Presentazione del progetto CAST
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Presentazione del progetto CAST

on

  • 722 views

Il progetto CAST ha elaborato una proposta per un dispositivo regionale per la validazione delle competenze formali, informali e non formali per la Regione Veneto. ...

Il progetto CAST ha elaborato una proposta per un dispositivo regionale per la validazione delle competenze formali, informali e non formali per la Regione Veneto.
Capo progetto: Consozio API Formazione Impresa

Statistics

Views

Total Views
722
Slideshare-icon Views on SlideShare
668
Embed Views
54

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 54

http://www.consorziocast.it 54

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Presentazione del progetto CAST Presentazione del progetto CAST Presentation Transcript

    • Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali Presentazione del progetto Soggetto attuatore: Consorzio API Formazione ImpresaCompetenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 1
    • Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 2
    • Competenze Ambiente e Sicurezza TerritorialiF.S.E. POR 2007-2013, Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione, DGR 1758 del 16 giugno 2009, Asse IV – Capitale Umano, Azioni di sistemaper la realizzazione di strumenti operativi a supporto dei processi di rico- noscimento, validazione e certificazione delle competenze. Approvato con decreto n. 4940 del 04 novembre 2009. Codice progetto: 1/1/1/1758/2009. Soggetto attuatore: Consorzio API Formazione Impresa Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 3
    • Obiettivo generale Costruire un sistema Veneto per la validsazione delle COMPETENZE coerente a quanto previsto sul piano nazionale ed europeo Obiettivo specifico Progettare, costruire e sperimentare modelli, strumenti, procedure di riconoscimento / rilevazione / validazione/ certificazione delle competenzeCompetenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 4
    • Partners operativi • Centro Servizi P.M.I. Scarl • Formasi Srl • Arcedi - Commercialisti ed esperti contabili Venezia • Consorzio C.A.S.T. • Istituto Tecnico Industriale Statale “Leonardo Da VinciPartners di rete • Formaset s.c.a r.l. • Apindustria Venezia Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 5
    • Azioni previste - 1Analisi del contestoConfrontare tra loro gli orientamenti, le raccomandazioni e le normative europee, nazionali elocali in tema di apprendimenti non formali e informali. Analizzare buone pratiche specifiche.Descrivere il contesto specifica della sanificazione, pest control, igiene pubblicaElaborazione del nuovo approccioMetodologia, linee guida, protocollo dintesaProgettazioneRequisiti di contesto, requisiti di credibilità, procedure, condizioni operative e linee guida perlutilizzo.Identificazione del campioneCondizioni di fattibilità, processi chiave, caratteristiche degli utilizzatori finali. Verifica delrapporto tra credibilità e fattibilità operativa del modello. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 6
    • Azioni previste - 2Accompagnamento e supporto agli operatoriSelezione e preparazione metodologica dei valutatori; coordinamento e supporto in itinere;definizione del ruolo degli esperti e dei metodologi; valutazione dei risultati..Sperimentazione 60 certificazioni nelle due categorie: categoria b (occupati e/o inoccupati che desiderano e/o rientrare nel mondo del lavoro; categoria c (occupati che desiderano ottenere una convalida /certificazione delle competenze acquisite in ambiente di lavoro.Rapporto analitico sullandamento della sperimentazione in tutti suoi aspetti.Monitoraggio e valutazioneValidazione del modello e delle procedure operative.Relazione trimestrale su tutti gli aspetti del progetto e rapporto finale sulle le criticitàriscontrate e le soluzioni adottate.DiffusioneInformazione per i partners e per tutti soggetti potenzialmente interessati.Aggiornamento continuo via web dellavanzamento del progettoPubblicazione del rapporto finale e linee guida.Convegno finale sui risultati. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 7
    • I settori coinvolti• Disinfestrazione, Pest-Control, Sanificazione, Igienizzazione. – In questo settore sono rilevanti i problemi di sicurezza e le certificazioni di competenza servono alle imprese per ottenere credibilità sul mercato• Ammistrazione e servizi amministrativi – In questo settore levoluzione delle conoscenza necessarie è molto veloce ed esistono numerosi ambiti di specializzazione per i quali non esistono attualmente procedure di visibilità delle competenze specifiche Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 8
    • Caratteristiche del “dispositivo” atteso: valore1. Valore per le aziende: evidenziare i motivi per i quali le aziende dovrebbero essere interessate a favorire la certificazione delle competenze dei propri collaboratori.2. Valore per le persone: evidenziare i motivi per i quali i dipendenti / collaboratori dovrebbero essere motivati allottenimento di una validazione.3. Riconoscimento: consentire in modo certo di identificare ed attestare lo specifico insieme di competenze acquisite da ciascun individuo in modo che esse possano essere messe in relazione con i titoli e le qualifiche del sistema di istruzione e formazione professionale.4. Certificazioni: verificare come le validazizoni possono essere associate a crediti formativi per ottenere certiciazioni formali (titoli di studio, abilitazioni, qualifiche...) Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 9
    • Caratteristiche del “dispositivo” atteso: la credibilità dei certificatori• Chi valuta – Ruoli e statuto professionale dei valutatori• Come si diventa valutatori – come vengono selezionati, come vengono abilitati• Che tipo di preparazione devono avere ? – prerequisiti, percorsi formativi• Chi li retribuisce – come garantire lindipendenza economica dei certificatori rispetto agli stakeholders• Che tipo di responsabilità hanno – Professionale e legale Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 10
    • Caratteristiche del dispositivo atteso: la credibilità dei processi e metodi• Metodi di valutazione delle conoscenze.• Metodi di valutazione delle abilità.• Metodi di valutazione delle competenze.• Modo di considerare lesperienza in azienda.• Ruolo del tutor come garante del processo di apprendimento sul campo.• Ruolo del tutor come supporto al candidato per la certificazione Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 11
    • Approccio metodologico• Lapproccio di riferimento è socio-costruttivista• Secondo questo approccio la valutazione è un processo: – sociopolitico, – collaborativo, – acquisitivo, – continuo, – ricorsivo – che coinvolge nel tempo una serie di attori sociali che vi sono coinvolti a vario titolo e con interessi diversi. Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 12
    • Trasparenza delle certificazioni• Il dispositivo proposto deve essere in sintonia con le indicazioni europee. In particolare: – Evidenziare le competenze chiave per lapprendimento permanente – Facilitare l individuazione e la convalida dell’apprendimento non formale e informale – EQF – EUROPASS – ECVET• Ma anche evidenziare le sue relazioni con i sistemi italiani attualmente in uso delle Qualifiche, Patentini, Abilitazioni, Libretto Formativo... Competenze Ambiente e Sicurezza Territoriali 13