• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Roberta: Girls discover robots (Fiorella Operto)
 

Roberta: Girls discover robots (Fiorella Operto)

on

  • 2,193 views

Women&Technologies: Research and Innovation. Nell'ambito del prestigioso WCC, (World Computer Congress), una conferenza nella conferenza dedicata alle donne e alle tecnologie, con un particolare focus ...

Women&Technologies: Research and Innovation. Nell'ambito del prestigioso WCC, (World Computer Congress), una conferenza nella conferenza dedicata alle donne e alle tecnologie, con un particolare focus su ricerca e innovazione. Presentazione per l'intervento a distanza di Fiorella Operto (School of Robotics, Genoa), intitolato "Roberta: Girls discover robots".

Statistics

Views

Total Views
2,193
Views on SlideShare
1,908
Embed Views
285

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

3 Embeds 285

http://tullia.pbworks.com 277
http://www.slideshare.net 7
http://www.lmodules.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Roberta: Girls discover robots (Fiorella Operto) Roberta: Girls discover robots (Fiorella Operto) Presentation Transcript

    • Roberta: le ragazze scroprono i robot Fiorella Operto Scuola di robotica
    • Chi siamo Scuola di Robotica è un’associazione che promuove la conoscenza e lo studio della Robotica tra i giovani. Dopo il PC collegato ad Internet in ogni scuola, occorre: creare nuove tipologie di corsi di formazione e aggiornamento professionale; promuovere forme di collaborazione tra la scuola, le istituzioni, gli enti pubblici e l'industria; creare contenuti educativi innovativi da immettere nei circuiti di e-learning; Questo permetterà la partecipazione in tempo reale delle scuole alle attività di ricerca scientifica e tecnologica al fine di: Facilitare l'aggiornamento permanente degli insegnanti; facilitare l'immissione nel mondo del lavoro dei diplomati; selezionare e preparare i migliori diplomati agli studi universitari; consentire la formazione permanente nell'ambiente di lavoro. Edurobot Robot&Scuola Robodidactics Euron Etelier on Roboethics Ethicbots Roberta
    • Perché la Robotica? 1
      • Perché cambierà il nostro modo di fare scienza e forse la nostra visione di noi stessi. L'uomo ha sempre costruito strumenti per accrescere la propria potenza e diminuire la fatica.
      • Questa attività è diventata una delle chiavi del progresso economico, grazie alle macchine della rivoluzione industriale dell'Ottocento e alle macchine automatiche che hanno caratterizzato il ventesimo secolo.
      • Oggi i progressi dell'informatica e delle comunicazioni permettono di mettere nelle macchine abbastanza intelligenza da renderle autonome. Gli scienziati robotici dovranno quindi tentare di comprendere potenzialità e limiti di queste macchine intelligenti in rapporto con gli esseri biologici intelligenti.
      • Possiamo quindi prevedere che nel ventunesimo secolo l'umanità si troverà a convivere con la prima intelligenza aliena della propria storia, i robot, con tutti i problemi etici e sociali che ne conseguiranno.
    • Perché la Robotica? 2
      • Perché esistono problemi che l'umanità potrà affrontare soltanto mediante l'impiego di robot.
      • In particolare robot per lo studio e la protezione dell'ambiente e robot in grado di intervenire in ambienti ostili per eseguire la bonifica di siti contaminati da scorie tossiche (chimiche, radioattive o batteriologiche) o il recupero di materiali pericolosi per l'ambiente e per la salute umana in luoghi inaccessibili come il fondo del mare.
      • Rientrano in questa categoria anche i sistemi robotici per lo sminamento e la neutralizzazione di armamenti. Inoltre l'esplorazione e la colonizzazione dello spazio saranno condotte da squadre di uomini e robot.
    • Perché la Robotica? 3
      • Perché la Robotica è uno dei principali business del futuro, come dimostra il massiccio impegno finanziario in attività di Ricerca e Sviluppo dei paesi più industrializzati, Giappone in testa.
      • Dopo la diffusione di robot nelle industrie, oggi iniziano a vedersi i primi prodotti consumer, questi ultimi prevalentemente nel settore dell'entertainment, ma destinati ad aprire il mercato all'invasione dei robot di servizio.
      • Il mercato potenziale è immenso ed è prevedibile che in futuro le nazioni asiatiche ne deterranno una fetta predominante, come oggi avviene per l'elettronica di consumo
    • In Europa: piccola rappresentanza femminile nelle tecnoscienze
      • Più brillanti negli studi
      • Ma
      • Essere donne dimezza la probabilità di vincere concorsi e fare carriera.
      • Questo trend è poi rilevabile in ogni disciplina, ente, istituzione e paese. Il Rapporto ETAN della Commissione Europea sulle donne nella scienza ha dimostrato che l'esigua presenza femminile ai livelli più alti dell'università e delle istituzioni scientifiche è un dato comune a tutti i paesi europei. Tale situazione costituisce - secondo il Rapporto ETAN - uno spreco in termini di capacità professionali, oltre ad una violazione del diritto di essere valutati per le proprie capacità e per il proprio lavoro e non per l'appartenenza di genere.
    • Le ragazze non sarebbero interessate alla tecnologia ICT?
      • FALSO!!!
      • In realtà:
      • Le ragazze non amano la passività dell’interazione con il computer, che giudicano non interessante in sé, ma come uno strumento;
      • non amano la violenza dei video game;
      • si annoiano a programmare senza scopo.
      • Spesso, queste manifestazioni di insoddisfazione sono liquidate come sintomi di poco interesse o ignoranza.
      • Ma…
      • Queste manifestazioni spariscono non appena queste attività vengono collegate alla tecnologia.
    • Facilitare e incoraggiare!
      • modelli sociali nell’infanzia (figure di riferimento, giocattoli, mancanza di incoraggiamento)
      • differente forma di apprendimento
      • quindi, il gap tra maschi e femmine nell’uso del computer
      • cliché sul tipico ragazzino Nerd (asociale, musone, nelle nuvole, impallinato di video game, ecc)
      • pochi modelli femminili, spesso non positivi
      • il sentimento costante di essere fuori dal coro
      • sottostima qualora si riesca a raggiungere posizioni professionali tecnico scientifiche
      • esagerata attesa sociale qualora si riesca a raggiungere posizioni professionali tecnico scientifiche.
    • Programmare per uno scopo
      • Ciò che appare superficialmente come una mancanza di interesse nelle ragazze verso le tecnoscienze è una diverso focus di interesse.
      • In realtà, le ragazze richiedono che l’apprendimento delle tecnologie IT venga posto in un contesto più ampio e che sia utile. Programmazione sia finalizzata. Alcuni autori parlano di “programmare per uno scopo”.
    • Robotica e Didattica
      • Inserire la Robotica nei programmi delle scuole secondarie superiori.
      • Infatti la Robotica non è importante soltanto per imparare a costruire od usare i robot ma anche per imparare un metodo di ragionamento e sperimentazione del mondo.
      • Infatti:
      • la Robotica raccoglie tutte le competenze necessarie alla costruzione di macchine (meccanica, elettrotecnica, elettronica), di computer, di programmi, di sistemi di comunicazione, di reti.
      • il profilo particolare di questa nuova scienza promuove le attitudini creative negli studenti, nonché la loro capacità di comunicazione, cooperazione e lavoro di gruppo.
      • lo studio e l'applicazione della Robotica, favoriscono negli studenti un atteggiamento di interesse e di apertura anche verso le tradizionali discipline di base (p. es. matematica, fisica, disegno tecnico, etc.)
      • Ovviamente non si propone di introdurre una nuova materia ma di creare moduli applicativi interdisciplinari nei programmi delle materie esistenti, sfruttando attivamente le tecnologie di comunicazione. In questo modo sarà possibile creare progetti sperimentali sia a livello di Istituto che mediante network di scuole distribuite sul territorio .
    • Didattica di gender: imparare con i robot
      • I robot sono oggetti reali che si muovono nello spazio e nel tempo e che possono emulare il comportamento umano/animale;
      • i giovani apprendono più rapidamente e facilmente se hanno a che fare con oggetti concreti che soltanto operando su formule ed astrazioni, come sarebbe se i ragazzi si impegnassero semplicemente a programmare un computer;
      • la motivazione e l’interesse è forte perché la programmazione deve corrispondere all’azione del robot;
      • la multidisciplinarietà fa assumere agli studenti un atteggiamento moderno e attivo verso le nuove tecnologie.
    • Robot e ragazze: Amici! Sempre più i progetti di Robotica nella scuole prevedono metodica di gender.
    • Roberta
      • Roberta non è una ragazza, è un robot. È il nome di un progetto, finanziato nel 2001 dal Ministero dell’Istruzione della Germania, dedicato a promuovere la robotica tra le studentesse degli istituti secondari.
      • Secondo uno studio della locale Associazione degli Industriali, in Germania occorreranno, nei prossimi anni, 20.000 ingegneri l’anno, e 40.000 tecnici diplomati, per far fronte alle esigenze dello sviluppo industriale ed economico del paese. Ma il numero annuale di laureati e diplomati è di molto inferiore. Per fare fronte a questo deficit, sono state introdotte diverse modifiche nei programmi scolastici, ed in particolare è stato varato un progetto specifico per promuovere nelle ragazze l’interesse verso la scienza e la tecnologia. Infatti, la Germania si trova in situazione di deficit, tra i partner europei, in termini di partecipazione delle donne alla scienza, e mancano donne nelle discipline scientifiche. Sono pochissime le ragazze che scelgono ingegneria, fisica, elettronica e, nel 2000, la percentuale di studentesse iscritte a facoltà scientifiche era del 17% sul totale, ed anche in questo caso, le ragazze si sono iscritte a facoltà come architettura, o a corsi come comunicazione/media o ingegneria ambientale.
      • La supervisione del progetto è stata, oltre che del Ministero, dell’Istituto Fraunhofer per i Sistemi Autonomi Intelligenti, che si occupa, tra l’altro, di sviluppare kit robotici per edutainment (ovvero, la robotica applicata all’intrattenimento ed all’educazione). I kit vengono progettati espressamente per sviluppare nei ragazzi attitudini scientifiche e tecnologiche.
      • Vari mesi di sperimentazione hanno mostrato che i robot suscitavano nelle studentesse un interesse pratico e “colorato emotivamente”. Inoltre, il metodo learning by doing (imparare facendo) favorisce l’apprendimento soprattutto delle ragazzine. Sono stati sperimentati kit robotici particolarmente orientati alla scoperta ed all’intervento ambientale, proprio per far leva sull’interesse della ragazze verso i temi ambientali.!
    • “ Amo troppo la scienza per privarla dell’intelligenza delle donne” (Roald Hoffmann, chimico teorico e Premio Nobel per la Chimica 1981). [email_address] Grazie! 