0
VS<br />
Il bovarismo è una corrente di pensiero sviluppatasi durante la seconda metà dell'ottocento e che definiva la tendenza di ...
Madame Bovary…<br />Flaubert ha composto Madame Bovary dal 1851 al 1856, e lo pubblicò in un unico volume nel 1857. La pro...
Emma inizia ad accettare il corteggiamento di altri uomini a partire da Léon, un uomo molto intelligente e che presenta ta...
Il protagonista, consulente del ramo assicurativo di una importante casa automobilistica, è il prototipo dello yuppie frus...
In breve tempo, quello che era un circolo di combattimenti clandestini si trasforma in un ritrovo di uomini alienati e ins...
Emma Bovary<br />Emma Bovary, è un personaggio ricco, dalla psicologia complessa; nutritasi fin da piccola di romanzi rosa...
Il Protagonista<br />(Edward Norton)<br />Un perito assicurativo stressato e insoddisfatto,         l’ unico piacere che h...
Tyler Durden<br />(Brad Pitt)<br />Non è altro che l’ altra faccia della medaglia rispetto ad Edward Norton.<br />Rapprese...
LO SCONTRO<br />
Che lo scontro abbia inizio! Le analogie tra il romanzo di Flaubert e il “Fight Club” film uscito nelle sale cinematografi...
Entrambi i personaggi inoltre durante il libro sviluppano quasi una doppia personalità, che in Fight Club è più esplicita ...
“Una volta leggevamo pornografia, ora siamo passati ad arredomania.”<br />Sia il Protagonista che Emma ad un certo punto d...
CONCLUSIONI<br />Il romanzo “Madame Bovary”  offre molti spunti di collegamento, io ho voluto scegliere di confrontarlo co...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Madame Bovary VS Fight Club

596

Published on

Madame Bovary VS Fight Club
Zappa Pierluigi

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
596
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Madame Bovary VS Fight Club"

  1. 1. VS<br />
  2. 2. Il bovarismo è una corrente di pensiero sviluppatasi durante la seconda metà dell'ottocento e che definiva la tendenza di alcuni artisti a sfuggire alla monotonia della vita di provincia, la metropoli diveniva un sogno ambito, insieme alla lettura che proiettava la mente in una sorta di paradiso terreno, la lettura utilizzata quindi come mezzo di svincolo dalla realtà, come una sorta di droga.<br />
  3. 3. Madame Bovary…<br />Flaubert ha composto Madame Bovary dal 1851 al 1856, e lo pubblicò in un unico volume nel 1857. La protagonista del Romanzo è sicuramente Emma Rouault. Possiamo considerare il romanzo una sorta di intreccio proprio per i continui amori di Emma, ogni volta diversi. Lei è figlia di un agiato proprietario terriero e si sposerà con un medico, Charles Bovary. Quindi dopo essere rimasto vedovo di una donna che non amava così tanto, di fatto continuava a fare visita a Emma ignorando completamente la sua compagna. Emma è una ragazza giovane e molto bella, è molto confusa perché sta cercando qualcosa di molto diverso che lei riesce solo ad immaginare con i suoi romanzi di bassa qualità. Spera in una vita diversa, piena di passione, concentrata sull’esplorazione del mondo, vuole vivere in una grande città, legge tutti libri che la portavano a sognare, l’unico posto dove poteva trovare la tranquillità. Iniziò ad essere sgarbata, a non gradire più la compagnia del marito tanto che quando si avvicinava per baciarla, lei rispondeva sgarbatamente e lo allontanava. Emma aveva pensato che la nascita di un figlio maschio avrebbe in qualche modo potuto cambiare le cose, ma partorisce una figlia a Yonville.<br />
  4. 4. Emma inizia ad accettare il corteggiamento di altri uomini a partire da Léon, un uomo molto intelligente e che presenta tanti aspetti in comune con Emma. Già dalla prima cena lei inizia a sentire una grande simpatia nei suoi confronti ed ad essere più cordiale. Non avrà nulla di duraturo però, perché lui partirà per Parigi come promesso, senza rivelarle il suo vero amore. In seguito, si innamora di Rodolphe, con lui intraprende una tempestosa relazione, ma verrà abbandonata per la passione non normale di Emma. Rincontrerà Léon, ma il rapporto termina anche con lui. Sommersa dai debiti che ha contratto, sempre più numerosi, per riempire il vuoto profondo che ha dentro, avviata ad un progressivo degrado fisico e morale sotto gli occhi impotenti ed inconsapevoli del marito, Emma, dopo aver chiesto inutilmente aiuto ai suoi ex amanti, si uccide con il veleno. <br />
  5. 5. Il protagonista, consulente del ramo assicurativo di una importante casa automobilistica, è il prototipo dello yuppie frustrato dalla vita moderna: insonne, ansioso, stordito dal jet lag. Trova un'apparente calma solo frequentando gruppi d'ascolto per persone affette da mali incurabili. In questo modo incontra anche Marla Singer, che finge come lui di avere gravi problemi pur di incontrare persone e approfittare di tazze di caffè gratis.Durante i suoi viaggi di lavoro, il protagonista fa la conoscenza di Tyler Durden, un originale e anticonformista produttore e venditore di sapone. Un giorno, tornato dal lavoro, il protagonista scopre che la sua casa è andata distrutta in un'esplosione causata da una perdita di gas; disperato, si ricorda del bizzarro Tyler e decide di incontrarlo di nuovo. In questo modo nasce una grande amicizia, al punto che Durden lo ospiterà nella sua casa fatiscente. A questo punto lo coinvolge nella nascita del Fight Club, un circolo segreto i cui appartenenti prendono parte a violenti combattimenti tra loro. I due pian piano entrano in simbiosi, e radunano nuovi e numerosi adepti.<br />
  6. 6. In breve tempo, quello che era un circolo di combattimenti clandestini si trasforma in un ritrovo di uomini alienati e insoddisfatti, pronti a combattere fino alla morte pur di rovesciare ciò che considerano il loro nemico giurato: l'attuale disumana società, che trova la sua massima espressione nell'"american way of life". Tale indirizzo culmina nella creazione di un gruppo sovversivo e nel concepimento di un fantomatico Progetto Mayhem di stampo eco-terrorista.Alla fine il protagonista denuncia alla polizia l’intenzione di Durden di fare esplodere i più importanti istituti di credito della città. Poi si rende conto che Durden non è altro che il suo alter ego e, per fermarlo, si spara. Si salva miracolosamente per vedere crollare gli edifici in cui sono state piazzate le cariche esplosive.<br />
  7. 7. Emma Bovary<br />Emma Bovary, è un personaggio ricco, dalla psicologia complessa; nutritasi fin da piccola di romanzi rosa aspira ad una vita e ad un amore passionale e romantica. Ma dal matrimonio con Charles si ritrova eternamente insoddisfatta, imprigionata in un mondo di monotonia e noia, peggiore di quello precedente che condivideva col padre vedovo. L’ insoddisfazione la porterà quindi ad aspirare sogni impossibili e a cercare una via di fuga nella trasgressione e nell’ adulterio. Lo stesso titolo del libro vuole precisare la condizione di oppressione in cui si sente la protagonista, incapace di sottrarsi ad un potere patriarcale se non trasgredendo.<br />Lo stesso libro è una metafora dell’ evoluzione del personaggio, che passa da un primo passo di insoddisfazione e ricerca di forme di evasione, fino ad arrivare al compimento di azioni mirate e precise che culmineranno nel suicidio.<br />
  8. 8. Il Protagonista<br />(Edward Norton)<br />Un perito assicurativo stressato e insoddisfatto, l’ unico piacere che ha dalla vita è scegliere l’ arredamento per il suo appartamento da IKEA, crede fermamente nella monotonia e nella immutabilità della propria vita, il massimo traguardo che si pone di raggiungere è diventare una persona decente con un abbigliamento e uno stile di vita accettabile.<br />“Le persone che incontro a ogni volo sono i miei amici porzione singola. <br />Tra il decollo e l'atterraggio passiamo del tempo insieme, ci spetta solo quello.”<br />Questo accadeva finché durante uno dei suoi viaggi, non aveva incontra Tyler Durden…<br />Dopo questo incontro la sua vita viene stravolta: il lavoro, i mobili, gli oggetti, tutto quanto non ha più valore… riesce a trovare una via d’uscita dalla sua miserabile vita, questa via è il fight club .<br />
  9. 9. Tyler Durden<br />(Brad Pitt)<br />Non è altro che l’ altra faccia della medaglia rispetto ad Edward Norton.<br />Rappresenta tutte le ambizioni, i desideri e i sogni che il Protagonista prova in realtà.<br />Tyler Durden è tutto ciò che il Protagonista non è, e allo stesso tempo il Protagonista è lui.<br />“Sono la vita sprecata di Tyler” (Il Protagonista)<br />Tyler è quello che il Protagonista non ha potuto fare ma che avrebbe tanto voluto.<br />Durante il film, Edward Norton è come se si sbloccasse da una vita infernale, solamente grazie ad una introspezione, conoscendo quella parte di sé che avrebbe tanto voluto far emergere prima ma che non è mai riuscito a fare.<br />
  10. 10. LO SCONTRO<br />
  11. 11. Che lo scontro abbia inizio! Le analogie tra il romanzo di Flaubert e il “Fight Club” film uscito nelle sale cinematografiche solo 11 anni fa, sono molte, innanzitutto il protagonista è costretto a vivere come Emma in un mondo di delusioni e apatia, costruito su solide illusioni e monotonia … entrambi quindi cercano una via di fuga, un intrattenimento, un qualcosa che stravolga il loro mondo, ed entrambi trovano questa via di fuga nell’ illegalità e nella trasgressione. Emma praticando l’adulterio che per la società dell’epoca era un atto inconcepibile, mentre in Fight Club appunto, gli scontri clandestini diventano per molte persone una seconda vita, un’opportunità di salvezza dalla noia.<br />“Dopo la lotta ogni altra cosa nella vita si abbassava di volume.<br />Potevi affrontare tutto!”<br />“Un infinito di passione può concentrarsi in un minuto, come
una folla può raccogliersi in un modesto spazio.”<br />
  12. 12. Entrambi i personaggi inoltre durante il libro sviluppano quasi una doppia personalità, che in Fight Club è più esplicita mentre in Madame Bovary è più difficile rintracciarla e per questo va ricercata nel testo.<br />Tyler rappresenta le aspettative di un mondo migliore che tenterà di realizzare. Emma inizialmente invece sembra essere una ragazza dolce, sensibile e aggraziata, rivelando solamente dopo la vera identità, mostrando la sua delusione per un mondo che non è all’altezza di ciò che i libri le hanno fatto credere e sognare. La prima Emma è quella cresciuta tra i sogni e i desideri di una vita passionale e romantica, la seconda invece è quella dell’adulterio e della trasgressione.<br />
  13. 13. “Una volta leggevamo pornografia, ora siamo passati ad arredomania.”<br />Sia il Protagonista che Emma ad un certo punto della storia, diventano dipendenti dagli oggetti. Per il Protagonista oramai l’appartamento, i vestiti, le marche erano diventate uno status quo , un simbolo di successo … ma solo sbarazzandosi di tutto ciò si accorge dell’inutilità di questi oggetti.<br />Al contrario per Emma i vestiti e i profumi diventano man mano una via di fuga insieme all’adulterio per contrastare la noia, arrivando ad accumulare debiti enormi per poterseli permettere<br />
  14. 14.
  15. 15. CONCLUSIONI<br />Il romanzo “Madame Bovary” offre molti spunti di collegamento, io ho voluto scegliere di confrontarlo con Fight Club in quanto è uno dei miei film preferiti che in un certo senso riesce a descrivere (anche se in maniera un po’ esagerata) alcuni problemi della nostra società.<br />Facendo questo lavoro mi sono però accorto di come la società di oggi possa essere simile a quella di 150 anni fa, sicuramente Flaubert non voleva denunciare il consumismo o il conformismo col suo film, ma il fatto che il romanzo possa essere messo in relazione con così tanti esempi diversi, vorrà pur significare qualcosa…<br />
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×