Giorgianni Francesco - UnIndustria
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Giorgianni Francesco - UnIndustria

  • 269 views
Uploaded on

Slides presentate a Roma il 25 febbraio 2014 in occasione del Workshop "Il GNL è per tutti. Le prospettive di utilizzo del metano liquido per i service vessels, i traghetti a corto raggio e le......

Slides presentate a Roma il 25 febbraio 2014 in occasione del Workshop "Il GNL è per tutti. Le prospettive di utilizzo del metano liquido per i service vessels, i traghetti a corto raggio e le marinerie minori" promosso da @ConferenzaGNL, un progetto a cura di Symposia e WEC Italia - TWITTER #GNL

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
269
On Slideshare
265
From Embeds
4
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 4

http://www.slideee.com 4

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Opportunità di sviluppo del GNL nel contesto più ampio dei Porti Verdi Avv. Francesco Giorgianni, UnIndustria Civitavecchia, 25 febbraio 2014
  • 2. Obiettivi europei ed italiani nella riduzione delle emissioni Final Energy Consumption EU27 by Sector  UNIONE EUROPEA  Riduzione emissioni  -20% al 2020 2%  -40% al 2030 (proposta di direttiva) 33% 39% Households and Services Industry Transports Agricolture 26% Source: EU Transport in Figures, Statistical Pocketbook 2013 • Nei consumi di energia finali dell’Unione Europea, il 33% è rappresentato dal settore dei trasporti. •In particolare, il trasporto marittimo è responsabile per il 14% delle emissioni di CO2  Trasporti  obiettivi di riduzione della dipendenza dalle importazioni di combustibili fossili e di miglioramento della tutela ambientale riducendo le emissioni  Direttiva sull’utilizzo di combustibili a basso tenore di zolfo (attualmente 3,5% cargo, 1,5% passeggeri, sarà lo 0,5% dal 2020) proposta di Direttiva sull’utilizzo dei combustibili alternativi  GNL per il trasporto marittimo  ITALIA  Trasporti  Decreto Sviluppo sui veicoli a basse emissioni 1
  • 3. I combustibili alternativi e il GNL  Con combustibili alternativi ci si riferisce a: Elettricità Idrogeno Biocarburanti Gas naturale (GNC e GNL) Gas di petrolio liquefatto (GPL)  Proposta di direttiva  Generale: rendere obbligatoria la copertura infrastrutturale minima per l'elettricità, l'idrogeno e il gas naturale  Trasporto marittimo: rendere disponibili in tutti i porti marittimi della rete transeuropea di trasporto (TEN-T) globale punti di rifornimento per il GNL accessibili a tutti e destinati al trasporto marittimo e per vie navigabili interne (Art.6) 2
  • 4. I combustibili alternativi e il GNL  Il GNL risulterebbe così conveniente sotto diversi punti di vista  Riduzione delle emissioni nel trasporto navale  il GNL permette una riduzione delle emissioni di gas serra (- 20/30% di riduzione a seconda dell’efficienza)  Convenienza economica  il GNL è anche del 15-25% più conveniente rispetto al bunker fuel e conseguentemente molto più conveniente rispetto al MGO.  Riduzione emissioni di zolfo  adatto nelle aree SECA (SOx Emission Control Areas) e ECA (Emission Controlled Areas) poiché permette una riduzione delle emissioni di NOx dell’80% circa e delle emissioni di SO2 e di particolato di almeno il 95% (Direttiva 2012/33/UE)  Possibilità di rinnovo flotta  circa 130 navi di età superiore ai 29 anni (di cui circa 30 traghetti) dovranno essere necessariamente sostituite nei prossimi anni, ottima opportunità per i cantieri navali nazionali. 3
  • 5. Porti Verdi  Ad oggi Enel ha firmato 4 protocolli d’intesa per il Progetto Porti Verdi in Italia:     Autorità Autorità Autorità Autorità Portuale Portuale Portuale Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta (marzo 2008) di La Spezia (febbraio 2010) di Venezia (febbraio 2010) del Levante - Bari (maggio 2011)  Vantaggi sviluppo Porti Verdi nel quadro degli obiettivi di de-carbonizzazione:  Sviluppo mobilità elettrica  promozione dei veicoli a basse emissioni a livello italiano  Pannelli fotovoltaici  autoproduzione di parte dell’energia consumata  Cold Ironing  ottica futura: forte riduzione emissioni (CO2, NOx, SOX e particolato) e dell’inquinamento acustico nelle aree portuali Vantaggi ambientali ed economici 4
  • 6. Conclusioni  La riduzione delle emissioni a livello europeo – e conseguentemente italiano – è un traguardo reale, e che continuerà a porsi dei risultati sempre più ambiziosi.  Dopo gli sforzi compiuti negli ultimi anni - in materia di riduzione delle emissioni - nei settori power, edilizia, ed industria, le ambizioni future riguarderanno maggiormente il settore dei trasporti.  In quest’ottica l’utilizzo del GNL come combustibile alternativo per il trasporto marittimo risulta essere una scelta sicuramente perseguibile e conveniente sotto diversi punti di vista (ambientale, economico e di prospettive future).  Lo sviluppo della mobilità elettrica e più in generale del progetto Porti Verdi – sommato all’utilizzo del GNL – rappresenta un obiettivo importante ed ambizioso per le autorità portuali, ma che porterebbe effettivi benefici, sia ambientali che economici. 5