La strategia ai tempi della crisi
@fedegavazzi
1. Rapida introduzione
teorica
Delineando la strategia ideale
SCELTA
INFORMAZIONE

DESIDERIO
Le tappe della «cottura»
2. Giochiamo a fare
le cose
Step 0: Google Analytics

Senza analisi il web marketing è come la birra
analcolica: non esiste.
Insights
• Geografici: lingua e luogo di provenienza;
• Comportamento degli utenti: nuovi o di ritorno?
• Tipologia di dev...
Step 1: Visibilità (sì, i banner)

• Regole di un buon banner:
• 1° frame accattivante;
• 2°/3° frame sintetici ed efficac...
Step 1.bis: Google Adwords
• Pianificazione in modalità CPC:
paghi soltanto il click;

• Modalità di planning:
• Site-base...
Step 1.tris: Facebook

FB Ads

Page Post
Ad

Veicolare traffico qualificato
Step 2: E-mail mktg

Predisporre strategia di ricontatto
Step 2.bis: Keyword adv

Presidio di un’area semantica per raggiungere utenza proattiva
Step 2.bis: Keyword adv

Google Trends: valutare trend affini emergenti
Step 3: FB Custom Audience

Creazione di segmenti a cui proporre iniziative ad hoc
Step 3bis: Remarketing

Segmentare il pubblico e proporre un messaggio rilevante
Step 3tris: Brand Search

Garantirsi una posizione rilevante, anche per sopperire ad
eventuali carenze in ottica SEO.
3. Concludendo
Federico Gavazzi – La digital strategy al tempo della crisi
Federico Gavazzi – La digital strategy al tempo della crisi
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Federico Gavazzi – La digital strategy al tempo della crisi

449 views

Published on

Young Digital Lab || 17-18 Ottobre 2013

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
449
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Federico Gavazzi – La digital strategy al tempo della crisi

  1. 1. La strategia ai tempi della crisi @fedegavazzi
  2. 2. 1. Rapida introduzione teorica
  3. 3. Delineando la strategia ideale SCELTA INFORMAZIONE DESIDERIO
  4. 4. Le tappe della «cottura»
  5. 5. 2. Giochiamo a fare le cose
  6. 6. Step 0: Google Analytics Senza analisi il web marketing è come la birra analcolica: non esiste.
  7. 7. Insights • Geografici: lingua e luogo di provenienza; • Comportamento degli utenti: nuovi o di ritorno? • Tipologia di device: quale percentuale da mobile? • Provenienza del traffico; • E-Commerce.
  8. 8. Step 1: Visibilità (sì, i banner) • Regole di un buon banner: • 1° frame accattivante; • 2°/3° frame sintetici ed efficaci; • 4° frame con CTA ben visibile.
  9. 9. Step 1.bis: Google Adwords • Pianificazione in modalità CPC: paghi soltanto il click; • Modalità di planning: • Site-based; • Keyword-based; • Per interesse; • Socio-demografica; • Multidevice: desktop, tablet, smartphone.
  10. 10. Step 1.tris: Facebook FB Ads Page Post Ad Veicolare traffico qualificato
  11. 11. Step 2: E-mail mktg Predisporre strategia di ricontatto
  12. 12. Step 2.bis: Keyword adv Presidio di un’area semantica per raggiungere utenza proattiva
  13. 13. Step 2.bis: Keyword adv Google Trends: valutare trend affini emergenti
  14. 14. Step 3: FB Custom Audience Creazione di segmenti a cui proporre iniziative ad hoc
  15. 15. Step 3bis: Remarketing Segmentare il pubblico e proporre un messaggio rilevante
  16. 16. Step 3tris: Brand Search Garantirsi una posizione rilevante, anche per sopperire ad eventuali carenze in ottica SEO.
  17. 17. 3. Concludendo

×