Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Paolo D'Ermo - Responsabile Studi, World Energy Council Italia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Paolo D'Ermo - Responsabile Studi, World Energy Council Italia

  • 83 views
Published

Slides presentate a Roma il 21 novembre 2013 in occasione del Workshop "Il Ruolo della Marina Militare per l'Impiego del Gas Naturale nella Propulsione Navale" promosso da @ConferenzaGNL, un progetto …

Slides presentate a Roma il 21 novembre 2013 in occasione del Workshop "Il Ruolo della Marina Militare per l'Impiego del Gas Naturale nella Propulsione Navale" promosso da @ConferenzaGNL, un progetto a cura di Symposia e WEC Italia - TWITTER #GNL @ItalianNavy

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
83
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L’impegno europeo per i carburanti puliti nel settore marittimo Paolo D’Ermo, WEC Italia Energy Studies and Analyses Manager Circolo Sottufficiali Marina Militare, 21 novembre 2013 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all © World Energy Council 2010
  • 2. INDICE  World Energy Council Italia  Il percorso ConferenzaGNL  Il settore dei trasporti nell’Unione Europea: consumi ed emissioni globali e locali  Direttive europee sulla riduzione del contenuto di zolfo nei fuel marittimi  Strumenti di supporto UE alla riduzione delle emissioni inquinanti  Energia pulita per i trasporti: una strategia europea per i combustibili alternativi  La proposta di direttiva sulle infrastrutture per combustibili-carburanti alternativi  Conclusioni © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 3. WORLD ENERGY COUNCIL (WEC) Fondato nel 1923, il WEC è la più grande Organizzazione Internazionale multienergy a livello mondiale. Il WEC è una Associazione non Governativa accreditata all’ONU, senza scopo di lucro Promuove studi e ricerche nel campo energetico a carattere regionale, interregionale e mondiale. Organizza ogni tre anni il World Energy Congress, il più importante Congresso multi-energy a livello mondiale. La Mission del WEC: “Promuovere la produzione e l’utilizzo pacifico e sostenibile di tutte le forme di energia per il beneficio di tutti i popoli” © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 4. LA PRESENZA DEL WEC NEL MONDO Comitati Nazionali in oltre 90 Nazioni © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 5. COMITATO NAZIONALE ITALIANO DEL WEC (WEC ITALY) Il Comitato Nazionale Italiano - membro aderente e fondatore del WEC - con i suoi associati costituisce un vasto network rappresentativo del settore energetico nazionale, tra cui figurano Istituzioni, Ministeri, Associazioni, Università e Aziende del Settore dell’Energia e dei relativi Servizi. Promuove la partecipazione dei suoi membri agli studi e agli incontri internazionali del WEC, collaborando alla loro realizzazione e alla diffusione dei loro risultati. WEC Italia partecipa in maniera attiva allo sviluppo del dibattito energetico nazionale, organizzando incontri, seminari e convegni sulle tematiche di maggiore interesse e fornendo una informazione qualificata e aggiornata in campo energetico © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 6. ConferenzaGNL Conferenza Nazionale Italia-Mediterraneo sul Gas Naturale Liquefatto per i trasporti marittimi e terrestri • La ConferenzaGNL costituisce un appuntamento annuale sul tema dell’impiego diretto del gas naturale liquefatto per i trasporti, come carburante con forti caratteristiche innovative rispetto ai prodotti petroliferi tradizionali sia dal punto di vista delle performance ambientali sia di una migliore diversificazione geografica degli approvvigionamenti, e con prospettive di competitività economica molto promettenti. • La ConferenzaGNL monitora e approfondisce il tema del Gas Naturale Liquefatto sviluppando una serie di attività informative sulla filiera industriale italiana del settore e sue prospettive. • Le attività di approfondimento prevedono incontri e workshop monotematici, 2-3 all’anno, su argomenti di maggiore attualità e sulle potenzialità di sviluppo a favore dell’intero settore, oltre ad essere propedeutici all’impostazione delle Conferenze annuali. Seconda ConferenzaGNL 10-11 Aprile 2014, Roma © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 7. Consumi finali di energia per settori di utilizzo: UE 27 • I trasporti sono al secondo posto per consumi di energia nella UE 27: 33% dei consumi finali • Al suo interno, i trasporti su strada coprono circa l’80% dei consumi, con la restante parte assorbita dal settore avio, marittimo e ferroviario; Commissione Europea: EU transport in figures Statistical pocketbook 2013 © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 8. Emissioni di CO2 per modalità di trasporto nell’UE 27 • Le emissioni di CO2 totali provenienti dai trasporti pesano per più del 50% delle emissioni dell’UE 27; • Il settore della navigazione è responsabile di più del 14% delle emissioni CO2 provenienti dal settore trasporti dell’UE 27; • A livello mondiale l’IMO stima che le emissioni del settore marittimo valgano il 2,6% delle emissioni totali da usi energetici e aumenteranno spinte dell’incremento del commercio globale di materie prime e beni. TOT emissioni dai trasporti 1.201 MtCO2 Commissione Europea: EU transport in figures Statistical pocketbook 2013 © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 9. Emissioni di inquinanti locali del settore trasporti I trasporti sono inoltre una fonte significativa di emissione di inquinanti locali NOx (ossidi di azoto) Negli stati europei il peso dei trasporti nelle emissioni di NOx totali del paese varia dal: 20% della Norvegia al 74% del Lussemburgo. Tra le varie modalità, il trasporto stradale è la fonte più significativa di emissioni di ossidi di azoto (circa 1/3 del totale delle emissioni europee nel 2010). SOx (ossidi di zolfo) •A livello mondiale il settore marittimo è responsabile dell’87% delle emissioni degli SOx emessi da attività di trasporto; •In Italia la percentuale sale al 98%; •Nell’UE i trasporti marittimi hanno progressivamente aumentato il loro peso nelle emissioni di SOx provenienti dalle diverse modalità di trasporto, arrivando nel 2010 a costituire la quasi totalità delle emissioni connesse ai trasporti. PM (particolato) Entrambi i settori contribuiscono considerevolmente alle emissioni di particolato. Fonte: ISPRA ed European Environmental Agency © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 10. UE: progressiva riduzione dei limiti sul contenuto di zolfo nei carburanti-combustibili marittimi Limite contenuto di zolfo – normative IMO (2008) •Nel 2005 i limiti al contenuto di zolfo dei combustibili-carburanti marittimi stabiliti dall’Annex VI -Regulations for the prevention of Air Pollution from Ships - of the International Maritime Organisation (IMO) MARPOL 73/78 Convention sono stati incorporati dall’Unione Europea nella direttiva 2005/33/EC. •Successivamente nel 2008, l’Annesso VI MARPOL ha subito delle modifiche che hanno inasprito i limiti sul contenuto di zolfo a livello globale e nelle aree ad emissioni controllate (ECAs); © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 11. Direttiva europea 2012/33/UE: recepimento delle nuove norme 2008 sul tenore di zolfo •Nel 2012 adozione da parte del Parlamento Europeo e del Consiglio della Direttiva 2012/33/UE, per recepimento delle nuove norme dell’Annesso VI MARPOL come da modifica 2008 sul tenore massimo di zolfo consentito nei combustibili utilizzati per il trasporto marittimo. •La Direttiva promuove l’utilizzo di metodi per la conformità alla normativa IMO basati su tecnologie alternative rispetto ai combustibili tradizionali: Sistemi di depurazione dei gas di scarico a bordo Combustibili alternativi come il Gas Naturale Liquefatto (GNL) Sistemi elettrici lungo la costa Gli Stati Membri dovranno recepire la direttiva nella legislazione nazionale entro il 18 giugno 2014 © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 12. Strumenti UE di supporto alla riduzione dell’impatto ambientale del settore marittimo L’Unione Europea ha messo in campo una serie di strumenti per sostenere progetti marittimi incentrati sulla promozione di soluzioni per la conformità con le norme IMO in materia di basso tenore di zolfo: 1. Programma della rete transeuropea dei trasporti TEN-T; 2. Programma Marco Polo II (2007-2013); 3. Finanziamenti della Banca Europea per gli Investimenti e iniziative dei singoli Stati Membri. Fonte: COM(2013) 475, 2013: Prima relazione sullo stato di avanzamento sull’attuazione del “Pollutant emission reduction from maritime transport and Sustainable Waterborne Transport Toolbox” © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 13. Strumenti di finanziamento: programma TEN-T (Rete Trans-Europea dei Trasporti) TEN-T Work Programme 2011-Multi-Annual Programme for Motorways of the Sea  Per il cofinanziamento di progetti sull’utilizzo di combustibili a basso tenore di zolfo, tra cui: studi di fattibilità, studi di progettazione, azioni pilota e opere atte ad agevolare lo sviluppo di infrastrutture verdi.  Per tutto il 2011 e il 2012, il valore dei progetti di autostrade del mare (AdM) e porti cofinanziati dal programma TEN-T è stato pari a 123,3 milioni di euro, di cui un contributo totale dell’UE pari a 56,9 milioni di euro.  Per il futuro le infrastrutture portuali, e in particolare quelle per la logistica del GNL, continueranno ad essere una priorità dei prossimi inviti a presentare proposte annuali e pluriennali. L’ammontare complessivo dei finanziamenti del TEN-T Program 2014-2020 ammonterà a 26 miliardi €. © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 14. Strumenti di finanziamento: progetto Marco Polo (II) Il Programma Marco Polo II (2007-2013) mira a rendere più efficiente e meno inquinante il trasporto merci europeo attraverso lo shift modale. Nel 2011 è stata introdotta una specifica priorità politica a sostegno di progetti basati sul trasporto marittimo a corto raggio TMCR; Nel programma 2013 è stata inserita una priorità politica per il finanziamento di progetti nello Short See Shipping volti a ridurre CO2 e inquinanti locali tramite: l’utilizzo di fuels a basso tenore di zolfo; traghetti e navi alimentate a GNL; applicazione di scrubbers ed elettrificazione dei porti. Nel 2012, bilancio pari a 64,6 milioni €, sono stati presentati molti più progetti per il TMCR rispetto al 2011. © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 15. Strumenti di finanziamento: BEI e Contributi Nazionali Banca europea per gli investimenti Fornisce finanziamenti a progetti su tecnologie navali “pulite” e sull’efficienza dei combustibili. I finanziamenti della BEI possono coprire fino alla metà dei costi sostenuti per navi nuove (con nuove tecnologie) o per progetti di ottimizzazione dell’intera flotta (depurazione gas di scarico e conversione ad alimentazione GNL). L’entità minima del prestito è stabilita in 50 milioni di euro. Finanziamenti nazionali Aiuti per l’acquisizione di nuove navi o adeguamento delle navi esistenti per la conformità ai più stringenti limiti di zolfo. Finora la Finlandia è l’unico Stato Membro ad aver fornito tale sostegno. Le autorità finlandesi hanno inoltre concesso aiuti individuali in favore di un nuovo traghetto a GNL che collega Turku a Stoccolma. © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 16. Energia pulita per i trasporti: una Strategia Europea in materia di carburanti alternativi Il 24 gennaio 2013 la Commissione ha presentato il Pacchetto Energia Pulita per i Trasporti, che include: Obiettivo dell’iniziativa è l’elaborazione di una strategia per la sostituzione sul medio-lungo termine dei prodotti petroliferi nei trasporti © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 17. La proposta di direttiva della Commissione Europea sulle infrastrutture per fuel alternativi [COM(2013) 18 final] La proposta di direttiva si propone di affrontare i due nodi ritenuti fondamentali dalla Commissione per la diffusione dei carburanti alternativi all’interno dell’Unione Europea:  La mancanza di infrastrutture adeguate;  La mancanza di standard comuni. All’interno della proposta di Direttiva si propongono obiettivi minimi per le infrastrutture a supporto della mobilità elettrica, a idrogeno e gas naturale (CNG e GNL). Requisiti minimi infrastrutturali proposti al 2020 per CNG e GNL: • • LNG refuelling points for waterborne vessels in all maritime ports and inland ports of the TEN-T Core Network, by 2020, respectively 2025; • © World Energy Council CNG refuelling points with maximum distances of 150 km to allow the circulation of CNG vehicles; LNG refuelling points for road transport vehicles along the TEN-T Core Network with a maximum distance of 400 km. April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 18. Conclusioni  Dipendenza del settore europeo dei trasporti dai prodotti petroliferi e politiche di riduzione delle emissioni inquinanti stanno spingendo verso l’adozione di fuels alternativi a quelli tradizionali e sempre più puliti.  Le normative internazionali (IMO) ed europee (Direttive UE 2005 e 2012) rendono necessario l’utilizzo di fuels marittimi a bassissimo tenore di zolfo.  Diversi gli strumenti di finanziamento messi a punto dall’Unione Europea per favorire le tecnologie e le infrastrutture per la diffusione dei fuels puliti nel trasporto marittimo.  La recente (gennaio 2013) Strategia Europea per i Clean Fuels nei trasporti ha indicato il GNL come opzione pulita e alternativa ai prodotti petroliferi tradizionali sia in termini di performance ambientali sia di prospettive di competitività per i trasporti marittimi a corto e lungo raggio.  Proposti obiettivi al 2020 per sviluppo di infrastrutture logistiche di rifornimento GNL nei porti e lungo le arterie autostradali del TEN-T. © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 19. GRAZIE PER L’ATTENZIONE! © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 20. Back-up © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 21. Forum europeo per il trasporto marittimo sostenibile (ESSF) Il Forum europeo per il trasporto marittimo sostenibile (ESSF) è stato costituito dalla Commissione Europea con la decisione C(2013) 5984 del 24 Settembre 2013 per permettere uno scambio di informazioni più strutturato e per coordinare gli sforzi in materia di trasporti per via d’acqua sostenibili. Il Forum è composto da un massimo di 60 membri che comprendono le Autorità Marittime degli Stati Membri e Organizzazioni pubbliche o private attive nel campo del trasporto marittimo Principali attività del Forum L’ESSF è presieduto dalla Commissione e approva il suo mandato sulla base di una proposta della Commissione stessa. La call è stata chiusa a fine ottobre 2013. © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all
  • 22. TEN-T financing 2007-2013 © World Energy Council April 17, 2009 Promoting the sustainable supply and use of energy for the greatest benefit of all