IS.NA.R.T "I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti" - Antonella Fiorelli_WHR_Bergamo_27.09.13
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

IS.NA.R.T "I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti" - Antonella Fiorelli_WHR_Bergamo_27.09.13

on

  • 493 views

 

Statistics

Views

Total Views
493
Views on SlideShare
493
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

IS.NA.R.T "I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti" - Antonella Fiorelli_WHR_Bergamo_27.09.13 IS.NA.R.T "I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti" - Antonella Fiorelli_WHR_Bergamo_27.09.13 Presentation Transcript

  • www.isnart.it 1 27 settembre 2013 Antonella Fiorelli, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti WHR DESTINATION: “BERGAMO”
  • www.isnart.it 2 Istituto Nazionale Ricerche Turistiche - S.c.p.A. Costituito a Roma il 16.12.1992 Chi è Cosa fa Mercato Clienti • Studi e pubblicazioni sul turismo; • Indagini, rilevazioni e progetti di fattibilità; • Attività editoriali e di promozione nel settore turistico; • Organizzazione di convegni. Intero fenomeno turistico • CCIAA ed aziende partecipate; • Organizzazioni imprenditoriali; • Istituzioni nazionali ed Enti locali; • Organizzazioni internazionali. ISNART S.c.p.A Osservatorio Nazionale sul turismo confluito a seguito della Legge 80 del 2005 nell’Osservatorio Nazionale del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri in sede al Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Osservatori territoriali sul turismo
  • www.isnart.it 3 LE STRUTTURE RICETTIVE
  • www.isnart.it 4 Le camere vendute dalle strutture ricettive in Italia Le imprese ricettive italiane alberghiere ed extralberghiere hanno assistito ad un ritorno di concentrazione dei flussi nei mesi di luglio ed agosto, unico periodo in cui si è riuscito a vendere 6/7 camere su 10 sul totale di quelle disponibili, mentre il mese di giugno è stato quello in cui con appena il 42,9% di occupazione camere si è registrata la contrazione maggiore nelle vendite.
  • www.isnart.it 5 Le camere vendute dalle strutture ricettive in Italia
  • www.isnart.it 6 Le camere vendute dalle strutture ricettive Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 7 Il rapporto tra le strutture ed il WEB: la presenza on line Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere Italia I trimestre II trimestre 2012 87,5 88,7 2013 88,4 88,5 Lombardia I trimestre II trimestre 2012 87,4 87,1 2013 89,3 87,8 Strutture ricettive presenti on line Media annua 2011-2012 Media trimestre 2012-2013
  • www.isnart.it 8 Il rapporto tra le strutture ed il WEB: Il booking on line Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere Strutture ricettive che permettono il booking on line Media annua 2011-2012 Media trimestre 2012-2013 Italia I trimestre II trimestre 2012 69,9 59,4 2013 64,2 66,8 Lombardia I trimestre II trimestre 2012 65,5 65,1 2013 72,1 76,6
  • www.isnart.it 9 I turisti e il WEB: le effettive prenotazioni dei clienti Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere Quota di turisti prenotati tramite internet Media annua 2011-2012 Media trimestre 2012-2013 Italia I trimestre II trimestre 2012 61,9 43,3 2013 39,6 42,5 Lombardia I trimestre II trimestre 2012 56,3 34,7 2013 40,7 45,6
  • www.isnart.it 10 I COMPORTAMENTI DEI TURISTI
  • www.isnart.it 11 Le motivazioni di vacanza nel 2012 in Italia La possibilità di rilassarsi e godere del paesaggio naturalistico le motivazioni principali del soggiorno in Italia. Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 12 Le motivazioni di vacanza nel 2012 a Bergamo Totale Italia Relax 26,0% Natura 24,8% Sport 15,9% Divertimenti 15,6% Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 13 I canali della comunicazione che influenzano la scelta della vacanza in Italia Il passaparola è il principale canale di comunicazione che influenza le scelta di vacanza, seguito dall’esperienza personale ed il web. Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 14 I canali della comunicazione che influenzano la scelta della vacanza a Bergamo Totale Italia Passaparola 37,4% Esperienza personale 29,6% Internet 23,1% Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 15 Le attività praticate durante la vacanza in Italia Circa 5 turisti su 10 praticano sport e 3 su 10 fanno escursioni durante il soggiorno in Italia. Meno spiccata invece la percentuale di turisti che dedica il proprio tempo ad aspetti di carattere culturale. Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 16 Le attività praticate durante la vacanza nella città di Bergamo Totale Italia Escursioni 31,4% Shopping 27,0% Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 17 La soddisfazione della vacanza per i turisti Turisti pienamente soddisfatti del soggiorno nella provincia di Bergamo Totale Italia Offerta turistica complessiva 8,0 Destinazione territorio 7,7 Strutture di alloggio 7,8 Ristorazione 7,8 Trasporti 7,5 Attività 7,7 Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 18 Le spese dei turisti I turisti che soggiornano nella provincia di Bergamo spendono in media 75 euro al giorno per le spese effettuate sul territorio (acquisti di abbigliamento e produzioni tipiche e ingressi a musei e monumenti ecc.) più che nel resto della regione (72 euro) e la media nazionale (67 euro). Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • www.isnart.it 19 I viaggiatori stranieri nelle regioni italiane nel 2012 Regioni Pernottamenti (valori in migliaia) Spesa totale (€ valori in milioni) Spesa media giornaliera (€) % Spesa ITALIA 327.843 32.056 97,78 100,0 VENETO 53.124 5.000 94,12 15,6 LOMBARDIA 47.294 5.304 112,15 16,5 LAZIO 45.646 5.386 118,00 16,8 TOSCANA 38.025 3.608 94,88 11,3 EMILIA ROMAGNA 20.666 1.710 82,74 5,3 TRENTINO A.A. 16.344 1.555 95,14 4,9 PIEMONTE 15.373 1.250 81,31 3,9 CAMPANIA 14.020 1.419 101,21 4,4 SICILIA 12.144 1.041 85,72 3,2 LIGURIA 11.967 1.339 111,89 4,2 PUGLIA 9.732 580 59,60 1,8 FRIULI.V.G 9.208 962 104,47 3,0 SARDEGNA 6.847 606 88,51 1,9 MARCHE 5.911 352 59,55 1,1 UMBRIA 4.548 290 63,76 0,9 ABRUZZI 3.510 205 58,40 0,6 VALLE D'AOSTA 3.169 317 100,03 1,0 CALABRIA 3.068 145 47,26 0,5 BASILICATA 1.211 63 52,02 0,2 MOLISE 342 18 52,63 0,1 Fonte: Banca d’Italia, Anno 2012 Stima incidenza del turismo straniero in Italia 39% (strutture ricettive + abitazioni private) (Osservatorio Nazionale del Turismo Unioncamere – Isnart)
  • www.isnart.it 20 La spesa dei viaggiatori stranieri nelle regioni italiane tra il 2010 e il 2012 Valori in milioni di € Regioni in calo 2010 2012 Variazione % 2012/2010 MOLISE 33 18 -45,5 CALABRIA 162 145 -10,5 FRIULI V.G. 1.023 962 -6,0 Fonte: Banca d’Italia Regioni stabili 2010 2012 Variazione % 2012/2010 PUGLIA 585 580 -0,9 MARCHE 355 352 -0,8 VALLE D'AOSTA 316 317 0,3 Regioni in crescita 2010 2012 Variazione % 2012/2010 ITALIA 29.257 32.056 10 LAZIO 5.184 5.386 4 LOMBARDIA 4.822 5.304 10 VENETO 4.311 5.000 16 TOSCANA 3.355 3.608 8 EMILIA OMAGNA 1.662 1.710 3 TRENTINO A.A. 1.254 1.555 24 CAMPANIA 1.231 1.419 15 LIGURIA 1.228 1.339 9 PIEMONTE 1.126 1.250 11 SICILIA 810 1.041 29 SARDEGNA 577 606 5 UMBRIA 259 290 12 ABRUZZO 200 205 3 BASILICATA 49 63 29
  • www.isnart.it 21 Le motivazioni di viaggio dei turisti stranieri in Italia Confronto 2008-2012 Natura e relax le motivazioni principali, ma in calo, tra il 2008 e il 2012. Sempre più turisti stranieri, invece, sono interessati ad una vacanza in Italia per il mix di tradizione, enogastronomia e divertimenti che il territorio offre. 2008 2012 Var. 2012/2008 Bellezze naturali del luogo 28,1% 26,9% -1,3 Relax 28,3% 25,9% -2,4 Shopping 5,4% 9,2% 3,8 Enogastronomia 6,5 % 8,6 % 2,2 Conoscere usi e costumi della popolazione locale 3,8 % 5,9 % 2,1 Prezzi convenienti 10,8 % 12,0% 1,2 Divertimenti 15,6% 16,6 % 1,0 •Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo- dati Unioncamere
  • www.isnart.it 22 I canali di comunicazione che influenzano la scelta di un viaggio in Italia dei turisti stranieri Confronto 2008-2012 Cresce tra il 2008 e il 2012 il ruolo di internet (+4,9 punti percentuali), meno incisivo l’influenza del passaparola. 2008 2012 Var. 2012/2008 Passaparola 39,4% 36,7% -2,7 Esperienza personale 29,7% 22,4% -7,3 Internet 24,8 % 29,8 % 4,9 Informazioni 19,1 % 20,2 % 1,1 Offerte 10,5 % 13,1 % 2,6 Cataloghi/depliant di viaggio 1,9 % 8,5% 6,6 Agenzia di viaggio 4,0% 8,1 % 4,1 Pubblicità 3,7 2,8 -0,9 Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo- dati Unioncamere