Your SlideShare is downloading. ×
0
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

2013 02 11_paolo_rossi_come-finanziarelavvio-di-una-start-up

553

Published on

Intervento di Alessandro Gennari, Direttore generale di Banca Interprovinciale SpA all'incontro "Start-up innovative: le novità introdotte dal Decreto sviluppo - Nuove opportunità di finanziamento per …

Intervento di Alessandro Gennari, Direttore generale di Banca Interprovinciale SpA all'incontro "Start-up innovative: le novità introdotte dal Decreto sviluppo - Nuove opportunità di finanziamento per le startup: bandi regionali, stock option, crowdfunding e business angels"

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
553
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Start-Up: come finanziare l’avvio di una nuova Impresa I Finanziamenti bancari per Start-Up innovativePaolo Rossi - Direttore Centro Sviluppo Modena UniCredit SpaMODENA, 11 Febbraio 2013
  • 2. AGENDA ○ La crescita innovativa sul Territorio: strategia comune fra Banca e gli altri Attori; ○ UniCredit per l’Italia focus Start-Up Decreto Sviluppo; ○ UniCredit International ○ Il Modello di Servizio UniCredit dedicato alle Start-Up: ○ Executive Summary Composizione di base; ○ Prospetto Fonti Impieghi e Business Plan (versioni semplificate); ○ Finanziamento Start-Up e Servizi dedicati UniCredit; ○ Progetto In-Formati per Educazione Bancaria in favore delle Start-Up;2
  • 3. IL NOSTRO OBIETTIVO Sostenere in un quadro di collaborazione trasparente e sostenibile tra Democenter, Università, giovani Imprenditori, neo-laureati, Consorzi Fidi e Banca le Start-Up innovative dei giovani imprenditori del ns. Territorio in presenza di un Progetto d’Impresa che includa la descrizione e la rappresentazione sia di elementi qualitativi riferiti alla nuova attività (analisi del mercato, competitors, posizionamento competitivo prospettico etc...) che elementi quantitativi in merito al tenore dell’investimento, al frazionamento tra equity e debito ed al business plan. ENTI LOCALI GIOVANI IMPRENDITORI e CONSORZI FIDI NEOLAUREATI START -UP DEMOCENTER SIPE e UNICREDIT UNIVERSITA’ BUSINESS ANGELS3
  • 4. UniCredit per l’Italia Focus Start-Up Pilastro del Piano Industriale 2011 – 2016 della Banca• Consolidamento del Progetto Talento delle Idee SEGNALAZIONE START UP•Fondo Italiano di Investimento SEGNALAZIONE START UP• La Banca segue da vicino tutte le innovazioni introdotte Decreto Sviluppo• Assistenza Bandi Regionali in sinergia con Democenter e Consorzi Fidi
  • 5. UniCredit International
  • 6. L’OFFERTA UNICREDIT  Analisi del Progetto– Modello di Servizio Principali esigenze: a) Informative:  Redazione di un Business Plan;  Agevolazioni per nuovi Imprenditori;  Documentazione necessaria per ottenere un Finanziamento a) Finanziarie:  Le forme di Finanziamento più adatte alla Start-up;  Finanziamento del ciclo produttivo e dei beni strumentali; Predisposizione Executive Summary Compilazione Rilascio Istruttoria Delibera Domanda Garanzie Presesentazione Domanda6
  • 7. EXECUTIVE SUMMARY della Start-Up Composizione di base * ● Presentazione della Start-Up, dall’idea d’impresa sino all’attività ed al prodotto/servizio offerto, il Settore di riferimento, le macro caratteristiche; ● Gli Sponsors dell’iniziativa (Business Angels, Neo-laureati, Università etc….), breve Curriculum Vitae e ruolo in Azienda. Organigramma aziendale; ● Premi e contributi ottenuti (Innova Day, Contributi Enti Locali etc…); ● Il contesto di riferimento: Mercati di approvvigionamento / Mercati di Sbocco (locale, nazionale e/o esteri) / Analisi Concorrenza (elenco); ● La strategia commerciale (per tipo di prodotto, canali di vendita, prezzo, strategie di marketing) e tipologia di Clientela finale; ● Le attività strategiche (e quelle in outsourging) con i rischi della Start-Up; ● Descrizione dell’investimento e sua quantificazione (V=Equity + Debito); ● Prospetto Fonti / Impieghi dell’investimento, le assunzioni alla base del Business Plan e la redazione di questo ultimo (cfr modello infra); ● Quantificazione delle esigenze di natura finanziaria in relazione al BPLAN, Equity, Contributi etc…. ● Analisi Strenghts / Weaknesses / Opportunities / Threatments (Analisi SWOT): Punti di Forza, Debolezza, Opportunità e Minacce.* detta composizione è da intendersi indicativa in relazione al tipo di Start-Up e può essere definita insieme alla consulenza diDemocenter Sipe laddove si renda necessario integrarla / modificarla per completezza informativa o maggior dettaglio
  • 8. Prospetto Fonti Impieghi dell’investimento (semplificato) F o n ti / Im p ie g h i s e m p lific a to E q u it y E r o g a z io n e p r e m i a … … . . E r o g a z io n e R im b o r s i S p e s e a … … . . F in a n z ia m e n t o n u m e r o 1 … . . F in a n z ia m e n t o n u m e r o 2 … … . T o ta le F o n ti 0 V a lo r e d e llin v e s t im e n t o - d e t t a g lio s p e s e c f r E x e c u t iv e S u m m . T o ta le Im p ie g h i 0Nell’Executive Summary dovrà essere riportato il dettaglio dell’investimentononché la sua cadenza temporale
  • 9. Business Plan (modello semplificato – parti in giallo) Elenco delle Assunzioni alla base del BPLAN BUSINESS PLAN F 2012 F 2013 N o m e S ta rt-U p D A T I P R E V IS IO N A L I Fatturato 0 0 Tasso di crescita del fatturato - #DIV/0!S ta to P a trim o n ia le F 2012 F 2013 MOL 0 0Im m o b il. im m a te ria li MOL/Fatturato #DIV/0! #DIV/0!Im m o b il. te c n ic h eIm m o b il. fin a n z ia rie Oneri Finanziari 0 0M a g a z z in o DA COMPILARE Tasso m edio Oneri FinanziariC re d iti v e rs o c lie n ti Risultato Netto 0 0C re d iti v a riL iq u id ità e tito li Utile + Am m ortam enti 0 0 Variazione CCN 0 0T o ta le Attiv o 0 0 Altre fonti / Im pieghi 0 0P a trim o n io n e ttoO b b lig a z io n i - F in . S o c i Flusso attività desercizio 0 0F o n d i e d e b iti v a ri a M L T Investim enti Netti Im m . Im m ater. 0 0D e b iti fin . m /l te rm in e DA COMPILARE Investim enti Netti Im m . Materiali 0 0D e b iti fin . b re v e te rm in e di cui Investimenti MaterialiD e b iti v e rs o fo rn ito riD e b iti v a ri a b re v e te rm in e di cui Disinvestimenti Materiali Investim enti Netti Im m . Finanz. 0 0T o ta le P a s s iv o 0 0check 0 0 Flusso Attività dInvestimento 0 0 Apporti Equity (Distrib. Dividendi) 0 0 D A T I P R E V IS IO N A L I Erogazione (Rim borsi) Fin. MLT 0 0 di cui ErogazioneC o n to E c o n o m ic o F 2012 F 2013 di cui RimborsiF a ttu ra to Flusso Att. di finanziamento 0 0M .O .L . FLUSSO FINANZ. TOT. 0 0Am m o rta m e n ti im m a te ria liAm m o rta m e n ti m a te ria li DA COMPILARE IFN iniziale 0 0G e s tio n e fin a n z ia ria Variaz. Indeb. Bancario BT 0 0G e s tio n e s tra o rd in a ria Variaz. Indeb. Bancario MLT 0 0U tile d e s e rc iz io IFN Finale 0 0In d ic i Patrim onio Netto 0 0C ic lo m o n e ta rio (g g ) # D IV /0 ! # D IV /0 ! Mezzi Propri (MP) 0 0P a trim o n io n e tto / Attiv o # D IV /0 ! # D IV /0 ! IFN / MP #DIV/0! #DIV/0!O n e ri fin a n z ./ D e b . F in . # D IV /0 ! # D IV /0 ! IFN/MOL #DIV/0! #DIV/0!M a rg in e d i s tru ttu ra 0 0C a p . c irc o la n te n e tto o p e ra tiv o 0 0 IFN a BT (se <0 = liquidità) 0 0S a ld o C re d iti/D e b iti d iv . 0 0P o s iz io n e F in a n z ia ria N e tta 0 0 0 0
  • 10. L’Offerta Commerciale di UniCredit su Condizioni e Conti Correnti ● E’ il prodotto ideato per sostenere la giovane imprenditorialità italiana che conferma l’impegno di UniCredit al sostegno dell’economia reale al fine di: ○ Consolidare il ruolo di Banca partner dedicata al reale supporto del Territorio e dei “Piccoli”; ○ Rispondere al meglio alle esigenze del neo imprenditore. Sintesi dell’OFFERTA ○ Offerta: Chiro con eventuale elasticità di cassa (max 20.000 €) per un importo complessivo di max 100.000€; ○ Durata Chiro: Fino a 5anni, oltre ad eventuale preammortamento fino a 24mesi; ○ Destinazione d’uso Chiro: investimenti fissi materiali ed immateriali per l’avvio / sviluppo della nuova impresa, anche già effettuati (entro 6mesi); ○ Obblighi Chiro: Apporto mezzi propri ○ Garanzia Chiro: Consorzio Fidi 107Oltre a quanto previsto nell’iniziativa di cui sopra ulteriori dettagli disponibili c/o leFiliali della Banca
  • 11. L’Offerta Commerciale di UniCredit su Condizioni e Conti Correnti CONDIZIONI “Avanti Tutta” sul breve termine per Start Up Si tratta di un pacchetto completo di condizioni (tassi, commissioni e spese, anche su estero) in deroga rispetto a quelle ordinarie che possono essere applicate alle Start-Up indistintamente dal valore di Rating.  CONTI CORRENTI dedicati alle Start-Up Si tratta di una gamma di conti differenziati per servizio e per canone mensile che, in caso di nuove acquisizioni di Clientela per la Banca, prevedono una gratuità del canone per un determinato periodo.11
  • 12. Progetto In-Formati di Educazione Bancaria in favoredelle Imprese Start-Up / Democenter Sipe di Modena Il dialogo Banca Impresa  Cenni delle implicazioni degli accordi di Basilea nel rapporto Banca – Impresa.  Uno sguardo al Credit Crunch  Il tema della stabilità del sistema economico  Gli accordi di Basilea (Basilea 1 – Basilea 2 – Basilea 3)  Le logiche di valutazione del merito creditizio nel sistema bancario  Il set informativo per l’accesso al credito
  • 13. Progetto In-Formati di Educazione Bancaria in favoredelle Imprese Start-Up / Democenter Sipe di Modena I finanziamenti all’imprenditoria  Le tipologie di finanziamento all’imprenditoria  Tecnicalità e casi esemplificativi  Gli utilizzi di breve periodo Smobilizzo incassi/crediti Finanziamento pagamenti  Gli utilizzi di Medio Lungo Acquisto immobili Acquisto impianti macchinari Acquisto auto aziendali
  • 14. Referente Territoriale Ufficio Sviluppo – Area Commerciale ModenaPaolo RossiResponsabile Team SviluppoArea Commerciale ModenaUnicredit SpaVia Farini, n.541110 Modena (Mo) tel 059 2137128fax 059 2137196cell 348 3919455paoloc.rossi@Unicredit.euUniCredit è Sponsor Ufficiale della UEFA Champions Leaguewww.unicredit.eu/champions

×