Your SlideShare is downloading. ×
0
Formazione efficace e spettacolare Relatore: Andrea Baioni (abaioni@andreabaioni.it) Pesaro 7 Novembre 2008
Tanto per cominciare… <ul><li>Oggetto misterioso… </li></ul><ul><li>Test di attenzione </li></ul>
I gemelli diversi <ul><li>Spettacolo </li></ul><ul><ul><li>rappresentazione, per lo più di tipo artistico, che si svolge d...
PRIMA DI TUTTO…
In cartellone c’è… <ul><li>Titolo dell’opera o della pièce teatrale </li></ul><ul><ul><li>Famosa </li></ul></ul><ul><ul><l...
Chi c’è c’è! <ul><li>Pubblico/utenti </li></ul><ul><ul><li>Hanno scelto </li></ul></ul><ul><ul><li>Sono costretti </li></u...
Il testo… d’autore! <ul><li>Il copione è indispensabile </li></ul><ul><ul><li>L’improvvisazione … è tutta scritta! </li></...
Prontuario dell’evento <ul><li>Eventuali personalità presenti </li></ul><ul><li>Eventuali manifestazioni collegate </li></...
Ahhh la tecnica!!! <ul><li>Serve il microfono? </li></ul><ul><ul><li>Prova audio prima </li></ul></ul><ul><li>Parlare con ...
Prima dello show!!! <ul><li>Fare pre-show </li></ul><ul><ul><li>Individuare sempre elementi positivi e negativi </li></ul>...
3 domande 3: vademecum spicciolo  <ul><li>Di cosa si parlerà </li></ul><ul><li>Perché si tratteranno gli argomenti </li></...
Si apra il sipario!
Previsioni del tempo: variabile <ul><li>La variabile tempo è sempre in agguato, ma è importante definire tempi e spazi </l...
Presentazione <ul><li>Nei primi 10 secondi il pubblico si farà una idea di voi </li></ul><ul><ul><li>Definire l’inizio del...
Lo spazio scenico <ul><li>Utilizzare lo spazio definendo aree nelle quali saranno spiegate cose diverse </li></ul><ul><ul>...
Attenti all’attenzione <ul><li>Sempre attenti a ciò che succede fuori e dentro l’aula/teatro per sfruttarlo o coprirlo </l...
Partecipare e far partecipare <ul><li>Mantenere sempre un filo con tutto il pubblico </li></ul><ul><ul><li>non dimenticare...
Domande ed affermazioni <ul><li>Domande retoriche </li></ul><ul><ul><li>Sollecitano una risposta partecipativa </li></ul><...
Sbaglia che ti passa <ul><li>L’errore è una occasione per correggersi e migliorare </li></ul><ul><li>L’errore è una opport...
Tutto in 3 fasi per farsi ricordare Inizio Prima della pausa Finale
La pausa… di lavoro <ul><li>Continuare a creare relazioni e raccogliere esempi ed informazioni da sviluppare nella lezione...
Storytelling <ul><li>Per comunicare efficacemente e stimolare l’attenzione, è necessario raccontare una storia, una storia...
Fare i conti con la Voce <ul><li>Senza microfono? URLA! </li></ul><ul><li>Modulare per “ancorare” </li></ul><ul><li>Direzi...
Tutti in piedi! <ul><li>Essere in piedi permette di: </li></ul><ul><ul><li>Gestire meglio lo spazio scenico </li></ul></ul...
Gestire i “disturbatori” <ul><li>Zittire </li></ul><ul><ul><li>Con una battuta </li></ul></ul><ul><ul><li>Portando l’audie...
Il Gran Finale! <ul><li>Importante farsi ricordare </li></ul><ul><ul><li>Tenere per la fine della lezione una informazione...
Lo spettacolo continua! <ul><li>Le info per essere contattati attirano attenzione </li></ul><ul><ul><li>Andrea Baioni E-ma...
E per finire…
Domande e Risposte ?
Grazie per l’attenzione Andrea Baioni E-mail:  [email_address] Blog:  www.andreabaioni.it
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Formazione Efficace E Spettacolare

504

Published on

Ogni lezione, relazione e seminario può diventare occasione di apprendimento attivo e piacevole.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
504
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Tamariz
  • Transcript of "Formazione Efficace E Spettacolare"

    1. 1. Formazione efficace e spettacolare Relatore: Andrea Baioni (abaioni@andreabaioni.it) Pesaro 7 Novembre 2008
    2. 2. Tanto per cominciare… <ul><li>Oggetto misterioso… </li></ul><ul><li>Test di attenzione </li></ul>
    3. 3. I gemelli diversi <ul><li>Spettacolo </li></ul><ul><ul><li>rappresentazione, per lo più di tipo artistico, che si svolge davanti a un pubblico appositamente convenuto (Garzanti) </li></ul></ul><ul><li>Formazione </li></ul><ul><ul><li>educare, addestrare, plasmare intellettualmente o moralmente qualcuno (Garzanti) </li></ul></ul>
    4. 4. PRIMA DI TUTTO…
    5. 5. In cartellone c’è… <ul><li>Titolo dell’opera o della pièce teatrale </li></ul><ul><ul><li>Famosa </li></ul></ul><ul><ul><li>Curiosa </li></ul></ul><ul><ul><li>Interessante </li></ul></ul>
    6. 6. Chi c’è c’è! <ul><li>Pubblico/utenti </li></ul><ul><ul><li>Hanno scelto </li></ul></ul><ul><ul><li>Sono costretti </li></ul></ul><ul><ul><li>Vogliono essere stimolati </li></ul></ul><ul><ul><li>Vogliono riflettere </li></ul></ul>
    7. 7. Il testo… d’autore! <ul><li>Il copione è indispensabile </li></ul><ul><ul><li>L’improvvisazione … è tutta scritta! </li></ul></ul><ul><ul><li>Non leggere! </li></ul></ul><ul><ul><li>Importanti le pause per comunicare </li></ul></ul><ul><ul><li>Far ridere non è commedia! </li></ul></ul>
    8. 8. Prontuario dell’evento <ul><li>Eventuali personalità presenti </li></ul><ul><li>Eventuali manifestazioni collegate </li></ul><ul><li>Conoscere gli argomenti di altri docenti </li></ul><ul><li>Chi organizza </li></ul><ul><li>Chi sono gli sponsor </li></ul><ul><li>Chi sono i responsabili </li></ul><ul><ul><li>Tecnici </li></ul></ul><ul><ul><li>Amministrativi </li></ul></ul><ul><ul><li>Legali </li></ul></ul><ul><ul><li>Sicurezza </li></ul></ul>
    9. 9. Ahhh la tecnica!!! <ul><li>Serve il microfono? </li></ul><ul><ul><li>Prova audio prima </li></ul></ul><ul><li>Parlare con i tecnici </li></ul><ul><ul><li>Proiettore/luci </li></ul></ul><ul><ul><li>Cosa devono fare se c’è un imprevisto </li></ul></ul>
    10. 10. Prima dello show!!! <ul><li>Fare pre-show </li></ul><ul><ul><li>Individuare sempre elementi positivi e negativi </li></ul></ul><ul><ul><li>Ascoltare per </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>comprendere le aspettative </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>“ carpire” possibili argomenti da trattare o sui quali fare esempi </li></ul></ul></ul>
    11. 11. 3 domande 3: vademecum spicciolo <ul><li>Di cosa si parlerà </li></ul><ul><li>Perché si tratteranno gli argomenti </li></ul><ul><li>Come si svolgerà la lezione </li></ul>
    12. 12. Si apra il sipario!
    13. 13. Previsioni del tempo: variabile <ul><li>La variabile tempo è sempre in agguato, ma è importante definire tempi e spazi </li></ul><ul><ul><li>Case study </li></ul></ul><ul><ul><li>Spazio “Domande e risposte” </li></ul></ul><ul><ul><li>Riepilogo finale </li></ul></ul><ul><ul><li>Climax </li></ul></ul><ul><ul><li>Possibili “out” </li></ul></ul>
    14. 14. Presentazione <ul><li>Nei primi 10 secondi il pubblico si farà una idea di voi </li></ul><ul><ul><li>Definire l’inizio dell’evento con una frase </li></ul></ul><ul><ul><li>Rompere il ghiaccio con una battuta appropriata </li></ul></ul><ul><ul><li>Preferire una posizione più alta del vostro pubblico </li></ul></ul><ul><ul><li>Evidenziare un gesto o una frase che sia leit motiv </li></ul></ul>
    15. 15. Lo spazio scenico <ul><li>Utilizzare lo spazio definendo aree nelle quali saranno spiegate cose diverse </li></ul><ul><ul><li>Spazio degli esempi </li></ul></ul><ul><ul><li>Spazio della teoria </li></ul></ul><ul><ul><li>Spazio del relax </li></ul></ul><ul><ul><li>Spazio di interazione </li></ul></ul><ul><li>La scenografia </li></ul><ul><ul><li>Funzionale all’attenzione </li></ul></ul>
    16. 16. Attenti all’attenzione <ul><li>Sempre attenti a ciò che succede fuori e dentro l’aula/teatro per sfruttarlo o coprirlo </li></ul><ul><li>Ricordate chi sta lontano da voi </li></ul><ul><li>NON RIDICOLIZZARE GLI SPETTATORI!!! </li></ul>
    17. 17. Partecipare e far partecipare <ul><li>Mantenere sempre un filo con tutto il pubblico </li></ul><ul><ul><li>non dimenticare nessuno!!! </li></ul></ul><ul><ul><li>Attenzione ai “buchi neri” </li></ul></ul><ul><li>Chi fa domande a chi </li></ul><ul><li>Ricordare chi fa cosa </li></ul>
    18. 18. Domande ed affermazioni <ul><li>Domande retoriche </li></ul><ul><ul><li>Sollecitano una risposta partecipativa </li></ul></ul><ul><ul><li>Possono essere verifica di attenzioni </li></ul></ul><ul><li>Le affermazioni senza nesso </li></ul><ul><ul><li>Suscitano sorpresa </li></ul></ul><ul><ul><li>Stimolano l’interesse </li></ul></ul><ul><ul><li>Generano curiosità </li></ul></ul>
    19. 19. Sbaglia che ti passa <ul><li>L’errore è una occasione per correggersi e migliorare </li></ul><ul><li>L’errore è una opportunità </li></ul><ul><ul><li>Dall’errore possono scaturire “nuove” idee </li></ul></ul><ul><ul><li>Sbagliare permette di vedere una sequenza da un punto di vista diverso </li></ul></ul>
    20. 20. Tutto in 3 fasi per farsi ricordare Inizio Prima della pausa Finale
    21. 21. La pausa… di lavoro <ul><li>Continuare a creare relazioni e raccogliere esempi ed informazioni da sviluppare nella lezione </li></ul>
    22. 22. Storytelling <ul><li>Per comunicare efficacemente e stimolare l’attenzione, è necessario raccontare una storia, una storia importante, credibile, che possa coinvolgere il pubblico affinché si crei un effetto di condivisione e di senso di appartenenza </li></ul><ul><ul><li>Personale </li></ul></ul><ul><ul><li>Di un parente/amico </li></ul></ul><ul><ul><li>Di qualcuno della platea (anche se inesistente!) </li></ul></ul>
    23. 23. Fare i conti con la Voce <ul><li>Senza microfono? URLA! </li></ul><ul><li>Modulare per “ancorare” </li></ul><ul><li>Direzionare la voce </li></ul><ul><ul><li>A parte </li></ul></ul><ul><ul><li>Verso qualcuno </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Diretto </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Indiretto </li></ul></ul></ul>
    24. 24. Tutti in piedi! <ul><li>Essere in piedi permette di: </li></ul><ul><ul><li>Gestire meglio lo spazio scenico </li></ul></ul><ul><ul><li>Attivare l’attenzione </li></ul></ul><ul><li>Il movimento aiuta a: </li></ul><ul><ul><li>Controllare l’attenzione </li></ul></ul><ul><ul><li>Gestire le criticità </li></ul></ul>
    25. 25. Gestire i “disturbatori” <ul><li>Zittire </li></ul><ul><ul><li>Con una battuta </li></ul></ul><ul><ul><li>Portando l’audience ad isolarli </li></ul></ul><ul><ul><li>Riaffermando i ruoli </li></ul></ul><ul><ul><li>Ribadendo gli “spazi” temporali </li></ul></ul><ul><li>Gestire </li></ul><ul><ul><li>Gratificare la competenza </li></ul></ul><ul><ul><li>Farli partecipare attivamente </li></ul></ul>
    26. 26. Il Gran Finale! <ul><li>Importante farsi ricordare </li></ul><ul><ul><li>Tenere per la fine della lezione una informazione curiosa o interessante </li></ul></ul><ul><ul><li>Dare risposta ad una domanda posta all’inizio e rimasta sospesa </li></ul></ul>
    27. 27. Lo spettacolo continua! <ul><li>Le info per essere contattati attirano attenzione </li></ul><ul><ul><li>Andrea Baioni E-mail: [email_address] Blog: www.andreabaioni.it </li></ul></ul>
    28. 28. E per finire…
    29. 29. Domande e Risposte ?
    30. 30. Grazie per l’attenzione Andrea Baioni E-mail: [email_address] Blog: www.andreabaioni.it
    1. A particular slide catching your eye?

      Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

    ×