PROGETTO SETTIMANA DESS2009 SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
<ul><li>CARI ASCOLTATORI SIAMO QUI RIUNITI PER MOSTRARVI IL NOSTRO PROGETTO DESS2009 “SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE D...
<ul><li>LA CARTA </li></ul><ul><li>LA CARTA E’ UN MATERIALE COSTITUITO DA MATERIE PRIME FIBROSE ED ESSICATE. A SECONDA DEL...
<ul><li>STORIA DELLA CARTA </li></ul><ul><li>IL SIGNIFICATO DELLA CARTA E’ INCERTO. SECONDO ALCUNI DERIVEREBBE ATTRAVERSO ...
<ul><li>L’USO DELLA CARTA FU INTRODOTTO IN EUROPA DAGLI ARABI E LA PRIMA CARTIERA EUROPEA FU COSTRUITA IN SPAGNA INTORNO A...
<ul><li>MAIS, MA NESSUNO RIUSCI’ A COMPETERE IN QUALITA’ E COSTI. NEL 1844 UN TESSITORE, KELLER, DEPOSITO’ UN BREVETTO PER...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
<ul><li>LA FABBRICAZIONE DELLA CARTA </li></ul><ul><li>IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE DELLA CARTA CONSISTE IN VARI STADI A P...
<ul><li>--PASTE CHIMICHE : LA LIGNINA VIENE SFIBRATA CHIMICAMENTE LASCIANDO INTATTE LE FIBRE DI CELLULOSA, SI OTTIENE UNA ...
<ul><li>FORMAZIONE DEI FOGLI </li></ul><ul><li>SI PROCEDE FACENDO DRENARE LA SOLUZIONE DI CELLULOSA DALLA CASSA DI FLUSSO ...
<ul><li>RICICLO CARTA </li></ul><ul><li>CHE COSA VUOL DIRE RICICLARE LA CARTA?  </li></ul><ul><li>PER PRODURRE CARTA E’ NE...
<ul><li>-LA RACCOLTA DA PARTE DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI  E STOCCAGGIO: </li></ul><ul><li>-IL SELEZIONAMENTO PER SEPARAR...
 
 
 
<ul><li>QUESTIONARIO SULLA CARTA IN ECCESSO </li></ul><ul><li>Quanta carta produci in un giorno?  Fate la raccolta differe...
 
<ul><li>QUESTIONARIO AD UN EDICOLANTE </li></ul><ul><li>QUANTI TIPI DI GIORNALI ARRIVANO AL GIORNO? </li></ul><ul><li>ARRI...
 
I seguenti giorni segnati in rosso :Lunedì; Mercoledì; Giovedì;Venerdì e Sabato sono i giorni che sono arrivati più carte ...
<ul><li>Libero OSSERVATORIO della LEGALITA’ onlus  </li></ul><ul><li>  Preg.   Sig.  S I N D A C O </li></ul><ul><li>Volan...
<ul><li>dunque vietare qualsiasi forma pubblicitaria di tipo commerciale effettuata mediante il Lancio o la Distribuzione ...
 
<ul><li>Spazzatura in strada </li></ul><ul><li>Oggi il sindaco Ippazio Stefano ha emanato una legge che era in vigore dal ...
 
<ul><li>RUOLI </li></ul><ul><li>Responsabile e coordinatore: Marco Pastorelli </li></ul><ul><li>Vice coordinatori responsa...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

P R O G E T T O S E T T I M A N A L E D E S S2009

741 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
741
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

P R O G E T T O S E T T I M A N A L E D E S S2009

  1. 1. PROGETTO SETTIMANA DESS2009 SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
  2. 2. <ul><li>CARI ASCOLTATORI SIAMO QUI RIUNITI PER MOSTRARVI IL NOSTRO PROGETTO DESS2009 “SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI” </li></ul>
  3. 3. <ul><li>LA CARTA </li></ul><ul><li>LA CARTA E’ UN MATERIALE COSTITUITO DA MATERIE PRIME FIBROSE ED ESSICATE. A SECONDA DELL’USO A CUI E’ DESTINATA ALLA CARTA POSSONO ESSERE AGGIUNTI COLLANTI, CARICHE MINERALI, COLORANTI ED ADDITIVI DIVERSI. IL MATERIALE PIU’ COMUNEMENTE USATO E’ LA POLPA DI LEGNO O DI CELLULOSA, SOLITAMENTE IL LEGNO COME PER ESEMPIO L’ABETE O IL PIOPPO, MA A SECONDA DEGLI USI SI POSSONO UTILIZZARE ANCHE ALTRE FIBRE COME IL COTONE, LINO E CANAPA, OLTRE CHE CARTA RICICLATA. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>STORIA DELLA CARTA </li></ul><ul><li>IL SIGNIFICATO DELLA CARTA E’ INCERTO. SECONDO ALCUNI DERIVEREBBE ATTRAVERSO IL LATINO “CHARTA”, DAL GRECO “CHARASSO’” CON IL SIGNIFICATO DI “INCIDERE”. I TERMINI “PAPER” ANGLOSASSONE, “PAPEL” SPAGNOLO, E “PAPIER” FRANCESE, DERIVANO DALLA PIANTE DEL PAPIRO UTILIZZATO PER SCRIVERE DAGLI ANTICHI EGIZI E SUCCESSIVAMENTE DAI GRECI E ROMANI. IN CINA I DOCUMENTI VENIVANO SCRITTI SUL BAMBU’ E OCCASIONALMENTE VENIVA USATA LA SETA, MA ERA TROPPO COSTOSA. IN CINA LA CARTA FU PRODOTTA PER LA PRIMA VOLTA NEL 105 DA TS’AI LUN, IL MATERIALE USATO ERA PROBABILMENTE LA CORTECCIA DELL’ALBERO DI GELSO DA CARTA, TRATTATA E FILTRATA IN UNO STAMPO DI BASTONCINI DI BAMBU’. LA PIU’ ANTICA CARTA CONOSCIUTA FU FABBRICATA CON STRACCI NEL 150,NEL 610 FU INTRODOTTA IN GIAPPONE E NEL 750 NELL’ASIA CENTRALE . LA CARTA COMPARVE IN EGITTO ALL’INCIRCA NELL’800, MA NON FU FABBRICATA FINO AL 900. </li></ul>
  5. 5. <ul><li>L’USO DELLA CARTA FU INTRODOTTO IN EUROPA DAGLI ARABI E LA PRIMA CARTIERA EUROPEA FU COSTRUITA IN SPAGNA INTORNO AL 1150; ANNO IN CUI RISALE LA PRIMA CARTIERA IN TERRITORIO ITALIANO ATTRIBUITA ALLA FIGURA DI POLESE DA FABRIANO . IL CONSUMO SEMPRE MAGGIORE DI CARTA PORTO’ AD UNA PENURIA DI STRACCI, A QUEL TEMPO MATERIA PRIMA; NELLO STESSO TEMPO SI CERCO’ DI RIDURRE IL COSTO DELLA CARTA . IL PROBLEMA DI FABBRICARE CARTA CON UNA MATERIA PRIMA ECONOMICA TROVO’ SOLUZIONE NEL 1840 CON L’INTRODUZIONE DEL PROCESSO DI SFIBRATURA DEL LEGNO CHE VENIVA RIDOTTO IN PASTA CELLULOSICA E, DIECI ANNI DOPO,DEI PROCESSI DI PRODUZIONE DELLA PASTA CHIMICA. NEL XVII FURONO INTRODOTTE LE MACCHINE OLANDESI PER OTTENERE LA CARTA PIU’ BIANCA E OMOGENEA; NEL 1777 SI OTTENNERO FOGLI LISCI CHE PRESERO IL NOME DI CARTA VELINA. DURANTE LA PRIMA META’ DEL XIX SECOLO I CONTINUI MIGLIORAMENTI RIDUSSERO SEMPRE PIU’ I COSTI DI PRODUZIONE, MA LA LIMITATA OFFERTA DELLA MATERIA PRIMA, GLI STRACCI, IMPOSE LA RICERCA DI NUOVE FONTI. FURONO FATTI NUOVI TENTATIVI CON L’ORTICA, LA FELCE, IL LUPPOLO E IL </li></ul>
  6. 6. <ul><li>MAIS, MA NESSUNO RIUSCI’ A COMPETERE IN QUALITA’ E COSTI. NEL 1844 UN TESSITORE, KELLER, DEPOSITO’ UN BREVETTO PER UNA PASTA PRE-PARATA DAL LEGNO, IL TEDESCO VOELTER LO MIGLIORO’ CON L’INVENZIONE DI UN APPARECCHIO DI SFIBRATURA AFFIANCATO AD UN ALTRO TRATTAMENTO: QUELLO CHIMICO. I PRIMI TRATTAMENTI FURONO CON SODA E POTASSA A CALDO, SEGUITI DA SBIANCA CON CLORO. EMI-CELLULOSA E LIGNINA SI SCIOLGONO, MENTRE LA CELLULOSA RIMANE INTATTA. SODA E POTASSA VENNERO PRESTO SOSTITUITI DA BISOLFITO CHE OPERA IN AMBIENTE ACIDO. CON L’ARRIVO DELLA PASTA DI LEGNO, LA PRODUZIONE DIVENTO’ DI MASSA E LA CADUTA DEL PREZZO TRASFORMO’ LA CARTA IN UN PRODOTTO DI LARGO CONSUMO. </li></ul>
  7. 19. <ul><li>LA FABBRICAZIONE DELLA CARTA </li></ul><ul><li>IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE DELLA CARTA CONSISTE IN VARI STADI A PARTIRE DAL LEGNO: </li></ul><ul><li>PREPARAZIONE DELLE FIBRE –SPAPPOLAMENTO </li></ul><ul><li>SBIANCAMENTO </li></ul><ul><li>FORMAZIONE DEL FOGLIO E PRESSATURA </li></ul><ul><li>TRATTAMENTI SUPERFICIALI VARI </li></ul><ul><li>ESSICCAMENTO </li></ul><ul><li>IL LEGNO E’ FORMATO DA: </li></ul><ul><li>45% CELLULOSA </li></ul><ul><li>30% EMICELLULOSA </li></ul><ul><li>23% LIGNINA </li></ul><ul><li>5% TERPENI, RESINE, ACIDI GRASSI </li></ul><ul><li>CELLULOSA ED EMICELLULOSA COSTITUISCONO LE FIBRE DEL LEGNO, MENTRE LA LIGNINA E’ L’INTERFIBRA LE TIENE UNITE. </li></ul><ul><li>SPAPPOLAMENTO </li></ul><ul><li>IL LEGNO VIENE SCORTECCIATO E RIDOTTO IN CHIPS, SUCCESSIVAMENTE SI FORMANO DELLE PASTE ROMPEN-DO IL LEGAME DELLA LIGNINA. LA MATERIA E’ RIDOTTA IN POLPA, LA SEPARAZIONE DELLE FIBRE AVVIENE CON METODI SIA FISICI CHE CHIMICI. </li></ul>
  8. 20. <ul><li>--PASTE CHIMICHE : LA LIGNINA VIENE SFIBRATA CHIMICAMENTE LASCIANDO INTATTE LE FIBRE DI CELLULOSA, SI OTTIENE UNA PASTA MARRONE CHE RICHIEDE MOLTI SBIANCANTI, MA LA CARTA FINALE E’ MOLTO RESISTENTE. IL PROCESSO HA DEGLI SVANTAGGI AMBIENTALI E DI RESA IN QUANTO SOLO IL 50% DEL LEGNO VIENE TRASFORMATO IN PASTA. </li></ul><ul><li>--PASTE MECCANICHE: LA LIGNINA VIENE SFIBRATA MECCANICAMENTE E LE FIBRE VENGONO LIBERATE E PARZIALMENTE DANNEGGIATE, LA CARTA FINALE E’ MENO RESISTENTE E IL PROCESSO HA DEI VANTAGGI DI RESA, IN QUANTO IL 95% DEL LEGNO VIENE TASFORMATO IN PASTA MA RICHIEDE MOLTA ENERGIA MECCANICA. </li></ul><ul><li>-- PASTE SEMICHIMICHE: IL LEGNO VIENE TRATTATO CHIMICAMENTE E SUCCESSIVAMENTE CON VAPORE, LA CARTA PRODOTTA E’ PIU’ FORTE. </li></ul><ul><li>SBIANCAMENTO </li></ul><ul><li>LE PASTE VENGONO SBIANCATE CON CLORO O BIOSSIDO DI CLORO, ALCUNI SISTEMI UTILIZZANO OSSIGENO E IDROGENO PEROSSIDO, IL PH FINALE DELLA CARTA VARIA DA 4 A 7. DOPO QUESTO TRATTAMENTO SI E’ OTTENUTA UNA PASTA, DA QUI DI POSSONO PRODURRE BALLE DI CELLULOSA O SI PASSA DIRETTAMENTE ALLA FORMAZIONE DEI FOGLI. </li></ul>
  9. 21. <ul><li>FORMAZIONE DEI FOGLI </li></ul><ul><li>SI PROCEDE FACENDO DRENARE LA SOLUZIONE DI CELLULOSA DALLA CASSA DI FLUSSO ATTRAVERSO UNA FESSURA LARGA SU UNA TELA: LE FIBRE SI CONCENTRANO E SI COMPATTANO FORMANDO IL FOGLIO INIZIALE. SEGUE LA PRESSATURA CHE VIENE ESEGUITA NELLA SECCHERIA CON DEI RULLI DOTATI DI FELTRI, LE FIBRE SI COMPATTANO E IL FOGLIO SUBISCE UNA LAMINAZIONE PERDENDO ACQUA E ARRIVANDO AD UNA CONCENTRAZIONE DEL 3-4%. </li></ul><ul><li>TRATTAMENTI SUPERFICIALI </li></ul><ul><li>LA CARTA GREZZA OTTENUTA NON E’ ADATTA ALLA SCRITTURA , PER QUESTO VIENE UTILIZZATA UNA GAMMA DI ADDITIVI PER OTTENERE LE PROPRIETA’ DESIDERATE. SONO IMPIEGATI L’AMIDO, IL POLIACETATO DI VINILE E ALTRI PRODOTTI. </li></ul><ul><li>ESSICCAMENTO </li></ul><ul><li>IL FOGLIO VIENE ESSICCATO PASSANDO PER UNA SECCHERIA E POI CALANDRANDOLO ATTRAVERSO UNO O PIU’ RULLI RISCALDATI CHE CON LA PRESSIONE RENDONO IL FOGLIO LISCIO. </li></ul>
  10. 22. <ul><li>RICICLO CARTA </li></ul><ul><li>CHE COSA VUOL DIRE RICICLARE LA CARTA? </li></ul><ul><li>PER PRODURRE CARTA E’ NECESSARIO TAGLIARE ALBERI CHE HA CONTRIBUITO PER ANNI ALLA DEFORESTAZIONE; QUESTO COSTITUISCE UN DANNO PER LA NATURA, SE QUESTO NON BASTASSE QUANDO LA CARTA NON SERVE PIU’ VIENE BUTTATA IN DISCARICHE FINENDO NELL’AM-BIENTE E CONTRIBUENDO AD INQUINARLO. QUINDI RICICLARE SIGNIFICA RIDURRE IL NUMERO DEGLI ALBERI TAGLIATI E NELLO STESSO TEMPO RIDURRE L’INQUINAMENTO AMBIENTALE. </li></ul><ul><li>LA CARTA RECUPERATA PUO’ ESSERE TRATTATA E RIUTILIZZATA COME MATERIA SECONDA PER LA PRODUZIONE DI NUOVA CARTA. </li></ul><ul><li>LA TRASFORMAZIONE DEL RIFIUTO CARTACEO IN MATERIA PRIMA NECESSITA DI VARIE FASI: </li></ul>
  11. 23. <ul><li>-LA RACCOLTA DA PARTE DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI E STOCCAGGIO: </li></ul><ul><li>-IL SELEZIONAMENTO PER SEPARARE LA FIBRA UTILIZZABILE DAI MATERIALI SPURI, SPAGHI, PLASTICA, METALLI: </li></ul><ul><li>- SBIANCAMENTO PER ELIMINARE GLI INCHIOSTRI. </li></ul><ul><li>A QUESTO PUNTO LA CELLULOSA CONTENUTA NELLA CARTA RIFIUTO E’ RITORNATA AD ESSERE UNA MATERIA PRIMA. </li></ul><ul><li>DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO IL RICICLAGGIO E’ SICURAMENTE MENO COSTOSO CHE L’INCENERIMENTO. </li></ul><ul><li>E’ OVVIO CHE LA CARTA RICICLATA NON PRODUCE UN PARI PESO DI CARTA “NUOVA”, PER FARE UNA TONNELLATA DI CARTA NUOVA CI VUOLE NORMALMENTE UNA CERTA PERCENTUALE DI CELLULOSA FRESCA PROVENIENTE DA ALBERI. </li></ul>
  12. 27. <ul><li>QUESTIONARIO SULLA CARTA IN ECCESSO </li></ul><ul><li>Quanta carta produci in un giorno? Fate la raccolta differenziata? </li></ul><ul><li>All’incirca quanti alberi si possono abbattere per fare una carta pubblicitaria? </li></ul><ul><li>risposte date al questionario </li></ul><ul><li>raccolto da:Margherita Bonavoglia </li></ul><ul><li>Facendo un sondaggio nella classe 1°A O.C.B dell’Istituto Professionale “Cabrini”, si è riscontrato che nella maggior parte delle persone hanno risposto alla prima domanda cioè:la carta che si produce in un giorno con un“non lo so!”. </li></ul><ul><li>La seconda cioè: se nelle proprie case si facesse la raccolta differenziata anche in quest’ ultima alcuni non hanno risposto altri hanno detto un secco “No!”. </li></ul><ul><li>Invece nella terza dove si chiedeva quanti alberi si potevano abbattere per fare una carta pubblicitaria la risposta del numero è oscillata dall’ “1 al 5” passando per il numero “2,3 e 4”. </li></ul>
  13. 29. <ul><li>QUESTIONARIO AD UN EDICOLANTE </li></ul><ul><li>QUANTI TIPI DI GIORNALI ARRIVANO AL GIORNO? </li></ul><ul><li>ARRIVANO CIRCA 180 QUOTIDIANI E CIRCA 200 TRA SETTIMANALI, MENSILI E PERIODICI. </li></ul><ul><li>QUANTI GIORNALI SI POSSONO VENDERE IN UN GIORNO MEDIAMENTE? </li></ul><ul><li>CIRCA 200, CONSIDERANDO ANCHE I QUOTIDIANI </li></ul><ul><li>QUANTI GIORNALI SI POSSONO RICICLARE IN UN GIORNO? </li></ul><ul><li>SI POSSONO RICICLARE TUTTI I GIORNALI CHE VENGONO RESTITUITI </li></ul><ul><li>QUELLI CHE NON SI VENDONO, CHE FINE FANNO? </li></ul><ul><li>ALL’ EDICOLANTE NON RIMANE NULLA IN QUANTO VIENE RESTITUITO TUTTO ALLA DISTRIBUZIONE LOCALE. </li></ul>
  14. 31. I seguenti giorni segnati in rosso :Lunedì; Mercoledì; Giovedì;Venerdì e Sabato sono i giorni che sono arrivati più carte pubblicitarie. Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato auchan 24 / 12 12 4 4 ipercoop / / 5 1 6 / Supermercati rionali 49 / 40 26 10 21 Medi max / / / / 20 31
  15. 32. <ul><li>Libero OSSERVATORIO della LEGALITA’ onlus </li></ul><ul><li> Preg. Sig. S I N D A C O </li></ul><ul><li>Volantinaggio…… S E L V A G G I O !!! </li></ul><ul><li>I frequenti volantinaggi che con troppa disinvoltura e soprattutto frequenza vengono effettuati in Città, hanno come tragica conseguenza l’abbandono sul suolo pubblico di notevoli quantità di carta che incidono negativamente sul Decoro, sull’Immagine e soprattutto sull’IGIENE della Città, determinando costi innegabili aggiuntivi e minore efficacia per il servizio di nettezza urbana, con riflessi negativi sulla qualità dell’ambiente e relativo sviluppo dell’agognato Turismo. Considerato che rientrano nella competenza della Polizia Municipale gli interventi volti alla disciplina delle attività che si svolgono sulla strada e dunque sulla pubblica via; Ritenendo improcrastinabile doversi procedere in via preventiva alla salvaguardia del Decoro e dell’igiene della Città e dei Cittadini tutti, L’Osservatorio della Legalità nel formulare richiesta d’intervento, suggerirebbe a codesta Amministrazione Comunale di porre al “Bando” e </li></ul>
  16. 33. <ul><li>dunque vietare qualsiasi forma pubblicitaria di tipo commerciale effettuata mediante il Lancio o la Distribuzione di : </li></ul><ul><li>Volantini - Opuscoli – Foglietti – Fotografie; </li></ul><ul><li>Avvisi ed oggettistica esercitata in forma ambulante, da postazioni fisse e mobili. Apposizione di Volantini ed altro sugli Automezzi in sosta. Riservandosi di consentire la distribuzione manuale di quanto sopra elencato e simili, per motivi di pubblico interesse, in circostanze straordinarie ed eccezionali, da parte di soggetti pubblici o incaricati di pubblico servizio ed al fine di effettuare comunicazioni urgenti o particolari alla cittadinanza. Ovviamente, definendo e pubblicizzando SANZIONI Amministrative ed accessorie che non escludono la Confisca del materiale in distribuzione, oltre al ripristino dello Stato dei luoghi. il presidente </li></ul><ul><li>Taranto lì, 08.10.09 arch. Nevio CONTE </li></ul>
  17. 35. <ul><li>Spazzatura in strada </li></ul><ul><li>Oggi il sindaco Ippazio Stefano ha emanato una legge che era in vigore dal 1°ottobre 2009 in tutti i comuni della provincia di Lecce ,Brindisi, Foggia. L' ordinanza del sindaco prevede di non distribuire i volantini, chi distribuisce è perseguibile di multe che oscillano da 300 € in su, l' ordinanza ha scosso la cittadinanza che era insediata dai volantini che si trovano sia nelle buche condominiali sia negli androni, ma soprattutto davanti a portoni o gettati per terra senza aver rispetto degli operatori che ogni mattina puliscono le strade per rendere Taranto una città più pulita. </li></ul>
  18. 37. <ul><li>RUOLI </li></ul><ul><li>Responsabile e coordinatore: Marco Pastorelli </li></ul><ul><li>Vice coordinatori responsabili:Hermes La Neve e Anna Marinelli </li></ul><ul><li>Responsabile raccolta dati: Marco Pastorelli </li></ul><ul><li>Responsabile gruppo Facebook: Hemes La Neve </li></ul><ul><li>Responsabile prodotto finale: Anna Marinelli </li></ul><ul><li>Responsabile domande e risposte:Margherita Bonavoglia </li></ul><ul><li>Responsabile raccolta foto:Andrea Askri e Andrea Belladonna </li></ul>

×