Test diritto-scolozzi1 (1)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Test diritto-scolozzi1 (1)

on

  • 511 views

 

Statistics

Views

Total Views
511
Views on SlideShare
448
Embed Views
63

Actions

Likes
2
Downloads
2
Comments
0

2 Embeds 63

http://www.classenuova.net 55
http://vincenzomodugno.altervista.org 8

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Test diritto-scolozzi1 (1) Test diritto-scolozzi1 (1) Presentation Transcript

  • Rispondi a queste 10 domande sulle basi del diritto. Clicca sulle affermazioni che condividi. Premere qui per iniziare.
    • La possibilità di fare qualsiasi cosa in modo libero e autonomo.
    • Un insieme di moduli da compilare
    • Un insieme di regole, di diritti e di doveri che disciplinano il funzionamento della nostra società.
    1.Il diritto è:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Infatti il diritto, parola derivante dal latino jus (giusto) , indica il complesso delle norme che stabiliscono limiti all’azione dell’uomo in determinate sfere dell’attività umana, nell’interesse di tutti. La particolarità sta nel fatto che l’osservanza di tali regole è imposta dallo Stato e ogni cittadino può richiedere l’applicazione in sua difesa allo Stato stesso. Il diritto come scienza consiste nella conoscenza delle norme sulle quali si basa una comunità organizzata (società) per raggiungere i propri fini.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • In un libro di testo.
    • Sulla Gazzetta Ufficiale o all’interno di un codice.
    • Presso gli uffici dell’unione europea.
    2.Per trovare una legge dello Stato italiano cerchi:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Infatti la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, abbreviata in G.U., è la fonte ufficiale di conoscenza delle norme in vigore in Italia.
    • È uno strumento di diffusione, informazione e ufficializzazione di testi legislativi, atti pubblici e privati che debbono giungere con certezza a conoscenza dell'intera comunità.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • La legge fondamentale dello Stato italiano.
    • Una vecchia legge ormai superata e non più utilizzata.
    • Una legge come moltissime altre.
    3.La costituzione italiana è:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • La Costituzione della Repubblica italiana è la legge fondamentale del nostro Stato; essa contiene i principi fondamentali del nostro ordinamento giuridico. E’ entrato in vigore il primo gennaio 1948 ed è formato da 139 articoli e da 18 disposizioni transitorie finali.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Dai partiti politici.
    • Da gruppi di cittadini.
    • Dai rappresentati dei cittadini eletti in parlamento.
    4.Le leggi italiane sono emanate:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Il parlamento è il corpo legislativo dello stato, ossia un organo complesso, costituito essenzialmente da uno o più organi collegiali di tipo assembleare (camere), la cui funzione precipua, sebbene non unica, è approvare le leggi. Il nome deriva dalla parola francese parlement, riferita all'azione di parlare: un parlamento è quindi un luogo dove si discute, si dibatte per giungere a delle decisioni. Nelle repubbliche presidenziali il parlamento è tradizionalmente denominato congresso, secondo l'esempio statunitense.Le federazioni hanno un parlamento federale e uno per ciascuno stato federato. Organi analoghi al parlamento sono spesso presenti anche in altri enti territoriali, ma in questo caso si usano di solito denominazioni diverse (frequentemente consiglio). Negli stati moderni il parlamento rappresenta la componente principale del potere legislativo, che in alcuni ordinamenti coincide con il parlamento dello stato centrale mentre in altri comprende anche i parlamenti degli stati federati o gli analoghi organi delle regioni o di altri enti territoriali dotati di autonomia legislativa.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Dai cittadini con il loro voto.
    • Dal parlamento e da alcuni rappresentanti delle Regioni.
    • Solo dai cittadini con più di 40 anni di età.
    5.Il presidente della Repubblica italiana è eletto:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Il Presidente della Repubblica Italiana è il capo dello Stato italiano e rappresenta l'unità nazionale, come stabilito dalla Costituzione italiana entrata in vigore il 1º gennaio 1948. Il presidente della Repubblica è un organo costituzionale che viene eletto dal Parlamento in seduta comune, integrato da rappresentanti delle regioni, e dura in carica per sette anni (settennato o mandato presidenziale).
    • La Costituzione stabilisce che può essere eletto presidente ogni cittadino italiano che abbia compiuto i cinquanta anni di età e che goda dei diritti civili e politici, anche se l'età media dei presidenti italiani è di molto superiore a quella minima.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Solo dello Stato.
    • Solo del risparmio e degli investimenti.
    • Dell’uomo al fine di studiare e soddisfare i suoi bisogni.
    6.L’economia si occupa:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Per economia - dal greco οἴκος (oikos), "casa" inteso anche come "beni di famiglia", e νόμος (nomos), "norma" o "legge" - si intende sia l'utilizzo di risorse scarse per soddisfare al meglio bisogni individuali e collettivi contenendo la spesa, sia un sistema di organizzazione delle attività di tale natura poste in essere da un insieme di persone, organizzazioni e istituzioni (sistema economico).
    • Normalmente si considerano i soggetti (detti anche "agenti" o "operatori" economici) attivi nell'ambito di un dato territorio. Si tiene conto, peraltro, anche delle interazioni con altri soggetti attivi fuori del territorio, ovvero con il "resto del mondo".
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Spendere in modo indiscriminato il proprio denato
    • Aumentare le imposte e le tasse.
    • Accantonare una parte del proprio denaro per esigenze future o per percepire interessi.
    7.Risparmiare significa:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • Il risparmio, in economia, è la quota del reddito di persone, imprese o istituzioni che non viene spesa nel periodo in cui il reddito è percepito, ma è accantonato per essere speso in un momento futuro. Si noti la differenza tra risparmio ed investimento, in cui è necessariamente presente un elemento di rischio.
    • In generale lo scopo del risparmio è quello di poter disporre in un secondo momento delle risorse non spese. Ciò può avvenire per far fronte a spese impreviste, nel caso di un risparmio di tipo precauzionale, per garantirsi un reddito futuro da oltre a quello offerto dal sistema pensionistico.
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Un aumento generalizzato dei prezzi
    • Una diminuzione dei prezzi
    • L’aumento dei prezzi di alcuni beni.
    8.L’inflazione è:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con la prossima domanda.
    • L'inflazione, in economia, indica un generale aumento continuo dei prezzi di beni e servizi in un dato periodo di tempo che genera una diminuzione del potere d'acquisto della moneta.
    • Con l'innalzamento dei prezzi, ogni unità monetaria potrà comprare meno beni e servizi, conseguentemente l'inflazione è anche un'erosione del potere d'acquisto.
    • Vi sono diverse possibili cause dell'inflazione. L'aumento dell'offerta di moneta superiore alla domanda, stimolando la domanda di beni e servizi e gli investimenti, è unanimemente considerata dagli economisti una causa dell'aumento dei prezzi nel lungo periodo. Altre cause sono l'aumento dei prezzi dei beni importati, l'aumento del costo dei fattori produttivi e dei beni intermedi, in seguito all'aumento della domanda o per altre ragioni. Nell'ambito dell'aumento del costo dei fattori produttivi svolge altresì un ruolo l'aumento del costo del lavoro.
    • L'aumento del livello generale dei prezzi determina una perdita di potere d'acquisto della moneta: con la stessa quantità di denaro si può cioè acquistare una minore quantità di beni e servizi
    Risposta esatta. Domanda successiva
    • Un importo di denaro che viene dato alle persone al raggiungimento di una certa età detta pensionabile.
    • Un importo di denaro che viene corrisposto dal datore di lavoro al lavoratore per il lavoro svolto.
    • Una somma pagata dai lavoratori dello stato
    9.La retribuzione è:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Prosegui con l’ultima domanda.
    • La retribuzione è il corrispettivo che spetta al lavoratore per l'attività lavorativa svolta. È la principale obbligazione in capo al datore di lavoro. La retribuzione connota il rapporto di lavoro come un contratto oneroso di scambio (o a prestazioni corrispettive). Nel caso di retribuzione percepita da un lavoratore dipendente si usa il termine salario.
    Risposta esatta. Ultima domanda
    • Una moneta solo italiana.
    • Una moneta italiana e di altri Stati dell’Unione europea.
    • La moneta di tutti gli stati dell’Unione europea.
    10.L’euro è:
    • Ripeti domanda.
    Risposta errata Fine
    • L'euro (EUR o €) è la valuta comune ufficiale dell'Unione europea (nel suo insieme) e quella unica per i diciassette stati membri che attualmente aderiscono all'UEM (Unione economica e monetaria), ossia Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna. L'ultimo stato ad aver adottato l'euro è stato l'Estonia nel 2011. Il complesso di questi paesi, detto informalmente Eurozona, conta oltre 320 milioni di abitanti; prendendo in considerazione anche quei paesi terzi che utilizzano divise legate all'euro, la moneta unica interessa direttamente oltre 480 milioni di persone in tutto il mondo.
    Risposta esatta. Fine
  • Premi esc per uscire dalla presentazione. Di: Marco Scolozzi O premi qui per ripetere il test