• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lo statuto della cisl
 

Lo statuto della cisl

on

  • 1,090 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,090
Views on SlideShare
1,090
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Lo statuto della cisl Lo statuto della cisl Presentation Transcript

    • LO STATUTO DELLA CISL(la nostra Costituzione) 1
    • Nascita ed evoluzione dello Statuto CISL• Lo Statuto della CISL è il risultato di un percorso avviato nel 1948 dopo la rottura con la CGIL, la nascita della Libera Cgil e la nascita della Cisl avvenuta il 1 maggio 1950. (Fase costituente)• Lo Statuto è anche in frutto di cambiamenti ed adattamenti avvenuti nel corso dei 60 della sua storia.• Approvato al 1^ Congresso della CISL svoltosi a Napoli nel 1951• La disputa sulla natura aconfessionale della CISL e sul riconoscimento (Art. 39) per legge del sindacato• Il problema dell’incompatibilità tra cariche sindacali e politiche nel Congresso del 1965 2
    • Nascita ed evoluzione dello Statuto CISL• E’ il prodotto storico dell’evoluzione delle istanze politiche, economiche e sociali che la CISL dalla sua nascita ad oggi ha attraversato e rappresentato nel Paese.• Un sindacato nuovo che dalla scissione del 1948 ha dimostrato capacità di produrre nuovi schemi politico-concettuali e nuove esperienze nell’azione di tutela dei lavoratori.• Atto creativo che modifica la situazione preesistente dandone una connotazione nuova• È il risultato della nascita del pluralismo sindacale in Italia 3
    • LO STATUTO CISL• la storia e le vicende statutarie della CISL rappresentano la presa di coscienza del proprio ruolo sociale• Sotto il profilo legale e formale, lo Statuto della CISL si pone nella sfera delle Associazioni di fatto, cioè nata dal fatto sociale con proprie e autonome deliberazioni non dalle norme del legislatore 4
    • Il preamboloLe Forze sindacali libere e indipendenti da ogni forma di influenza esterna “solennemente” concordano edecidono di riunificarsi in una sola organizzazione PerStringere in un unico volontario vincolo sindacale tutti ilavoratori italiani che respingendo “ un sindacalismo”fondato, ispirato e diretto da correnti politiche edideologiche, vogliano impostare il movimento sindacaleall’autogoverno delle categorie nel quadro della solidarietàsociale e delle esigenze generali del paese 5
    • Il preamboloPer la tutela della dignità e del rispetto della persona umana come condizione di vera giustizia sociale e proclama i seguenti fondamentali diritti dei lavoratori, che prende solenne impegno di difendere e propugnare:- Diritto al lavoro, come naturale mezzo di vita, ed alla sua libera scelta- Diritto alla giustizia sociale, fondamentale mezzo di pace duratura nella convivenza civile- Diritto all’inserimento delle forze del lavoro negli organi che determinano gli indirizzi della politica economica del paese- Diritto alla garanzia ed alla stabilità dell’occupazione, nella più ampia libertà individuale e familiare- Diritto all’assistenza ed alla previdenza 6
    • Il preambolo- Diritto alla costituzione di libere organizzazione sindacali democratiche ed il libero esercizio delle libertà sindacali, ivi compreso il diritto di sciopero- Diritto alla rappresentanza dei lavoratori negli organismi- Diritto all’immissione delle forze del lavoro nella gestione e nel possesso dei mezzi di produzioneSulla base di questi diritti fondamentali dei lavoratori liberi, la nuovaorganizzazione si propone i seguenti obiettivi:1) Associare tutte le categorie di lavoratori in sindacati democratici2) Elevare il tenore di vita dei lavoratori, al fine di assicurare condizioni di vita adeguata allo sviluppo civile3) Realizzare concretamente il pieno impiego di tutte le energie lavorative4) Promuovere con ogni mezzo la solidarietà economica tra i popoli5) Stabilire ed intensificare rapporti di fraterna collaborazione con altre organizzazione sindacali democratiche 7
    • il valore dell’art. 2 Statuto• L’art. 2 dello Statuto rappresenta il vero manifesto politico della CISL• E’ uno dei pochi articoli dello Statuto che dalla sua nascita al 1^ congresso del 1951 a Napoli è rimasto intatto, mai modificato perché ancora attuale• Con questo atto fondativo liberato da assetti estranei alla sua natura ed a questa rottura storica, che passa attraverso un forte impegno democratico-riformista, si adeguano le norme giuridiche che uniscono la materia (sindacale) alla forma (del sindacato). 8
    • il valore dell’art. 2• La Cisl è un sindacato di categoria, perché esso affonda le sue radici negli interessi nel lavoro organizzato e nelle articolazioni produttive• Ma la Cisl è sindacato confederale perché si costituisce come soggetto generale e si propone come soggetto della trasformazione sociale e del radicamento democratico dei lavoratori 9
    • Cronologia dello Statuto• Bozze di statuto della Libera Cgil – 1948/49• Il 1 maggio 1950 nasce la CISL con atto costitutivo• Lo statuto fu approvato al 1^ Congresso nel 1951• Modificato nei Congressi del 1955-1959-1962-1965-1969 1969-1973-1977-1981-1985-1989-1993-1997-2001-2005• Nel 1960 viene deliberato il trasferimento di alcune norme Statutarie nel Regolamento di attuazione• Nel 1993 vengono trasferite nel Regolamento di attuazione i numeri di componenti del Consiglio Generale e del Comitato Esecutivo 10
    • Le regole della CISL Statuto Regolamento Confederale di attuazione Contiene principi Norme e regole e valori (attuative) consolidati modificabili modificabili solo in qualsiasi dal Congresso momentocon maggioranza dal C.G.dei 2/3 dei votanti con procedura specifica 11
    • Patto di unificazione delle Preambolo Forze sindacali democratiche CAPITOLI da I a III Artt.Parte 1 Norme Generali • Principi e finalità da 1 costitutive • Le Federazioni di categoria • Diritti e doveri degli iscritti a6Parte 2 Norme generali CAPITOLI da IV a IX sugli organi • I Consigli generali dirigenti e collegiali • I Collegi dei sindaci Artt. • I Collegi dei probiviri • Rotazione e limiti d’età da 7 • Incompatibilità a 21 • Eleggibilità e cooptazioni L igo g tta o outS 12
    • CAPITOLI da X a XIVParte 3 Gli organi della Artt. Confederazione • Definizione degli organismi • Il Congresso Confederale da 22 • Il Consiglio Generale a 32 • Il Comitato Esecutivo • La Segreteria ConfederaleParte 4 Le articolazioni CAPITOLI XV a XVII Confederali • Le strutture regionali e Artt. (categoriali e territoriali Territoriali) • Il coordinamento da 33 • I servizi a 39 13
    • CAPITOLI da XVIII a XXIParte 5 Gestioni straordinarie Artt. Finanze e Patrimonio • Il Commissariamento delle strutture da 40 • La reggenza a 50 • Contribuzione tesseramento • PatrimonioParte 6 Scioglimento della CAPITOLI XXII a XXV Confederazione, • Procedure per lo scioglimento Modifiche statutarie della Confederazione Regolamenti e • Procedure per le modifiche Artt. Norme transitorie statutarie da 51 • Regolamenti di attuazione • Adeguamenti statutari e a 57 norme transitorie 14
    • Parte 1 Norme di comportamento CAPITOLI da I a III relative agli iscritti Artt. • Iscrizione e tesseramento e ai dirigenti • Le incompatibilità da 1 funzionali a 17 • La designazione dei rappresentanti CISL Parte 2 Norme generali CAPITOLI da IV a VIII sul funzionamento • Validità delle sedute e degli organi votazioni dirigenti • dimissioni dagli organi Artt. • modalità di svolgimento da 18 delle riunioni • I collegi dei Probiviri a 37 • Commissariamento aoelI emgr dtn laoi 15
    • CAPITOLI da IX a XIIParte 3 Norme sugli organi della Artt. • Il Congresso Confederale Confederazione • Il Consiglio Generale da 38 Confederale a 55 • Il comitato esecutivo Confederale • Il Collegio dei Probiviri ConfederaleParte 4 CAPITOLI da XIII a XVI Le articolazioni Confederali • Le Federazioni di categoria • Poteri e funzioni delle Artt. strutture da 56 • le strutture territoriali • Gli Enti e le Associazioni a 68 della CISL 16
    • Parte 5 Norme sulla gestione CAPITOLI da XVII a XVIII delle risorse e Artt. • Responsabilità e competenze del patrimonio • Bilanci da 69 a 72Parte 6 CAPITOLO XIX Artt. Attività ispettive da 73 • Ispezioni a 74Parte 7 CAPITOLO XX Artt. Adeguamenti statutari e regolamentari da 73 • Obbligo di adeguamento a 74 17
    • Art. 52 MODIFICHE STATUTARIE Statuto POSSONO ESSERE PROPOSTE1. Dal Congresso dietro presentazione 50 + 1 delegati2. Dal Consiglio Generale a maggioranza di 2/3 dell’intero organismo3. Dalle Federazione Nazionali di categoria e dalle Unioni Sindacali Regionali su delibera dei propri organi direttivi a maggioranza di 2/3 dei loro componenti 18
    • MODIFICHE STATUTO Art. 52 Statuto PROCEDURE MODIFICA STATUTO NAZIONALE Le proposte di modifica devono essere inviate alla Commissione Statuto entro 3 mesi precedenti La data di effettuazione del Congresso. La Commissione raccolte le proposte di modifica le porta a conoscenza di tutte le strutture dell’organiz- zazione entro 2 mesi precedenti il Congresso. Il Congresso si pronuncia sulle proposte di modifica a maggioranza di 2/3 dei votanti. 19
    • Art. 52 MODIFICHE STATUTO Statuto NOMINA COMMISSIONE STATUTO Il Consiglio Generale nella riunione di convocazione del Congresso nomina la Commissione Statuto per coordinare ed esaminare le proposte di modifiche. Il Consiglio Generale appositamente convocato almeno 15 giorni prima del Congresso propone al Congresso le modifiche statutarie che hanno ricevuto la maggioranza di 2/3. Quelle votate dal C.G. con maggioranza semplice saranno portate a conoscenza del Congresso. 20
    • STATUTO FEDERAZIONI Art. 55 Statuto UTILIZZARE IL CONGRESSO PER:Rendere conforme lo Statuto con quello della Confederazione GLI STATUTI VANNO INVIATI ALLA CONFEDERAZIONE PER LA VERIFICA DI CONFORMITA’ Le norme in contrasto sono nulle La competenza a dichiarare la nullità è del del Collegio dei Probiviri 21
    • Art. 54 Regolamento d’attuazione Statuto Le strutture devono dotarsi del Regolamento di attuazione allo Statuto PROCEDURA DI MODIFICA• Convocazione Consiglio Generale con specifico punto all’o.d.g. con preavviso di almeno 15 gg. e con allegate le proposte di modifica• Le decisioni di modifica vanno assunte con il voto favorevole dei 2/3 degli aventi diritto al voto 22