Your SlideShare is downloading. ×
Il conto energia termico, gli incentivi e le detrazioni fiscali - Andrea Calabrese, referente scientifico ENEA
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Il conto energia termico, gli incentivi e le detrazioni fiscali - Andrea Calabrese, referente scientifico ENEA

1,267
views

Published on

Gli incentivi previsti dal Nuovo Conto Energia Termico e le detrazioni fiscali 55% a confronto: esempi di applicabilità degli incentivi riferiti a pannelli solari e pompe di calore

Gli incentivi previsti dal Nuovo Conto Energia Termico e le detrazioni fiscali 55% a confronto: esempi di applicabilità degli incentivi riferiti a pannelli solari e pompe di calore

Published in: Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,267
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile Integrazione edificio-impianto Soluzioni per un obiettivo di efficienzaNuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%Milano, 4 aprile 2013sede del Gruppo 24 ORE - Auditorium Referente scientifico: Ing. Andrea Calabrese andrea.calabrese@enea.it www.climatizzazioneconfontirinnovabili.enea.it
  • 2. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% DECRETO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO 28 DICEMBRE 2012: «Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi diefficienza energetica di piccole dimensioni»
  • 3. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%
  • 4. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% STRATEGIA MIGLIORAMENTO PRESTAZIONI ENERGETICHE DEL SISTEMA EDIFICIO - IMPIANTOFONTE: http://www.gruppopls.com/certificazione_energetica.htm
  • 5. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%
  • 6. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%11/03/2013: il GSE pubblica le Regole applicative del “Conto Termico” che disciplinano le modalitàper accedere al meccanismo d’incentivazione della produzione di energia termica da fontirinnovabili e degli interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica,come da Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012.Con questa prima pubblicazione delle Regole applicative, contenenti la scheda domanda previstadall’art.7, comma 1, il GSE intende avviare una consultazione pubblica sulle Regole con scadenzaal 25 marzo 2013.Le osservazioni pervenute entro questo termine saranno valutate dal GSE in fase di redazione deldocumento delle Regole applicative nella versione definitiva.Le Regole applicative sono disponibili anche nella sezione web "Conto Termico"http://www.gse.it/it/salastampa/news/Pages/GSE-pubbica-Regole-Applicative-Conto-Termico.aspx
  • 7. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% LE DETRAZIONI FISCALI DEL 55%Il 55% è una detrazione fiscale cioè una riduzione dell’Irpef (o dell’Ires in caso di società) pari al 55% dellaspesa sostenuta per l’intervento, che viene ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Il rimborso non èquindi diretto, ma avviene attraverso una riduzione delle tasse.Si parla di spese sostenute, quindi il criterio per l’individuazione temporale dell’intervento è quello di cassa.Si guarderà la data dell’effettivo pagamento e non la data di avvio degli interventi cui i pagamenti siriferiscono.La legge 7 agosto 2012 n°134 proroga al 30/06/2013 le detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione °energetica degli edifici con la medesima entità di detrazione (55%) che esse hanno avuto finora. Dopo il30/06/2013, ossia dal 1 Luglio 2013 e salvo ulteriori proroghe, le spese sostenute per gli interventi edilizimirati al risparmio energetico potranno rientrare nella detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, chetornerà ad essere del 36%.Quando è possibile usufruire delle detrazioni 55%?-Ledificio al quale ci si riferisce deve ricadere nella classificazione "edificio esistente ".-Ledificio deve già avere, prima degli interventi, un impianto di riscaldamento.-Tutte le detrazioni fiscali 55%, tranne quella prevista per la riqualificazione energetica, si riferiscono sia adedifici che a parti di edifici, cioè a singole unità immobiliari.-Il beneficiario deve essere un soggetto fiscalmente attivo, cioè un soggetto che paga le tasse. FONTE: www.nextville.it
  • 8. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% LE DETRAZIONI FISCALI DEL 55%Le detrazioni 55% sono ammesse per:-gli interventi sullinvolucro di edifici esistenti e cioè: strutture opache verticali e orizzontali, nonché vetri einfissi;-gli interventi dinstallazione di pannelli solari; per interventi di installazione di pannelli solari si intendelinstallazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per lacopertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istitutiscolastici e università... (definizione art.1 - Dm 19 febbraio 2007).-gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale; per interventi di sostituzione diimpianti di climatizzazione invernale si intendono gli interventi di sostituzione, integrale o parziale, diimpianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione nonché, di impianti diclimatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici abassa entalpia e contestuale messa a punto ed equilibratura del sistema di distribuzione nonché discaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.-gli interventi di riqualificazione energetica delledificio; per interventi di riqualificazione energetica diedifici esistenti si intende qualsiasi categoria di interventi, a condizione che a seguito dell’esecuzione deglistessi l’intero edificio consegua un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale uguale o ’inferiore ai valori riportati dallallegato A del Dm 11 marzo 2008. (Dm 19 febbraio 2007 e successivemodifiche; Dl 220/2010 e successive modifiche). FONTE: www.nextville.it
  • 9. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% IL D.M. 28/12/12: Conto Energia termico In questo caso non si parla di detrazione fiscale, ma di un contributo alle spese sostenute, direttamente erogato dal GSE (l’ente Gestore dei Servizi Energetici), previa accettazione della domanda. Il Conto termico è generalmente ammesso per edifici esistenti, ma, per l’installazione di pannelli solari, possono accedere all’incentivo anche interventi su edifici di nuova costruzione. Questo però solo per la quota eccedente quella necessaria al rispetto degli obblighi per rilascio del titolo edilizio (D.Lgs n°28 03/03/2011). Inoltre nel Decreto non è specificato che l’edificio debba essere già dotato di impianto di riscaldamento. Il Conto termico, a differenza del 55%, non ha validità temporale. Per gli interventi realizzati da soggetti privati sono stati stanziati 700 milioni di euro. Trascorsi 60 giorni dal raggiungimento di tali impegni di spesa, non saranno accettate nuove domande di accesso all’incentivo. E’ più vantaggioso il 55% o il Conto Termico? Non esiste una risposta valida per tutte le situazioni. Ovviamente la scelta del Conto Termico è obbligata nei casi in cui la detrazione fiscale del 55% non è ammessa, ad esempio quando l’edificio non è dotato di impianto di riscaldamento oppure quando si desidera chiedere l’incentivo per la quota di pannelli solari installata in eccedenza agli obblighi di legge in occasione di una nuova costruzione. Nei casi in cui sono ammessi entrambi gli incentivi, dobbiamo innanzitutto considerare se il soggetto che effettua la spesa ha un reddito e di conseguenza paga l’Irpef o l’Ires. Se non ’ ’ paga Irpef o Ires, non è possibile accedere alla detrazione fiscale del 55% e quindi anche in questo caso la scelta del Conto Termico diventa lunica possibile.FONTE: Pannelli solari, 55% e conto termico – Arch. Sara Martinelli
  • 10. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% E’ più vantaggioso il 55% o il Conto Termico? Se invece il soggetto che sostiene la spesa paga Irpef o Ires, bisogna valutare innanzitutto se sta già beneficiando o intende beneficiare di altre detrazioni fiscali, che possono essere ad esempio sempre inerenti il risparmio energetico (isolamento del tetto, sostituzione della caldaia, ecc.), oppure opere di ristrutturazione edilizia o addirittura detrazioni che riguardano altri campi, come quelle per i disabili. E’ quindi necessario che il contribuente verifichi in base alla sua dichiarazione dei redditi il ’ margine che ha ancora a disposizione per l’eventuale detrazione del 55%. ’ Se il margine è poco o nullo, risulta ancora preferibile la scelta del Conto Termico. Se invece c’è ’ ancora margine, allora si dovrà effettuare un paragone tra quanto si può ottenere con la detrazione fiscale del 55% (sulla spesa sostenuta e ripartita in 10 anni) e il contributo del Conto Termico (che non dipende dalla spesa, ma dalla tipologia di intervento che si vuole realizzare) erogabile in 2 o 5 anni. La scelta potrà essere effettuata non solo sulla soluzione economicamente più conveniente, ma anche in relazione alla variabile tempo. Infatti è possibile che qualcuno, a fronte di un maggior guadagno totale dalla detrazione del 55%, preferisca scegliere il Conto Termico per recuperare in meno tempo un importo anche inferiore.FONTE: Pannelli solari, 55% e conto termico – Arch. Sara Martinelli
  • 11. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Nuovo conto energia termico: COLLETTORI SOLARI TERMICIESEMPI APPLICATIVI COLLETTORI SOLARI TERMICI PER IMPIANTI DI PRODUZIONE ACQUA CALDA SANITARIA
  • 12. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% TIPOLOGIA DI COLLETTORI INSTALLATI NEL 2011 IN ITALIALe principali tecnologie impiegate nelle applicazioni a bassa temperatura del solare termico sono quelle deicollettori piani vetrati selettivi e non (FPC, Flat Plate Collector) e dei collettori sottovuoto (ETC, EvacuatedTube Collector). A queste si aggiunge la tecnologia dei collettori scoperti, adatti ad applicazioniprevalentemente stagionali.Fonte: SOLAR ENERGY REPORT Aprile 2012 - www.energystrategy.it
  • 13. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% COLLETTORI PIANI VETRATI SELETTIVI I collettori piani vetrati sono una tecnologia diffusa e adattabile per l’ottima resa energetica annua e la disponibilità di un vasto mercato di prodotti. Il principio di funzionamento è lo stesso di una serra: quando i raggi solari raggiungono la superficie vetrata, una piccola parte di essi viene riflessa indietro ma la maggior parte della radiazione solare attraversa il vetro e viene assorbita dal collettore. Quest’ultimo si riscalda e riemette energia sotto Quest ultimo forma di radiazione infrarossa (calore) rispetto alla quale il vetro si comporta come se fosse opaco, trattenendola così al suo interno (effetto serra). Spesso il vetro viene trattato in modo da riflettere il meno possibile la radiazione proveniente dal Sole e da essere il meno possibile trasparente al calore emesso dal materiale assorbente: si fa cioè in modo che i raggi solari entrino tutti (o quasi) nel pannello solare e che il calore resti poi intrappolato nel pannello per poter essere ceduto al fluido circolante. Temperature max di lavoro 70⁰C, a vuotoFonte: Esempio di collettore solare vetrato (Fonte: www.thermosolarplunger.it) 200 ⁰CStruttura di un collettore solare piano (Fonte: www.greenspec.co.uk)
  • 14. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% COLLETTORI SOTTOVUOTO I collettori sottovuoto, a parità di superficie, presentano in genere un migliore rendimento medio stagionale rispetto ai collettori vetrati piani, per il sostanziale annullamento delle perdite termiche convettive e conduttive verso l’ambiente esterno grazie alla presenza di un’intercapedine tenuta sottovuoto con un pressione assoluta dell’ordine di 5×10-3 Pa. Un collettore a tubi evacuati è normalmente costituito da due tubi in vetro concentrici (collettore del tipo all-glass), chiusi alle estremità opposte, nella cui intercapedine è praticato il vuoto. La superficie esterna del tubo interno è trattata con un rivestimento selettivo (tipicamente nitruro di alluminio Al-N/Al) caratterizzato da alti valori di assorbanza nello spettro solare e da bassi valori di emissività nell’infrarosso. Temperature max di 130 ⁰C DOPPIO TUBO COASSIALE con fluido pressurizzato, a SOTTOVUOTO vuoto (stagnazione) anche VETRO BOROSILICATO 300 ⁰C SPESSORE TUBO ESTERNO 1,7mm Sono tecnologicamente più SPESSORE TUBO INTERNO 1,5mm avanzati ma più costosi dei Ø 47 mm RESISTENZA MECCANICA E TERMICA collettori piani: adatti ai climi Ø 58 mm SUPERFICIE SELETTIVA IN “CERMET” ” nordici
  • 15. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% CONFRONTO OPERATIVO DI RENDIMENTO COLLETTORI SOLARI VETRATI PIANI ED A TUBI EVACUATI
  • 16. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% CONFRONTO OPERATIVO DI RENDIMENTO COLLETTORI SOLARI VETRATI PIANI ED A TUBI EVACUATI G = 800 W/m2
  • 17. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% CONFRONTO OPERATIVO DI RENDIMENTO COLLETTORI SOLARI VETRATI PIANI ED A TUBI EVACUATI G = 900 W/m2
  • 18. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Requisiti tecnici per accedere all’incentivo (Allegato II del D.M. 28/12/12) ’
  • 19. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Es. Test Report Thermal Performance of a Solar Collector: UNI EN 12975-2:2006 AA: superficie Efficienza istantanea assorbitore Aa: superficie apertura
  • 20. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Es. Test Report Thermal Performance of a Solar Collector: UNI EN 12975-2:2006
  • 21. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Requisiti tecnici per accedere all’incentivo (Allegato II del D.M. 28/12/12) ’
  • 22. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Requisiti tecnici per accedere all’incentivo (Allegato II del D.M. 28/12/12) ’
  • 23. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Calcolo dell’incentivo (Allegato II – 2.5 del D.M. 28/12/12) ’Qualora l’intervento sia realizzato su un intero edificio dotato di un impianto di riscaldamento ’di potenza nominale totale del focolare maggiori o uguali a 100 kW, è previsto l’obbligo di ’redigere la diagnosi e la certificazione energetica, per le quali è corrisposto un incentivo .
  • 24. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Calcolo dell’incentivo (Allegato II – 2.5 del D.M. 28/12/12) ’
  • 25. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Obbligo d’integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici (art. 11 D.Lgs. 28/11) ’ IL DLgs 3 marzo 2011, n°28 ALLEGATO 3: ° Obblighi per i nuovi edifici o gli edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti1. Nel caso di edifici nuovi o edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti, gli impianti di produzione dienergia termica devono essere progettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispettodella copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili,- del 50% dei consumi previsti per lacqua calda sanitaria e- delle seguenti percentuali della somma dei consumi previsti per lacqua calda sanitaria, ilriscaldamento e il raffrescamento:a) il 20 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio é presentata dal 31 maggio 2012 al31 dicembre 2013;b) il 35 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio é presentata dal 1°gennaio 2014 al °31 dicembre 2016;c) il 50 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1°gennaio 2017. °
  • 26. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% ESEMPIO 1: abitazione 4 utenti Centro Italia - A.C.S. ESEMPIO 2: abitazione 4 utenti Centro Italia - A.C.S. N°2 Collettori solari vetrati piani: Stot lorda = 4,14 m2 N°1 Collettore solare a tubi evacuati: Stot lorda = 3,22 m2Costo impianto (fornitura e posa in opera) ≈ € 3.640,00 Costo impianto (fornitura e posa in opera) ≈ € 4.590,00 Calcolo incentivo Calcolo incentivo Iatot = 170*4,14 = 703,8 €/anno Iatot = 170*3,22 = 547,4 €/anno Complessivamente: € 1.407,6 Complessivamente: € 1.094,8 in due anni (39% investimento) in due anni (24% investimento) DATI TECNICO-ECONOMICI: (Fonte www.autorita.energia.it)Considerando DETRAZIONE •0,8792 costo gas metano [€/Nm3]- Anno 2012, tasse incluse Considerando DETRAZIONEfiscale 55%: 6 anni •9,50 PCI gas [kWh/Nm3]; fiscale 55%: 7 anni •0,83rendimento caldaia;
  • 27. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% ESEMPIO 3: abitazione 4 utenti Centro Italia - A.C.S. DATI TECNICO-ECONOMICI: (Fonte www.autorita.energia.it) Sistema solare a circolazione naturale per la produzione di •0,8792 costo gas metano [€/Nm3]- Anno 2012, tasse incluse •9,50 PCI gas [kWh/Nm3]; acqua calda sanitaria: TEMP. RICHIESTA 45°C •0,83rendimento caldaia; EVO 270 CPC 16 tubi - Tetti pianiCosto impianto (fornitura e posa in opera) ≈ € 2.650,0 Calcolo incentivo Iatot = 170*3,06 = 520,2 €/anno Complessivamente: € 1.040,4 in due anni (39% investimento) Considerando DETRAZIONE fiscale 55%: 4,5 anni Problemi estetici e di installabilità in centri storici Stare attenti al solar keymark Requisito tecnico ii): rendimento termico collettore Sistemi “factory made” (kit solari): norma EN 12976 -1/2
  • 28. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%Gli standard CEN (Comitato Europeo di Normazione) per i prodotti solari termici sono stati individuatinel 2001. Tali standard definiscono i requisiti di qualità e le procedure per i test di prova per:
• Collettori solari: norma EN 12975-1/2
• Sistemi “factory made” (kit solari): norma EN 12976 -1/2 
• Sistemi “custom built” (progettati e installati su misura): norma EN 12977 -1/2/3Sulla base di quanto stabilito dal Dlgs 28/2011 l’accesso agli incentivi statali per il solare termico èconsentito, a decorrere dal 29 marzo 2012, a condizione che i pannelli solari presentinoun’attestazione di conformità alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976 o in alternativa alle norme EN12975 e EN 12976.ACCESSO AL CONTO TERMICOIl rendimento minimo viene misurato dai laboratori accreditati solo per collettori solari termici testatisecondo UNI EN 12975-2, mentre per i sistemi solari “factory made”, testati secondo UNI EN 12976-2,tale grandezza non viene misurata. Si pone quindi il problema di chiarire che hanno accesso al contotermico anche tutti i sistemi testati secondo UNI EN 12976-2, quali molti sistemi a circolazionenaturale. Per i sistemi certificati secondo UNI EN 12976-2 si suggerisce di indicare una producibilitàattesa minima annua [espressa in kWh/(m2 anno)] per l’accesso al conto termico, parametro che vieneindicato per ciascun sistema nei rapporti di test eseguiti secondo UNI EN 12976-2. Si potrebbe inserire,come soglia di producibilità minima annua, il valore di 550 kWh/(m2 anno).
  • 29. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%ESEMPIO 4: Sistema solare termico a circolazione naturale con 2 collettori solari Stot lorda = 4,5 m2 – Italia Centrale Costo complessivo imp. N°2 pannelli solari: € ° 2.500,00 ?!!! www.qualenergia.it
  • 30. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Nuovo conto energia termico: COLLETTORI SOLARI TERMICIESEMPI APPLICATIVI COLLETTORI SOLARI TERMICI ANCHE ABBINATI A SISTEMI DI SOLAR COOLING
  • 31. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% A) Il solar heating: Riscaldare con il sole…PERIODO INVERNALE: il riscaldamento degli ambienti è realizzato mediante pannelli radianti a pavimento, alimentati a bassa temperatura per massimizzare l’utilizzo dell’energia termica fornita dal sole ’ ’
  • 32. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% A) Il solar heating:Riscaldare con il sole…utilizzando sistemi radianti: La norma UNI EN 1264-2 stabilisce un limite fisiologico alla temperatura massima del pavimento in relazione al tipo di locale: Range Tmandata pannelli: 40 – 50 °C DTmassimo circuito pannelli: 20°C
  • 33. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% A) Il solar heating: Componenti Principali d’impianto: ’ Pannelli solari a tubi evacuati:Dati tecnici:-Superficie singolo pannello = 3,75 [m2];-Superficie campo solare = 56 [m2];-Potenza singolo pannello*=2.377 [W]-Potenza termicamedia ≈ 25 [kWth].(G*=1000 W/m2, EN 12975).Sono dotati di sistema di captazione di luce diretta e diffusaa geometria CPC (Compound Parabolic Concentrator)
  • 34. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% …E COS’E’ IL SOLAR COOLING?! ’ ’
  • 35. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% B) Il solar cooling:Impianti di solar cooling con gruppo frigo ad assorbimento PERIODO ESTIVO: coincidenza del picco di richiesta di energia frigorifera con il periodo di massima disponibilità di energia solare.
  • 36. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% B) Il solar cooling:CAMPAGNA DI MONITORAGGIO ESTIVA:
  • 37. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% B) Il solar cooling:Componenti Principali d’impianto: ’ Gruppo frigo ad assorbimento Serbatoio di accumulo acqua Torre Evaporativa: (acqua – bromuro di litio): refrigerata:Dati tecnici: Dati tecnici: Dati tecnici:- Potenza frigorifera =18 [kWf]; -Potenzialità = 43 [kW] - capacità 1000 L;- Potenza termica in =25 [kWt]; (Tbu=25,6[°C]; TH2O in=35[°C]; TH2O out=30 [°C]); -Portata aria = 7.500,0 [m3/h]; -Portata acqua = 7.400,0 [l/h]
  • 38. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% B) Il solar cooling:Schema di funzionamento gruppo frigo ad assorbimento acqua – bromuro di litio Temperatura [°C] ° T Heat Medium Inlet 88 T Heat Medium Outlet 83 Chilled Water Inlet 12,5 Chilled Water Outlet 7 Cooling Water Inlet 31 Cooling Water Outlet 35 http://93.62.214.32/~serveruc/maya/modules/prodacqua/animazione_ciclo.html Potenza elettrica assorbita: 48 [W]
  • 39. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%L’impianto di solar heating and cooling: Edificio F-92 C.R. ENEA di Casaccia ’ DATI EDIFICIO € 5.231,58 Latitudine 42°03’N - € 16.768,42 Longitudine 12°18’Est Zona D Climatica € 80.000,0 Dimensioni 230 mq
  • 40. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%L’impianto di solar heating and cooling: Edificio F-92 C.R. ENEA di Casaccia ’Costo impianto (fornitura e posa in opera) ≈ € 80.000,00 Iatot = 83*56,25 = 4.668,75 €/anno Complessivamente: € 23.343,75 in cinque anni (29 % investimento)Superficie lorda singolo pannello = 3,75 m2Superficie lorda complessiva campo solare = 3,75 * 15 = 56,25 m2Calcolo Incentivo annuo: dove Ci = 83 (€/m2) nel caso di impianti solari termici con sistemi di solar cooling con 50 m2 < Sl ≤ 1.000 m2
  • 41. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Edificio F-92 C.R. ENEA di Casaccia Mensa Città del Vaticano Roma Struttura Militare Puglia Potenza Frigorifera Installata
  • 42. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Nuovo conto energia termico: POMPE DI CALORE ELETTRICHE ESEMPI APPLICATIVI POMPE DI CALORE ELETTRICHE
  • 43. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% LA POMPA DI CALORE ELETTRICA A COMPRESSIONE :• È una macchina che consente di trasferire energia termica- Da un corpo a bassa temperatura (sorgente fredda)- Ad un corpo a temperatura maggiore (sorgente calda)• Per effettuare questo trasferimento è necessario spendere, in alternativa:- energia meccanica (elettrica), che viene trasformata in calore
  • 44. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% POMPA DI CALORE E SORGENTI TERMICHE:http://www.dimplex.de/it/addetti-ai-lavori/la-tecnica-alla-portata-di-tutti/pompe-di-calore/la-tecnica-alla-portata-di-tutti-pompa-di-calore.html
  • 45. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%COP: COEFFICIENT OF PERFORMANCE della Pompa di calore Il COP della macchina dipende dalle temperature T1 e T0 cioè dalle condizioni delle sorgenti calda e fredda.
  • 46. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Requisiti tecnici per accedere all’incentivo (Allegato II del D.M. 28/12/12) ’
  • 47. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Requisiti tecnici per accedere all’incentivo (Allegato II del D.M. 28/12/12) ’ESEMPIO 1
  • 48. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Calcolo dell’incentivo (Allegato II – 2.5 del D.M. 28/12/12) ’
  • 49. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Calcolo dell’incentivo (Allegato II – 2.5 del D.M. 28/12/12) ’
  • 50. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Calcolo dell’incentivo (Allegato II – 2.5 del D.M. 28/12/12) ’
  • 51. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Esempio 1: PDC aria – acqua Pt = 112 kW CONDIZIONI CALCOLO COP: TEMPERATURA ACQUA INGRESSO / USCITA ALLO SCAMBIATORE INTERNO (⁰C) COP 3,52
  • 52. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Esempio 1: PDC aria – acqua Pt = 112 kW
  • 53. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Tabelle di calcolo incentivo COP 4,1 Pompe di calore elettriche potenzialità fino a 35Kwt contributo Ci 0,055 complessivo erogato in 2 anni Quf 600 850 1100 1400 1700 1800 Potenza/Zona climatica A B C D E F 5 € 250 € 353 € 457 € 582 € 707 € 749 10 € 499 € 707 € 915 € 1.164 € 1.414 € 1.497 15 € 749 € 1.060 € 1.372 € 1.747 € 2.121 € 2.246 20 € 998 € 1.414 € 1.830 € 2.329 € 2.828 € 2.994 24 € 1.198 € 1.697 € 2.196 € 2.795 € 3.393 € 3.593 30 € 1.497 € 2.121 € 2.745 € 3.493 € 4.242 € 4.491 35 € 1.747 € 2.474 € 3.202 € 4.075 € 4.949 € 5.240 COP 4,1 Pompe di calore elettriche potenzialità oltre 35Kwt contributo Ci 0,018 complessivo erogato in 5 anni Quf 600 850 1100 1400 1700 1800 Potenza/Zona climatica A B C D E F 50 € 2.041 € 2.892 € 3.743 € 4.763 € 5.784 € 6.124 100 € 4.083 € 5.784 € 7.485 € 9.527 € 11.568 € 12.249 150 € 6.124 € 8.676 € 11.228 € 14.290 € 17.352 € 18.373 200 € 8.166 € 11.568 € 14.971 € 19.054 € 23.137 € 24.498 250 € 10.207 € 14.460 € 18.713 € 23.817 € 28.921 € 30.622 300 € 12.249 € 17.352 € 22.456 € 28.580 € 34.705 € 36.746 350 € 14.290 € 20.245 € 26.199 € 33.344 € 40.489 € 42.871 400 € 16.332 € 23.137 € 29.941 € 38.107 € 46.273 € 48.995 450 € 18.373 € 26.029 € 33.684 € 42.871 € 52.057 € 55.120 500 € 20.415 € 28.921 € 37.427 € 47.634 € 57.841 € 61.244 PALERMO NAPOLI ROMA MILANO
  • 54. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Investimento complessivo di riferimento L’incentivo complessivo relativo all’investimento necessario per le operazioni di “Smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente,parziale o totale, fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, ecc”, varia da zona a zona climatica: dovrebbe rappresentare il 40% dell’investimento, è ’ quindi possibile risalire all’investimento complessivo di riferimento.REMUNERABILITA’ ’ PALERMO NAPOLI ROMA MILANO
  • 55. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Osservazioni È molto strano che il costo complessivo dell’investimento vari in modo così ’ rilevante da zona climatica a zona climatica. Un impianto con pompa di calore da 24 kW costerebbe quasi € 9.000,0 in zonaclimatica E e solo € 3.000,0 in zona climatica A!! MA ALLORA CONVIENE INSTALLARE IMPIANTI A POMPA DI CALORE?! LA TARIFFA ELETTRICA ATTUALE INCENTIVA QUESTO TIPO DI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE?! LA PERCENTUALE DI ENERGIA PRIMARIA RISPARMIATA UTILIZZANDO LE POMPE DI CALORE CORRISPONDE AD UN EQUIVALENTE RISPARMIO ECONOMICO?!
  • 56. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% BTAi :Tariffe per usi diversi dalle abitazioniLa tariffa D2 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza nonsuperiore ai 3 kW.
La tariffa D3 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno 
di potenza superiore a 3 kW e a quelli stipulati per le abitazioni non di residenza.
  • 57. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Fabbisogno termico Tecnologia presente Tecnologia sostitutiva 19.000 kWht Rapporto Utente1 Caldaia a gas efficienza 0,80 *9,7 da m3 a kWh Caldaia a gas condensazione efficienza 0,95 rendimenti m3 kWh m3 kWh caldaie: Consumi m3 gas 2.474 23.997 Consumi m3 gas 2.083 20.208 (0,8/0,95) Costi (€/anno) 0,85€/m3 2.103 Costi (€/anno) 1.771 0,09 €/kWh Pompa di calore D3 2,3 fatt conv Fabbisogno Utente2 Caldaia a gas efficienza 0,80 elettrica SCOP 3,5 termico / SCOP m3 kWh Primaria 3,5 = kWh Consumi m3/kWh kWht 2.474 23.997 Consumi kWh elettrici/PER 5360 12.328 Costi (€/anno) 2.103 Costi totale riscaldamento 1.960 0,37 €/kWhel elettrici PDC Osservare rispetto a condensazione forte riduzione di energia primaria maggior costo di gestione Pompa di calore BT Tariffe per usi 2,3 fatt conv elettrica SCOP 3,5 diversi dalle Primaria abitazioni Consumi kWh elettrici/PER 5360 12.328 Costi totale riscaldamento 1.544 0,29 €/kWhel Pompa di calore D1 Tariffa di 2,3 fatt conv riferimento elettrica SCOP 3,5 Primaria Consumi kWh elettrici/PER 5360 12.328 Costi totale riscaldamento 1.281 0,24 €/kWhel Pompa di calore Dedicata Tariffa 2,3 fatt conv Aprile 2013 elettrica SCOP 3,5 Proposta Primaria Consumi kWh elettrici/PER 5360 12.328 Costi totale riscaldamento 1.114 0,21 €/kWhel
  • 58. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% DELIBERA 30/2008, COMMA 5.2: «In Riduzione consumi/costi conseguiti deroga a quanto previsto dal comma 5.1, per le utenze domestiche in bassa Riduzione consumi energia primaria: 15,8%tensione, con potenza disponibile fino a Condensazione Riduzione costi 15,8% 3,3 kW, può essere richiesta m3 kWh % riduzione linstallazione, di un secondo punto di Energia risparmiata 391 3.789 -15,8 prelievo destinato esclusivamente Costi €/anno riduzione 332 -15,8allalimentazione di pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti, anche Riduzione consumi energia primaria 48% Riduzione di tipo reversibile». PdC tariffa D3 costi 6,8% kWh % riduzioneIl costo del kW domestico per la Energia primaria risparmiata 11.669 -48,6pompa di calore: Riduzione Costi €/anno 143 -6,8Il vantaggio per lutente domestico stanel fatto che questo secondo punto di Riduzione consumi energia primaria 48% Riduzione prelievo può essere legato ad una PdC tariffa BT costi 26,6% tariffa per usi diversi BTA1/2/3, che kWh % riduzioneprevede un importo fisso per kWh che Energia primaria risparmiata 11.669 -48,6oltretutto, nel caso dellapplicazione in Riduzione Costi €/anno 558 -26,6ambito residenziale, continua a godere dellIVA agevolata al 10%. Riduzione consumi energia primaria 48% Riduzione PdC tariffa D1 costi 39,1% kWh % riduzioneLA TARIFFA D1 Energia primaria risparmiata 11.669 -48,6D1: tariffa di riferimento Riduzione Costi €/anno 822 -39,1(non tiene conto dei sussidi incrociati) Riduzione consumi energia primaria 48% Riduzione PdC tariffa Dedicata costi 47 % kWh % riduzione Energia primaria risparmiata 11.669 -48,6 Riduzione Costi €/anno 989 -47,0
  • 59. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Convenienza "al m argine" tra tariffa D3 e tariffa D2 con BTA Periodo di payback dellinvestim ento nel secondo contatore (Asse oridnate: €/anno; asse ascisse: consumi annui totali*, kWh) (Asse ordinate: €, spesa cumulata; asse ascisse: anni) D3 D2 + BTA D3 D2 + BTA 2500 20000 2000 16000 1500 12000 1000 500 8000 0 4000 3800 4200 4600 5000 5400 5800 6200 6600 7000 7400 7800 8200 0 * Riscaldamento, ACS, raffrescamento, cucina, illuminazione, altri usi 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 Fonte: elaborazioni REF-E Fonte: elaborazioni REF-E Caso di consumo di 6.9 MWh Consum i elettrici annui nel caso di installazione di una PdC (kWh/anno) Zona E Zona C Uso energetico Esistente Nuovo Esistente Nuovo Appartamento di 80-90 Riscaldamento 3175 820 1674 432 metri quadrati ACS 457 347 241 183 Raffrescamento 391 281 391 281 Cucina e altri 2900 2900 2900 2900 Totale 6923 4348 5205 3796 Fonte: elaborazioni REF-EFONTE: Monitoraggio delle tecnologie per il riscaldamento nel segmento residenziale , REF-E. Febbraio 2013
  • 60. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55% Motivazioni alla base della scelta dei consumatoriFONTE: Monitoraggio delle tecnologie per il riscaldamento nel segmento residenziale , REF-E. Febbraio 2013
  • 61. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%RIFERIMENTI:- Le tecnologie delle fonti rinnovabili di energia Pietro Maria Putti e Oreste Bramanti (Gruppo24Ore)- Termotecnica e Impianti. A.A. 2011/2012: U.07 – Acqua calda sanitaria Prof. Muscio Alberto (Università di Modena e Reggio Emilia)- Conto Energia Termico: Carovigno, 06/02/2013 VIESSMANN- Raffrescare con il sole, solar cooling: tecnologia ed esperienza kloben Ing. MANUEL GASPARRO- Incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni: Regole applicative D.M. 28/12/12 Edizione 11/03/2013 GSE- Pannelli solari, 55% e conto termico Arch. Sara Martinelli-Pompe di calore Prof. Renato Lazzarin- «Monitoraggio delle tecnologie per il riscaldamento nel segmento residenziale , REF-E. Febbraio 2013» e «Newsletter REF-E Osservatorio Energia - Anno XV, n. 163, Febbraio 2013» Mario Cirillo, REF-E- Proposte per le rinnovabili termiche e l’efficienza energetica nella SEN e nel Conto Energia Termico ’ Giampiero Colli, Associazione Co.Aer
  • 62. Nuovo conto energia termico: D.M. 28/12/2012. Gli incentivi introdotti e le detrazioni fiscali del 55%Le nostre attività di ricerca e sviluppo: Grazie per l’attenzione http://www.climatizzazioneconfontirinnovabili.enea.it/