11. haemophilus
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 
  • 1,571 views

Slides Microbiologia

Slides Microbiologia

Statistics

Views

Total Views
1,571
Views on SlideShare
1,571
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
48
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

11. haemophilus 11. haemophilus Presentation Transcript

  • Famiglia Pasteurellaceae3 generi: Haemophilus, Actinobacillus, Pasteurella
  • Haemophilus Gruppo eterogeneo di batteri con particolari esigenze nutrizionali: Haemophylus: amanti del sangue Vengono coltivati su agar cioccolato (agar sangue)• Di forma variabile da Cocco-bacillare ad allungata• Gram -• Asporigeno• Immobile• Aerobio o anaerobio facoltativo• Con capsula (Hib) e senza capsula• Alculni presentano fimbrie
  • Haemophilus FATTORI DI PATOGENICITA’Capsula di natura polisaccaridica, il cui componelte principale è il poliribitol fosfato PRPLPS: endotossinaLPSLOS : lipo-oligo-saccaridi specie e ceppo specifici (simili ad LPS, ma privi dellatigene O)Proteasi: enzima extracellulare che degrada leProteasi immunoglobuline umane della classe IgA1Recettori per lattoferrina e transferrina: conferiscono la transferrina capacità di sequestrare il ferro
  • Haemophilus Fa parte dellaflora batterica delle vie aeree superiori (la condizione di portatore è frequente nei bambini) raramente provocano malattie• H. influenzae tipo b (Hib, con capsula): Meningite acuta purulenta, Laringite acuta ostruttiva (epiglottite), cellulite.• H. influenzae non tipo b: sinusiti, bronchiti, polmoniti, otiti, congiuntiviti.• H. ducreyi: ulcera molle (cancroide), malattia trasmessa sessualmente.• H. parainfluenzae: endocardite, uretrite• H. aegyptius: Congiuntive, febbre purpurea brasiliana• H. haemolyticus: Infezioni opportunistiche
  • Haemophilus influenzae• Cocco-bacillo• Gram-negativo.• Diametro di 0,3-1,5 micron• Asporigeno• Immobile• Aerobio-anaerobio facoltativo• Pleomorfo• Con o senza capsula.
  • Haemophilus influenzae• Fisiologia e struttura:• Capsula polisaccaridica: di 6 sierotipi (a-f)• I ceppi acapsulati vengono classificati come non tipizzabili• La specie H. influenzae è inoltre divisa in 8 biotipi (I-VIII) sulla base di 3 reazioni biochimiche importanti:produzione di indolo, ureasi, ornitin-decarbossilasi• LPS• Cresce in Agar cioccolato (agar sangue di pecora)• Il genoma uno dei primi a essere sequenziato nel 1995, è di piccole dimensioni 1.740 geni.
  • Haemophilus influenzae :CARATTERISTICHE COLTURALIBatteri esigenti, necessitano di particolarifattori di crescita (X-V) .presenti nei globuli rossiFattore X: stabile al calore, ha il compito di attivare altri fattori della. coagulazione così che laprotrombina viene convertita intrombina.In condizioni di anaerobiosi l‘esigenza per il fattore X è minoreFattore V: sensibile al calore ,nicotinamide-adenin-dinucleotide (NAD), Vpuò essere fornito da altri microrganismi (satelliti intorno a colonie di.(Stafilococco
  • crescita intorno a una coltura diStaphylococcus aureus
  • Haemophilus influenzae Distingue fraH. influenzae eH. parainfluenzae•.) )richiede solo ilfattore VAlcuni ceppi si riproducono meglio in presenza di•5% di CO.2La maggior parte dei ceppi utilizza ilnitrato come•.accettore di elettroni in assenza di O2
  • Haemophilus speciesSpecie fattore X fattore V EmolilsiH. influenzae + + +H. aegyptius + + +H. haemolyticus + + -H. parainfluenzae - + -H. ducreyi + - -
  • Haemophilus influenzaeSu agar-Chocolate si riproducediffusamenteSi aggiunge sangue a un agar a80°C e si mantiene la Temp a50°C /15’ in modo da liberare i.fattori X eV dalle emazieColonie - transparenti oleggermente opache 0.5-0.8 mmin 24 hr Ceppi capsulati appaiono mucosi i capsulati sono più virulenti
  • Haemophilus influenzae• La capsula tipo b: principale fattore di virulenzaInibisce la fagocitosi indotta dal complemento• Vaccino con Ab contro PRP• Pili e adesine consentono l‘adesione alle cellule epiteliali• LPS e glicopeptidi bloccano le ciglia e danneggiano le superfici epiteliali. LPS induce infiammazione meningea in modelli animali e forse nell‘uomo• Proteasi: degradano le IgA1
  • Haemophilus influenzaePenetrazione del microrganismo nell‘epitelio del nasofaringe,entrata nel torrente circolatorio e distribuzione in altri siti• Ceppi capsulati: In assenza di Ab opsonizzanti si sviluppa batteriemia con disseminazione alle meningi (massima incidenza 2 mesi-3 anni) ( meningiti, celluliti, epiglottiti).• Ceppi acapsulati: Colonizzano il tratto respiratorio superiore : otite media, sinusite, bronchite, polmonite. Di solito non sono invasivi.
  • Haemophilus influenzae• Il primo fattore di rischio per la malattia invasiva è l‘assenza di anticorpi protettivi diretti contro la capsula polisaccaridica.• La maggior parte delle infezioni da H.influenzae di tipo b avviene in bambini non immuni (vaccinazione incompleta o scarsa risposta al vaccino) e in anziani con sistema immune indebolito.
  • • Epiglottite. E‘ caratterizzata da cellulite e rigonfiamento dei tessuti sopraglottici, rappresenta una malattia a rischio di vita.• Bambini di 6 mesi- 2 anni• Sintomi sono: faringite, febbre, difficoltà respiratoria che può rapidamente progredire verso una ostruzione delle vie respiratorie e verso la morte.
  • Haemophilus influenzae • Cellulite:• Malattia pediatrica che è stata eliminata con la vaccinazione.• I pazienti presentano febbre, sviluppo di macchie rosso- bluastre sulle guance e sulla zona periorbitale.
  • DIAGNOSI DI LABORATORIO :Esame microscopico diretto sul liquor o su diverso campione) - batteri Gram negativi) pleomorfi :Esame colturale semina in agar cioccolato ed incubazione in atmosfera di CO2Tests rapidi( (evidenziano gli antigeni capsulari agglutinazione al lattice• co-agglutinazione• controimmunoelettroforesi•test immunoenzimatici•
  • Haemophilus influenzae PrevenzioneVACCINO CONIUGATOI vaccini attualmente in commercio contro l‘Hib sono fatti con ilpolisaccaridePRP dell‘Hib coniugato: a unaproteina carrier, come iltossoide difterico (PRP-D), a una proteina simile al tossoide difterico(PRP-HbOC), altossoide tetanico (PRP-T), o a unaproteina della membrana esterna delmenigococco.( (PRP-OMPIl vaccino viene normalmente somministratoin più dosi nel corsodell‘infanzia insieme al vaccino contro difterite-tetano-pertosse (DTP)e ad altri vaccini del programma nazionale di vaccinazioni pediatriche.Negli adulti e nei bambini oltre i 18 mesi d‘età una singola dose è.sufficiente a indurre l‘immunità
  • PREVENZIONE TRAMITE VACCINO: PRP capsulare purificato coniugatoa un vettore proteico (di solito anatossina tetanica o difterica)
  • Haemophilus influenzae TreatmentAmpicillina•Ma se il ceppo è beta-lactamase positivo:•Cefalosporina•Associazione Cloramfenicolo - Ampicillina
  • Haemophylus ducreyi• Il cancroide è una malattia a trasmissione sessuale che è più comune nell‘uomo perché le donne possono avere malattia asintomatica o inapparente. Periodo d‘incubazione di 5-7gg: si sviluppa una papula molle con base eritematosa in area genitale o perianale. La lesione si ulcera e diventa dolente, con associata linfoadenopatia inguinale.