Tecnologia vs. cultura

  • 901 views
Uploaded on

 

More in: Technology , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
901
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
40
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. "Scrivere e leggere nell’era post-analogica: come i giovani leggono e utilizzano contenuti nei formati tradizionali e digitali" Tavola Rotonda Torino - Fiera del Libro - 12 maggio 2008 Tecnologia VS Cultura?
  • 2. I giovani e la multimedialità
    • Digital native: Web, cellulari 3G, iPod, console e sempre meno TV
    • Web sociale: MySpace, Facebook, MUVE...
    • Informazione just enough, veloce, semplice, gratuita
    • Videogame mode:
      • Multi-tasking, competizione, immersività, livelli di interazione, collaborazione, creatività, merito (non status), crossmedialità, abilità cognitive, capacità strategiche e di problem solving
  • 3. Il Web 2.0
    • Il Web costruito sull' architettura della partecipazione e sulla fiducia radicale che consente a gruppi di utenti distribuiti su scala internazionale di contribuire alla creazione della conoscenza sociale
    • La soglia di accesso alla creazione di contenuti online si è drasticamente abbassata (creare è molto semplice e spesso è gratuito)‏
    • Mentre il Web 1.0 era fatto di documenti testuali, il Web 2.0 è fatto di persone ed è multimediale (suoni, immagini, realtà virtuali, filmati)‏
    • L'utente non è più solo ma al centro di reti e conversazioni e non è più passivo fruitore ma anche creatore di contenuti, cioè p rosumer
  • 4. Il Web 2.0
    • La scrittura si fa collaborativa , crossmediale e partecipata (blog, wiki, podcast e vodcast, social network)‏
    • L'informazione si categorizza liberamente ma insieme, con le folksonomy , “nuvole” di tag-parole chiave attribuite a pagine web, immagini, documenti, articoli etc.
    • Esplodono i feed , modalità push di distribuzione dei contenuti
    • Le applicazioni vengono rilasciate in perpetual beta perché gli utenti le testino e le migliorino
  • 5. Fan Fiction La Fan Culture indica i fan di un libro, film, game, anime, serie TV, canzone etc. che si riappropriano del suo contenuto, traendone nuovi racconti, filmati, giochi etc. La Fan Fiction è dedicata alla letteratura Le storie ricavate da quelle “ufficiali” vengono pubblicate su siti appositi, spesso in più puntate, e sottoposte a una beta(peer)-review e ai commenti/suggerimenti degli altri lettori Benché i siti di fan fiction e fan culture siano popolatissimi di teenager, sono molti anche gli adulti che si cimentano con il genere, spesso trovando negli adolescenti mentori per i mondi virtuali prodighi di consigli letterari (costruire una trama convincente, caratterizzare in un certo modo i personaggi etc.)‏ Possono contenere sviluppi coerenti con la storia ufficiale oppure completamente divergenti, integrazioni, prequel, sequel, crossover etc.
  • 6. BookGlutton È possibile leggere un libro online, inserire commenti e annotazioni, chattare con chi sta leggendo lo stesso libro o anche lo stesso capitolo, riprendere la lettura dove la si era interrotta Lo usano i club di lettura, gli appassionati che si uniscono in gruppo con altri sconosciuti, chi impara una lingua, gli insegnanti che lasciano domande per gli studenti come note nel testo Canale su Twitter per seguire le conversazioni sui libri o nei gruppi; Facebook App per ricevere informazioni all'interno del social network; API per convertire nel formato ePub, libri pubblicati sul Web in HTML Sito Web per la lettura collaborativa: si può caricare un libro o leggere collettivamente i testi pre-caricati; gli iscritti possono aderire a un gruppo o formarne di nuovi (i gruppi nascono comunque intorno ai libri)‏
  • 7. Scuola 3D Progetto dell'Istituto Pedagogico di Bolzano dedicato al mondo della formazione e dell'istruzione e finalizzato alle scuole, dall'asilo alle superiori Tra gli strumenti di Scuola3D vi sono la chat per comunicare in tempo reale tra docenti e alunni, il blog, il wiki, i feed RSS, i podcast, i video su YouTube Ma ciò che più caratterizza Scuola3D è la tridimensionalità: la creazione di percorsi didattici in un mondo virtuale in cui si costruiscono storie e universi reali o fantastici. E l'apprendimento è sempre collaborativo (in presenza o a distanza)‏ Vengono utilizzati anche i semacode, codici “geografici” che mettono in comunicazione il mondo virtuale con il Web e un sistema di social tagging che permette agli studenti di attribuire categorie agli oggetti virtuali in maniera bottom up
  • 8. Contro la barbarie
    • Web + Giovani:
    • Degrado?
    • Volgarizzazione?
    • Morte della Cultura?
    • Baricco:
    • Beethoven & il romanzo
    Orologio Beethoven by Eandy Eandy
  • 9. Qualche suggerimento
    • Offriamo alfabetizzazione informativa
    • Colmiamo il digital divide
    • Desacralizziamo il libro
    • Entriamo nella conversazione
      • Saremo giudicati sempre più in confronto con il Web sociale, Second Life, i videogame
      • Non c'è collisione con le biblioteche e le istituzioni educative
      • Il Web e le tecnologie costituiscono la nostra possibilità di riscatto!
  • 10. Domande? (posso sembrare assertiva ma amo il contraddittorio :-)‏ Bonaria Biancu -- aka The Geek Librarian Biblioteca dell'Università di Milano-Bicocca blog: http://bonariabiancu.wordpress.com library web: http://www.biblio.unimib.it email: bonariabiancu@gmail.com Fanart di Lady Oscar di bradamante68