Lobby nel mondo del web  2.0
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
606
On Slideshare
606
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
6
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Lobby 2.0
    i Social Media per sostenere il vostro caso
  • 2. La istituzionistanoperdendopotere
    L’attivitàdi Lobbying sièsemprebasatasustati, governoeistituzionimolto potenti
    E ora? Siamonell’epocadeideicison makers semprepùdeboli
    Il processodi Decision making èglobaleebasatosuuna “retediresponsabilità”
    I Cittadiniconnessi son semprepiù parte diquestoprocesso
  • 3. Lobbying 1.0
    Rivolta ad influenzare la legislazione
    Punta molto ad incontrarela persona giustacui esporreilcaso in unarelazone one-to.one
    Cercadiinstaurareunaattivitàdicoalition building trainteressi
    Non ha bisognodimoltatrasparenza : èfattadicampagne PR rivolte ad influenzare I decision-makers
  • 4. Lobby 2.0 e’ un nuovo approccio
    tointerest representation
    IN questoquadro internet èunapiattaforma (ma ancheunametafora) that…
    • Offreditools per influenzare la legislation
    • 5. Puòabilitareunaconversazione direttacon gli stakeholders
    • 6. Aiutaimovimentidi base grassroots ad influenzareil policy making
    • 7. Suggerisceidee
    • 8. Alimentamaggiortrasparenzanegliinteressieneimessaggi
    • 9. Usaisocial media per dare piùpotere a tuttisingoliedorganizzazioni
    Lobbying 2.0 is about conversation, not negotiation
  • 10. 2.0 Lobbying: esempi
  • 11. RethinkingNuclearPower:Obama puo’ farcela contro Homer Simpson ?
  • 12. Energia Nucleare
    Far Lobbying presso I parlamentiogoverni non serve piuttosto
    Ascoltare le preoccupazioni, rafforzarecomunitàesperteelocali, discutere con loro, attivarecmunitàscientifichecredibili , descrivere le alternative renderenotidatisullasicurezzaesugliinteressi
    E’ un lungoedincertoprocesso in due direzioni, Non unacampagna
  • 13. C’E BISOGNO DI UN NUOVO APPROCCIO
    A real, transparent, personalized, participatoryconversationtoimplementit
  • 14. US Dept. of Energy : include industria , stakeholders e comunità nel processo of Open Government
  • 15. ITALia: raddoppio dell’Iva sulla Pay tv
    2008 ilgov ha decisoilraddoppiodell’IVAsulla Pay TV dal 10 to 20 %
    Forte reazione PR : articoli, lettereai MP, media etc.
    La novità: moltepaginefacebook, diclienti, petizioni on line . Unacampagandal basso
    I New media hannoaiutato ad amplificareeallargarel’audience
  • 16. MA…
    La leggeèpassata
    I supporters eclientidellapiattaformasisonolamentatiperchè I costivenivanogiratilorointegralmente
    Mentreinveceattraversoaltricanali la societàlanciavaoffertediriduzione
    Se entrate in unaconvesrazionedirettahaipiù audience ma perdiilcontrollo
    Nonpuoiabbandonare
  • 17. Mesi dopo : la conversazione continua . Attenzione !
  • 18. MEDIASET E SKY = un qualunque utilizzatore che carica video sulla rete ?
    In 2010 UN DECRETO ROMANI HA CERCATO DI IMPORRE LE STESSE REGOLE E LIMMITI ALLA PIATTAFORME ON LINE IMPOSTE AI BROADCASTERS TRADIZIONALI
    YouTube = blogger = Mr. Berlusconi= Mr. Murdoch’s ?
    UN ARGOMENTO DI GRANDE INTERESSE PER LE GRANDI CORPORATION ON LINE
    QUESTIONE DI VITA O MORTE PER MILIONI DI BLOGGERS E INTERNET USERS
  • 19. LA SCELTA E’ STATA: LET THE PEOPLE PREVAIL
    LE BIG COMPANIES SONO RIMASTE IN SILENZIO
    HANNO PRESO LA INIZIATIVA I BLOGGERS
    LE AssociatZIONI DEI PICCOLI service providers
    GLI INDIVIDUI CONNESSI SU FB E TWITTER
    ALCUNI MOLTO CRITICI VERSO LE BIG COMPANIES ON LINE
    MOLTE PROPOSTE
    LA LEGGE E’ STATA PARZIALMENTE EMENDATA E OGGI DEVE REGOLARLA L’AUTORITY COMUNICAZIONI
  • 20. LOBBYING2.0 ToMakeyour case :
    • Be transparent
    • 21. Stay grassroots
    • 22. Lose control
    • 23. Join the conversation
    • 24. Enhance the conversation
    • 25. Respect the conversation
    • 26. Find crowdsourced solution
  • LOBBY 1.0:
    Thank you for smoking
    LOBBY 2.0:
    THANK YOU FOR TAKING THE POWER
    CANCELLED
  • 27. Can a State make lobbying against?
  • 28. Lobbying is on global scale
  • 29. UN CAMBIO DIPARADIGMA
    La Governance è globale, il mondo è piatto gli stati restano nazionali ancorchè indeboliti..
    Lo spazio pubblico (e di potere) si sposta dalle istituzioni alla comunicazione da tempo
    Media sono ” l’ambito in cui il potere viene deliberato”
    La novità è la crescita della auto-comunicazione di massa , web 2.0.
    (Manuel Castells Comunicazione e Potere)
  • 30. Istituzioni, Società a Rete e Web 2.0
    I cambiamenti istituzionali corrispondono a questo cambio di paradigma ?
    Dal punto di vista delle politiche (e crisi) dell’economia è più evidente nelle scelte istituzionali e attori sociali, meno
    Meno evidente nelle pratiche di governo
    Nel mondo anglosassone si definisce questo sforzo : Gov.2.0, Open Government e di Open Data
  • 31. VERSO LO STATO STRATEGICO
    Globalizzazione, finanziarizzazione, aumento della aspettativa di vita + crisi economica e finanziaria
    Rivoluzione tecnologica, Socializzazione delle tecnologie, condivisione, personalizzazione delle scelte….
    Riduzione del ruolo degli stati nazionali con una vera e propria destrutturazione del potere
    Aumento delle risposte private e sociali
  • 32. Open GovernamentCloudtag
  • 33. Semplificazione attraverso le tecnologie gov.it
  • 34. I VIZI DELL’E GOV ALL’ITALIANA
  • 35. Dall’e-gov al weGov
  • 36. Definizioni
  • 37. Definizioni
    Gov 2.0 : trasparenza, collaborazione , impegno cittadini, innovazione, efficienza , e-democracy
    Open Data : far si che i dati pubblici siano facilmente rintracciabili, accessibili e disponibili liberamente senza restrizioni
    L’insieme vinee definito open governament
  • 38. Government 2.0 è un sistema di trasformazione (O’reilly)
  • 39. Open data
  • 40.
  • 41. Government 2.0 UNA PIATTAFORMA POLITICA INTEGRATA
  • 42.
  • 43. Gov 2.0 and Open Data Sustainability
    Open Data Success Stories- I Municipi : United States
    Washington DC
    San Francisco
    New York City
    Seattle
    Portland
    33
    33
  • 44. Open DataCollaborazioneecondivisionemultilivello (stato, provincia, comune)
    BC’s Integrated Cadastral Information Society - Great “Open Data” Sharing model
    Data collaboration among municipalities, the province and private sector utilities
    Open access to the public
    34
    34
    Gov 2.0 and Open Data Sustainability
    http://www.icisociety.ca/
  • 45. Gov 2.0Municipipiccoliemedi
    35
    35
    • Social Media (Web 2.0) tools, Community engagement, internal collaboration, some with Open Data
    • 46. Example cities: Nanaimo, Kelowna, Guelph, Niagara Region
    • 47. Continually evolving and enhancing
    Gov 2.0 and Open Data Sustainability
  • 48. Gov 2.0 Current StateMunicipal Space – Small in Size, Large in Output
    Gov 2.0 and Open Data Sustainability
    36
    • Manor, TexasPop. 5,500 (estimated)
    • 49. IT Department: 1the CIO (he’s also Asst. City Manager)
    • 50. Social media throughout : Twitter, Facebook, YouTube
    • 51. Manor Labs – crowdsourcing ideas from citizens: “how we can do things better”
    36
  • 52. Gov 2.0 and Open Data Sustainability
    Gov 2.0Iniziativedal basso dipiùsoggetti
    • Cittadinie No Profits spintidaidealie non dallapolitica
    • 53. UKMy Society.org, FixMyStreet.com, TheyWorkForYou.com
    • 54. Canada visiblegovernment.ca, FixMyStreet.ca, OpenParliament.ca, DataLibre.ca, civicaccess.ca
    • 55. MANY applications facilitated by Open Data
    37
    37
  • 56. Gov 2.0 and Open Data Sustainability
    Gov 2.0Iniziativedal basso
    • www.GovLoop.com
    • 57. Founded in 2008 by Steve Ressler
    • 58. Currently over 30,000 members and 722 discussion groups
    • 59. Blogs, discussions, wiki, on twitter, facebook ……
    38
    38
  • 60. Istituzioni internazionali
    Istituzioni
    Politici nazionali
    Stampa
    tv
    Politici locali
    Media tradizionali
    Aziende non in rete
    Manager e dipendenti pubblici
    Radio
    E-governament
    Decision making
    Aziende in rete
    Flussi di informazione
    Social networks
    New media bloggers,networks,web-press,etc.
    Global companies
    Networked individuals
    Società a rete
  • 61. In verità : ognuno è un palinsesto
    Un mix di canali, piattaforme, usi
    Ciascuno mescola fatti e contenuti ed emozioni da solo e con la sua realtà comunitaria
    La wisdomofcrowds c’è , è in atto e spiega la crisi degli strumenti di analisi
    Insomma la novità è, nonostante le apparenze, che il palinsesto personale rende gli individui (con tutte le loro relazioni) più liberi anche dalla società di massa
  • 62. L’era delle persone
    Lo chiedono i governi più poveri e deboli
    Lo chiede la complessità
    Lo chiedono le persone (individui connessi)
    La domanda è la Big Society come sarà ?
  • 63. conclusioni
    Lo stato deve fare lobbying verso i cittadini e viceversa
    Stiamo passando dalla personalizzazione della politica , alla politicità delle persone
    L’influenza è di tutti su tutti con uno stato strategico , ma aperto
    Reti dal basso di responsabilità