New legge266 l'intervento dell'assessore esposito
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

New legge266 l'intervento dell'assessore esposito

on

  • 462 views

 

Statistics

Views

Total Views
462
Views on SlideShare
462
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    New legge266 l'intervento dell'assessore esposito New legge266 l'intervento dell'assessore esposito Presentation Transcript

    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Legge 266/97Programma 2011 Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico OBIETTIVIPromuovere interventi di sviluppo e potenziamento del tessuto imprenditoriale, individuato quale leva strategica per la rivitalizzazione sociale ed economica Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Fare ReteIl futuro è mettersi in rete (d’imprese)Il modello organizzativo-gestionale di rete è in grado di sviluppare sinergie e collaborazioni, valorizzare lepotenzialità delle singole aziende partecipanti, rendendole più adeguate all’attuale andamento dei mercati,accrescendone la capacità innovativa e la competitivitàLe aziende che realizzano un rete hanno concretamente le seguenti possibilità:-Allargare l’offerta di prodotti e servizi, senza modificare le proprie caratteristiche ed il proprio corebusiness;-Effettuare insieme investimenti, impossibili per la singola impresa;- Sfruttare in maniera efficace ed efficiente la capacità produttiva;- Aumentare il loro potere di negoziazione sul mercato;-Aumentare il know-how aziendale;-Condividere i servizi trasversali, ottimizzando i costi e maturando risparmi. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Fare Rete I Numeri delle reti d’imprese in ItaliaAd oggi, oltre 560 aziende italiane hanno sottoscritto un contratto di rete,per un totale di 117 contratti iscritti nel Registro delle Imprese, interessando73 Province in 18 Regioni, prevalentemente al nord. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Fare Rete Le reti d’imprese: uno strumento valido per affrontare la crisi“Proprio per far fronte ai tradizionali limiti strutturali del nostro sistema imprenditoriale, sarebbeauspicabile, inoltre, promuovere l’utilizzo dei contratti di rete attraverso gli incentivi fiscali, unamisura che potrebbe consentire alle micro imprese presenti nelle regioni del Mezzogiorno di uscireda una dimensione aziendale estremamente ridotta, totalmente inadeguata alle sfide dei mercatiglobali”.Fonte:“L’onda lunga della crisi sull’occupazione – Progetto di ricerca dell’indagine di tipo Delphi e multiscenari”.Realizzato dal Censis su incarico del Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Incentivi per le Imprese Favorire la realizzazione di Reti d’ImpreseDelocalizzare le imprese inquinanti dal centro storico Le finalità del ProgrammaRivitalizzazione socio-economica•Sviluppo dellassociazionismo economico - reti d’imprese - quale strumento di rafforzamento della competitività delsistema d’impresa cittadino•Incentivi e sostegni a processi di delocalizzazione di imprese insediate nella Zona a Traffico Limitato del centrostorico Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Azioni di sostegno Navette Elettriche per il trasporto di turisti nella ZTL Diffondere reti wireless nelle periferie Sostegno agli incubatori d’impresa Le finalità del ProgrammaAzioni di sistema•Interventi ed iniziative di animazione economica che coinvolgano l’area del Centro storico e della città bassa sino al water frontcittadino•Realizzazione di un’infrastruttura wireless finalizzata a potenziare il tessuto imprenditoriale dei quartieri periferici cittadini•Valorizzazione e sostegno degli incubatori di impresa avviati con le precedenti programmazioni nei quartieri dell’area Nord ed Est dellacittà Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Dove sono applicabili gli interventi? Su 24 quartieri Chi sono i soggetti beneficiari? Piccole e MicroimpreseQuartieri interessati•Mercato, Pendino, Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe, Porto, Stella, San Carlo Arena, San Lorenzo,Vicaria,Poggioreale, Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio, Miano, Secondigliano, San Pietro a Patierno, Piscinola,Chiaiano, Scampia, Soccavo, Pianura, Fuorigrotta, Bagnoli.Imprese Ammissibili•[Piccola impresa: impresa con meno di 50 persone e con un fatturato non superiori a 10 milioni di EUR].•[Microimpresa: impresa con meno di 10 persone e con un fatturato non superiori a 2 milioni di EUR].•Limiti dimensionali definiti dalla Raccomandazione della Commissione (2003/361/CE) Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Reti d’imprese Contributo previsto fino a € 10.000 per singola impresaPromozione di reti d’imprese• Gli interventi sono finalizzati a sostenere i progetti di investimento delle piccole emicroimprese che aderiscono a reti di imprese, anche con aziende di diversa dimensione elocalizzazione• Contributi utilizzabili per spese d’investimento sostenute e direttamenteimputabili alle imprese nuove o già esistenti aderenti a reti• Obiettivi comuni del contratto o progetto di rete:• potenziamento delle capacità produttive e gestionali;• rinnovo e aggiornamento tecnologico e riduzione dell’impatto ambientale;• rilocalizzazione di parte dell’attività d’impresa;• ricerca di nuovi mercati;• innovazione di processo e/o di prodotto. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Delocalizzazione Contributo previsto fino a € 60.000 per impresaIncentivi alla delocalizzazione• Sostegno alla delocalizzazione delle imprese artigiane insediate nell’area ZTL del centro storico, che subiranno leconseguenze della pedonalizzazione di una vasta area dello stesso.• Contributo utilizzabile per spese d’investimento sostenute e finalizzate alla delocalizzazione verso altre areeammissibili, in relazione alle seguenti spese:• opere murarie e/o lavori assimilati, comprese quelle per ladeguamento funzionale dellimmobile per la ristrutturazionedei locali;• spese necessarie all’effettuazione del trasloco dall’unità locale sita nel centro storico alla nuova sede ubicata in una dellearee previste al paragrafo 3 – Aree d’intervento;• spese necessarie per lo smontaggio e il successivo rimontaggio di macchinari ed attrezzature da trasferire.• Le agevolazioni finanziarie saranno erogate per Stati di Avanzamento (S.A.) e saldo. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Procedure Selezione delle domande di tipo valutativo a sportello, sino ad esaurimento degli stanziamenti Risorse Disponibili € 4.000.000 per la promozione di reti d’imprese € 1.129.630 per gli investimenti volti alla delocalizzazioneIl contributo concesso non potrà superare il 65% delle spese ritenute ammissibili (art. 4 del D.M. 14 settembre2004, n. 267). Il 50% del contributo concesso è soggetto a rimborso. Il tasso dinteresse da applicareverrà determinato in misura non inferiore allo 0,50% annuo Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Azioni di sostegno Infrastruttura Wireless cittadina - obiettivi•Potenziare il tessuto imprenditoriale delle aree periferiche a nord ed est della città ad altadensità d’impresa, prevedendo tipologie e localizzazioni dei ripetitori che consentano alleimprese l’accesso alla rete internet in modalità wi-fi all’interno dei propri locali•Dotare le aree obiettivo di un’infrastruttura wireless•Contribuire ad attivare investimenti materiali ed immateriali, sostenuti da imprese ICT, perla fornitura di contenuti e servizi per le imprese ed i consumatori. Risorse disponibili: € 800.000 Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Azioni di sostegnoIntervento nelle aree del Centro Storico - obiettivi•Implementare un innovativo sistema di trasporto, attraverso l’utilizzo di navetteelettriche a zero impatto ambientale, che consenta di intercettare i consistentiflussi turistici, sinora diretti al di fuori del territorio comunale, indirizzandoli verso le areedi pregio del Centro storico di Napoli caratterizzate da una significativa presenza diattività legate ai mestieri, alle arti in cui si rinnovano i saperi pratici all’artigianato diidentità. Risorse disponibili: € 950.000 Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Azioni di sostegnoCentro Servizi Incubatore Napoli Est (CSI) - obiettivi• rafforzare il ruolo istituzionale del CSI quale strumento per la promozionedell’innovazione a livello locale e per l’accelerazione dello sviluppo di imprese innovative estart up tecnologiche• promuovere il CSI quale attrattore di giovani talenti e di imprese ad elevato potenziale dicrescita, attraverso lo scouting e selezione di idee innovative potenzialmente finanziabili• L’attivazione di un network “specializzato” di attori istituzionali e privati(venture capitalist, business angels, ecc.) in grado di offrire prospettive alleimprese e porre le basi per la transizione del modello gestionale del CSI da pubblico aprivato. Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP
    • Legge 266/97 Programma 2011 Ministero Sviluppo Economico Azioni di sostegnoIncubatore di imprese femminili “Casa della Socialità”•promozione delle attività delle imprese incubate, anche attraverso la progettazione egestione di attività di animazione e promozione territoriale, coinvolgendo in meccanismipartenariali istituzioni, volontariato, associazioni femminili e culturali, enti e struttureterritoriali•progettazione e realizzazione di iniziative e attività finalizzate a favorire le attività dicommercializzazione delle piccole imprese femminili o a compagine prevalentementefemminile Dipartimento Lavoro e Impresa Servizio Impresa e SUAP