Your SlideShare is downloading. ×
0
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
I Metodi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I Metodi

346

Published on

I metodi di validazione delle competenze. Differenza tra scuola e lavoro.

I metodi di validazione delle competenze. Differenza tra scuola e lavoro.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
346
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali I metodi di valutazione Soggetto attuatore: Consorzio API Formazione ImpresaCompetenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 1
  • 2. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 2
  • 3. Scuola e lavoroPer valutare in modo adeguato le competenze è necessario avereuna chiara consapevolezza che diversi contesti sociali comportano lanecessità di utilizzare criteri e metodologie diverse perché sono di-versi gli scopi delle valutazioni: Scuola Orientamento Lavoro Educazione Supporto alla persona Selezioni Saperi di base Consapevolezza Retribuzioni Conoscenze disciplinari Progetti professionali Cerificazioni professionali Maturità personale Scelta percorsi di Vidibilità dei curricola e sociale formazione Crediti formativi Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 3
  • 4. ScuolaNella scuola, nonostante alcune evoluzioni recenti, le valutazioniriguardano essenzialmente: • Le conoscenze di tipo disciplinare: – italiano, storia, matematica... • Le abilità cognitive e linguistiche di base – argomentare, ipotizzare, dimostrare... • Che sono – “senza contesto” (di valore universale) – “senza tempo” (di valore eterno) – senza scopi esterni a sé stesse2 + 2 = 4 ovunque e per sempre Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 4
  • 5. LavoroNel mondo del lavoro invece non conta molto il “possesso” di cono-scenze e abilità cognitive di base e disciplinari.Quello che conta è invece: ● La capacità di mettere in pratica conoscenze, abilità, qualità personali di ogni genere ● in contesti organizzativi specifici ● per ottenere risultati e/o prodotti visibili ● dotati di valore economico Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 5
  • 6. CompetenzaPer competenza si intende propriamente questa capacità di azionareconoscenze e abilità in modo coerente e sensato rispetto a quantorichiesto dalle varie situazioni particolari.La competenza esprime la connessione tra tutte le risorse di unapersona e le necessità degli ambienti di lavoro.Questo concetto:• non serve a nulla nelle imprese imprese tradizionali basate su lavori semplici e ripetitivi che agiscono in mercati stabili nel tempo. Per esse sono sufficienti le tradizionali “mansioni”;• è invece utilissimo nelle imprese che operano per obiettivi, in mercati molto mutevoli e competitivi, perché allora sono richieste persone autonome, adattabili, intraprendenti, capaci di lavorare per progetti Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 6
  • 7. Competenze e processi produttivi Un processo produttivoDa quanto detto è una attività che:consegue • si svolge nel tempoche la competenza • con un inizio e una finesi manifesta • attraverso una serie di attivitàessenzialmente come intermediecapacità di realizzare • logicamente interconnesseun processo produttivo • che portano ad un risultato finaleo contribuire ad esso. • visibile / misurabile • che ha valore economico Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 7
  • 8. Esempi di processi / competenze Disinfestazione generica Registrazione fatture1. Lettura e interpretazione dei risultati di 1. Ricezione e analisi preliminare: monitoraggio con relativa nota di a. analizzare le fatture suddividendole intervento per tipologia e ordinarle per data;2. Scelta dei punti di rilevazione b. verificare la correttezza formale del3. Pianificazione intervento da eseguire documento4. Scelta ponderata dei biocidi da impiegare 2. Archiviazione:5. Informazione al cliente degli effetti dei a. registrare i nuovi clienti o fornitori biocidi prima durante e dopo l’impiego b. inserire i dati della fatture sul6. Scelta idonea dei dispositivi da impiegare software ed utilizzare in base all’infestante ed ai c. controllare su riscontro cartaceo la luoghi di intervento correttezza dei dati inseriti;7. verificare l’efficienza di quelli presenti d. registrare le fatture8. Lettura dati raccolti, descrizione e e. archiviare le fatture nel classificatore gestione delle non conformità del cliente 3. Gestione documentale in uscita: a. Verificare e stampare i prospetti b. inviare al cliente il modello F24 Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 8
  • 9. Confronto sinotticoLe differenze tra lapprendimento per discipline, tipico della scuola, e quello per obiettivi e processi, tipico del lavoro sono notevoli Nella scuola: Sul lavoro:• conoscenze astratte, senza saper fare concreto in contesti contesto (universali) reali (specifici)• che possono essere applicate che possono essere teorizzate• che sono “eterne” che evolvono velocemente• valutate “per sé stesse” valutate ciò che producono• senza valore economico diretto con valore economico diretto• valutate dagli insegnanti valutate dai datori di lavoro Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 9
  • 10. Metodi di validazione Data la profonda diversità tra i contesti scuola e lavoro e degli scopi delle valutazioni anche i metodi devono essere diversi • Scuola: • Lavoro: – Colloqui – Prove sul campo – Prove scritte – Simulazioni realistiche – EsercitazioniSolo in questo modo le validazioni saranno credibili per i datori di lavoro, che sono i valutatori in ultima istanza, e quindi anche utili per sostenere loccupabilità nel tempo delle persone. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 10
  • 11. Criteri di credibilità metodologicaGli studi scientifici sui metodi di valutazione hanno da tempoindicato i requisiti di base per le metodologie da utilizzare• Validità – corrispondenza tra ciò che si vuole valutare e l’oggetto realmente valutato e saper predire la prestazione, ;• Affidabilità: – il test deve essere in grado di riprodurre, se ripetuto nelle stesse condizioni, gli stessi risultati;• Accettabilità: – il test è equo per gli esaminandi;• Trasparenza: – gli esaminandi conoscono il contesto di riferimento ed il significato della certificazione. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 11
  • 12. Cultura della valutazioneI requisiti scientifici delle metodologie, lequità sociale delle procedu-re, la trasparenza, la capacità di comprendere e descrivere i processi produttivi, di organizzare prove sul campo e simulazioni efficaci... definiscono la competenza specifica del valutatori...Un ruolo professionale oggi quasi inesistente, ma che è indispensa-bile per la credibilità ed efficacia di qualunque dispositivo pubblico per la validazione delle competenze comunque maturate Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 12
  • 13. Utilità della validazione delle competenzeSolo in questo modo si potranno ottenere le numerose ricadute posi-tive che un tale dispositivo auspica, e cioè migliori: • analisi dei bisogni formativi e progettazione • orientamento • formazione sul campo • crediti formativi • mobilità in Italia ed in Europa • trasparenza del mercato del lavoro • eque retribuzioni • visibilità delle competenze • ... Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 13

×