Cipollone Omeopatia 28

  • 721 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
721
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L'Omeopatia: Medicina ecocompatibile, quando un alimento si può dire biologico Dott. Bruno Cipollone Medico Veterinario Omeopata Dirigente Servizio Veterinario ASL RMC ecoandequo 2009 - Ancona
  • 2. “La terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra. Qualunque cosa capita alla terra, capita anche ai figli della terra” (messaggio di capriolo zoppo della tribù dei Duwamish, al Presidente degli Stati Uniti, Franklin Pierce, 1854)
  • 3. RAPPORTO AMBIENTE ANIMALI E UOMO Le molteplici ricchezze della natura hanno un valore di gran lunga superiore a quello economico. Perché sono al tempo stesso ricchezze sociali, culturali, scientifiche ed estetiche. L’uomo essendo il curatore delle risorse naturali per le generazioni future, ha l’obbligo morale d’impiegare ocultamente questo capitale insostituibile”. Secondo P. Duvigneaud, infatti, l’inquinamento ambientale va di pari passo ad un “inquinamento morale”, inteso come depauperamento della civiltà. “Il benessere è lo stato di armonia fisica e psichica di un individuo in se stesso in relazione al suo ambiente”
  • 4. BENESSERE INDUSTRIALE Danni ambientali Perdita fertilità suolo Disastri idrogeologici Inquinamento
  • 5. BIOLOGICO L’Agricoltura biologica è un modello di sviluppo sostenibile che affonda le sue radici nel metodo di produzione biologico, a sua volta basato sui principi di salvaguardia e valorizzazione delle risorse, rispetto dell’ambiente , del benessere animale e della salute di chi consuma; un modo capace di indirizzare in senso ecologico i comportamenti degli operatori e dei cittadini e, in particolare, il loro approccio al metodo di produzione e al consumo.
  • 6. BIOLOGICO Regolamento Ce 2092/1991 del 24 Giugno 1991 Regolamento Ce 834/2007 del 28 Giugno 2007 Regolamento Ce 889/2008 del 5 Settembre 2008 Regolamento Ce 1254/2008 del 15 Dicembre 2008 Regolamento Ce 710/2009 del 05 Agosto 2009
  • 7. BIOLOGICO Avvicendare le colture per gestire al meglio la fertilità del terreno, prevenire patogeni, parassiti ed infestanti nonché sostenere la diversità paesaggistica ed ecologica, senza sottovalutare l'impatto positivo nella gestione delle acque superficiali e la prevenzione dell'erosione è un caposaldo dell'agricoltura biologica.
  • 8. BIOLOGICO L’Agricoltura biologica contribuisce a conservare l’ambiente attraverso: ➢conservando la fertilità naturale del suolo ➢salvaguardando la complessità dell’agro- ecosistema e la sua biodiversità ➢consumano meno energia, di conseguenza il contributo all’effetto serra è ridotto ➢riducono al minimo il rilascio dei residui nel terreno, nell’aria e nell’acqua
  • 9. VALORE NUTRIZIONALE FISIOLOGICO Sostanze auspicabili Sostanze quantitativamente fondamentali : proteine, carboidrati e grassi Vitamine Minerali Metaboliti vegetali secondari (es. antiossidanti) Sostanza secca, fibre dietetiche Sostanze da evitarsi Residui di fitofarmaci Nitrati Metalli pesanti Micotossine Residui di medicinali Organismi patogeni e parassiti Allergeni
  • 10. BIOLOGICO Uomini e donne che si dedicano a pratiche agricole attente al benessere animale attraverso: ➢non usare sostanze pericolose alla loro salute ➢rifiutare sementi O G M ➢riscoprire e salvaguardare le varietà vegetali e le razze animali locali ➢ripristinare e salvaguardare il territorio
  • 11. BIOLOGICO CONVENZIONALE Proprietà nutrizionali Meno qualità migliori Maggior utilizzo di Lascia un maggior energie rinnovabili impatto ambientale Costa di più Costa di meno
  • 12. Ruolo del Veterinario Il medico veterinario omeopata che nella valutazione dei segni omeopatici deve tener conto di tutti gli aspetti comportamentali, ambientali, rapporto con l’uomo e quindi è attento all’aspetto “etologico” degli animali in relazione al contesto sociale dove vivono che è molto variegato e di complessa valutazione.
  • 13. OMEOPATIA • L’uso dei farmaci - quali antibiotici e ormoni - produce metaboliti che vengono eliminati nel latte, nelle urine, nelle feci e sull'impatto ambientale a lungo termine. • Il 10% degli allevamenti tradizionali ricorre alle cure omeopatiche, mentre lo fa il 50-60% di quelli biologici. • Riduzione dei costi di trattamento elemento fondamentale specie nelle terapia degli animali di allevamento
  • 14. OMEOPATIA • DECRETO LEGISLATIVO 6 aprile 2006, n.193 Gazzetta Ufficiale N. 121 del 26 Maggio 2006 “Attuazione della direttiva 2004/28/CE recante codice comunitario dei medicinali veterinari”. • REGOLAMENTO (CE) N. 2377/90 “Determinazione limiti massimi residui di principi farmacologicamente attivi”. • REGOLAMENTO (CE) N. 726/2004 relativo alla istituzione dell’agenzia europea del medicinale (EMEA) • L.R. n° 9 del 19/02/2007 Regione Toscana “ Esercizio delle Medicine complementari” • Proposta di legge della Consulta Nazionale delle Medicine Integrate (CoNMI) • CODICE DEONTOLOGICO Consiglio Nazionale FNOVI Roma 17 dicembre 2006
  • 15. Reg. CE 1804/99 5. Profilassi e cure veterinarie 5.4. L'uso di medicinali veterinari nell'agricoltura biologica deve essere conforme ai seguenti principi: a) i prodotti fitoterapici (ad es. estratti vegetali — esclusi gli antibiotici — essenze, ecc.), omeopatici (ad es. sostanze vegetali, animali o minerali), gli oligoelementi e i prodotti elencati all'allegato II, parte C, sezione 3, sono preferiti agli antibiotici o ai medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica, purché abbiano efficacia terapeutica per la specie animale e tenuto conto delle circostanze che hanno richiesto la cura; b) qualora l'uso dei suddetti prodotti non sia verosimilmente efficace, o non si dimostri tale per le malattie o le ferite, e qualora la cura sia essenziale per evitare sofferenze o disagi all'animale, possono essere utilizzati antibiotici o medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica sotto la responsabilità di un veterinario; c) è vietato l'uso di medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica o di antibiotici per trattamenti preventivi.
  • 16. OMEOPATIA In Veterinaria esistono da sempre problematiche legate soprattutto alle dosi (quantità di farmaco) all’economicità dei trattamenti (in zootecnia). L’Omeopatia è in grado di soddisfare tutte queste esigenze; in effetti , i trattamenti omeopatici non richiedono dosi (quantità) elevate di rimedi, sono economici ed a "misura d’animale”. Fatto di non poco conto è che i rimedi omeopatici non lasciano residui sia nelle produzioni animali (carni, latte, uova, etc.) che nell'ambiente attraverso le deiezioni (feci e urine) degli animali per cui hanno una dimensione "ecologica" di tutto rispetto.
  • 17. ALLE VAM E NTO B IO LO G IC O B a tte r ic id ia 100 50 0 1 2 3 om eopatic o 61,12 56,87 76 c ontrollo 87,62 53 57,5 plac eb o 53,87 37,37 35,62 R ap p o rto AL B /G L O B 1 0,9 0,8 0,7 1 2 3 omeopatico 0,83 0,84 0,94 controllo 0,91 0,9 0,85 placeb o 0,81 0,93 0,85
  • 18. TE R AP IE C O NVE NZIO NALE E O M E O P ATIC A A C O NFR O NTO IN UN ALLE VAM E NTO D I BO VINE D A LATTE P E R IO D O T E R A P IA M E D IC IN E O P E R A T O R E V E T E R IN A R IOT O T A LE dic-06 C O N V E N Z IO N A LE 286,79 387,64 465,53 1139,96 O M E O P A T IA 30,21 37,09 29,72 97,02 gen-07 C O N V E N Z IO N A LE 393,31 527,34 496,61 1417,26 O M E O P A T IA 20,23 28,94 25,72 74,89 feb-07 C O N V E N Z IO N A LE 595,33 607,08 492,99 1695,4 O M E O P A T IA 32,11 30,10 18,27 80,48 m ar-07 C O N V E N Z IO N A LE 398,66 456,94 485,48 1341,08 O M E O P A T IA 13,86 22,26 19,72 55,84 apr-07 C O N V E N Z IO N A LE 194,13 264,00 505,98 964,11 O M E O P A T IA 10,72 16,18 27,56 54,46 m ag-07 C O N V E N Z IO N A LE 283,40 335,72 495,26 1114,38 O M E O P A T IA 17,52 21,41 29,73 68,66 giu-07 C O N V E N Z IO N A LE 267,55 379,06 484,95 1131,56 O M E O P A T IA 16,16 25,94 30,30 72,4 lug-07 C O N V E N Z IO N A LE 155,56 392,70 505,16 1053,42 O M E O P A T IA 13,79 32,45 38,85 85,09 ago-07 C O N V E N Z IO N A LE 201,68 366,74 505,16 1073,58 O M E O P A T IA 34,26 77,35 29,57 141,18 Per concessione del Prof. Martini Facoltà di Agraria dell'Università di Firenze
  • 19. P R O D UTTO R I B IO -LO G IC I Il sistema di produzione biologico implica, pertanto, restrizioni importanti per quanto riguarda l’utilizzazione di fertilizzanti, antiparassitari e medicinali veterinari che possano avere conseguenze nocive per l’ambiente o dare origine a residui nei prodotti agricoli che entreranno, successivamente, nella catena alimentare.
  • 20. VE TE R INAR I B IO -LO G IC I C ontinuare a percorrere la strada della sperimentazione per dimostrare sul campo che gli animali trattati omeopaticamente trovano un equilibrio dinamico per saper affrontare con le proprie capacità immunitarie , con i propri processi di difesa, le malattie di diversa origine. C ollaborare con medici, farmacisti e produttori agricoli per la continua e obiettiva informazione dei cittadini adulti e formazione delle future generazioni per non far perdere il gusto del cibo buono e prodotto in modo sano.
  • 21. CONSUMATORI BIO-LOGICI Consumatori che acquistano in “Filiera Corta” prodotti biologici ➢consentono all’agricoltore di vendere a prezzi migliori a al consumatore di pagare meno ed avere prodotti sempre freschi ➢comportano minori costi ambientali - minor trasporto - minori imballaggi ➢contribuisce a realizzare un modello di sviluppo più sostenibile per la società e l’ambiente
  • 22. GRAZIE PER L'ATTENZIONE D ott. Bruno C ipollone cipollone.b@ tiscali.it