movimento.
    • Confonde l'altezza e la lunghezza : un'automobile può sembrare più lunga di un camion
    • Confonde il vedere con l'essere visto.
  • 4. La capacità d’ascolto
    • Un bambino non ascolta come un adulto
    • Egli non distingue bene la provenienza dei suoni.
    • I rumori della via lo rendono distratto.
    • Egli sente solo i rumori che lo interessano
  • 5. Coordinazione spazio-temporale
    • Un bambino non è un adulto in miniatura
    • Cosi egli non pensa alla distanza di arresto di un veicolo: crede che una vettura si arresti subito, là dove egli la vede, appena il guidatore appoggia il piede sul freno
    • Il bambino non è in grado di calcolare distanza-tempi-velocità
  • 6. L’imitazione
    • Il bambino copia l’adulto
    • Più ancora di un adulto il bambino imita il gruppo: se qualcuno attraversa anch'egli pensa di passare, senza rendersi conto che in pochi secondi la situazione è cambiata; se si tengono per mano i bambini si confortano a vicenda nell'idea dell'assenza di pericoli.
  • 7. La soddisfazione
    • Il bambino cerca di soddisfare i propri bisogni
    • Per lui giocare, spostarsi, essere puntuali a scuola o a casa, raggiungere i propri genitori sull'altro lato della strada o prendere la palla sono cose più importanti che tener conto della circolazione;
    • per continuare quello che ha iniziato a fare un bambino è capace di gettarsi contro una vettura, che egli ha visto, ma che ostacola il suo scopo.
  • 8. Il gioco
    • La strada è solo un gioco
    • Per il bambino la strada è un luogo di gioco
    • egli confida nell'auto, gli sembra umana (fari = occhi ecc.)
    • gli attraversamenti cosiddetti protetti, nella sua mente sono luoghi dove nulla di male gli può capitare.
  • 9. La morte
    • Un bambino non teme la morte
    • Per lui la morte è un gioco, lui spesso gioca a essere morto e a risvegliarsi e rivivere. Un bambino non ha paura di morire e può associare l’incidente ad un momento che dopo non esisterà più e gli permetterà di tornare alla vita normale