Formazione Efficace E Spettacolare

  • 437 views
Uploaded on

Ogni lezione, relazione e seminario può diventare occasione di apprendimento attivo e piacevole.

Ogni lezione, relazione e seminario può diventare occasione di apprendimento attivo e piacevole.

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
437
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
18
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Tamariz

Transcript

  • 1. Formazione efficace e spettacolare Relatore: Andrea Baioni (abaioni@andreabaioni.it) Pesaro 7 Novembre 2008
  • 2. Tanto per cominciare…
    • Oggetto misterioso…
    • Test di attenzione
  • 3. I gemelli diversi
    • Spettacolo
      • rappresentazione, per lo più di tipo artistico, che si svolge davanti a un pubblico appositamente convenuto (Garzanti)
    • Formazione
      • educare, addestrare, plasmare intellettualmente o moralmente qualcuno (Garzanti)
  • 4. PRIMA DI TUTTO…
  • 5. In cartellone c’è…
    • Titolo dell’opera o della pièce teatrale
      • Famosa
      • Curiosa
      • Interessante
  • 6. Chi c’è c’è!
    • Pubblico/utenti
      • Hanno scelto
      • Sono costretti
      • Vogliono essere stimolati
      • Vogliono riflettere
  • 7. Il testo… d’autore!
    • Il copione è indispensabile
      • L’improvvisazione … è tutta scritta!
      • Non leggere!
      • Importanti le pause per comunicare
      • Far ridere non è commedia!
  • 8. Prontuario dell’evento
    • Eventuali personalità presenti
    • Eventuali manifestazioni collegate
    • Conoscere gli argomenti di altri docenti
    • Chi organizza
    • Chi sono gli sponsor
    • Chi sono i responsabili
      • Tecnici
      • Amministrativi
      • Legali
      • Sicurezza
  • 9. Ahhh la tecnica!!!
    • Serve il microfono?
      • Prova audio prima
    • Parlare con i tecnici
      • Proiettore/luci
      • Cosa devono fare se c’è un imprevisto
  • 10. Prima dello show!!!
    • Fare pre-show
      • Individuare sempre elementi positivi e negativi
      • Ascoltare per
        • comprendere le aspettative
        • “ carpire” possibili argomenti da trattare o sui quali fare esempi
  • 11. 3 domande 3: vademecum spicciolo
    • Di cosa si parlerà
    • Perché si tratteranno gli argomenti
    • Come si svolgerà la lezione
  • 12. Si apra il sipario!
  • 13. Previsioni del tempo: variabile
    • La variabile tempo è sempre in agguato, ma è importante definire tempi e spazi
      • Case study
      • Spazio “Domande e risposte”
      • Riepilogo finale
      • Climax
      • Possibili “out”
  • 14. Presentazione
    • Nei primi 10 secondi il pubblico si farà una idea di voi
      • Definire l’inizio dell’evento con una frase
      • Rompere il ghiaccio con una battuta appropriata
      • Preferire una posizione più alta del vostro pubblico
      • Evidenziare un gesto o una frase che sia leit motiv
  • 15. Lo spazio scenico
    • Utilizzare lo spazio definendo aree nelle quali saranno spiegate cose diverse
      • Spazio degli esempi
      • Spazio della teoria
      • Spazio del relax
      • Spazio di interazione
    • La scenografia
      • Funzionale all’attenzione
  • 16. Attenti all’attenzione
    • Sempre attenti a ciò che succede fuori e dentro l’aula/teatro per sfruttarlo o coprirlo
    • Ricordate chi sta lontano da voi
    • NON RIDICOLIZZARE GLI SPETTATORI!!!
  • 17. Partecipare e far partecipare
    • Mantenere sempre un filo con tutto il pubblico
      • non dimenticare nessuno!!!
      • Attenzione ai “buchi neri”
    • Chi fa domande a chi
    • Ricordare chi fa cosa
  • 18. Domande ed affermazioni
    • Domande retoriche
      • Sollecitano una risposta partecipativa
      • Possono essere verifica di attenzioni
    • Le affermazioni senza nesso
      • Suscitano sorpresa
      • Stimolano l’interesse
      • Generano curiosità
  • 19. Sbaglia che ti passa
    • L’errore è una occasione per correggersi e migliorare
    • L’errore è una opportunità
      • Dall’errore possono scaturire “nuove” idee
      • Sbagliare permette di vedere una sequenza da un punto di vista diverso
  • 20. Tutto in 3 fasi per farsi ricordare Inizio Prima della pausa Finale
  • 21. La pausa… di lavoro
    • Continuare a creare relazioni e raccogliere esempi ed informazioni da sviluppare nella lezione
  • 22. Storytelling
    • Per comunicare efficacemente e stimolare l’attenzione, è necessario raccontare una storia, una storia importante, credibile, che possa coinvolgere il pubblico affinché si crei un effetto di condivisione e di senso di appartenenza
      • Personale
      • Di un parente/amico
      • Di qualcuno della platea (anche se inesistente!)
  • 23. Fare i conti con la Voce
    • Senza microfono? URLA!
    • Modulare per “ancorare”
    • Direzionare la voce
      • A parte
      • Verso qualcuno
        • Diretto
        • Indiretto
  • 24. Tutti in piedi!
    • Essere in piedi permette di:
      • Gestire meglio lo spazio scenico
      • Attivare l’attenzione
    • Il movimento aiuta a:
      • Controllare l’attenzione
      • Gestire le criticità
  • 25. Gestire i “disturbatori”
    • Zittire
      • Con una battuta
      • Portando l’audience ad isolarli
      • Riaffermando i ruoli
      • Ribadendo gli “spazi” temporali
    • Gestire
      • Gratificare la competenza
      • Farli partecipare attivamente
  • 26. Il Gran Finale!
    • Importante farsi ricordare
      • Tenere per la fine della lezione una informazione curiosa o interessante
      • Dare risposta ad una domanda posta all’inizio e rimasta sospesa
  • 27. Lo spettacolo continua!
    • Le info per essere contattati attirano attenzione
      • Andrea Baioni E-mail: [email_address] Blog: www.andreabaioni.it
  • 28. E per finire…
  • 29. Domande e Risposte ?
  • 30. Grazie per l’attenzione Andrea Baioni E-mail: [email_address] Blog: www.andreabaioni.it