Faro competenze formazione 2
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Faro competenze formazione 2

on

  • 1,522 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,522
Views on SlideShare
205
Embed Views
1,317

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 1,317

http://www.unfaropervenezia.eu 1251
http://unfaropervenezia.eu 59
http://www.unfaropervenezia.eu. 4
http://webcache.googleusercontent.com 2
http://hoteldunord.coop 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Faro competenze formazione 2 Faro competenze formazione 2 Presentation Transcript

  • ,,Faro Venezia Quali sono le relazioni tra la Convenzione di Faro e le politiche per la formazione e il lavoro? Lo sviluppo delle competenze professionali legate al patrimonio Adriano De Vita per il Convegno: “La Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore del patrimonio culturale per la società. Il ruolo delle Comunità patrimoniali nella partecipazione democratica alla cultura” 2 marzo 2013, Venezia.
  • Dialogo e Uso sostenibile ,,Articolo 7 - Patrimonio culturale e dialogo:si sottolinea limportanza del dialogo interculturale, della leggittimità delle diverseinterpretazioni e attribuzione di valore al patrimonio da parte di comunità culturalidiverse, della coesistenza e comprensione reciproca. In questo quadro si auspicalattuazione di azioni coerenti in tutti gli aspetti delleducazione e della formazionepermanenteArticolo 9 - Uso sostenibile del patrimonio culturalesi incoraggia a: “promuovere luso dei materiali, delle tecniche e delle professionalitàderivati dalla tradizione, ed esplorarne il potenziale per applicazioni contemporanee ea “promuovere lalta qualità degli interventi attraverso i sistemi di qualifica eaccreditamento professionali per gli individui, le imprese e le istituzioni
  • Economia e Conoscenza ,,Articolo 10 – Patrimonio culturale e attività economicaIncoraggia ad: “utilizzare pienamente il potenziale del patrimonio culturale comefattore nello sviluppo economico durevole” accertandosi che queste politiche“rispettino lintegrità del patrimonio culturale senza comprometterne i valoriintrinseci”.Articolo 13 - Patrimonio culturale e conoscenzaSi incoraggiano in modo deciso e specifico azioni di ricerca e formazione sulletematiche legate al patrimonio.In particolare: rinforzare il collegamento fra la formazione nellambito delpatrimonio culturale e la formazione professionalee incoraggiare la formazione professionale continua e lo scambio di conoscenze ecompetenze, sia allinterno di che fuori dal sistema formativo. View slide
  • Cecità selettiva da superare ,, La Convenzione di Faro evidenza in modo molto forte e del tuttoesplicito i legami strettissimi tra eredità culturale lavoro e formazione iniziale, continua e permanente. Nonostante questo esiste una clamorosa cecità selettiva per cui questi temi sono stati finora sostanzialmente ignorati negli studi, dibattici e ricerche stimolati dalla Convenzione. Dal momento che il lavoro è una assoluta priorità in Italia e in Europa è il caso di superare con decisione questo deficit di attenzione View slide
  • Quadro normativo nuovo ,,DECRETO LEGISLATIVO 16 gennaio 2013, n. 13 Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delleprestazioni per lindividuazione e validazione degli apprendimenti nonformali e informali e degli standard minimi di servizio del sistemanazionale di certificazione delle competenze.Varie leggi regionali che definiscono i dispositivi locali di validazione ecertificazione... in Toscana ,Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto (Dgr n.2895 del 28 dicembre 2012)La nuova programmazione europea 2014-2020:...sviluppare strategie locali (territoriali) caratterizzate da una forte dimensioneculturale che promuova un accesso più vasto alle risorse culturali, alla diversità, aldialogo interculturale e alle competenze per l’inclusione di gruppi emarginati.
  • Questo significa che... ,, Unampia gamma di attività ispirate a Faro possono dare origine a validazioni di competenze formalmente riconosciute dal sistema-istruzione (diplomi e lauree) e dal sistema-lavoro (politiche attive e occupazione) che coinvolgano ogni tipo di cittadiniQuesto permetterà di:● radicare le attività legate alleredità culturale nella vita quotidiana e nel senso comune della popolazione● Promuovere la nascita di Comunità Professionali che mettano in rete e valorizzino i professionisti del settore● Sostenere lattuazione degli obiettivi di Faro attraverso laggancio con la programmazione europea 2014-2020 e i programmi nazionali e locali di formazione professionale e di formazione permanente.
  • Significa anche... ,,Uscire dalla nicchia degli specialisti, degli appassionati e delle elitesintellettualiAffermare il diritto alla cultura e alleredità culturale come un fattoreevolutivo della società nel senso della qualità della vita e degliambienti urbani e rurali.Favorire la consapevolezza nella popolazione che il diritto alla culturacomporta anche lesercizio della propria responsabilità culturaleLo sviluppo dellautogoverno come “cura di sé” delle comunità localidimostrata attraverso la cura dei luoghi, del patrimonio e delle ereditàculturali.
  • Un esempio: creare le condizioni strutturali per ,, La valorizzazione dei mestieri storici In modo da collegare il recupero del patrimonio tangibile (attrezzature e luoghi) con quello intangibile (competenze professionali) a scopo educativo e “attivando” anche i lavoratori anzianiLe antiche forge dellArsenale di Venezia (foto Alessandro Ervas, Fabbro)
  • Mestieri storici nelleducazione ,,● I mestieri storici sono fuori mercato e ci resteranno, ma ci permettono di: – recuperare e mantenere le attrezzature depoca nei luoghi in cui erano utilizzate (eredità tangibile) – mantenere vive le competenze professionali necessarie per utilizzarle (eredità intangibile) – hanno un forte e dimostrato valore educativo● Dunque, se questo lavoro di dimostrazione ed educazione dei maestri artigiani ha un valore... allora vanno utilizzati e retribuiti in modo adeguato allinterno di progetti non episodici e volontaristici che lo integri nel sistema-educazione visto che sono ormai fuori dal sistema-lavoro.
  • Un auspicio ,,● Verificare la possibilità di avviare programmi operativi congiunti tra Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali e Ministero per i Beni e le Attività Culturali● che colleghino le politiche attive del lavoro con quelle per i beni culturali● In modo da sviluppare strategie locali caratterizzate da una forte dimensione culturale che promuova un accesso più vasto alle risorse culturali, alla diversità, al dialogo interculturale, alle competenze e per favorire nuova occupazione e attività economica sostenibile.
  • ,,http://www.unfaropervenezia.eu/ Contatti: Adriano De Vita adriano.devita@gmail.com