Scheda paese Vietnam

  • 713 views
Uploaded on

 

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
713
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
15
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Scheda Paese - VIETNAM
  • 2. SommarioOverviewInterscambio e FDISWOT paeseGli assetsSettori in evidenza 2
  • 3. Overview - dati generali Superficie complessiva simile a quella dell’Italia Forma allungata, dal 9°al 23°parallelo Clima monsonico tropicale, con significative differenze tra nord e sud Costa lunga 3.260 chilometri 87 milioni di abitanti: il 26% della popolazione vietnamita ha meno di 15anni e il 56% ha meno di trent’anni (quindi nato all’indomani del conflittotra Vietnam e gli Stati Uniti d’America - USA); Due città con 6-8 milioni diabitanti ciascuna; Vivono in zone rurali 62 milioni di persone Di assoluto rilievo sono stati i risultati conseguiti nella riduzionedell’indigenza: la popolazione al di sotto della soglia di povertà (1 USD algiorno) è scesa dal 58% del 1993 al 12,8% nel 2008, in media, e dal 25%al 4% nel 2006, nelle aree urbane. PIL (2008): US$89 miliardi Aumento PIL 2009: 5.3% - Tra il 2004 e il 2008 il Pil reale è cresciutodel 7,6% in media. Il Pil pro capite annuo è stato stimato in 1.024 dollari statunitensi (USD)nel 2008; il governo mira a portare tale livello a 1.100 USD entro il 2010 ea trasformare il Paese in una nazione industrializzata entro il 2020 PIL per settori : • Agricultura: 22% • Industria: 39,9% • Servizi: 38,1% Export: US$61 miliardi 3 Import: US$77 miliardi
  • 4. Overview - Imprese in VietnamA fine 2007, secondo dati ufficiali, si contavano 155.771 imprese attive, per il 2,2%possedute dallo stato, per il 94,6% private e per il 3,2% a proprietà estera.Le registrazioni di imprese private sono andate aumentando in modo sempre piùrapido negli ultimi anni.Delle imprese attive, il 2,7% si collocava nel comparto agricolo, forestale e pesca, il19,9% nell’industria, l’1,8% nel settore energetico, il 13,5% nel settore dellecostruzioni, il 39,5% nel settore del commercio e il 22,6% in vari altri settori deiservizi.Le imprese pubbliche (State owned enterprises o SOE), che hanno sempre rivestitoruoli fondamentali in molti settori, detenendone in taluni casi il monopolio, continuanoa godere di condizioni privilegiate in termini di accesso al credito e alla terra. 4
  • 5. Una rapida internazionalizzazioneTra il 2001 e il 2009 le importazioni quadruplicano e gli Ide quintuplicanoIl rapporto tra esportazioni e Pil si aggira attorno al 70%, tra importazioni e Pil tocca il 90%Negli ultimi anni il Vietnam ha messo in moto una graduale e crescente, integrazione nel sistema degliscambi internazionali:• l’11 gennaio 2007, a undici anni dall’avvio dei negoziati, il Vietnam è diventato membro del WTO. Per soddisfare i requisiti di ammissione all’OMC il Vietnam ha assunto importanti impegni nel campo della liberalizzazione dei servizi, della riduzione delle barriere agli scambi e dello smantellamento del sistema di aiuti alle imprese di stato. Nel 2009, la tappa di gran lunga più importante è l’apertura del settore della distribuzione agli investimenti esteri, in virtù della quale si potranno stabilire in Vietnam centri di vendita sia all’ingrosso che al dettaglio a totale proprietà straniera. Restano alcune aree dove l’applicazione degli impegni è più lenta o le normative sono meno chiare.Altri Accordi multilaterali• Asean <=> Brunei Darussalam, Cambogia, Indonesia, Laos, Malaysia, Myanmar, Filippine, Singapore, Tailandia, Vietnam• AFTA: è l’area di libero scambio tra i paesi Asean.• Prevede lintroduzione di una tariffa preferenziale comune (Cept - Common Effective Preferential tariff) allo scopo di aumentare linterscambio commerciale tra i paesi aderenti allassociazione e ridurre le tariffe ad un livello che oscilla tra lo zero ed il 5% (entro 2012)• Dal 1°gennaio 2010 hanno aderito all’AFTA la Cina, l’India e la Corea. 5
  • 6. Una rapida internazionalizzazione Importazioni del Vietnam Investimenti diretti esteri in entrata in Vietnam (valori in milioni di Usd, quote e variazioni percentuali) (2009, nuovi impegni in milioni di Usd)Controparte Quote Valori Variazione Posi- Numero di 2008 2009 2008 2009 zione Paese nuovi progetti CapitaleCina 19,4 23,5 15.652 16.441 5,0 1 Stati Uniti dAmerica 43 5.948Giappone 10,2 10,7 8.241 7.468 -9,4 2 Isole Cayman 3 2.016Corea del Sud 8,8 10,0 7.066 6.976 -1,3Taiwan 10,4 8,9 8.363 6.253 -25,2 3 Samoa 3 1.701Tailandia 6,1 6,5 4.906 4.514 -8,0 4 Corea del Sud 204 1.598Singapore 11,6 6,1 9.393 4.248 -54,8 5 Taiwan 53 1.356Stati Uniti dAmerica 3,3 4,3 2.635 3.009 14,2 6 Isole Vergini Britanniche 33 1.074Malesia 3,2 3,6 2.596 2.505 -3,5 7 Hong Kong 39 742India 2,6 2,3 2.094 1.635 -21,9 8 Singapore 98 469Germania 1,8 2,3 1.480 1.587 7,2 9 Giappone 77 138 10 Russia 3 346Totale 10 paesi 77,3 78,1 62.426 54.637 -12,5 Totale generale 839 16.345Mondo 100,0 100,0 80.714 69.949 -13,3 PromemoriaPromemoria 21 Italia 5 49,4Italia (pos. 16) 0,8 1,0 668 726 8,7 Fonte: Ministero del Piano e degli investimenti - AgenziaFonte: elaborazioni Ice su dati dellUfficio generale di statistica del Vietnam per gli investimenti esteri 6
  • 7. Interscambio e FDI con ItaliaPrincipali importazioni dall’Italia: macchine e apparecchi meccanici, veicoli, pellami, apparecchi elettrici,prodotti chimici; 34 investimenti italiani, del valore di 162 million US$, di cui 5 nuovi progetti nel 2009, delvalore di 49 milioni US$ : Piaggio, Datalogic, Bonfiglioli, Illy, Paccorini 7
  • 8. SWOT paese FORZE DEBOLEZZE carenze infrastrutturali e HR (soprattutto R&D) crescita economica, nonostante la crisiglobale e stabilità politico-sociale normativa ostacolante ed opaca rapida internazionalizzione e appealing FDI pratiche illecite da parte dell’amministrazione buon posizionamento geografico centro sistema finanziario poco sviluppatoEast Asia discrezionalità sulla concessione degli incentivi Legislazione favorevole per FDI e altriincentivi complessità strutturale bassi costi su condizioni sull’utilizzo dei terreni: sebbene siano tasse import/export e trasporto per le un’esclusiva proprietà dello Stato possono essere destinazioni estere affittati. dazi per importare macchinari e materia prima. manodopera frequenti violazioni della proprietà intellettuale disponibilità di popolazione giovane e in etàlavorativa buona educazione. 8
  • 9. Ostacoli all’ingresso Elevati livelli dei dazi sui beni di lusso Procedure doganali complesse e Corruzioneimprevedibili Carenze infrastrutturali (strade e Restrizioni sulla forma societaria per aeroporti)le imprese straniere nel settore del Limitata applicazione delle normecommercio: joint venture con sulla protezione della proprietàcontroparte vietnamita intellettuale Complessità e mancanza di Sistema finanziario pocotrasparenza delle procedure sviluppatoamministrative Scarsa reperibilità di lavoratori discrezionalità dello Stato (anche qualificati e alto tasso di ricambionella concessione degli incentivi) 9
  • 10. Vantaggi competitivi: FDI Nel 2007 sono stati approvati 1.445nuovi progetti con un capitale di 16,3miliardi di euro Il 70% del capitale investito si èconcentrato in 9 province (su 64) Le imprese straniere devonospecificare le attività condotte epresentare domanda di rilascio di unalicenza di investimento Forme di IDE permessi: srl, spa,contratto di collaborazione commerciale,contratto BTO, BOT, BT 10
  • 11. FDI: parchi e aree industriali 147 EPZ (export processingzone), IZ (Industrial Zone) e HTZ(High Tech Zone) in 48 province su 64, ma 3province principali L’offerta di parchi ed areeindustriali in Vietnam è abbastanzavasta. Ho Chi Minh City (ex Saigon), è ilcuore dello sviluppo industriale delVietnam. La città e le sue provincecircostanti attirano quasi due terzidegli investimenti esteri 11
  • 12. Vantaggi competitivi: sourcingIl Vietnam sta diventando un valido e crescente mercato per il sourcing WHO: I fornitori più qualificati sono spesso aziende straniere insediate (Taiwan, Corea, Singapore, H.K.) HOW: La qualità può essere anche superiore a quella europea. WHEN: Il timing nelle consegne è ragionevole WHERE: I taiwanesi sono molto forti in alcuni settori, in particolare nella componentistica automotive 12
  • 13. ASSETS: Risorse UmaneISTRUZIONE: HR non altamente istruiteCLASSE DIRIGENTE: mancano manager a causa della ristretta generazione diquarantenniHRM: alti tassi di turnover – nessuna HR loyal policyMANODOPERA : operosa e attenta che necessita di formazioneSALARY: alle cifre di salario vanno aggiunti gli oneri sociali e previdenziali,recentemente aumentati, che pesano, dal 1° gennaio 2010, per il 20% sulsalario a carico del datore di lavoro e per l’8,5% a carico del dipendente,nonché ogni altra voce accessoria. 13
  • 14. ASSETS: fornitori - distribuzione Si tratta spesso di aziende straniere presenti in Vietnam (Taiwan, Corea, Singapore, H.K.) La qualità, talvolta risulta migliore rispetto a quella italiana e il delivery timing è ragionevoleI traders sono principalmente vietnamiti (in alcuni casi il controllo del trading èdelle forze armate)È necessario costruirsi una rete commercialeDal 1° gennaio 2009 il trading può essere svolto anche da stranieri su licenza: itempi per l’ottenimento di una licenza distributiva si aggirano sui 4 mesi ad uncosto pari a 1500 $. 14
  • 15. ASSETS: GDO Sono presenti sia società pubbliche che private, imprese locali, JV vietnam-estero ed alcune imprese estere al 100% (Bourbon FR e Metro DE) il numero di supermercati, ipermercati e grandi magazzini è in rapidoaumento: si passa da !%da quindici del 1997 al centinaio attuali (con unnumero in costante crescita), concentrati soprattutto nelle due piu’ importanticitta’, HCMCity (il centro economico e commerciale del Paese) e la capitaleHa Noi.• Di recente si stanno creando supermercati anche nelle altre citta’ principali del Paese, quali Da Nang e a Can Tho.• Sono ormai consolidate le prime catene locali di magazzini e supermercati ( Citimart, Sai Gon Coopmart, Maximart, Ha Noi supermarket), nate nei primi anni ’90 e oggi in forte ascesa. 15
  • 16. ASSETS: fiscale, legale e infrastruttureAGEVOLAZIONI FISCALI Per 4 anni non si deve far fronte alla corporate tax, per altri 5 anni se ne deve onorare solo il 50% e dopo i primi 9 anni ammonterà al 25% nessun dazio per importare macchinari, semilavorati e componentistica, se riesportati come beni finali, tuttavia sugli stranieri esistono pressioni maggiori rispetto ai vietnamiti. Esiste un accordo contro la doppia imposizione tra Vietnam e Italia 16
  • 17. ASSETS: fiscale, legale e infrastruttureBUROCRAZIA e LEGALITA’ Normativa semplice, occorre conoscere e negoziare coi “burocrati” Progetto governativo 30 taglia del 30% le norme amministrative (con American and Euro Chambre of Commerce). business cooperation agreement (JV light): formula giuridica per alleanzeINFRASTRUTTURE Punto debole del Vietnam Prevalenza del trasporto su gomma e via mare/fiumi Ferrovie poco sviluppate Esistono alcuni buoni porti (es. Cat Lai) 17 Esistono numerosi parchi industriali, pochi orientati all’HIGH TECH
  • 18. ASSETS: fiscale, legale e infrastruttureBUROCRAZIA e LEGALITA’ Normativa semplice, occorre conoscere e negoziare coi “burocrati” Progetto governativo 30 taglia del 30% le norme amministrative (con American and Euro Chambre of Commerce). business cooperation agreement (JV light): formula giuridica per alleanzeINFRASTRUTTURE Punto debole del Vietnam Prevalenza del trasporto su gomma e via mare/fiumi Ferrovie poco sviluppate Esistono alcuni buoni porti (es. Cat Lai) 18 Esistono numerosi parchi industriali, pochi orientati all’HIGH TECH
  • 19. Settori in evidenza: infrastrutture Insufficienza di infrastrutture tra i principali svantaggi del paese, dicono molti osservatori Il governo punta a un riallineamento nei prossimi anni, anche con investimenti privati Nei prossimi cinque anni, probabili investimenti per 52 mld. di $in trasporti, 20 per energia, 13 per acqua etutela dell’ambiente In realtà la spesa media negli ultimi anni è stata di 9 mld. di $, ovvero 10-12% del Pil Dal 2001 al 2009 il settore privato ha investito 5 mld. di $ in infrastrutture Principali progetti in pipeline (valori in miliardi di $) – Porti. Cai Mep (0,7), Cai Lan (0,1), Lach Huyen, Van Phong Bay – Strade e autostrade. Nord-sud (1,5) e strade accessorie (0,8), Hanoi-Lao Cai (1,3), Hanoi-Hai Phong, Hanoi-Lan Song (0,9), Ho Chi Minh City-Dau Giay (0,9) – Metropolitane. Linee 1 (1,1) e 2 (1,2) a Ho Chi Minh City, altre in progetto, ferrovia sopraelevata Hanoi (0,6) – Ferrovie. Hanoi-Noi Bai (0,7), treno superveloce nord-sud (56) – Aeroporti. A. Nuovi: Long Thanh (8). B. Da rimodernare o ampliare: Cat Ba, Chu Lai, Phu Quoc – Energia. Vinh Thanh (1,8), Son My (4,9), Mong Duong (0,9 + BOT), Duyen Hai (5), Soc Trang, O Mon, Nhon Trach, Hiep Phuoc, Song Da, Trsono diffusi su tutto il territorio nazionale, perlopiù nelle città maggiori – ung Son (0,4), Song Bung (0,3) – Ambiente. I progetti sono diffusi su tutto il territorio nazionale, perlopiù nelle città maggiori. 19
  • 20. Settori in evidenza: meccanicaSecondo un recente censimento, il settore della meccanica conta circa 1700 aziende alivello nazionale, gran parte delle quali SOE controllate o dal Governo centrale o da GoverniprovincialiContenuto in circa 100 il numero delle aziende private, mentre vi sono circa 127 aziendecon investimenti al di fuori dei confini nazionali, delle quali circa 57 interamente finanziatedall’esteroPur producendo un buon numero di macchinari, al momento l’industria meccanica deveimportare macchinari sofisticati dall’estero, non essendo ancora in grado di produrreautonomamente macchinari sofisticatiViet Nam esporta circa 2.000 machines verso la Tailandia, la Repubblica Ceca, gli USA conun valore di circa 2 milioni di dollari l’anno 20
  • 21. Settori in evidenza: meccanicaIl settore della meccanica puo’ essere scomposto in vari sub settori, ciascunocon proprie peculiarità : Il settore delle macchine per cemento: 80/85% prodotto in Vietnam Lo shipbuilding: negli ultimi anni una crescita di circa il 50%. Si sono realizzati progressi tecnologici, ma c’è ancora la necessità di importare macchinari per la costruzione, dotati di software per la progettazione dei piu’ moderni design. Il settore automobilistico: buon grado di efficienza e produzione specie nel settore dei van medio–piccoli, autobus e pulmann. Risponde alla domanda interna ed ha iniziato notevoli flussi di esportazione, in particolare verso i Paesi dell’America del Sud. Nella parte settentrionale del territorio Vietnamita sono presenti le linee di produzione di Ford Vietnam, Toyota, Vietnam Motor Corporation, Vietnam Daewoo Motor, Vietnam Daihatsu Motor e Hino Motor Vietnam, mentre Mercedes Benz Vietnam, Vietnam Suzuki, Mekong Auto Corp. e Isuzu Vietnam sono localizzate al Sud Le aziende dedicate all’assemblaggio e produzione di componentistica per l’automotive industry sono quelle più significative, impiegando circa il 40% di lavoratori del settore meccanica, con una quota di capitali investiti del 51% ed un turnover del 50% sull’intero settore 21
  • 22. Settori in evidenza: meccanica potenziali business La vendita di macchinari e/o linee di produzione. Le importazioni di macchinari costituiscono una buona quota delle importazionicomplessive del Paese e vedono in primo piano fornitori provenienti da Cina, Giappone,Corea del Sud e Germania. Anche per l’Italia l’esportazione di macchine ed apparecchi meccanici ha costituitooltre 1/3 (36,2%) del totale delle esportazioni nel 2007 (ca. 515 mld di Euro secondofonte ICE su dati Istat) La creazione di joint venture con partner locali La creazione di una WOS (ad es. il caso di Bonfiglioli) L’acquisizione di quote di partecipazione azionaria in aziende originariamente stataliin via di privatizzazione. 22
  • 23. Settori in evidenza: agroindustriaIl Vietnam è ricco di risorse naturali e prodotti agricoli. Produce grandi quantità diriso, caffè, pepe e anacardi (dei quali è costantemente tra i primi tre esportatori almondo) e ha un settore della pesca molto rilevante, pertanto il compartoagroalimentare può offrire interessanti opportunità sia per quanto riguarda lameccanizzazione dell’agricoltura, sia per quanto riguarda le tecnologie dellatrasformazione alimentare e del packagingCirca i beni di consumo, la limitata capacità di spesa delle famiglie vietnamite, purse in crescita soprattutto nelle grandi città, e le favorevoli condizioni per gliinvestitori esteri consigliano alle imprese italiane di adoperarsi più sul versantedella localizzazione di investimenti produttivi che su quello del conseguimento diuna presenza commerciale su vasta scala. 23
  • 24. Contatti Italia Head Office: Via Cadamosto, 22/A 41012 Carpi (MO) Tel: +39 059-9770184 Fax: +39 059-9770186 E-mail: octagona@octagona.com Sito web: www.octagona.com Sedi estere: New Delhi, Hanoi, HCMC © Octagona s.r.l. Anno 2010Tutte le informazioni ed i pareri sono dati in buona fede, Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questama senza responsabilità legale. Octagona s.r.l. declina ogni pubblicazione può essere riprodotta, archiviata, memorizzata oresponsabilità per eventuali errori ed omissioni. le trasmessa in qualsiasi forma o mezzo (elettronico, meccanico,informazioni contenute all’interno di questo documento non reprografico, digitale) se non nei termini previsti dalla legge chedevono essere considerate sostitutive di un parere legale. tutela il diritto d’autore. 24