Un milione di views in 50 secondi – Alessandro Palminiello

767 views
692 views

Published on

Corso in Viral Marketing e Social Media Mix - 29 marzo 2012, Milano

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
767
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
35
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Un milione di views in 50 secondi – Alessandro Palminiello

  1. 1. L’idea giusta: un milione di views in 50 secondi Alessandro Palminiello - Combo Cut Filmvenerdì 30 marzo 2012
  2. 2. VIRAL VIDEO Una volta visto, non puoi fare a meno di condividerlo. Si diffonde come un virus. VECCHIA SCUOLA • Girato con uno stile amatoriale • Succede qualcosa di incredibile, inaspettato • Il marchio/brand è quasi nascosto.venerdì 30 marzo 2012
  3. 3. Il viral oggi: • Troppi filmati spontanei o pubblicitari. • Riuscire a farsi notare sarà sempre più difficile. • Il pubblico è più attento. • L’utente non vuole pubblicità. Si dubita che dietro ogni video ci sia una pubblicità. I canali dove vengono distribuiti (YouTube, Facebook, Twitter..) sono sempre più i luoghi dove il pubblico vive la propria vita.venerdì 30 marzo 2012
  4. 4. Lo scambio   1. Intrattenere lo spettatore (emozionarlo, farlo ridere, farlo piangere, lasciarlo a bocca aperta) 2. informare lo spettatore insegnare qualcosa di nuovovenerdì 30 marzo 2012
  5. 5. Abbiamo provato a combinare entrambi gli elementi con GLI SGAMI DELLA NONNAvenerdì 30 marzo 2012
  6. 6. CLIENTE: CASA.IT RICHIESTA: 18 - 35, + Nord Italia, Brand Awareness IDEA: • Tema della casa = Consigli della nonna • Giovani = Slang • Consigli della nonna + Slangvenerdì 30 marzo 2012
  7. 7. Nonna Lea e Gli Sgami della Nonna http://youtu.be/jFzjVgolQoUvenerdì 30 marzo 2012
  8. 8. RISULTATI Canale YouTube di Casa.it: • 4 milioni di views (in un meno di un mese) • + di 4.000 commenti • + di 15.000 mi piacevenerdì 30 marzo 2012
  9. 9. IMPATTO SUI MEDIA • FanPage di Facebook: 4.600 fan • diverse pagine non ufficiali Pubblicazioni su: • Repubblica.it • TG2 • Rolling Stone • Max • ...venerdì 30 marzo 2012
  10. 10. venerdì 30 marzo 2012
  11. 11. E IL BRAND?venerdì 30 marzo 2012
  12. 12. Il brand non va nascosto Nella cornice del filmato può esserci (titolo finale, logo, link sotto al filmato) È necessario seminare indizi • riportano la serie di filmati al cliente • Fanpage Facebook della campagna brandizzata • Articoli di blogger • Comunicati stampa • sito web del cliente Il brand viene associato ad un’iniziativa originale, smartvenerdì 30 marzo 2012
  13. 13. IL FUTUROvenerdì 30 marzo 2012
  14. 14. Tutti si stanno accorgendo delle potenzialità di Internet per ladvertising legato ai video. • Raggiungere solo chi ti interessa e monitorare realmente i risultati • Gli Investimenti tv si stanno spostando sul web.venerdì 30 marzo 2012
  15. 15. Gli spot tv hanno un linguaggio meno autoreferenziale e più orientato ai gusti del pubblico, per diventare viral sul web. Per competere bisogna sfruttare la flessibilità di una produzione più leggera. Puntando sullidea e sullattualità.venerdì 30 marzo 2012
  16. 16. INGREDIENTI PER UN VIRAL VIDEO 1) i primi 3 secondi sono fondamentali per tenere lo spettatore 2) La thumb (ragazza, gatto, esplosione..), per creare curiosità. 3) Un messaggio alla volta nel video 4) Funzione Tutorialvenerdì 30 marzo 2012
  17. 17. IN PIU’   Call to action: • Metti un like sul video. • Passalo ad un amico.   Meglio proporre uno scambio se si richiede uno sforzo (registrati, fatti una foto..): • Buoni sconto • Premi • Effetti che non sapresti fare (13ème rue)venerdì 30 marzo 2012
  18. 18. Meglio proporre uno scambio se si richiede uno sforzo (registrati, fatti una foto..): • Buoni sconto • Premi • Effetti che non sapresti fare (13ème rue)venerdì 30 marzo 2012
  19. 19. Ingredienti universali: • Donne • Animali • Lingua inglese • Stop motionvenerdì 30 marzo 2012
  20. 20. Stimolare la condivisione   I social rendono i video virali. I click volendo si comprano: i commenti sono più importanti del numero delle visioni, e dimostrano il vero coinvolgimento dello spettatore.venerdì 30 marzo 2012
  21. 21. COSA FARE?   Creare una notizia perché la gente condivida, sfruttando l’ondata emozionale.venerdì 30 marzo 2012
  22. 22. Vojager smaschera Mario Monti http://youtu.be/o-tFVx1A-Okvenerdì 30 marzo 2012
  23. 23. COSA FARE? Creare un meme = fenomeni di ripetizione di massa (tormentone)venerdì 30 marzo 2012
  24. 24. Altre tecniche: • Identificazione, empatia: è vero succede anche a me!    • Linguaggio non convenzionale    • Il consumatore può essere provocatovenerdì 30 marzo 2012
  25. 25. http://youtu.be/X21mJh6j9i4venerdì 30 marzo 2012
  26. 26. Caricare il video: • Titolo dimpatto. (Incredibile.., il video più visto del web..) • Controllare i video più clickati del momento, le loro tag • Cambiare le tag per cambiare i target. • Lingue diverse per raggiungere paesi diversi • La scelta del canale è importante. • Dare premi ai blogger che spingono il tuo video.venerdì 30 marzo 2012
  27. 27. venerdì 30 marzo 2012
  28. 28.   KIT PER GIRARE UN VIDEO DI QUALITÀ...   • Reflex digitale con funzione video • Spallacino fatto in casa o monopiede • Luce led con dimmer • Microfono mini jack • Final Cut, After Effects, Logic o Pro Tools ...POI ANCHE LIPHONE VA BENE!venerdì 30 marzo 2012
  29. 29. Grazie! www.combocutfilm.comvenerdì 30 marzo 2012

×