0
Servizio di bilanciamento del gas naturale         Introduzione di un sistema di bilanciamento semplificato               ...
Elementi di partenza  Introduzione di un mercato del bilanciamento basato su criteri di  merito economico, per esigenze di...
Caratteristiche dell’SBSM  Mantenimento dell’attuale gestione del dispacciamento fisico;  Sessione di mercato di bilanciam...
Soggetti coinvolti   Impresa maggiore di trasporto (responsabile del   bilanciamento);   Impresa maggiore di stoccaggio (c...
Sequenza delle attivitàG-1     12:00           Registrazione delle transazioni presso il PSV relative al giorno successivo...
Sbilanciamento complessivo del sistema                                                            SCS                     ...
Termine di disequilibrio dell’utente                                           DS = P + GS - I - S - TDS   = disequilibrio...
Corrispettivo di bilanciamentoPer ogni giorno gas G il corrispettivo di sbilanciamento applicatoall’utente (CB ) è dato da...
Modifiche alla disciplina dello stoccaggioModalità di determinazione delle variazioni di giacenza dell’utente∆G = A - N - ...
Stoccaggio: richieste di chiarimento pervenuteD: è prevista l’applicazione dei corrispettivi di superamento della capacità...
Vincoli di giacenza minima (303/07)I vincoli di giacenza minima sono coerenti con la funzione dello stoccaggio dimodulazio...
Organizzazione della sessione di bilanciamentoCiascun soggetto abilitato presenta offerte di acquisto (OA) e di vendita (O...
Organizzazione della sessione di bilanciamento                          De te rmi n az i one e si ti de l m e rcato di bi ...
Gestione del rischio (1/3)Al RdB sono attribuite funzioni per la gestione dei rischi connessi alla potenzialeesposizione d...
Gestione del rischio (2/3)  maxEPSu è un indice di solvibilità di ciascun utente, potenzialmente funzione di:        Garan...
Gestione del rischio (3/3)Le azioni da adottare nel caso in cui EPSu>maxEPSu sono funzionali a limitarele facoltà dell’ute...
Ulteriori richieste di chiarimento pervenuteD: La possibilità di rinomina nel giorno gas è prevista solo per prelievi, sto...
Ulteriori richieste di chiarimento pervenute Modifica dei criteri di conferimento della capacità di trasporto nei punti di...
Direzione mercati                                 Autorità per l’energia elettrica e il gas                               ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Servizio di bilanciamento del gas naturale

2,773

Published on

Introduzione di un sistema di bilanciamento semplificato basato su meccanismi di mercato
Documento per la consultazione 45/10

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,773
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
44
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Servizio di bilanciamento del gas naturale"

  1. 1. Servizio di bilanciamento del gas naturale Introduzione di un sistema di bilanciamento semplificato basato su meccanismi di mercato Documento per la consultazione 45/10 Direzione mercati Autorità per l’energia elettrica e il gas Milano, Centro Congressi Fast Sala Maggiore, Piazzale Morandi n. 2 Venerdì 21 gennaio 2011Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 1
  2. 2. Elementi di partenza Introduzione di un mercato del bilanciamento basato su criteri di merito economico, per esigenze di concorrenzialità e flessibilità del sistema gas e coerente con il quadro legislativo nazionale e comunitario; Mantenimento del giorno gas come periodo di riferimento per il bilanciamento; Definizione di un’unica zona di bilanciamento (un punto virtuale unico nel sistema di trasporto nazionale come punto rilevante per il bilanciamento); Responsabilità del bilanciamento del sistema in capo all’impresa maggiore di trasporto; Assegnazione al Gestore dei Mercati Energetici di alcune attività nell’ambito del mercato di bilanciamento; Avvio graduale e semplificato del sistema di bilanciamento basato su criteri di mercato.Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 2
  3. 3. Caratteristiche dell’SBSM Mantenimento dell’attuale gestione del dispacciamento fisico; Sessione di mercato di bilanciamento giornaliera limitata all’offerta corrispondente alla disponibilità a ridurre/aumentare prelievi ed immissioni da stoccaggio; Sbilanciamento complessivo del sistema, determinato come differenza tra i programmi e consuntivi di immissione e prelievo dagli stoccaggi; Offerte accettate sulla base dell’ordine di merito economico delle medesime offerte, fino a concorrenza dello sbilanciamento complesso del sistema; Prezzo di sbilanciamento pari al prezzo corrispondente all’ultima offerta accettata; Determinazione di immissioni o e prelievi in/da stoccaggio di ciascun utente del bilanciamento, pari alla somma delle quantità programmate e di quelle accettate nel mercato del bilanciamento.Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 3
  4. 4. Soggetti coinvolti Impresa maggiore di trasporto (responsabile del bilanciamento); Impresa maggiore di stoccaggio (controlla la movimentazione fisica della risorsa per il bilanciamento); Gestore dei mercati energetici (GME) ipotesi di definire un perimetro delle attività del GME che comprende alcune attività proprie del responsabile del bilanciamento: regolazione delle partite economiche derivanti dal bilanciamento; Utenti del servizio di bilanciamento; Utenti abilitati – titolari della capacità di stoccaggio obbligo di offerta corrispondente alla capacità di iniezione ed erogazione di cui dispone; limite massimo di offerta corrispondente al gas detenuto in stoccaggio e allo spazio “vuoto” di cui dispone.Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 4
  5. 5. Sequenza delle attivitàG-1 12:00 Registrazione delle transazioni presso il PSV relative al giorno successivoG-1 13:00 Termine programmazione stoccaggio e trasportoG-1 17:00 Accettazione o richiesta di modifica dei programmiG 16:30 Registrazione delle transazioni presso il PSV relative al giorno in corsoG 17:00 Rinomine stoccaggio e trasporto (limitata a prelievi e stoccaggio in prima applicazione)G 19:00 Termine presentazione delle offerte nell’ambito della sessione di bilanciamentoG+1 10:30 Comunicazione da parte del RdB al GME dello sbilanciamento complessivo del sistemaG+1 11:00 Comunicazione dal GME delle offerte accettate nella sessione di bilanciamento e pubblicazione del prezzo giornaliero di bilanciamentoG+1 11:30 Bilancio provvisorio di trasporto e allocazioni in stoccaggioM+3 Rdb comunica a GME ed utenti il rispettivo disequilibrio giornalieroM+3 Regolazione delle partite economiche connesse al bilanciamentoIn rosso le attività modificate e quelle di nuova introduzione Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 5
  6. 6. Sbilanciamento complessivo del sistema SCS = Energia erogata (immessa) da stoccaggio programmata – Energia erogata (immessa) da stoccaggio misurataL’energia programmata dal RdB è posta pari all’energia effettivamente movimentata dipropria competenza per quanto nota al momento della determinazione del SCS Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 6
  7. 7. Termine di disequilibrio dell’utente DS = P + GS - I - S - TDS = disequilibrioP = prelievi presso i punti di riconsegnaGS = quantitativi corrisposti a copertura di GNC, perdite e autoconsumiI = immissioni in rete (importazioni, Gnl, produzione nazionale)S = Immissioni in rete (prelievi dalla rete) da stoccaggioT = Transazioni al PSVIl termine S è determinato come somma algebrica di quantitativi programmati inerogazione (iniezione) in stoccaggio e i quantitativi ceduti (acquistati) nellasessione di bilanciamento.Il termine T contiene i quantitativi acquistati (ceduti) nella sessione dibilanciamento (con uguale valore e segno opposto rispetto a quelli inclusi neltermine S). Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 7
  8. 8. Corrispettivo di bilanciamentoPer ogni giorno gas G il corrispettivo di sbilanciamento applicatoall’utente (CB ) è dato da: CB = Pb * DSPb è il prezzo di sbilanciamento che si forma nella sessione dibilanciamento del giorno G (senza penalizzazioni)L’utente verserà il corrispettivo (CB >0) se nel giorno gas (G) èrisultato corto (DS>0) e riceverà il corrispettivo (CB <0) se è risultatolungo (DS<0) Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 8
  9. 9. Modifiche alla disciplina dello stoccaggioModalità di determinazione delle variazioni di giacenza dell’utente∆G = A - N - B - CA = acquisti (vendite) di gas in stoccaggioN = quantitativi nominati (positivi se in erogazione)B = quantitativi ceduti (acquistati) nella sessione di bilanciamentoC = quota di consumi di stoccaggio attribuita all’utente∆G è quindi determinabile quando è noto l’esito della sessione di bilanciamento (G+1)Modalità di gestione delle capacità interrompibiliEsempio:Il giorno G-1- l’utente U1 ha a disposizione 50 di capacità (erogazione/iniezione) interrompibile e nomina 25- la capacità continua non programmata dal complesso degli utenti è > 25- l’impresa di stoccaggio conferma 25 a U1Nel giorno G la possibilità di rinomina di ciascun utente con capacità continua è ridotta di un importo R: capacità interrompibile confermata x capacità continua non programmata dall’utenteR= capacità continua non programmata dalla generalità degli utenti Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 9
  10. 10. Stoccaggio: richieste di chiarimento pervenuteD: è prevista l’applicazione dei corrispettivi di superamento della capacità di iniezione/erogazione da stoccaggio nel caso in cui nel mercato di bilanciamento siano accettate offerte per quantità superiori alla capacità conferita?R: non è previstaD: come verrà determinata la giacenza di gas in stoccaggio per il giorno 1/4/11 poiché a quella data vi saranno ancora tre bilanci gas da chiudere?R: dall’inizio dell’SBSM verrà determinata giornalmente la variazione di giacenza – per la definizione della giacenza in stoccaggio sarà necessario che siano chiusi i bilanci del periodo precedente alla data di inizio dell’SBSMD: cambieranno le logiche di conferimento della capacità di stoccaggio a seguito dell’introduzione dell’SBSM?R: la modifica dei criteri di conferimento della capacità di stoccaggio non è immediatamente legata all’introduzione dell’SBSM – si precisa che con il dlgs 130/10 una quota di capacità di stoccaggio è resa disponibile con criteri diversi da quelli previsti dal dlgs 164/00 e dalla deliberazione n. 119/05 Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 10
  11. 11. Vincoli di giacenza minima (303/07)I vincoli di giacenza minima sono coerenti con la funzione dello stoccaggio dimodulazione che non viene meno con l’introduzione dell’SBMSI servizi diversi da quello di modulazione dei clienti tutelati (stoccaggio minerarioe servizio bilanciamento utenti) non sono soggetti ai vincoliI vincoli consentono flessibilità “infra-mese” in quanto agiscono sulla giacenzaalla fine del mese e non su quella giornaliera (periodo rilevante per ilbilanciamento)L’erogazione dallo stoccaggio è modulabile sulla base del prezzo di offerta nellasessione di bilanciamento (obbligo di offerta non vincolato a un prezzo) –Conseguentemente i prezzi formati nel mercato di bilanciamento includono unsegnale di prezzo della scarsità prospettica del mercato Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 11
  12. 12. Organizzazione della sessione di bilanciamentoCiascun soggetto abilitato presenta offerte di acquisto (OA) e di vendita (OV)complessivamente nei seguenti limiti nOfferte di vendita: CE − N ≤ ∑OVi ≤ G − N i =1 nOfferte di acquisto: CI + N ≤ ∑ OAi ≤ S − G + N i =1CE = capacità di erogazione dell’utenteCI = capacità di iniezione dell’utenteS = capacità di spazio dell’utenteN = nomina sullo stoccaggio (positivo = erogazione)OVi = quantità di gas dell’i-esima offerta di venditaOAi = quantità di gas dell’i-esima offerta di acquistoG = giacenza dell’utente (alle 6:00 del giorno G)n = 10 (massimo numero di offerte per ciascuna tipologia di offerta) Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 12
  13. 13. Organizzazione della sessione di bilanciamento De te rmi n az i one e si ti de l m e rcato di bi lan ci am e nto 2,00 Prezzo di sbilanciamento 1,80 1,60 1,40 Sistema lungo 1,20 prezzo 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00 0 400 Q uan ti tà 800 1200 De terminaz ione e siti de l me rcato di bilanciame nto offert e di vendit a offert e di acquist o SCS 2,00 1,80 1,60 1,40 1,20 prezzo 1,00 Sistema corto 0,80 0,60 Prezzo di sbilanciamento 0,40 0,20 0,00 0 400 Q uantità 800 1200 offerte di vendita offerte di acquisto SCS Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 13
  14. 14. Gestione del rischio (1/3)Al RdB sono attribuite funzioni per la gestione dei rischi connessi alla potenzialeesposizione del sistema nei confronti dell’utente: Determinazione dell’esposizione potenziale del sistema nei confronti di ciascun utente (EPSu) Determinazione dell’EPSu massima ammissibile in relazione all’entità e alle forme di garanzia prestate dall’utente (maxEPSu) Adozioni delle opportune azioni nel caso in cui EPSu>maxEPSuL’EPSu è data dalla somma delle seguenti voci: Partite economiche determinate e non ancora saldate (m-4 e precedenti); Partite economiche non ancora definitivamente determinate, che possono essere distinte in: Partite economiche relative al periodo precedente il giorno di valutazione (per le quali si conosce il prezzo di sbilanciamento e il bilancio provvisorio) che sono stimabili sulla base di informazioni provvisorie Partite economiche che possono insorgere dal giorno di valutazione per la durata minima di efficacia del contratto di trasporto, che sono ipotizzabili sulla base di assunzioni con riferimento allo sbilanciamento che può accumulare l’utente Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 14
  15. 15. Gestione del rischio (2/3) maxEPSu è un indice di solvibilità di ciascun utente, potenzialmente funzione di: Garanzie finanziarie (GF) Livello di rating (LR) Valore del gas detenuto in stoccaggio (S)maxEPSu può essere determinato come:maxEPSu=a x GF + b x LR + c x S + …Dove a, b, c sono fattori moltiplicativi (anche >1) che realizzano un opportuno trade off fra: costo delle garanzie prestate costi in termini di rischio residuo a carico del sistema Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 15
  16. 16. Gestione del rischio (3/3)Le azioni da adottare nel caso in cui EPSu>maxEPSu sono funzionali a limitarele facoltà dell’utente che potrebbero incrementare l’esposizione del sistema neisuoi confronti, ed in particolare: facoltà di registrare cessioni in vendita al PSV facoltà di cedere il gas in stoccaggio facoltà di incrementare la capacità conferita presso i punti di riconsegnaInoltre ove l’esposizione superi il valore massimo verranno predisposte le azionifunzionali al subentro nella fornitura dei clienti finali serviti direttamente oindirettamente dall’utenteTali azioni sono interrotte ove l’utente riporti tempestivamente l’esposizione dicompetenza al di sotto dei valori ammissibili Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 16
  17. 17. Ulteriori richieste di chiarimento pervenuteD: La possibilità di rinomina nel giorno gas è prevista solo per prelievi, stoccaggi e produzione nazionale?R: Sì, contestualmente all’introduzione del SBSM. Per gli altri punti (terminali GNL e importazioni) la possibilità di rinomina verrà introdotta in un momento successivo in quanto richiede la definizione delle modalità di coordinamento tra gli operatori interconnessi della gestione dei flussi fisici e l’evoluzione delle modalità organizzative del dispacciamento fisico.D: La riforma del mercato del bilanciamento prevede l’eliminazione della 3° e la 4° sessione del PSV (dedicate ai flussi dei terminali)? E se le sessioni saranno mantenute, avranno natura fisica o finanziaria?R: L’Autorità ritiene opportuna la modifica degli attuali criteri di programmazione della rigassificazione (come adottati dalle imprese di rigassificazione) in modo da consentire la definizione dei quantitativi allocati agli utenti nel giorno gas e la possibilità per gli utenti di sfruttare le flessibilità offerte dai terminali. Tali modifiche, che si ritiene possano essere sviluppate con gruppi di lavoro dedicati, comporteranno l’eliminazione della 3° e 4° sessione del PSV. Con l’introduzione dell’SBSM non è prevista la modifica delle predette sessioni che continueranno ad avere natura fisica nel senso che interverranno sull’equazione di bilancio dell’utente e conseguentemente sul suo termine DS.D: E’ possibile che per i terminali di Gnl possano essere previste delle soglie di tolleranza per i primi periodi del mercato di bilanciamento?R: Si ritiene che il prezzo di sbilanciamento formato sull’SBSM non contenga elementi di penalizzazione e non sembra essere opportuno prevedere tolleranze. Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 17
  18. 18. Ulteriori richieste di chiarimento pervenute Modifica dei criteri di conferimento della capacità di trasporto nei punti di entrata/uscita interconnessi con gli stoccaggiD: Come verranno gestiti gli obblighi di conferimento? L’impresa di stoccaggio sarà tenuta a richiedere tutta la capacità conferibile?R: Si ritiene che l’impresa di stoccaggio debba richiedere la capacità di stoccaggio funzionale all’offerta dei propri servizi di stoccaggio ossia quella corrispondente alla capacità di iniezione/erogazione conferita.D: Come verranno ripartiti tra gli utenti i costi della capacità di trasporto?R: Si ritiene che questi costi debbano essere ripartiti mensilmente in funzione della capacità di erogazione/iniezione detenuta da ciascun utente nel corso del mese (tenendo conto delle eventuali cessioni di capacità fra utenti per periodi inferiore al mese).D: In che punto della rete verrà consegnato il gas?R: Nel punto virtuale della rete coincidente con l’hub di stoccaggio. Il gas immesso dagli stoccaggi non è quindi distinguibile dal gas presente al PSV ed è immediatamente scambiabile. La localizzazione del punto di riconsegna del gas è propedeutica alla risoluzione di eventuali congestioni di rete. Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 18
  19. 19. Direzione mercati Autorità per l’energia elettrica e il gas Milano, Centro Congressi Fast Sala Maggiore, Piazzale Morandi n. 2 Venerdì 21 gennaio 2011Autorità per l’energia elettrica e il gas - Direzione Mercati 19
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×