Capitolo13
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Capitolo13

on

  • 2,296 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,296
Views on SlideShare
2,259
Embed Views
37

Actions

Likes
0
Downloads
119
Comments
0

3 Embeds 37

http://www.psicopolis.com 29
http://www.slideshare.net 7
http://webcache.googleusercontent.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial LicenseCC Attribution-NonCommercial License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Capitolo13 Capitolo13 Presentation Transcript

  • L’EFFICACIA DEI GRUPPI Capitolo 13
  • Team di lavoro
    • Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni.
  • L’evoluzione di un team
    • Un gruppo di lavoro diventa un team quando
    • La leadership diventa attività condivisa.
    • La responsabilità , da strettamente individuale, diventa sia individuale che collettiva.
    • Il gruppo sviluppa un proprio scopo o una missione.
    • Il problem-solving diventa uno stile di vita, non un’attività part-time.
    • L’ efficacia viene misurata dai risultati e dai prodotti collettivi del gruppo.
  • Tipologia generale dei team di lavoro
    • Team di consiglio (aiuta ad ampliare la base informativa per le decisioni manageriali)
    • Team di produzione (responsabile dello svolgimento di operazioni quotidiane)
    • Team di progetto (applica conoscenze specializzate al problem-solving creativo)
    • Team di azione (un alto grado di specializzazione si combina a un alto grado di coordinamento)
  • Quattro tipi generici di team di lavoro e i relativi risultati 1/2 Cibo, prodotti chimici Componenti Assemblati Vendite al dettaglio Assistenza ai clienti Riparazioni delle attrezzature I cicli di lavoro generalmente ripetuti o a processo continuo; i cicli possono spesso essere più brevi della vita del team Alto Basso Produzione Team di assemblaggio Gruppi di produzione Team minerari Equipaggio di assistenza sugli aerei Gruppi di elaborazione dei dati Equipaggio di mantenimento Decisioni Selezioni Suggerimenti Proposte Consigli I cicli lavorativi possono essere brevi o lunghi; la durata di un ciclo può essere pari a quella della vita del team Basso Basso Consiglio Comitati Gruppi, consigli di revisione Circoli di qualità Gruppi di coinvolgimento di collaboratori Comitato consultivo Risultati tipici Cicli lavorativi Grado di coordinamento con le altre unità di lavoro Grado di specializzazione tecnica Tipi ed esempi
  • Quattro tipi generici di team di lavoro e i relativi risultati 2/2 Risultati tipici Cicli lavorativi Grado di coordinamento con le altre unità di lavoro Grado di specializzazione tecnica Tipi ed esempi Missioni di combattimento Spedizioni Contratti, cause legali Concerti Operazioni chirurgiche Competizioni Assistenza in casi di estrema emergenza Episodi brevi di performance, spesso ripetuti in base a nuove condizioni, che richiedono un’ampia preparazione o una formazione Alto Alto Azione Squadre sportive Gruppi di intrattenimento Spedizioni Team di negoziazione Team di chirurghi Equipaggi di piloti e pattuglie Team di poliziotti e vigili del fuoco Piani, progetti Indagini Presentazioni Prototipi Relazioni, scoperte I cicli lavorativi si differenziano generalmente per ogni nuovo progetto; la durata di un ciclo può essere pari a quella della vita del team Basso (per le unità tradizionali) Alto (per le unità interfunzionali) Alto Progetto Gruppi di ricerca Team di pianificazione Team di architetti Team di ingegneri Team di sviluppo Team speciali
  • Un modello ecologico di efficacia del team di lavoro Contesto organizzativo
    • Criteri di efficacia del team
    • Performance Il risultato del team corrisponde alle aspettative degli utenti
    • Vitalità Membri soddisfatti dell’esperienza di team Membri disposti a continuare a contribuire allo sforzo del team
    • Strategia
    • Struttura
    • Tecnologia
    • Cultura
    • Programmi
    • Sistema di ricompense
    • Supporto/ formazione gestionale
    • Team di lavoro
    • Composizione dei membri
    • Fase di sviluppo
    • Leadership
    • Dinamiche interpersonali
    • Scopo
    • Risorse
    • Coordinamento con altre unità operative
  • Caratteristiche di un team efficace
    • Scopo chiaro
    • Informalità
    • Partecipazione
    • Ascolto
    • Disaccordo civile
    • Decisioni consensuali
    • Comunicazione aperta
    • Ruoli chiari e assegnazione dei compiti
    • Leadership condivisa
    • Relazioni esterne
    • Diversità di stile
    • Auto-valutazione
  • Errori tipici del management • I team non riescono a superare strategie deboli e scadenti pratiche aziendali • Ambiente ostile per il team (cultura del comando e del controllo; piani di ricompense individuali e competitivi; resistenza al management) • Team usati come moda, ultima trovata; nessun impegno a lungo termine • Lezioni non trasmesse da un team all’altro (limitata sperimentazione con i team) • Compiti assegnati ai team vaghi o contrastanti • Formazione sulle capacità di team inadeguata • Selezione scadente dei membri dei team • Mancanza di fiducia Tipici problemi sperimentati dai membri del team • Il team tenta di portare a termine troppe cose in troppo poco tempo • Conflitti sulle differenze degli stili lavorativi personali (e/o conflitti personali) • Troppa importanza data ai risultati, rispetto ai processi di team e alle dinamiche di gruppo • Ostacoli imprevisti portano il team a rinunciare • Resistenza a voler agire in modo diverso • Mediocri abilità interpersonali (comunicazione aggressiva piuttosto che assertiva, conflitto distruttivo, negoziazione del tipo win-lose) • Scarsa alchimia interpersonale (i solitari, i dominatori, gli esperti autonominatisi non si adattano a una dinamica di team) • Mancanza di fiducia Aspettative irrealizzabili che sfociano in frustrazione Perché i team falliscono
  • Sostegno della ricerca alla cooperazione
    • La cooperazione è superiore alla competizione nel promuovere il raggiungimento dei risultati e la produttività.
    • La cooperazione è superiore agli sforzi individualistici nel promuovere il raggiungimento dei risultati e la produttività.
    • La cooperazione senza la competizione tra gruppi favorisce una migliore capacitá di raggiungere i risultati e una maggiore produttività rispetto alla cooperazione unita alla concorrenza tra gruppi.
  • La fiducia interpersonale implica un salto cognitivo Fiducia Fede reciproca nelle intenzioni e nei comportamenti altrui. Propensione alla fiducia Aspetto della personalità che implica la generale disposizione della persona a riporre fiducia negli altri. Conoscenza personale dell’affidabilità e integrità altrui Sfiducia Fiducia Salto cognitivo Fede nelle buone intenzioni altrui. Assunto che gli altri si comporteranno come noi desideriamo
  • Come costruire la fiducia 22
    • Prevedibilità . Come accennato in precedenza, siate coerenti e prevedibili nelle vostre azioni quotidiane. Mantenete sia le promesse espresse sia quelle implicite.
    • Competenza . Valorizzate la vostra credibilità dimostrando buone competenze nel business, capacità tecnica e professionalità.
  • Come costruire la fiducia 12
    • Comunicazione . Tenere aggiornati i membri dei team e i collaboratori spiegando loro le politiche e le decisioni e fornendo un adeguato feedback. Essere franchi nel discutere i problemi e i limiti di un individuo. Dire la verità.
    • Sostegno. Mostrare disponibilità e apertura, fornire aiuto, consiglio e sostegno alle idee dei membri del team.
    • Rispetto . La delega, sotto forma di una reale autorità decisionale, rappresenta la più importante espressione di rispetto manageriale. L’ascolto attivo delle idee altrui la distanzia di poco (l’empowerment non è possibile senza fiducia).
  • Passi per aumentare i due tipi di coesione di gruppo
    • Coesione socio-emotiva
    • Mantenere gruppi di dimensioni ridotte.
    • Impegnarsi a favore di un’immagine pubblica di un certo livello al fine di aumentare lo status e il prestigio di appartenere al team.
    • Favorire l’interazione e la cooperazione.
    • Valorizzare gli interessi e le caratteristiche comuni dei membri.
    • Far presente le minacce ambientali (es. i risultati dei concorrenti) al fine di mobilitare il gruppo.
    • Coesione strumentale
    • Aggiornare e chiarire con regolarità l’obiettivo/gli obiettivi del gruppo.
    • Fornire a ciascun membro del gruppo un ruolo concreto nell’azione del team.
    • Incanalare le doti speciali di ciascun membro verso l’obiettivo/gli obiettivi comuni.
    • Riconoscere e avvalorare equamente i contributi di ciascun membro.
    • Ricordare spesso ai membri del gruppo che hanno bisogno l’uno dell’altro per portare a termine il compito assegnato.
  • Differenze tra i circoli di qualità, i team virtuali e i team auto-gestiti Circoli di qualità Team virtuali Team autogestiti Tipo di team (tabella 13-2) Tipo di empowerment (figura 16-2) Membri Consiglio Consiglio o progetto (solitamente progetto) Produzione, progetto o azione Consultazione Consultazione, partecipazione o delega Delega Produzione/ personale di servizio Manager e specialisti tecnici Produzione/servizio, specialisti tecnici Base di appartenenza Rapporto con la struttura organizzativa Grado di comunicazione faccia a faccia Volontaria Assegnata Assegnata Parallelo Parallelo o integrato Integrato Strettamente faccia a faccia Tendente a zero Varia a seconda dell'uso delle tecnologie informatiche
  • L’evoluzione dei team di lavoro auto-gestiti Gruppi di lavoro tradizionali Gruppi di lavoro semi-autonomi Team auto-gestiti Controllo manageriale della struttura, dell’assunzione e delle procedure lavorative del gruppo Controllo del gruppo della propria struttura, assunzione e procedure lavorative
  • Caratteristiche dei team ad alta performance 12
    • Leadership partecipativa. Creare un’interdipendenza attraverso l’empowerment, la concessione di libertà e il servizio nei confronti degli altri.
    • Responsabilità condivisa. Creare un ambiente nel quale tutti membri del team, in merito alla performance dell’unità operativa, si sentono responsabili tanto quanto i manager.
    • Allineamento al proposito. Avere un senso di proposito comune sul motivo per cui i team esistono e sulla funzione che ricoprono.
    • Alta comunicazione. Creare un clima di fiducia e di aperta e onesta comunicazione.
  • Caratteristiche dei team ad alta performance 22
    • Focalizzazione sul futuro. Vedere nel cambiamento un’opportunità di crescita.
    • Focalizzazione sul compito. Tenere riunioni focalizzate sui risultati.
    • Talenti creativi. Applicare i talenti e le creatività individuali.
    • Risposta rapida. Identificare e agire in base alle opportunità.
  • Sei tipi di comportamento di leadership dell’auto-gestione .
    • Incoraggiare l’auto-rinforzo (ad esempio, portare i membri del team a lodarsi a vicenda per il buon lavoro e i risultati).
    • Incoraggiare l’autovalutazione/auto-osservazione (ad esempio, insegnare ai membri del team a giudicare quanto stanno lavorando bene).
    • Incoraggiare le aspettative nei confronti di sé stessi (ad esempio, incoraggiare i membri del team ad aspettarsi un’alta performance sia da loro stessi che dal team).
    • Incoraggiare il porre obiettivi in autonomia (ad esempio, fare in modo che il team stabilisca i suoi obiettivi di performance).
    • Incoraggiare la prova (ad esempio, portare i membri del team a pensare e ad attuare nuovi compiti).
    • Incoraggiare l’autocritica (ad esempio, incoraggiare i membri del team a mostrarsi critici nei confronti di una loro performance mediocre).