• Save
Lezione 09/2006
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Lezione 09/2006

on

  • 2,127 views

Lezione sulla gestione dei progetti web, corso di Web design, Scienze della comunicazione Torino.

Lezione sulla gestione dei progetti web, corso di Web design, Scienze della comunicazione Torino.

Statistics

Views

Total Views
2,127
Views on SlideShare
2,127
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Lezione 09/2006 Presentation Transcript

  • 1. Gestione dei progetti web Andrea Crevola [email_address] http://webdesign.3juice.com
  • 2. Sommario
    • In questa lezione:
      • La qualità di un sito web
      • Gestione del progetto
      • Figure professionali
  • 3. La qualità dei siti web
    • Come possiamo affermare che il nostro sito web possiede caratteristiche e proprietà tali da essere considerato un risultato adeguato, soddisfacente e efficace rispetto agli obiettivi iniziali?
    • La risposta a questa domanda può giungere da tre tipi di fattori:
      • test e valutazioni;
      • i "voti" degli utenti reali;
      • la metodologia di progetto e sviluppo seguita;
  • 4. I "voti" degli utenti reali
    • Indubbiamente, il successo o meno di un servizio telematico è decretato dal responso in termini di utilizzo concreto da parte degli utilizzatori finali.
    • Sono innumerevoli i casi di siti web ottimamente progettati e realizzati ma che partivano da presupposti e strategie comunicativi errati. Ad esempio:
      • Mancato riconoscimento dell'effettiva identità dei destinatari reali del servizio;
      • Errata scelta dei contenuti in rapporto alle esigenze degli utenti;
      • Proposta di servizi inadeguati dal punto di vista del mezzo di diffusione scelto;
      • Deficit di credibilità nei riguardi dell'emittente della comunicazione;
      • Assenza di un reale "mercato" per il servizio offerto;
      • Adozione di un piano di promozione e marketing inefficace (o inesistente);
      • ecc.
    • In parte, queste criticità possono essere evitate praticando adeguate attività, processi e metodologie prima e dopo la progettazione e la realizzazione del sito web stesso.
  • 5. Metodologia di progetto e sviluppo
    • Questo corso ha avuto per filo conduttore un'ipotetico e semplificato ciclo di vita di un prodotto digitale.
    • Abbiamo avuto modo di considerare anche diverse tecniche e metodologie di progetto e sviluppo, relative a:
      • la conoscenza e la rappresentazione degli utenti all'interno del progetto;
      • il rapporto tra il modello mentale (e l'azione) dell'utente e lo strumento;
      • le forme di organizzazione dei contenuti;
      • l'usabilità dell'interazione tra utenti e interfacce;
      • la scelta delle soluzioni tecnologiche più appropriate;
      • le strategie di sviluppo orientate agli standard per il web;
      • la realizzazione di strumenti accessibili;
    • Oltre che assicurare un maggior controllo sull'andamento del progetto, esse rappresentano un punto di partenza fondamentale sia per l'inesperto che per il professionista.
    • La loro validità proviene o dai fondamenti teorici / scientifici su cui esse si poggiano, o dall'efficacia pratica che hanno dimostrato di possedere, o da entrambe le dimensioni.
  • 6. Rischi
    • Tuttavia, seguire le proposte metodologiche affrontate durante il corso non è garanzia assoluta di raggiungimento degli obiettivi.
    • Ad influenzare la qualità del progetto intervengono fattori spesso esterni dalle conoscenze che abbiamo toccato in queste lezioni:
      • Tempi e scadenze di sviluppo e pubblicazione troppo ravvicinati;
      • Bilanciamento tra qualità e costi economici;
      • Disponibilità tecnologiche ridotte (es. editor di sviluppo, ambienti di escuzione lato server);
      • Scarse competenze e talento a disposizione del team di progetto e sviluppo;
    • Spetta al responsabile del progetto saper difendere i punti di forza del sito trovando un punto di equilibrio con le forze di segno contrario: occorre una seria attività di pianificazione affinché possa essere affrontato con attenzione.
  • 7. Project management (1)
    • La gestione del progetto comincia con una valutazione dai requisiti del sito e con un confronto di questi con tre tipi di risorse:
      • Economiche: costi, ricavati, opportunità successive al progetto ecc.
      • Umane: quanti e quali collaboratori ho a disposizione, cosa sanno fare, qual è il loro grado di autonomia e di esperienza ecc.
      • Tempo: quali sono le scadenze del progetto?
    • Conoscendo adeguatamente i requisiti e la natura del progetto (importanza della fase di analisi e progettazione) è possibile distribuire le risorse nel modo migliore possibile:
      • l’attività di realizzazione deve essere scomposta in fasi logicamente sequenziali;
      • Verifica della disponibilità di risorse rispetto a quelle attività;
      • Valutazione della durata delle singole fasi in rapporto alla quantità di lavoro a disposizione;
      • Stima dei tempi e dei costi;
      • Rappresentazione in forma grafica per condividere la pianificazione: diagramma di GANTT
  • 8. Diagramma di GANTT Software: MS Project GANTTProject
  • 9. Project management (2)
    • Il Project Manager ha inoltre altre funzioni:
      • Coordinamento interno: deve assicurarsi che all’interno del gruppo di lavoro il progetto, i suoi requisiti e i suoi obiettivi siano condivisi a fondo da tutti i partecipanti e facilitare una circolazione di informazione all’interno del team;
      • Dialogo verso l’esterno: è la figura di collegamento tra il team di lavoro e il committente del sito, e di conseguenza deve saper mediare tra le opposte esigenze nel tentativo di soddisfare nel modo migliore entrambe;
      • Ricerca e valutazione dei collaboratori: capire a chi assegnare i vari compiti in funzione delle rispettive capacità ed eventualmente reperire nuove professionalità dal mercato del lavoro o di costruirle internamente con attività di formazione;
      • Verifica dell’avanzamento del processo di lavoro nel rispetto della qualità dello stesso;
      • Bilancia le risorse e le necessità del singolo progetto con quelle delle altre attività svolte in parallelo (altri siti per esempio);
  • 10. Le professioni del web
    • In queste lezioni abbiamo spesso citato figure professionali coinvolte nelle varie fasi di costruzione del sito:
      • Project Manager
      • Analisti
      • Architetti dell’informazione e interaction designer
      • Content manager e web editor
      • Art director e grafici
      • Web developer (server side e client side)
      • Esperti di accessibilità e di usabilità