• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Web tv e video sharing
 

Web tv e video sharing

on

  • 687 views

 

Statistics

Views

Total Views
687
Views on SlideShare
687
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Contenuti audio/video compressi e memorizzati su un server come file.Un utente può richiedere al server di inviargli i contenuti audio/video. Non è necessario scaricarli per intero sul PC per poterli riprodurre: i dati ricevuti vengono decompressi e riprodotti pochi secondi dopo l'inizio della ricezione. Questo ritardo serve a creare un polmone ("buffer" in gergo) per rimediare a latenze o microinterruzioni della rete. Di questo tipo sono i flussi streaming di Real Video e Real Audio, Windows Media Player, QuickTime, Adobe Flash Video (quest'ultimo tipo di formato file utilizzato nel sito di Youtube).
  • Podcast sono asincroni e off-line. Al contrario il  broadcast  offre una sola trasmissione alla volta e obbliga ad essere sintonizzati ad una determinata ora. La capacità di ricevere automaticamente pubblicazioni da fonti multiple è proprio uno dei punti di forza che distinguono il  podcasting  dalle trasmissioni tradizionali, e dalle trasmissioni in  streaming . Nonostante i programmi in  streaming  - alla stregua delle trasmissioni radio tradizionali - possano essere più o meno facilmente registrati dal ricevente, la loro natura transitoria li distingue nettamente dai programmi  podcast , che invece arrivano già in formato compresso sul proprio computer (è la stessa differenza che c'è tra ascoltare un brano alla radio e scaricarlo in mp3): questa rappresenta una diversità considerevole anche da un punto di vista legale, ed ha infatti suscitato accese polemiche.

Web tv e video sharing Web tv e video sharing Presentation Transcript

  •  
  • Web TV Video Sharing Servizi informativi in grado di fornire attraverso Internet programmi video, utilizzando la tecnologia dello streaming . L'atto di condivisione di file video attraverso la rete, per mezzo di programmi o siti internet appositamente creati .
  • Web Tv Video sharing Video blogging IpTv Catch-up Tv Over the top Tv TV e Internet
  • IpTv I nternet P rotocol T ele v ision Tramissione a/v tramite protocollo IP su una connessione a banda larga.
  • Catch-up Tv Televisione on demand che permette di accedere per un periodo di tempo ai programmi televisivi già trasmessi dai broadcaster.
  • Over The Top Tv Applicazioni interattive che permettono di accedere a video in streaming tramite banda larga.
  • Parole chiave: Web Streaming Mondiale Connessione a banda larga (ADSL o fibra ottica). Evoluzione della Web TV P2P TV Web TV
  • Indica una risorsa audio/video fruibile in qualsiasi momento tramite un collegamento internet al sito dell'emittente e un dispositivo per la riproduzione del flusso audio/video digitale. Streaming Formato compresso
  • Il Buffer Una parte di memoria è usata temporaneamente per depositare dati ricevuti o ancora da inviare. La sua funzione è quella di coprire i ritardi dei collegamenti di due reti.
  • On Demand I dati audio/video sono compressi e memorizzati su un server. Sarà l'utente a richiedere al server il video. Usato da: Real Video, Real Audio, Windows Media Player, QuickTime, Adobe Flash Video (usato da Youtube)
  • Live Simile alla tradizionale trasmissione radio o video in broadcast. Usato anche dalle normali emittenti TV (Rai, La7, ecc.)
  • Asincroni Offline Trasmessi uno alla volta Trasmessi a una determinata ora L'utente può ricevere da più fonti Formato compresso I video podcast sono ...
  • Principali Piattaforme
    • Chat
    • Disponibile su Iphone e Android
    • Permette la visione a migliaia di utenti in contemporanea
    Copyright: Non permettono il passaggio di eventi di rilevanza sportiva come F1 , MotoGP e cartoni coperti da diritti
    • Semplicità d’uso
    • Accessibilità
    • Disponibile su Iphone e Android
    Blocco : In alcuni paesi Europei, arrivati a 1000 persone al giorno per canale, richiesta di account a pagamento
    • Accessibilità
    • Condivisione su piattaforme di social media
    • come Facebook, WordPress
    • Utilizzi:
    • video publisher indipendenti e
    • grandi compagnie
    • scarsi in Italia (Mtv Italia)
    • Pensata per utenti principianti
    • Supporto di più di 10.000 utenti online
    • Nuova versione con streaming in HD
    • Impossibile durante la ripresa:
    • compiere altre azioni
    • connettersi ai social network
  • Livestream
  • Tv web di nicchia Web Tv Regione Abruzzo Accessibilità economica Logica narrowcast : contenuti selezionati secondo le esigenze dello spettatore e visionabili in ogni ora del giorno OBIETTIVI Ampliare e rafforzare il flusso informativo Individuare nuove formule di partecipazione e coinvolgimento
  • Team composto da professionisti del settore che aiutano i ragazzi a scrivere articoli e realizzare filmati con telecamere palmari semiprofessionali Orientare, informare, aggiornare e coinvolgere docenti, studenti universitari e delle scuole superiori Area Didattica Iniziative ed eventi
  • … Ma se invece di usare una delle piattaforme prima elencate, registrassimo un filmato, lo caricassimo online tramite video sharing e lo postassimo su un videoblog… Non creeremmo comunque una WEB TV ?
  • Piattaforme per sharing
  • Permette di: Girare e trasmettere filmati da uno smartphone; Vedere i filmati in diretta (live) di altri utenti; Rivedere la propria videogallery (ondemand); Salvare direttamente online i video; Condividere i filmati su Facebook, Twitter e Youtube; Usare il servizio videochat con altri utenti di qik;
  •  
  • Creato da Jake Lodwick e Zack Klein nel novembre 2004 Il nome viene da Video + Me, quindi Vimeo. Ed è anche anagramma della parola “movie”. A maggio 2010 aveva 3,000,000 di utenti, 16,000 filmati in upload ogni giorno di cui il 10% in HD.
  • Non consente di caricare video che non siano stati creati dall'utente. Struttura più simile a un social network. Si possono aggiungere altri utenti come amici, usare i likes come su Facebook, iscriversi a gruppi, ecc.
  • Su youtube è possible aprire il proprio canale su cui: Caricare i propri video; Personalizzare il layout del canale; Aggiungere “moduli”; Aggiungere uno stato; Aggiungere altri utenti come amici;
  • Sicuramente la piattaforma più conosciuta. Nasce nel 2005. Sfrutta la tecnologia Flash Video per i suoi contenuti. Permette di caricare online i propri video.
  • GRAZIE DELL’ATTENZIONE