LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)      Il Lavoro Autonomo è una misura prevista dal   Titolo II del Decreto 185/2000 pe...
A CHI SI RIVOLGE Per avviare unattività in forma di Lavoro Autonomo devi essere: maggiorenne alla data di presentazione ...
COSA SI PUÒ FARE Con i finanziamenti per il Lavoro Autonomo puoi avviare iniziative  in qualsiasi settore: produzione di...
Quanto finanziaSono concedibili agevolazioni finanziarie: per gli investimenti: un finanziamento a  tasso agevolato e un ...
 L’Equivalente Sovvenzione Netta, è  l’unità di misura utilizzata dall’UE per  calcolare l’entità dell’aiuto pubblico all...
 Il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti è  pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedi...
COSA FINANZIAPuoi utilizzare i finanziamenti per linvestimento per: acquisto di attrezzature, macchinari, impianti e alla...
Procedura   Per ottenere le agevolazioni devi presentare una    domanda (Business Plan) con le indicazioni    dellattivit...
Dopo una prima fase diretta a verificare la validità formale della tua domanda, il tuo progetto imprenditoriale verrà sott...
   pensata per chi vuole creare una piccola    impresa nel settore della produzione di    beni e della fornitura di servi...
A chi si rivolgePer avviare unattività in forma di Microimpresa almeno la  metà dei soci (che detenga almeno la metà delle...
A CHI NON SI RIVOLGE I finanziamenti per la Microimpresa non si rivolgono a società di capitali o a società che abbiano gi...
COSA SI PUÒ FARECon i finanziamenti per la Microimpresa potete  avviare iniziative riguardanti: produzione di beni forni...
Quanto finanziaIl vostro progetto può essere finanziato fino a un massimo di   129.114 euro.Le agevolazioni previste consi...
Cosa finanziaPotete utilizzare i finanziamenti per  linvestimento per: acquisto di attrezzature, macchinari, impianti e  ...
COSA NON FINANZIA  Non potete utilizzare i finanziamenti per: oneri relativi al mutuo agevolato salari e stipendi tasse...
Destinatarie delle agevolazioni sono: nuove società costituite in maggioranza sia  numerica che di capitali da giovani di...
I progetti dimpresa possono riguardare  (Tipologia A): la produzione di beni in agricoltura,  industria e artigianato la...
   Possono essere finanziati i progetti dimpresa che    prevedono investimenti fino a 2.582.000 euro.   Finanziamenti pe...
   Finanziamenti per la gestione    Consistono in contributi a fondo perduto    nel rispetto della soglia de minimis, par...
I progetti dimpresa possono riguardare la fornitura  di servizi nei seguenti settori (Tipologia B): fruizione dei beni cu...
   Possono essere finanziati progetti dimpresa che    prevedono investimenti fino a 516.000 euro.   Finanziamenti per li...
   Finanziamenti per la gestione    Consistono in contributi a fondo perduto    nel rispetto della soglia de minimis, par...
   Le domande di finanziamento in     precedenza inviate a Sviluppo Italia,     vanno ora inoltrate alla nuova società   ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Lavoro autonomo ppt

864 views

Published on

Il D.Lgs. n. 185/2000 e le principali forme di agevolazioni per l'imprenditoria giovanile

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
864
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lavoro autonomo ppt

  1. 1. LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000) Il Lavoro Autonomo è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole mettersi in proprio creando unimpresa da solo, in forma di ditta individuale. InviItalia finanzia chi vuole mettersi in proprio attraverso il Lavoro Autonomo con un massimo di 25.822,84 euro.
  2. 2. A CHI SI RIVOLGE Per avviare unattività in forma di Lavoro Autonomo devi essere: maggiorenne alla data di presentazione della domanda non occupato nei sei mesi precedenti la presentazione della domanda residente nei territori di applicazione della normativa alla data del 1 gennaio 2000. Anche la sede legale e operativa della società deve rientrare nei territori agevolabili.A CHI NON SI RIVOLGE Si considerano occupati, e quindi non possono avvalersi di queste agevolazioni: i lavoratori dipendenti (a tempo determinato e indeterminato, anche part- time) i titolari di contratti di lavoro a progetto i liberi professionisti i titolari di partita IVA gli imprenditori e gli artigiani.LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  3. 3. COSA SI PUÒ FARE Con i finanziamenti per il Lavoro Autonomo puoi avviare iniziative in qualsiasi settore: produzione di beni fornitura di servizi commercioCOSA NON SI PUÒ FARE Non puoi avviare iniziative che si riferiscono a: produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli trasporti e, comunque, relative a settori esclusi dal CIPE o da disposizioni comunitarie.LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  4. 4. Quanto finanziaSono concedibili agevolazioni finanziarie: per gli investimenti: un finanziamento a tasso agevolato e un contributo a fondo perduto che, complessivamente, coprono il 100% degli investimenti ammissibili per la gestione: un contributo a fondo perduto per le spese relative al primo anno di attività.LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  5. 5.  L’Equivalente Sovvenzione Netta, è l’unità di misura utilizzata dall’UE per calcolare l’entità dell’aiuto pubblico alle imprese l’ESN rappresenta il vantaggio finale di cui l’impresa gode grazie all’aiuto pubblico Per la Prov. di Salerno ESN = 50%LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  6. 6.  Il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili (investimento + gestione) e non può superare limporto di 15.493,71 euro. Il contributo a fondo perduto per gli investimenti è pari alla differenza tra lammontare degli investimenti ritenuti ammissibili e limporto del finanziamento a tasso agevolato (tasso dell’1.2% X 5 anni). Il contributo a fondo perduto per le spese di gestione sostenute nel primo anno di attività non può in ogni caso superare lammontare di 5.164,57 euro. Il totale dei contributi a fondo perduto (investimenti + gestione cd. ESN) è pertanto pari al 50% delle agevolazioni complessivamente concesse. Al momento della stipula del contratto di agevolazione puoi avere un anticipo pari al 40% del totale dei contributi concessi in conto investimento; il restante 60% ti verrà erogato in ununica soluzione a saldo, una volta completati gli investimenti.LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  7. 7. COSA FINANZIAPuoi utilizzare i finanziamenti per linvestimento per: acquisto di attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti ristrutturazione di immobili - entro il limite del 10% del totale investimento.Puoi utilizzare i finanziamenti per la gestione per: acquisto di materie prime e materiale di consumo inerenti il processo produttivo utenze e canoni di affitto per immobili garanzie assicurative.COSA NON FINANZIANon puoi utilizzare i finanziamenti per: oneri relativi al mutuo agevolato salari e stipendi tasse e imposte.LAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  8. 8. Procedura Per ottenere le agevolazioni devi presentare una domanda (Business Plan) con le indicazioni dellattività che vuoi avviare e sulla tua idea imprenditoriale. Puoi compilare la tua domanda direttamente online utilizzando lapposita scheda. La domanda va poi inviata, senza alcuna modifica, tramite raccomandata A.R., insieme agli allegati, alla sede di InviItalia regionale competente per il tuo territorioLAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  9. 9. Dopo una prima fase diretta a verificare la validità formale della tua domanda, il tuo progetto imprenditoriale verrà sottoposto a un rapido processo selettivo di valutazione, per verificare leffettiva realizzabilità della tua idea dal punto di vista tecnico, economico e finanziario. In caso di approvazione verrai convocato per la stipula del contratto e, dal momento della firma, la tua impresa potrà usufruire, durante il primo anno di attività, di un servizio totalmente gratuito di assistenza tecnica e gestionaleLAVORO AUTONOMO(D. Lgs. N. 185/2000)
  10. 10.  pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore della produzione di beni e della fornitura di servizi, che abbia al massimo 10 dipendenti. InviItalia finanzia chi vuole mettersi in proprio attraverso la Microimpresa con un massimo di 129.114 euroMICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  11. 11. A chi si rivolgePer avviare unattività in forma di Microimpresa almeno la metà dei soci (che detenga almeno la metà delle quote di partecipazione) della società che volete costituire devono essere: maggiorenni alla data di presentazione della domanda non occupati nei sei mesi precedenti la presentazione della domanda residenti nei territori di applicazione della normativa alla data del 1 gennaio 2000. Anche la sede legale e operativa della società deve rientrare nei territori agevolabili. Le tipologie di società ammesse sono: società in nome collettivo (S.n.c.) società semplici (S.s.) società in accomandita semplice (S.a.s.)MICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  12. 12. A CHI NON SI RIVOLGE I finanziamenti per la Microimpresa non si rivolgono a società di capitali o a società che abbiano già iniziato la loro attività (ossia che abbiano già fatturato).Si considerano occupati: i lavoratori dipendenti (a tempo determinato e indeterminato, anche part-time) i titolari di contratti di lavoro a progetto i liberi professionisti i titolari di partita IVA gli imprenditori e gli artigiani.MICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  13. 13. COSA SI PUÒ FARECon i finanziamenti per la Microimpresa potete avviare iniziative riguardanti: produzione di beni fornitura di serviziCOSA NON SI PUÒ FARENon potete avviare iniziative che si riferiscono a: produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli commercio trasportiMICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  14. 14. Quanto finanziaIl vostro progetto può essere finanziato fino a un massimo di 129.114 euro.Le agevolazioni previste consistono in: un contributo a fondo perduto e in un finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti che, complessivamente, coprono il 100% degli investimenti ammissibili contributo a fondo perduto sulle spese di gestione relative al primo anno di attività. Limporto complessivo del fondo perduto non può superare il 50% del totale dei contributi concessi, mentre lammontare complessivo delle agevolazioni finanziarie non può superare il limite del "de minimis", pari a 100.000 euro. Al momento della stipula del contratto di agevolazione potete avere un anticipo pari al 20% del totale dei contributi concessi; il restante 80% vi verrà erogato in ununica soluzione a saldo, una volta completati gli investimenti.MICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  15. 15. Cosa finanziaPotete utilizzare i finanziamenti per linvestimento per: acquisto di attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti ristrutturazione di immobili - entro il limite del 10% del totale degli investimentiPotete utilizzare i finanziamenti per la gestione per: acquisto di materie prime e materiale di consumo inerenti al processo produttivo utenze e canoni di affitto per immobili garanzie assicurative prestazioni di serviziMICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  16. 16. COSA NON FINANZIA Non potete utilizzare i finanziamenti per: oneri relativi al mutuo agevolato salari e stipendi tasse e imposteMICROIMPRESA(D. Lgs. N. 185/2000)
  17. 17. Destinatarie delle agevolazioni sono: nuove società costituite in maggioranza sia numerica che di capitali da giovani di età tra i 18 e i 29 anni residenti alla data del 1° gennaio 2000 nei territori di applicazione della legge.oppure nuove società costituite interamente da giovani tra i 18 e i 35 anni residenti alla data del 1° gennaio 2000 nei territori di applicazione della legge. Nei medesimi territori devono avere sede legale, amministrativa e operativa le neo-società.IMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  18. 18. I progetti dimpresa possono riguardare (Tipologia A): la produzione di beni in agricoltura, industria e artigianato la fornitura di servizi alle imprese.COSA NON SI PUÒ FARE Sono esclusi i servizi alle persone e alle amministrazioni pubbliche, le attività socio-sanitarie e le attività di commercio e turismo.IMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  19. 19.  Possono essere finanziati i progetti dimpresa che prevedono investimenti fino a 2.582.000 euro. Finanziamenti per linvestimento Consistono in contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato concessi entro i limiti stabiliti dallUnione Europea. Modulando opportunamente lammontare del contributo a fondo perduto e del mutuo agevolato, la copertura finanziaria iniziale può arrivare: nel Sud all80-90% dellinvestimento nel Centro Nord fino al 60-70% dellinvestimento Sempre nei limiti dell’ESNIMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  20. 20.  Finanziamenti per la gestione Consistono in contributi a fondo perduto nel rispetto della soglia de minimis, pari a 100.000 euro, a copertura delle spese di funzionamento sostenute nel primo triennio di attività. Per i progetti nel settore agricolo non sono previste agevolazioni per le spese di gestione. Per linsediamento di giovani agricoltori è previsto un premio unico dellimporto massimo di 25.000 euro.IMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  21. 21. I progetti dimpresa possono riguardare la fornitura di servizi nei seguenti settori (Tipologia B): fruizione dei beni culturali (ad esclusione di quelli statali); turismo; manutenzione di opere civili e industriali (ad esclusione della manutenzione straordinaria); tutela ambientale; innovazione tecnologica; agricoltura, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroindustrialiIMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  22. 22.  Possono essere finanziati progetti dimpresa che prevedono investimenti fino a 516.000 euro. Finanziamenti per linvestimento Consistono in contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato concessi entro i limiti stabiliti dallUnione Europea. Modulando opportunamente lammontare del contributo a fondo perduto e del mutuo agevolato, la copertura finanziaria iniziale può arrivare: nel Sud fino all80-90% dellinvestimento nel Centro Nord fino al 60-70% dellinvestimento Sempre nei limiti dell’ESNIMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  23. 23.  Finanziamenti per la gestione Consistono in contributi a fondo perduto nel rispetto della soglia de minimis, pari a 100.000 euro, a copertura delle spese di funzionamento sostenute nel primo triennio di attività.IMPRESE GIOVANI(D. Lgs. N. 185/2000)
  24. 24.  Le domande di finanziamento in precedenza inviate a Sviluppo Italia, vanno ora inoltrate alla nuova società denominata INVITALIA.  www.invitalia.it sezione “Competitività delle imprese – Autoimpiego”Invitalia

×