• Like
  • Save
Birmania, sostegno scuola km42
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Birmania, sostegno scuola km42

  • 101 views
Published

 

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
101
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ACS si sta impegnando in un progetto che accompagnerà un gruppo di bambini birmaniper i prossimi anni. Si tratta di figli di profughi rifugiati in thailandia, a seguito dellecontinue violenze a scapito delle minoranze etniche ad opera del regime militare checontraddistinguono la recente storia Birmana.I fondi vengono inviati direttamente alla Onlus altoatesina ‘Aiutare Senza Confini’,fondata nel 2002 dal brissinese Benno Röggla. 1
  • 2. La Birmania è un paese asiatico confinante con India, Cina e Thailandia. E’ composto daun’etnia primaria e 7 minoranze etniche, più di 25 milioni di persone che da secoli vivononei loro stati con la propria lingua, cultura e tradizioni.Aiutare senza Confini opera presso la città Thailandese di Maes Sot, dove stazionanocentinaia di migliaia di profughi. 2
  • 3. Espulsioni, stupri di massa, torture, lavori forzati e omicidi arbitrari contraddistinguonole modalità con cui la giunta militare birmana cerca da oltre 20 anni di annientare leminoranze etniche presenti sul territorio. 3
  • 4. Per sfuggire a violenza e tirannia, milioni di persone sono fuggite nell‘inacessibile edinospitale giungla birmana o nei paesi vicini, dove vivono in campi ufficiali o insediamentiillegali costantemente nel timore delle autorità locali.Solo in Thailandia vivono attualmente oltre 3.000.000 di profughi. 5
  • 5. I genitori dei bambini vivono in condizioni spaventose, sottopagati o costretti a lavoriforzati presso i campi dei contadini thailandesi. Non sono in molti casi in grado di nutrirei propri figli o di garantire loro un minimo di educazione scolastica. 6
  • 6. Per diverso tempo, molti dei bambini della zona interessata alle attività di Aiutare senzaConfini sono stati nascosti nei boschi circostanti una vecchia scuola locale, non in gradodi accoglierli. L’associazione ha trovato nelle vicinanze nuovi terreni su cui far sorgere unnuovo centro scolastico e di accoglienza ove accogliere questi bambini ed i loro genitori. 8
  • 7. La nuova scuola nasce presso un sito sicuro, appartenente ad un ufficiale di polizia.E‘ frequentata da 300 bambini, che la frequentano tutto l‘anno a parte il periodo delraccolto, nel quale i genitori hanno bisogno di braccia addizionali.Da un punto di vista economico, quasi tutto è qui gestito tramite mezzadria e caporalato.I profughi birmani appartengono alla base della piramide sociale e anche bambini di 5anni sono pagati 50 centesimi di € all‘ora e costretti a raccogliere peperoni 10 ore algiorno. 9
  • 8. Il programma educativo prevede quando possibile, delle sessioni serali espressamenterivolte ai genitori, onde trasmettere loro la consapevolezza circa la necessità di un livellodi istruzione minimo (anche il solo saper leggere e scrivere) per i loro figli. 10
  • 9. La struttura scolastica è composta da diversi edifici aperti, 3 capanne che fungno dadormitorio, una cucina comune e dello spazio sufficiente per giocare.Non sono purtroppo ancora disponibili sufficienti servizi igienici e bagni per tutti. 11
  • 10. Aiutare Senza confini, insieme a tre main sponsor fra cui ACS, stanno provvedendo atutte le forniture scolastiche, affitti, salari degli insegnanti, trasporti e cibo.Nella fattispecie ACS si occupa delle spese di funzionamento della scuola e del cibo pergli studenti delle scuole medie, attraverso un impegno triennale. 12
  • 11. Dal momento che la scuola è troppo lontana dal primo paese abitato (Mae Sot), il ciboviene preparato ogni giorno direttamente in loco. Aiutare senza Confini fornisce il riso etutti gli altri ingredienti giornalmente, discutendo il menu insieme al corpo docente. 13
  • 12. Sono diversi i volontari provenienti dalla Regione che operano in loco o remotamente,come gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori francescane altoatesine.Il metodo didattico adottato si pone l‘obiettivo di risvegliare nei ragazzi creatività eintraprendenza. 14
  • 13. 15
  • 14. 17
  • 15. Aiutare Senza Confini ed ACS sarebbero molto felici se qualcuno, come parte di unavacanza in Thailandia, volesse visitare la comunità.Inoltre, se ci fosse interesse a sostenere l‘iniziativa tramite il versamento del 5 per milleo dell‘attività diretta, siamo a disposizione per fornire tutte le eventuali informazioniaggiuntive richieste.Ringraziamo, a nome della comunità e di tutti gli alunni della scuola, per il supportofornito, che possa sempre splendere il sole nel tuo cuore! Grazie! 18