Master Lean Manufacturing Engineer Festo Academy 11 ed. Feb 2014

1,274 views
1,134 views

Published on

Allineato ai requisiti previsti dal Body ok Knowledge di SME e Shingo price per la Lean Certification

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,274
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
24
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Master Lean Manufacturing Engineer Festo Academy 11 ed. Feb 2014

  1. 1. Industrial Management SchoolMasterIndustrial Executive MasterLean ManufacturingEngineerAllineato ai requisiti previsti dal Body of Knowledgedi SME e Shingo prize per l’ottenimento della LeanCertification.Il master prevede la realizzazione di un Project workoperativo nella propria azienda - alto ritorno dell’inve-stimento.
  2. 2. il master Lean Manufacturing Engineer Migliorare i risultati aziendali orientando i processi industriali al pensiero Lean Il mercato richiede soluzioni personalizzate sulle esigenze del cliente, in tempi sempre più contenuti. L’impresa deve essere affidabile, rapida e flessibile nell’offrire ai clienti prodotti e servizi e, nel contempo, deve contenere i costi e le risorse impegnate nella Supply-Chain. È necessario focalizzare la propria attenzione sul cliente e sui processi di generazione del valore. Il pensiero Lean invita a riflettere: ■ il valore offerto al cliente è realmente ciò che il mercato si aspetta di ricevere? ■ il flusso delle attività è orientato alla creazione di valore per il cliente? ■ sono costantemente presenti attività di miglioramento continuo delle prestazioni? ■ i costi rendono competitiva l’impresa sul mercato? Il controllo e il miglioramento continuo delle prestazioni non sono un’opportunità di cre- scita della competitività, ma la condizione necessaria per assicurare la sopravvivenza. Il Manufacturing, come anello della Supply-Chain, contribuisce in modo determinante alle prestazioni complessive. Creare valore per il cliente attraverso la riduzione e l’eliminazione degli sprechi - secondo il pensiero Lean - è l’obiettivo fondamentale del Lean Manufacturing Engineer. Value Added vs. No Value Added 97,5% 2,5% Valore Tipica società Senza Valore Aggiunto (SVA) Aggiunto tradizionale 50% 50% Senza Valore Aggiunto Situazione di una socie- Valore Aggiunto (SVA) tà che ha investito nella riduzione delle attività senza valore aggiunto2
  3. 3. Lean Manufacturing Engineer il masterIl Master Festo Academy propone coerentemente alle linee guida di SME un Master di25 giorni che integrerà i seguenti temi:Benchmark LeanGli iscritti potranno partecipare all’indagine sulla diffusione della cultura Lean in Italia,organizzata da Festo Academy e verificare lo stato evolutivo della propria azienda versola cultura Lean.www.academy.festo.it/osservatoriolean 3
  4. 4. il master Lean Manufacturing Engineer Obiettivi Il Master permette di acquisire e padroneggiare le metodologie e i relativi strumenti per: ■ Focalizzare la propria attenzione sul cliente e sulla domanda del mercato ■ Mappare e analizzare il flusso del valore attraverso i processi ■ Contribuire alle scelte di make or buy ■ Industrializzare i nuovi prodotti e definirne il costo ■ Gestire piani per il miglioramento dei processi ■ Valutare soluzioni per creare il continuous flow ■ Conoscere i principi guida dei moderni approcci gestionali industriali ■ Apprendere le tecniche base di comunicazione ■ Comprendere le dinamiche organizzative Quali sono le competenze chiave del Lean Manufacturing Engineer ■ Orientamento dei processi alla creazione di valore per il cliente ■ Visione sistemica dell’impresa ■ Analisi dei processi e delle interdipendenze che li legano ■ Valutazione delle prestazioni ■ Gestione degli aspetti economici legati al prodotto/processo ■ Capacità relazionali e comunicative per guidare team interfunzionali ■ Presidio dei più moderni approcci gestionali industriali4
  5. 5. Lean Manufacturing Engineer il masterIl Master è rivolto a Manager e specialisti appartenenti a:■ Ingegneria■ Produzione■ Industrializzazione di prodotto e di processo■ Qualità■ Servizi tecnici■ Organizzazione del lavoro■ Miglioramentoe per figure:■ ad alto potenziale nell’ambito della direzione industriale e di unità produttiva■ responsabili dell’attività di miglioramento delle prestazioni motivate ad acquisire la Lean CertificationI vantaggiPer l’azienda■ Promuovere il miglioramento delle performance dei processi industriali■ Confrontare le proprie prestazioni con altre realtà■ Far crescere risorse orientate alla gestione per processi■ Formare persone esperte degli strumenti Lean■ Favorire e sostenere la crescita del personale a potenzialePer il partecipante■ Imparare a progettare e gestire il miglioramento delle prestazioni manifatturiere■ Acquisire strumenti Lean■ Avere una visione più ampia della propria organizzazione■ Confrontarsi con esperti e colleghi provenienti da altre realtà e settori■ Avere l’opportunità di acquisire la Lean Certification, rilasciata da SME 5
  6. 6. il master Lean Manufacturing Engineer Caratteristiche del percorso e metodologia didattica ■ Know how selezionato e veicolato da chi ha vissuto l’azienda, per favorire l’appren- dimento per una facile e immediata trasferibilità nel proprio contesto di lavoro ■ Dibattito, confronto e condivisione delle esperienze dei partecipanti per assicurare la massima integrazione tra contributi teorici e il vissuto nella realtà aziendale ■ Forte interazione pratica con l’uso di business game, casi ed esercitazioni finalizzati a rafforzare il processo di apprendimento ■ Possibilità di coinvolgere i colleghi dei partecipanti in alcune sessioni per favorire l’interazione e l’attivazione di processi di cambiamento in azienda ■ Progettato con il contributo dei nostri clienti e del Comitato scientifico integrando l’esperienza maturata nei progetti di consulenza ■ Alcune testimonianze e materiali potranno essere in lingua inglese ■ Il master ha una “calendarizzazione leggera” (2-3 giorni al mese) per integrarsi facil- mente con la propria attività in azienda ■ L’approccio operativo legato ai Project work consente ai partecipanti e alle aziende un concreto ritorno dell’investimento ■ Visite in aziende Lean Bilancio delle competenze Sulla base del Festo Competence Model sarà possibile realizzare un bilancio delle com- petenze individuali in ingresso e in uscita dal percorso. Per ogni modulo sono previste esercitazioni e test che, con il risultato dell’esame, alimen- teranno il bilancio personale. Materiale didattico e sito di supporto Oltre al materiale degli interventi, saranno distribuiti, articoli e documenti integrativi per l’approfondimento personale. I partecipanti avranno a disposizione un sito di supporto (www.masterfestoacademy.it) dove potranno accedere al download del materiale e ad altre informazioni rilevanti.6
  7. 7. Lean Manufacturing Engineer il masterProject work operativoI partecipanti realizzeranno il Project work con l’obiettivo di migliorare le performance diun processo significativo della propria azienda.Il risultato del progetto sarà oggetto di presentazione e valutazione durante l’esame fi-nale.Alcuni esempi di Project work■ Ottimizzazione gestione flussi materie prime e possibili layout nuova linea■ Aumento produttività linea di montaggio■ Trasferimento e riorganizzazione di un reparto per l’allestimento di veicoli industriali■ Applicazione delle tecniche pull nella gestione dei materiali■ Re-engineering del processo produttivo attraverso logiche Lean■ Avvio e messa a punto del sistema di produzione esteso a tutti gli stabilimenti del gruppoL’insieme dei Project work delle passate edizioni ha generato saving per oltre6 milioni di euro.Incontro di coachingNello svolgimento dei Project work è previsto - oltre alle giornate di aula - un incontro dicoaching e supporto presso la sede Festo Academy.Esplora i Project work on line del Masterwww.academy.festo.it nella sezione masterlean.projectworkEsameAlla fine del Master è previsto un esame che prevede un test teorico e la presentazione/discussione dei risultati del Project work.Il test consta di 50 domande e deve essere superato con almeno l’80% di risposte positi-ve; è allineato come tipologia e difficoltà a quello proposto dalla Lean Certification - Bron-ze Level di SME a cui si potrà accedere come opzione ulteriore dopo il Master. 7
  8. 8. il master Lean Manufacturing Engineer Lean Certification È la certificazione riconosciuta a livello internazionale, promossa da SME in collaborazio- ne con AME e Shingo Prize, con l’obiettivo di costituire lo standard di riferimento nell’ap- plicazione degli strumenti Lean nel mondo industriale. Il master soddisfa i parametri di formazione richiesti per la certificazione Lean. L’ottenimento della certificazione è subordinato al possesso di tutti i requisiti previsti e al superamento dell’esame erogato da SME. Per ulteriori dettagli sulla Lean Certification visitare www.sme.org/leancert Perchè fare la Lean Certification e che vantaggi può avere l’impresa ■ “In azienda ho potuto utilizzare parecchi strumenti Lean, appresi all’interno del Ma- ster, che hanno costituito un modo nuovo e al tempo stesso efficace di risolvere i pro- blemi, favorendo il coinvolgimento e la condivisione delle soluzioni adottate da parte delle persone. Ho avvertito quindi la necessità di consolidare le mie competenze ed esperienze Lean attraverso la certificazione, che costituisce un momento di verifica della padronanza dei concetti acquisiti e sperimentati.” (Gerritjan Van der Ven, Plant Manager Balchem Italia) ■ “Dopo aver lavorato per anni nell’introduzione e sviluppo delle metodologie Lean all’interno della mia azienda per realizzare una vera e propria trasformazione, ho sen- tito la necessità di confrontarmi  con un ente esterno che potesse certificare le mie competenze al riguardo. Questa certificazione si è rivelata un vero e proprio percorso che mi ha arricchito ulteriormente, ma soprattutto mi ha dato l’opportunità di ordina- re, rivedere le esperienze affrontate finora con spirito critico per ripartire ancora più deciso nello sviluppo del Lean Thinking.” (Matteo Garra - Responsabile Ingegneria di Processo Trench Italia Siemens Group) In collaborazione con SME (Society of Manufacturing Engineer) SME - È l’associazione professionale leader a livello mondiale per il supporto allo svilup- po delle competenze nell’area manufacturing. SME con le sue attività coinvolge circa 500.000 tra Manufacturing Engineers, manager e studenti universitari dell’area operation. La sede dell’associazione è a Dearborn (Michigan), ma raccoglie associati in più di 70 nazioni collegate tra loro in network da centinaia di chapters locali. Per informazioni visitare www.sme.org8
  9. 9. Lean Manufacturing Engineer il programmaModulo 1Supply-Chain Management (Enablers)Durata 2 giorni■ Obiettivi della Supply-Chain e sistema di misura delle prestazioni■ Visione sistemica: processi della Supply-Chain orientati al cliente■ Il governo dei flussi fisici e informativi; le performance aziendali: business game Re- actik■ Dinamiche dei sistemi: visione sistemica vs. ottimizzazione locale Reactik™ business gameLa simulazione didattica consente di analizzare la relazione tra prestazioni e processiindustriali.La strategia messa in atto dai partecipanti guida i processi aziendali verso il raggiungi-mento degli obiettivi misurato dagli indicatori di performance gestiti a livello di sistema. Tempo richiesto Struttura prodotto Mercato Sistema di pianificazione Modello produttivo della produzione Caratteristiche tecnologiche Gestione materiali Sistema produttivo Lead time 9
  10. 10. il programma Lean Manufacturing Engineer Modulo 2 Le competenze del Manufacturing (Fondamentali) Durata 6 giorni e mezzo ■ Pianificazione e controllo della produzione: il sistema a tre livelli Sales & Operations Plan, Master Production Schedule, Execution ■ Material Management: politiche di gestione e condizioni di applicazione ■ Cost Management: capire dove, da chi e per che cosa viene speso il denaro ■ Valutazione investimenti: criteri di scelta per l’investimento più redditizio in funzione della situazione finanziaria dell’azienda ■ Industrializzazione del prodotto: come il pensiero Lean influenza il passaggio dal pro- dotto al processo produttivo perseguendo obiettivi di standardizzazione ed efficienza Modulo 3 Lean Thinking e Lean Tools Durata 10 giorni La culla del pensiero Lean: Toyota production system ■ Processi, prestazioni e organizzazione di un sistema manifatturiero: applicazione dei principi Lean attraverso il Synchro game ■ Analisi e progettazione dei flussi fisici e informativi: Value Stream Mapping ■ Processi produttivi orientati al continuous flow: cell manufacturing ■ Livello di servizio e controllo dei materiali: pull system ■ La riduzione del tempo di set-up: la tecnica SMED (SMED game) ■ Ricerca e soluzione della root-cause: Kaizen e strumenti di problem solving ■ Controllo visuale dei processi produttivi: visual management e 5S ■ Strumenti di analisi statistica dei processi: Statistical Process Control ■ Misura e miglioramento delle prestazioni attraverso l’integrazione di produzione e manutenzione: Total Productive Maintenance ■ Il pensiero Lean applicato allo sviluppo prodotto: Lean Design ■ Processi a valore per il cliente e organizzazione a supporto: Lean Organisation ■ Il sistema di controllo di gestione coerente con il pensiero Lean: Lean Accounting ■ Gli strumenti Lean in processi non manifatturieri: Lean Office10
  11. 11. Lean Manufacturing Engineer il programmaSynchro gameIl Synchro game propone una metodologia semplice e pratica per riconoscere e mapparei flussi in un’azienda manifatturiera, comprendere la necessità degli indicatori di sistemae riconoscere i punti su cui intervenire per migliorare le prestazioni attraverso l’applica-zione del pensiero Lean.La simulazione permette di sperimentare l’efficacia di un intervento sui processi e l’im-patto positivo sulle prestazioni aziendali. 11
  12. 12. il programma Lean Manufacturing Engineer Modulo 4 Approcci di Management nel mondo industriale Durata 4 giorni ■ Six Sigma: la cultura dell’analisi dei processi e della riduzione della variabilità ■ Theory of Constraints: il controllo dei sistemi produttivi attraverso la gestione dei vincoli ■ Visite in aziende Lean (contesto, Lean journei, discussione esperienze) Modulo 5 Comunicazione e dinamiche organizzative (Enablers) Durata 2 giorni e mezzo ■ Comunicazione e relazioni: tecniche, strumenti, approcci per comunicare e relazionar- si in modo efficace ■ Multiculturalità: superare le difficoltà di comunicazione e di lavoro legate a differenze di natura culturale ■ Relazioni industriali: i protagonisti e le regole del gioco Modulo opzionale Six Sigma Green Belt Durata 10 giorni (per i partecipanti al Master) Industrial Management School La partecipazione al Master permette di frequentare anche il percorso di certificazione Lean Six Sigma - Green Belt Master con particolari agevolazioni. Industrial Executive Master Lean Six Sigma Certificazioni Black Belt e Green Belt Integrare gli strumenti Lean e Six Sigma per aumentare la produttività e la redditività dei processi. Project work operativo con saving per la certificazione. Festo Academy Festo Academy è l’Industrial Management School che si occupa di sviluppo e di diffusio- ne del know how industriale. Fa parte di Festo AG, gruppo internazionale leader nel settore dell’automazione, da sem- pre caratterizzato per la sperimentazione e l’implementazione di nuove soluzioni organiz- zative in ambito industriale. Il gruppo Festo ha vinto il Best Factory Award per le implementazioni Lean in alcuni suoi plant e persegue politiche Lean, Six Sigma e TOC da molti anni. ■ Global continuous improvement: programmi di miglioramento in area Operation basati su Lean, teoria dei vincoli e Six Sigma ■ Oltre 80 magazzini nazionali sostituiti da 5 regional service center ■ Organizzazione dei poli produttivi: Centri Produttivi Globali (GPC) continentali e centri per subcomponenti in aree emergenti ■ Ricezione ordine in ogni nazione integrata in tempo reale con la programmazione dei centri produttivi e di servizio12
  13. 13. Lean Manufacturing Engineer il masterDicono del Master“Estremamente concreto.”- Giampaolo Grimaldi, Resp. Engineering - Pharmaton“Il Master dà la possibilità di confrontarsi con persone provenienti da altre realtà indu-striali e spinge a riflettere su alcuni temi che spesso si affrontano troppo frettolosamentenella frenesia quotidiana.”- Dina Lombardi, Resp. Ingegneria di processo - FIAT Auto“Di semplice fruibilità quanto stimolante nei contenuti. Non solo grazie al supporto diprofessionisti della Lean Organisation, ma anche per le aperture continue su mondi dif-ferenti del Manufacturing.Dà la sicurezza per poter rompere con le abitudini e introdurre il Continuos Improvementin azienda:”- Alessandro Pegorin, Industrial Eng. Manager Pomini gruppo Tenova“Il Master permette una visione completa sull’organizzazione aziendale. Nella propriaattività non sempre si riesce ad avere una visione complessiva del sistema azienda.”- Luigi Segala, Direttore di Produzione - VimarSponsorBTicino, Lowara, Memc, Sanpellegrino, Vimercati, Zf, Coca Cola Hbc, Trench ItaliaHanno già partecipato:AD Tubi, Agie, Agrati, Ansaldo Energia, Asoplast, Astra Veicoli Industriali, AutomatismiBenincà, Balchem, Carraro, Cartiere Cham, Centrale Produttori Latte Lombardia, CocaCola Hbc, Coelme, Cogne Acciai Speciali, Colomer Italy, Colorobbia, Consorzio Terranuova,Davide Campari, Duplomatic Automazione, Essilor, Eural Gnutti, Europa Preforme, EvcItalia, FDP Worthington, Fiat Auto, Finn Power, Florim Ceramiche, Flowserve Worthington,Fonderie Mario Mazzucconi, Fratelli Mariani, G.D., Gefran, Gkn Sintermetals, Heineken,Komatsu Utility Europe, Ilte, Iveco Dvd, Ims, Lafarge Roofing, Meccanica Finnord, Memc,Meraklon, Merker-Margaritelli, Markas, Motovario, OCMIS Irrigazione, Pharmaton, PowerOne, Renolit G.O.R., Schindler Elettronica, Saiwa, Selex Communications, Silca, SolvaySolexis, Techint Pomini, Timcal, Trench Italia, TRW Automotive, Univer, Uteco Converting,Valvitalia, Vernay Italia, Vimar 13
  14. 14. il master Lean Manufacturing Engineer Comitato scientifico Ha il compito di garantire un elevato livello qualitativo del progetto, supervisionando approcci, contenuti, metodologie formative e materiali didattici. A. Avellino, Direttore stabilimento - Brembo F. Baccanti, Direttore stabilimento - Flowserve M. Boyer, Consultante senior - Festo P. Buratto, Direttore del personale - Marelli Motori G. Colmanet - Direttore Operations - Selmat S. Fandella, Direttore generale - Procond Elettronica G. Matteazzi, Direttore Operations - Lowara L. Matordes, Direttore stabilimento - Coster D. Moulton, International coordinator - SME M. Pizi, Direttore stabilimento - Vimercati G. Van der Ven, Plant Manager - Balchem Italia P. Zanetta, Responsabile metodi - Gruppo BTicino Modalità di ammissione Il Master prevede un numero limitato di posti per garantire una didattica e un’interazione ottimale. Può accedere al Master personale occupato in possesso di Laurea o Diploma. Prima della conferma dell’iscrizione al Master verrà chiesto agli interessati di inviare il proprio curriculum. Verrà realizzata un’analisi dei curricula, dando prevalenza all’esperienza operativa ma- turata sul campo. Ogni candidato potrà effettuare anche un colloquio di orientamento per identificare e veri- ficare le competenze personali e finalizzare gli obiettivi formativi individuali. Un consulente aiuterà a realizzare l’autovalutazione delle proprie competenze in ingresso. Modalità di partecipazione Curriculum e modulo di iscrizione dovranno essere inviati entro e non oltre la data pre- vista dal calendario aggiornato disponibile on line. La conferma dell’iscrizione al Master verrà comunicata agli interessati al massimo 15 giorni prima dell’inizio. Calendario date Verifica il calendario della prossima edizione sul sito www.academy.festo.it14
  15. 15. Lean Manufacturing Engineer il masterFacultyGiorgio Turconi - Direttore del MasterHa operato in una società impiantistica nell’ambito della pianificazione della produzionee dei sistemi informativi a supporto della gestione industriale. Consulente direzionalenell’area Supply-Chain e Operations, ha realizzato progetti di riorganizzazione ispiratialla scuola della Lean Production. Consulente Senior nell’ambito Supply-Chain e Opera-tions Management, Lean Production e Theory of Constraints.Andrea AudisioConsulente Senior nelle aree Manutenzione, Produzione e Qualità con specifico riferi-mento al miglioramento dell’efficienza e dei metodi di lavoro, allo sviluppo di sistemiintegrati di produzione-manutenzione e di progetti TPM.Federico BorraHa operato lungamente nella gestione industriale nel settore della termo meccanica. Inqualità di Plant Engineer alla Pratt & Whitney di Middletown (USA) ha partecipato a unafamosa riorganizzazione ispirata alle strategie Lean di un’azienda aerospaziale (caso rac-contato da Jim Womack nel best seller Lean Thinking). Consulente Senior di Supply-ChainManagement, Lean Production, BPR, Operations Management e dell’implementazionedei sistemi informativi di supporto. Esperto della Theory of Constraint.Bruno CarminatiConsulente Senior e formatore per i temi di gestione industriale in diverse realtà aziendalinazionali e internazionali. Ha operato per più di quindici anni in un gruppo multinazionalecome responsabile di produzione, logistica, in seguito come direttore di stabilimento edirettore industriale.Cinzia CoppiniConsulente Senior e Master Black Belt integra le conoscenze metodologiche Six Sigmaall’approccio pragmatico legato all’approfondita conoscenza delle problematiche digestione delle realtà aziendali. Ha operato per quasi 10 anni in realtà multinazionali ri-coprendo gli incarichi di European Supply-Chain Coordinator, Supply-Chain Black BeltService Strategic Key Account Manager. Ha conseguito la certificazione GB nel 2003 eBB nel 2005 svolgendo attività di Project Management, training e coaching in numerosisiti produttivi e distributivi europei. Ha applicato le metodologie Six Sigma a varie areeaziendali, dalla classica area logistica-produttiva fino all’area commerciale.Paolo Di SciornoHa operato lungamente come dirigente e responsabile di stabilimento di alcuni siti pro-duttivi del settore vetrario. Consulente Senior nell’area Operations e controllo di gestio-ne. Si occupa inoltre di valutazioni investimenti industriali, ABC management e seguel’implementazione di sistemi Balance Scorecard.Luigi RovedaConsulente Senior, ha operato per 32 anni in ambito industriale nell’area della organizza-zione e della gestione del personale presso aziende nazionali e multinazionali nel settoremetalmeccanico e chimico farmaceutico. Ha gestito progetti complessi di riorganizzazio-ne e Change Management. Opera come consulente e formatore nelle aree della gestioneintegrata delle risorse umane, del Change Management e delle strategie.Alessandro VaglioConsulente Senior Festo sui temi del cambiamento, dell’organizzazione e dello sviluppodelle risorse umane. Ha operato in contesti produttivi di differenti dimensioni e settoriindustriali, supportando i clienti nella gestione del cambiamento, nella progettazione enell’implementazione di nuovi modelli organizzativi. Ha ricoperto ruoli di responsabilitànelle aree organizzazione, sviluppo, miglioramento continuo in un’azienda alimentare.Specializzato in problem solving strategico e coaching strategico. 15
  16. 16. Durata e ModalitàLa durata complessiva del Master è di 25 giorni + 1 incontro di coaching + 1 giorno d’esame.È richiesto un impegno personale di circa 2/3 giorni al mese, compresi alcuni sabato mattina.La frequenza è obbligatoria.25 giorni + 1 incontro di coaching + 1 giorno d’esame 10.300 €La quota d’iscrizione è ripartita in due rate:1ª rata, pari al 50%, a conferma avvio Master2ª rata, pari al 50%, 6 mesi dopo l’avvio del MasterTutti i prezzi si intendono IVA esclusa e sono comprensivi di colazioni di lavoro e materiale didattico.Indicare di seguito le modalità di pagamento:■ Assegno bancario o circolare intestato a Festo C.T.E. srl■ Bonifico bancario specificando la causale: “Master Lean Manufacturing Engineer” Banca Monte dei Paschi di Siena - Ag. di Buccinasco - Via Lomellina 15 IBAN IT 96F 01030 3265 0000005706888Il master si svolgerà nella sede di Festo Academy - Via E. Fermi 36/38 20090 Assago (MI)■ Orario: dalle 09.00 alle 13.00 dalle 14.00 alle 18.00 Modulo di iscrizione (da compilare e inviare al numero di fax 02 4884 2012) Industrial Executive Master Lean Manufacturing Engineer 25 giorni + 1 incontro di coaching + esame Dati anagrafici: Nome Funzione del partecipante Telefono diretto e-mail Cellulare Società alla quale intestare la fattura Via n. CAP Città Prov. Partita IVA Numero d’ordine Settore di attività Telefono Fax e-mail Società alla quale inviare la fattura Via n. CAP Città Prov.In caso di rinuncia scritta, pervenuta a Festo dopo la conferma del corso, verrà addebitata l’intera quota d’iscrizione.In caso di cancellazione del corso per qualsiasi causa, la responsabilità Festo si intende limitata al rimborso delle quote di iscrizione già avvenute.Per conferma d’iscrizione e consenso all’utilizzo dei dati. Le date presenti nella brochure possono subire variazioni per motivazioni organizzative. In casod’impossibilità di frequenza da parte del partecipante dopo l’avvio, sarà possibile sostituire il candidato compatibilmente con la situazione didattica.Data Timbro e FirmaSono venuto a conoscenza del corso tramite: Calendario corsi Sito Festo Motori di ricerca (Google, Yahoo) Brochure E-mail Pagine PubblicitarieGaranzie e Diritti dell’interessato: in ottemperanza al D.Lgs del 30/06/03 Festo garantisce la massima riservatezza nel trattamento dei dati forniti, che sa-ranno utilizzati esclusivamente per comunicazioni sui servizi offerti o per le elaborazioni amministrative. L’ufficio mailing è a disposizione per correggeree cancellare il vostro nominativo: fax 02 457.94.653 - e-mail: formazione@festo.comFesto C.T.E. srl via E. Fermi 36/38 20090 Assago (Milano) www.academy.festo.itTel 02 45794 350 - Fax 02 4884 2012 P.IVA: 13236390152 formazione@festo.com

×