1.104
2.104(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo TrinciOra è il momento di com...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trincihttp://www.slideshare.n...
(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala ...
CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo TrinciRassegna mediafolignone...
Brochure d.c.Convegno Economia Ambiente Bene Comune
Brochure d.c.Convegno Economia Ambiente Bene Comune
Brochure d.c.Convegno Economia Ambiente Bene Comune
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Brochure d.c.Convegno Economia Ambiente Bene Comune

226

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
226
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Brochure d.c.Convegno Economia Ambiente Bene Comune

  1. 1. 1.104
  2. 2. 2.104(*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della RepubblicaPROGRAMMAOre09.00 AccoglienzaDr.ssa Franca Fresi StolfiMadrina09.30 Apertura convegnoDott.ssa Angela CatalanoChairwomanOnori alle bandiere sulle note degli inni di San Marino, di Mameli e d’Europa.09.50 Indirizzi di salutoCav. Rag. Vittorio Pulcinelli – Coordinatore Kiwanis Club Assisi (Satellite del KCCittà di Castello)Avv. Massimiliano Romagnoli – V. Sindaco Comune di Foligno10.20 Pausa Caffè10.45 Introduzione e coordinamentoProf. P. M. Grasselli - UNIPG11.00 ContributiLiceo Sesto Properzio AssisiIl rapporto uomo-natura nella produzione letteraria del mondo greco-romano: il "locus amoenus”Istituto Istruzione Superiore Orfini Foligno – Corso Chimico-BiologicoDilemmi ambientali: problematicità e possibili soluzioni11.30 Tavola RotondaProf. P. M .Grasselli - UNIPGProf.ssa Cristina Montesi - UNIPGDr. Lamberto Bottini – Consigliere Regione UmbriaS. E. Mons. Giuseppe Chiaretti, Arcivescovo Emerito di Perugia - Città della PieveProf.ssa Daniela Quieti, Poetessa, scrittrice e giornalista12.30 Conclusioni e chiusura convegnoProf. P. M. Grasselli - UNIPGServizi multimedialiChairman : Dr. Angelo Ottaviani.Segretariaorganizzativa Cell. 335 823 78 06 – segreteria@vadocultura.it
  3. 3. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica3.104
  4. 4. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica4.104
  5. 5. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica5.104
  6. 6. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica6.104
  7. 7. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica7.104
  8. 8. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica8.104
  9. 9. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica9.104
  10. 10. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica10.104
  11. 11. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica11.104
  12. 12. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica12.104
  13. 13. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica13.104
  14. 14. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica14.104
  15. 15. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica15.104La ragione di questa iniziativaIl dilemma a cui è sottoposta l’economia oggi è rappresentato dal divario fra crescita economica e sviluppoumano.In questo divario è rintracciabile la matrice della patologia sociale moderna, dove accanto all’incremento diquote di ricchezza si registra un allargamento dell’area del disagio, l’emergere di nuove disuguaglianze,l’insorgere di aree di degrado sociale e ambientale, collegabili ai nuovi paradigmi organizzativi post-fordisti(flessibilizzazione, precarizzazione, deregolamentazione).A partire da queste dicotomie (più ricchezza/più povertà; più crescita/più degrado, ecc.) è maturato, neldibattito scientifico più recente, un orientamento volto ad arricchire il concetto di crescita economica diparametri sociali non monetizzabili (da Sen a Layard) e diretto a ridefinire il concetto di sviluppo in sintoniacon le esigenze fondamentali della vita delle persone, le quali sono a loro volta strettamente collegate allaqualità dell’habitat, data la stretta interdipendenza che vige fra sistema umano e sistema naturale che simodificano vicendevolmente in un quadro di co-evoluzione.Un esempio in tal senso viene dal recente e drammatico conflitto emerso all’Ilva di Taranto fra lavoro esalute, fra insediamento industriale e insediamento umano, conflitto artificioso fra due diritti di fatto resiinconciliabili, ma essenziali per il benessere della persona e della comunità, entrambi riconosciuti dalla nostraCostituzione.Allora, armonizzare questi due sistemi è possibile solo se si adotta un diverso approccio culturale(riconducibile al paradigma economico-ecologico della “sostenibilità”) che pone la qualità come categoriainterpretativa primaria del sistema vivente dalla quale far discendere una strategia complessiva di sviluppoterritoriale in grado di coniugare la qualità sociale con la qualità dello sviluppo, poiché un ambiente favoriscelo sviluppo se è caratterizzato da coesione, dall’assenza di rischi di marginalità ed esclusione, dall’assenza dirischi per l’integrità fisica e psichica delle persone.Se si riconosce che lo sviluppo non dipende esclusivamente dal volume di merci prodotte, ma si componeanche di istruzione, di salute, di altri diritti (civili, sociali, politici e di nuova generazione), di coesionesociale, di fiducia, se si ammette che lo sviluppo si basa sulla presenza di reti di relazioni che colleganosoggetti e luoghi, allora si comprende che ciò che tiene insieme tutte queste dimensioni è un’idea di benecomune come luogo di un patrimonio indivisibile nel quale il diritto di ciascuno si proietta in una relazionedi interdipendenza con l’altro in un orizzonte di lungo periodo e nel rispetto di equità intergenerazionale edinterspecie.Ecco perché una rinnovata attenzione ai giovani che sono i beneficiari di uno sviluppo sostenibile (attentocioè ai bisogni delle generazioni future nel mentre si soddisfano i bisogni presenti), ma che sono anche ipossibili portatori ed agenti di una nuova visione dello sviluppo, diventa strategica.Di qui la ragione di questa iniziativa che li vede come attori protagonisti.Cristina Montesihttp://www.slideshare.net/VADOcultura/convegno-economia-ambiente-bene-comune-la-ragione-di-questa-iniziativa-15888574
  16. 16. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica16.104
  17. 17. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica17.104
  18. 18. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica18.104
  19. 19. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica19.104MADRINADr.ssa Franca Fresi StolfiPresidente Kiwanis Club (Esemplare) San Marino
  20. 20. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica20.104CHAIRWOMANDr.ssa Angela CatalanoNata ad Afragola NA, coniugata, ha quattro figli e vive con la famiglia a Pescara.Ha conseguito la Maturità Magistrale, effettuato studi universitari di Architettura e successiviMaster professionali in contabilità, amministrazione e informatica.Già insegnante di scuola media è ora Direttore a riposo dei Servizi Generali ed Amministrativipresso il Ministero della Pubblica Istruzione.Fa parte delle volontarie (già patronesse) della CRI di Pescara dal 2000.Officer di Club e di Divisione Kiwanis, è stata per tre anni Presidente del KCPescara.Presidente per oltre un decennio della Commissione Campagna Verde Kiwaniana, ha contribuito intale veste a diffondere il messaggio kiwaniano nelle scuole del pescarese, mediante concorsiannuali per gli alunni e pubblicazione di raccolte dei loro disegni, racconti e delle loro poesie,diffuse nelle scuole con un calendario annuale.È stata promotrice di scambi culturali con diversi club Kiwanis europei.Con il Kiwanis Club Pescara ha organizzato convegni per la trattazione di argomenti, di pressanteattualità, riguardanti i giovani, dei quali ha curato la pubblicazione degli atti e la loro distribuzioneai circa duemila studenti delle scuole medie e superiori dei territori di Pescara e Chieti.Per l’operato svolto durante un suo anno di presidenza, il Kiwanis Club Pescara ha avuto ilriconoscimento di Club Distinto e lei stessa è stata insignita quale Presidente Distinta .Per il suo impegno kiwaniano è stata decorata con la prestigiosa medaglia George F. Hixson.
  21. 21. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica21.104CoordinatoreProf. Pierluigi Maria GrasselliLaureato in Economia e Commercio, ha insegnato nelle Università di Trieste e Perugia. Dal 1975 èprofessore Ordinario di Politica Economica, che insegna nella Facoltà di Economia dell’Università diPerugia. Si è occupato di problemi di politica monetaria e fiscale, di bilancia dei pagamenti, di economiadel turismo, di internazionalizzazione delle attività produttive, di sviluppo locale, di aspetti eticidell’economia, di bene comune. Tra le ultime pubblicazioni, possono ricordarsi:P.Grasselli, Economia e politica del turismo, Franco Angeli, Milano, 1989; P.Grasselli, Struttura, finanza einternazionalizzazione di un insieme di PMI, edito dal Centro Estero Regionale delle CCIAA dell’Umbriaper i tipi della Casa editrice ESG89; P.Grasselli, F.Musotti (a cura di), Esperienze di sviluppo locale edinamiche dell’industria manifatturiera umbra, Franco Angeli, Milano, 2002; P.Grasselli, Riflessioni sulcollegamento tra etica ed economia, Morlacchi Editore, Perugia, 2003 (seconda edizione nel 2005);P.Grasselli, C.Montesi, C.Perugini, S.Vulcano, La differenza di genere nellimpresa femminile umbra:risorsa o vincolo? Dipartimento di Economia, Perugia, 2004; P.Grasselli, Sviluppo, persona e benecomune, Università Cattolica, Milano, 2004; P.Grasselli, C.Montesi, V.Capponi, S. DAllestro, S.Menegon,La Net Economy delle cooperative sociali della provincia di Perugia, collana “Umbria Sociale”dellAssessorato alle Politiche Sociali della Regione dellUmbria, Perugia, 2005; P.Grasselli, G.Cavazzoni.G.Calzoni (a cura di), L’Economia umbra e le sfide del mercato – problemi e prospettive all’inizio del XXIsecolo, Giappichelli, Torino, 2006; P.Grasselli (a cura di), Economia e Concezione dell’uomo, FrancoAngeli, Milano, 2007; P.Grasselli, M.Moschini (a cura di), Economia e Persona, Vita e pensiero, Milano,2007; P.Grasselli, C.Montesi (a cura di), L’interpretazione dello spirito del dono, Franco Angeli, Milano,2008; P.Grasselli (a cura di), Idee e metodi per il bene comune, Franco Angeli, Milano, 2009; P.Grasselli,C.Montesi (a cura di), Le politiche attive del lavoro nella prospettiva del bene comune, Franco Angeli,Milano, 2010; P.Grasselli, M.Signorelli (a cura di), Transizione università-lavoro e costruzione del benecomune, Franco Angeli, Milano, 2010; P.Grasselli (a cura di), L’impresa e la sfida del bene comune,Franco Angeli, Milano, 2011.
  22. 22. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica22.104RelatriceProf.ssa Cristina MontesiCristina Montesi è attualmente ricercatrice presso la cattedra di Politica Economica della Facoltà di Economiadell’Università degli Studi di Perugia, dove lavora dal 2002. Dall’a.a. 2010/2011 è Professore affidatario di PoliticaEconomica (II modulo) presso il corso di Economia aziendale della Facoltà di Economia di Perugia.Dall’a.a. 2002/2003 è Professore affidatario di Economia Industriale al corso di laurea in Economia aziendale di Terni.Dall’a.a. 2004/2005 è Professore affidatario di Economia dell’Ambiente al corso di laurea specialistica in “Economia eControllo aziendale” di Terni.Dall’a.a. 2005/2006 è Professore affidatario di Economia dello Sviluppo presso il corso di laurea specialistica in“Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo” dell’Università degli Stranieri di Perugia.E` membro dell’Associazione Reseau PGV (Pays du Goupe Vysegrad), della Società Italiana di Economia Pubblica(SIEP), dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali (AISRE), del Laboratorio Athena.Collabora con la pubblicazione di saggi ed articoli a riviste specializzate locali, nazionali ed internazionali.È autrice di numerosi saggi aventi per oggetto l’economia sociale, l’economia ecologica, l’economia del dono, losviluppo economico locale, l’imprenditorialità femminile, l’economia di genere, i legami tra etica ed economia. Harecentemente pubblicato i seguenti volumi: P.Grasselli, C.Montesi (2008) (a cura di), L’interpretazione dello spirito deldono, Franco Angeli, Milano; P.Grasselli, C.Montesi (2010) (a cura di), Le politiche attive del lavoro nella prospettivadel bene comune, Franco Angeli, Milano.Ha partecipato con proprie relazioni a diversi convegni scientifici nazionali: II, III e IV Riunione degli EconomistiAmbientali Italiani; V, VIII e XXII Riunione Scientifica della Società Italiana di Economia Pubblica; X Convegno dellaSocietà Italiana degli Economisti del Lavoro; XXIV, XXV, XXVI, XXXII Riunione Nazionale dell’AISRE(Associazione Italiana di Scienze Regionali); convegno nazionale su “Il Dono: le sue ambivalenze ed i suoi paradossi.Un dialogo interdisciplinare”; convegno nazionale su "Il dono: valore di legame e valori umani. Un dialogointerdisciplinare”; convegno nazionale su “Il dono e lo Stato. Legame interpersonale e sociale. Un dialogointerdisciplinare”.Ha partecipato con proprie relazioni a diversi convegni scientifici internazionali: Ottavo Convegno Internazionale diEconomia e Politica della Innovazione; Prima Edizione della Conferenza Internazionale "Open Minds"; X Convegnodella Management Sciences and Knowledge Based Society; XI, XV, XVI, XVII, XVIII Conference Internazionale duReseau PGV; XLVI Congresso della European Regional Science Association; V European Conference on PositivePsychology; Conferenza Internazionale su “Happiness and Relational Goods”; Conferenza Internazionale su “TheCharismatic Principle in Economic and Civil Life: History, Theory and Good Practise”; Conferenza Internazionale su"Market and Happiness: do economic interactions crowd out civic virtues and human capabilities?”; III CongresoInternacional Teresiano sul Libro de Las Fundaciones.
  23. 23. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica23.104SpokeswomanProf. Cristina MontesiCristina Montesi is actually confirmed researcher in Economic Policy at the Faculty of Economics ofPerugia (Italy), where she has been working since 2002.Since a.a.2002/2003 she is Professor of Industrial Economics, on behalf of the Faculty of Economics ofUniversity of Perugia, at the University Course in “Business Economics” of Terni.Since a.a. 2004/2005 she is Professor of Environmental Economics at the Specialistic University Course in“Economics and Business Control” of Terni.Since a.a. 2010/2011 she is Professor of Economic Policy at the University Course in “BusinessEconomics” of Perugia.Since a.a. 2005/2006 she is Professor of Economics of Development at Foreign Students’ University ofPerugia at the Specialistic University Course in “International Relations and Cooperation to development”.Her main scientific interests are: local development, connection between ethics and economics, ecologicaleconomics, civil economics, gender economics, gift economics.She has recently edited the following books: P.Grasselli, C.Montesi (2008) (a cura di), L’interpretazionedello spirito del dono, Franco Angeli, Milano; P.Grasselli, C.Montesi (2010) (a cura di), Le politiche attivedel lavoro nella prospettiva del bene comune, Franco Angeli, Milano.She has participated with her works to many national scientific conferences: II, III, IV Congress of ItalianEnvironmentalist Economists; V, VIII, XXII Scientific Congress of the Italian Association of PublicEconomy; X Congress of the Italian Labour Economists; XXIV, XXV, XXVI, XXXII National Conferenceof AISRE (Italian Association of Regional Science); National Congress on “Il Dono: le sue ambivalenze edi suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare”; National Congress on "Il dono: valore di legame e valoriumani. Un dialogo interdisciplinare”; National Congress on “Il dono e lo Stato. Legame interpersonale esociale. Un dialogo interdisciplinare”.She has participated with her works to many international scientific conferences:VIII International Congress of Economy and Policy of Innovation; First International Conference “OpenMinds”; X Congress of Management Sciences and Knowledge Based Society; XI, XV, XVI, XVII, XVIIIConference Internazionale du Reseau PGV; XLVI Congresso della European Regional Science Association;V European Conference on Positive Psychology; International Conference on “Happiness and RelationalGoods”; International Conference on “The Charismatic Principle in Economic and Civil Life: History,Theory and Good Practise”; International Conference on "Market and Happiness: do economic interactionscrowd out civic virtues and human capabilities?”; III Congreso Internacional Teresiano sul Libro de LasFundaciones.
  24. 24. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica24.104RelatoreMons. Giuseppe ChiarettiArcivescovo Emerito di Perugia - Città della PieveGiuseppe Chiaretti nasce a Leonessa il 19 aprile 1933.Viene ordinato sacerdote l8 dicembre 1955.Il 7 aprile 1983 è eletto vescovo delle diocesi unite in persona episcopi di Montalto e Ripatransone-San Benedetto del Tronto.Questultima assume la citata denominazione proprio al momento della sua entrata in carica, peratto del predecessore Vincenzo Radicioni. È dunque monsignor Chiaretti che riuniscedefinitivamente le due sedi, il 30 settembre 1986, nellattuale Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto.La consacrazione episcopale avviene a Spoleto il 15 maggio 1983 ad opera del cardinaleSebastiano Baggio.Sacerdote di vasta cultura e abile oratore, monsignor Chiaretti è in seguito promosso arcivescovo eassegnato alla sede di Perugia-Città della Pieve (9 dicembre 1995), di cui prende possesso il 28gennaio 1996 succedendo a monsignor Ennio Antonelli.È stato vicepresidente della CEI e presidente della Conferenza Episcopale Umbra. Inoltre èmembro del Pontificio Consiglio per la Promozione dellUnità dei Cristiani.Nel 2003 larcivescovo si è schierato decisamente contro il registro delle unioni civili istituito dalcomune di Perugia. Alterni sono stati i rapporti con le istituzioni regionali umbre. Nel 2005Chiaretti si reca in visita al Consiglio, mentre, solo un anno dopo, desta sorpresa una suadefinizione di «regime» sessantennale rivolta allamministrazione di sinistra.Un episodio sui generis ha contrapposto larcivescovo alla Lega Calcio per la decisione di fargiocare la partita Perugia-Inter il giorno di Pasqua (11 aprile 2004).Il 16 luglio 2009, in accoglimento alla sua rinuncia allufficio pastorale per raggiunti limiti detà, ea seguito della nomina del suo successore, viene nominato amministratore apostolico di Perugia-Città della Pieve.Il 4 ottobre 2009 assume il titolo di arcivescovo emerito di Perugia-Città della Pieve.
  25. 25. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica25.104RelatriceProf.ssa Daniela QuietiÈ nata e vive a Pescara. Già docente di Lingua e Letteratura Inglese, è giornalistapubblicista nelle redazioni dei quotidiani online Agricoltura Oggi e ThemaLInformazione, del quadrimestrale di poesia, cultura letteraria e arte I fiori del malee del portale Voglia di Libro. Dirige la collana di poesia, narrativa e saggisticaCampi Magnetici (Edizioni Tracce) e collabora con le riviste Il Porticciolo, L’eternoUlisse e il periodico La Piazza.Il suo curriculum include esperienze di ricerca e di formazione, partecipazione arassegne editoriali, congressi e delegazioni internazionali, tra cui quella, a Mosca,per il gemellaggio culturale con il Premio “Città di Penne-Mosca” organizzato dalGoverno della Federazione Russa. Nell’occasione è stata edita la raccolta Poesie(Edizioni Tracce), che include sue liriche tradotte in russo.É consulente linguistica e membro di giuria di competizioni letterarie e socia diaccademie culturali, Avulss, Croce Rossa Italiana e Unicef.Ha pubblicato i libri di poesia: I colori del parco, Stampa Terenzio 2007; Cerco unpensiero, Edizioni Tracce 2008; Uno Squarcio di sogno, Edizioni Tracce 2010;Lultima fuga, Edizioni Tracce 2011; di narrativa: Altri Tempi, Edizioni Tracce2009; Echi di riti e miti, Ibiskos Ulivieri 2010; di saggistica Francis Bacon Lavisione del futuro, Edizioni Tracce 2012. La sua produzione è stata recensita dacritici letterari e, tradotta in altre lingue, è presente in opere collettanee, rivistespecializzate, biblioteche e siti web. Ha vinto numerosi premi, fra cui DonnadellAnno per la Cultura dellUniversità della Pace della Svizzera Italiana, Premio“Città di Penne” e Un bosco per Kyoto (con conferimento del titolo di Cavaliere diGaia quale artista sensibile alle tematiche ambientali).
  26. 26. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica26.104SpokeswomanProf. Daniela QuietiDaniela Quieti was born and lives in Pescara. Former professor of English Languageand Literature, she is a journalist for the online newspapers Agricoltura Oggi, ThemaLInformazione, the poetry, literary and art quarterly I fiori del male and the websiteVoglia di libro. She edits a poetry, fiction and non-fiction series "Campi magnetici"(Edizioni Tracce) and contributes to the magazines Il Porticciolo, L’eterno Ulisseand La Piazza.She participates in publishing exhibitions, conferences and international delegations,including the "City of Penne-Moscow" organized in Moscow by the Government ofthe Russian Federation. The collection Poems (Edizioni Tracce) which includes herpoems translated into Russian was edited in this occasion. She is a translator and ajudge for literary competitions. She is also a member of Avulss, the Italian RedCross and UNICEF.She has published the poetry books: I colori del parco, Stampa Terenzio 2007;Cerco un pensiero, Edizioni Tracce 2008; Uno squarcio di sogno, Edizioni Tracce2010; Lultima fuga, Edizioni Tracce 2011; fiction: Altri Tempi, Edizioni Tracce2009; Echi di riti e miti, Ibiskos Ulivieri 2010; essays: Francis Bacon La visione delfuturo, Edizioni Tracce 2012.Her literary production has been reviewed by critics and translated into otherlanguages. She has won numerous awards, including Woman of the Year for theCulture at the Italian - Speaking Switzerland University of Peace, "Città di Penne"Prize and Un bosco per Kyoto (with transfer of the title of Knight of Gaia as an artistsensitive to environmental issues).
  27. 27. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica27.104RelatoreLamberto BottiniNato a Magione (PG) il 14 ottobre 1956. Titolo di studio Maturità classica,coniugato, ha una figlia. Lavora alla Galleria Nazionale dell’Umbria.Socio fondatore della associazione “Natura Avventura”, fa attivitàescursionistiche e culturali.Dal 15 novembre 2009 è segretario regionale del Partito Democratico.È stato Segretario dell’Unione comunale dei DS di Perugia e membro dellaSegreteria regionale dal 1995 al 2000. Eletto consigliere regionale nel 2000, nellaCircoscrizione di Perugia, con 5458 preferenze, è stato Vicepresidente dellaCommissione Statuto, membro della I e della IV Commissione consiliare delCollegio dei Revisori dei Conti.Nel 2005 è stato riconfermato consigliere regionale con 6858 preferenze. Dal2005 al 2009 ha ricoperto l’incarico di assessore regionale con competenze suTutela e Valorizzazione dell’ambiente e programmi di sviluppo sostenibile,Prevenzione e Protezione dall’inquinamento e Smaltimento rifiuti, Difesa delsuolo, Ciclo idrico integrato, Cave, Miniere e Acque minerali, Caccia e pesca,Piano urbanistico territoriale e Sistema informativo territoriale, Opere pubbliche eInfrastrutture tecnologiche.Nelle elezioni regionali del 2010 è stato eletto nella lista regionale “Perl’Umbria–Catiuscia Marini Presidente”.
  28. 28. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica28.104CHAIRMANSERVIZI MULTIMEDIALIDr. Angelo Ottaviani
  29. 29. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica29.104RIPRESE AUDIO E VIDEODr. Michele Dragoni
  30. 30. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica30.104Onori alle bandiere sulle note degli inni di Mameli e d’EuropaDott.ssa Angela Catalanohttp://www.youtube.com/watch?v=p_87Lf0JVOQ&feature=youtu.be
  31. 31. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica31.104RingraziamentiDott.ssa Angela Catalanohttp://www.youtube.com/watch?v=RBoD3OFMmF4&feature=youtu.be
  32. 32. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica32.104Apertura del convegnoDott.ssa Angela Catalanohttp://www.youtube.com/watch?v=qH-xs2UfJhw
  33. 33. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica33.104SALUTICav. Rag. Vittorio PulcinelliCoordinatore Kiwanis Club Assisihttp://www.youtube.com/watch?v=0FvUnxh4RFs&feature=youtu.be
  34. 34. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica34.104http://www.youtube.com/watch?v=glfCRsWTPhA&feature=youtu.be
  35. 35. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica35.104Perugia, 12-01-13Gentili ospiti, gentili relatori,è con rammarico che devo declinare, per ragioni personali, l’invito a partecipare allavostra interessante iniziativa, che si propone di approfondire il confronto e accendere una voltadi più i riflettori sui temi ambientali e dell’economia verde, temi cari al partito che rappresento,il Partito Democratico, e al governo della nostra regione, il Cuore Verde d’Italia. Per noil’ambiente, al pari della sanità, dell’istruzione, della sicurezza, è un bene vitale al Paese, al suoprofilo culturale, alla sua economia e al suo sviluppo, indisponibile alla sola logica del mercato edei profitti. E’ un bene comune e l’impegno che si investe nella sua tutela e valorizzazionecontribuisce a definire il grado di civiltà e di democrazia del Paese. In particolare, l’energia,l’acqua, il patrimonio culturale e il paesaggio, il territorio, le infrastrutture dello svilupposostenibile, sono beni che devono vivere in un quadro di indirizzo e controllo sulla qualità. Eccoperché sempre più avremo bisogno di dotarci di un quadro normativo che definisca i parametridella gestione pubblica o i compiti delle autorità di controllo sulle finalità pubbliche, perché igoverni nazionale e locali possano garantire universalità e sostenibilità.Si è detto che “la difesa dei beni comuni è la risposta che la politica deve a un bisogno dicomunità che è tornato a manifestarsi anche tra noi”. Lo hanno testimoniato i referendum dellaprimavera 2011, coi quali è tramontata l’idea che la privatizzazione e la deregolamentazionesiano la ricetta giusta.1.2
  36. 36. CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo TrinciOra è il momento di compiere qualche passo in avanti in più, affermando l’idea che lasalvaguardia del bene comune riguarda il nostro futuro e in questo puntare alla razionalità ealla valorizzazione del ruolo degli enti locali diventa una partita fondamenanche in Umbria il governo regionale si è speso e si sta spendendo con sempre maggiorconvinzione per semplificare, superare le duplicazioni, riqualificare la spesa, investire sulvalore dell’autogoverno locale affinché si possano offrirealla sussidiarietà, alle forme di partecipazione civica, ai protagonisti del privato sociale e delvolontariato. C’è, poi, un altro punto su cui dobbiamo rivolgere fortemente l’attenzione eriguarda l’economia verde, in pcapacità di investire in nuovi settori, di riconvertire settori produttivi ormai maturi. Laproduzione industriale continua ad accusare il colpo di una crisi gravissima, l’occupazionesegna performance allarmanti, i consumi sono al palo.su quali potenzialità far leva, quale vocazione industriale rafforzare. Il Partito Democraticoresta convinto che il Paese ha bisogno di definire una politica industriale ricontenuti e più aderente alla realtà che il tessuto produttivo vive da tempo.un’azione di sistema che punti sullinnovazione, sullefficienza energetica e nelluso dellerisorse, sulla qualità. Con vantaggi evidenti. Ogni settore puòmeglio con innovazione a carattere ambientale e la tutela del territorio può diventare unvolano di sviluppo. Sono questi passaggi fondamentali per un Paese che vuol ritrovare lapropria vocazione produttiva e tornare a crearPartito Democratico - Unione regionale dell’UmbriaPiazza della Repubblica 71- 06123 Perugiatel. 075 5731887 – fax. 075 5727949c.f. 94117500549info@pdumbria.orgwww.pdumbria.orghttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/salutiregione-umbria/1AMBIENTE – BENE COMUNESala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della RepubblicaOra è il momento di compiere qualche passo in avanti in più, affermando l’idea che lasalvaguardia del bene comune riguarda il nostro futuro e in questo puntare alla razionalità ealla valorizzazione del ruolo degli enti locali diventa una partita fondamenanche in Umbria il governo regionale si è speso e si sta spendendo con sempre maggiorconvinzione per semplificare, superare le duplicazioni, riqualificare la spesa, investire sulvalore dell’autogoverno locale affinché si possano offrire sempre maggiori spazi e occasionialla sussidiarietà, alle forme di partecipazione civica, ai protagonisti del privato sociale e delvolontariato. C’è, poi, un altro punto su cui dobbiamo rivolgere fortemente l’attenzione eriguarda l’economia verde, in particolare l’idea che lo sviluppo del Paese passa anche dallacapacità di investire in nuovi settori, di riconvertire settori produttivi ormai maturi. Laproduzione industriale continua ad accusare il colpo di una crisi gravissima, l’occupazioneallarmanti, i consumi sono al palo. E’ tempo di scegliere su cosa puntare,su quali potenzialità far leva, quale vocazione industriale rafforzare. Il Partito Democraticoche il Paese ha bisogno di definire una politica industriale ricontenuti e più aderente alla realtà che il tessuto produttivo vive da tempo.un’azione di sistema che punti sullinnovazione, sullefficienza energetica e nelluso dellerisorse, sulla qualità. Con vantaggi evidenti. Ogni settore può essere trasformato e competeremeglio con innovazione a carattere ambientale e la tutela del territorio può diventare unvolano di sviluppo. Sono questi passaggi fondamentali per un Paese che vuol ritrovare lapropria vocazione produttiva e tornare a creare lavoro.Unione regionale dell’UmbriaPerugiafax. 075 5727949http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/saluti-dr-lamberto-bottini(*Satellite del KC Città di Castello)36.104Ora è il momento di compiere qualche passo in avanti in più, affermando l’idea che lasalvaguardia del bene comune riguarda il nostro futuro e in questo puntare alla razionalità ealla valorizzazione del ruolo degli enti locali diventa una partita fondamentale. Ecco perchéanche in Umbria il governo regionale si è speso e si sta spendendo con sempre maggiorconvinzione per semplificare, superare le duplicazioni, riqualificare la spesa, investire sulsempre maggiori spazi e occasionialla sussidiarietà, alle forme di partecipazione civica, ai protagonisti del privato sociale e delvolontariato. C’è, poi, un altro punto su cui dobbiamo rivolgere fortemente l’attenzione earticolare l’idea che lo sviluppo del Paese passa anche dallacapacità di investire in nuovi settori, di riconvertire settori produttivi ormai maturi. Laproduzione industriale continua ad accusare il colpo di una crisi gravissima, l’occupazioneE’ tempo di scegliere su cosa puntare,su quali potenzialità far leva, quale vocazione industriale rafforzare. Il Partito Democraticoche il Paese ha bisogno di definire una politica industriale rinnovata neicontenuti e più aderente alla realtà che il tessuto produttivo vive da tempo. Ci vuoleun’azione di sistema che punti sullinnovazione, sullefficienza energetica e nelluso delleessere trasformato e competeremeglio con innovazione a carattere ambientale e la tutela del territorio può diventare unvolano di sviluppo. Sono questi passaggi fondamentali per un Paese che vuol ritrovare laLamberto Bottinibottini-consigliere-2.2
  37. 37. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica37.104IntroduzioneProf. Pierluigi Maria Grassellihttp://www.youtube.com/watch?v=5mCtUdn4lb0&feature=youtu.be
  38. 38. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica38.104Introduzione generaleMarianna Palazzo (III A)http://www.youtube.com/watch?v=coirqBmc3Sg&feature=youtu.beContributoLiceo Sesto Properzio AssisiIl rapporto uomo-natura nella produzione letteraria del mondo greco-romano: il "locus amoenus”
  39. 39. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica39.104Il "locus amoenus" nella grecitàErica Fratellini (III A)http://www.youtube.com/watch?v=KvZRuzC7m-UContributoLiceo Sesto Properzio AssisiIl rapporto uomo-natura nella produzione letteraria del mondo greco-romano: il "locus amoenus”
  40. 40. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica40.104Il "locus amoenus" nella romanitàSara Macellari (III A)http://www.youtube.com/watch?v=UPonFLqRDn8&feature=youtu.beContributoLiceo Sesto Properzio AssisiIl rapporto uomo-natura nella produzione letteraria del mondo greco-romano: il "locus amoenus”
  41. 41. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica41.104Servizio MultimedialeSebastiano PeruzziContributoIstituto Istruzione Superiore Orfini – Corso Chimico-BiologicoDilemmi ambientali: problematicità e possibili soluzioni
  42. 42. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica42.104Valentina Carluccihttp://www.youtube.com/watch?v=WZdptCYCtns&feature=youtu.beContributoIstituto Istruzione Superiore Orfini – Corso Chimico-BiologicoDilemmi ambientali: problematicità e possibili soluzioni
  43. 43. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica43.104Nevrete Metushihttp://www.youtube.com/watch?v=XA2Pvl4BIPAContributoIstituto Istruzione Superiore Orfini – Corso Chimico-BiologicoDilemmi ambientali: problematicità e possibili soluzioni
  44. 44. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica44.104Michele Guglielminihttp://www.youtube.com/watch?v=vsyjftPcvYgContributoIstituto Istruzione Superiore Orfini – Corso Chimico-BiologicoDilemmi ambientali: problematicità e possibili soluzioni
  45. 45. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica45.104RelatriceProf.ssa Daniela Quietihttp://www.youtube.com/watch?v=unb09GZYqMg&feature=youtu.be
  46. 46. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica46.104“Molti si sgomentano davanti alle enormi distanze nel tempo e nello spazio di questo forse infinitouniverso, molti pensano che la nostra specie sia minuscola e insignificante di fronte all’universo. Eppure,quando mi capita di osservare quel bello spettacolo della natura che è un cielo stellato, mi meravigliopensando come semplicemente analizzando la luce di quei deboli puntini luminosi che sono le stelle,semplicemente osservando i moti di quei puntini sulla volta celeste, da questo granello di sabbia che è lanostra Terra di fronte all’universo, nel giro di poche migliaia di anni la nostra mente sia stata capace dicomprendere, secolo dopo secolo, l’immensità dell’universo e i meccanismi che lo governano”.Ho desiderato introdurre le mie riflessioni sul tema “Economia-Ambiente-Bene Comune” con questesignificative parole della scienziata Margherita Hack, perché mi è sembrato che lei abbia saputo cogliere lapremessa e l’essenza di ogni considerazione possibile sul cosmo, la terra e l’ambiente che ci ospitano perpoi svilupparne le implicazioni economiche che ne derivano.Nell’universo infinito, in quell’universo che ognuno di noi rappresenta c’è sempre la consapevolezza deinostri limiti? Siamo in grado di guardarci intorno e riconoscere i doni del Creato? E siamo in gradod’integrarci con la terra, l’aria, l’acqua, gli alberi, gli animali; di costruire una vita compatibile con questibeni non solo preziosi ma inestimabili, cui non possiamo recare offese irreversibili senza mettere a rischiola nostra stessa sopravvivenza? Le parole essenziali, a mio parere, per non rinunciare al progressoeconomico, al benessere al quale aspiriamo e che tutti vorremmo fosse ecumenico, sono compatibilità esostenibilità. Sì alla produzione di energia, senza la quale gli ospedali, i treni, le navi si fermerebbero mano all’inquinamento dell’aria, allo sfruttamento dissennato delle risorse, alla distruzione delle foreste checi assicurano l’ossigeno per respirare, allo sversamento di petrolio in mare o nelle falde acquifere, allosmaltimento improprio di rifiuti, alla cementificazione selvaggia. E ancora, come non tutelare una fonte diricchezza grande come il mare, con le sue infinite possibilità vitali quali la pesca, il turismo, le curemediche e come non tutelare le montagne, le sorgenti, i ghiacciai, anch’essi fonte di benessere fisico edeconomico. Ma non tutti sono convinti che questi beni che ci circondano siano un “bene comune” cioè unbene che non è patrimonio esclusivo di pochi ma, al contrario, di tutti, e tutti abbiamo l’obbligo diconcorrere a non distruggerlo o anche, semplicemente, a non deturparlo.Siamo nella terra di San Francesco, che aveva una tale coscienza dell’ambiente tanto da chiamare sorelle efratelli tutti gli elementi della Natura vivente. L’angoscia per il destino del pianeta in cui viviamo oggirivela l’attualità e la validità del messaggio contenuto nel “Cantico delle Creature”, da cui traspare unapurezza di sentire tale da far nascere in ciascuno di noi, credente o non credente, un desiderio di salvezzauniversale.L’ecologia ha assunto una portata di ordine esistenziale, filosofico e antropologico, a causa della minacciaambientale che ci sovrasta.Noi, uomini del XXI secolo, siamo gli eredi del pensiero moderno che fa capo a Cartesio, il quale, nel suo“Discorso sul metodo” dice: “Conoscendo la forza e le azioni del fuoco, dell’acqua, delle stelle, del cielo edi tutti gli altri corpi che ci circondano, con la stessa chiarezza con cui noi conosciamo i diversi mestieridei nostri artigiani, potremmo allo stesso modo impiegare quei corpi in tutti i loro usi peculiari, e diventarecosì padroni e possessori della natura”.Il problema è questo voler diventare padroni della natura fino al punto di abusare di essa.1.3
  47. 47. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica47.104L’esperienza dimostra che la natura quando subisce, restituisce la violenza subita producendoconseguenze incontrollabili. Dovremmo recuperare un approccio anche spirituale con l’”anima mundi”,con la natura, degna di rispetto perché non è opera nostra, ma di una sacralità che ci supera nel segnodella riconciliazione dell’uomo con Dio, con se stesso e con gli altri uomini. Il dilemma ambientale non èsolo scientifico, tecnico e politico, ma anche culturale, morale e religioso. La scienza non stabilisce ciòche è buono e giusto, bisogna affidarsi all’etica di una fraternità universale orientata al “bene comune”.La progressiva devastazione del patrimonio naturalistico, e quindi, del benessere umano, scaturiscono dainsensibilità ecologica individuale e collettiva, o da ritardi decisionali.L’uomo travisa spesso il passo della “Genesi” in cui Dio gli affida la sovranità sulle creature della Terra.Non significa essere il conquistatore assoluto del complesso ecosistema del quale è parte integrante, inosmosi con il creato. Tuttavia non si possono attribuire le iniquità ricorrenti dell’homo sapiens allascienza. Grazie a essa abbiamo trasformato la caverna in casa, la mortalità per infezioni in salvezza; maanche la clava in bomba atomica, le frecce in cannoni, la purezza del cielo in inquinamento globale. Lascienza è potere e come ogni potere può mutarsi in distruzione.Noi dobbiamo adattarci alla Natura e non viceversa, evitando quelli che il filosofo Francis Baconchiamava gli “experimenta fructifera” (l’utilitarismo selvaggio che sfrutta le risorse della Terra come sefossero inesauribili, e così la offende e la depaupera contro l’interesse stesso dell’umanità), maricercando gli “esperimenta lucifera” (quelli che illuminano gli uomini e studiano le cause profonde dellecose naturali).Gli uomini sono le uniche creature della terra capaci di creare letteratura, con le conseguenti ricadutecomportamentali, ambientali e socio-economiche. Il mondo culturale esorta al rispetto dell’ecosistemadando voce a un umanesimo non antropocentrico, ma in grado di realizzare rapporti di giusta convivenzadell’uomo con le altre specie e con l’ambiente. Il poeta Jacques Prevert, per esempio, nella sua raccolta dipoesie Alberi già nel 1976, osservava: “Un tempo / gli alberi / erano persone come noi / Ma più solidi /più felici / più innamorati forse / più saggi”. Ma gli alberi perdono identità in chi ne violental’evoluzione. La modernità ha infranto l’originaria armonia fra il creato e gli esseri viventi ma laletteratura, la poesia in modo particolare, continua a farsi portavoce della natura, perché essa, come hasostenuto Jung, non è soltanto un “ozio nobile”, ma una voce che nasce dalla logica profondadell’inconscio. Rispettare la natura significa rispettare il nostro futuro, perché esso non diventi una“marginalità” amara e degradante, come quella descritta da Pier Paolo Pasolini in un passo de “Lareligione del mio tempo”: “è morta una terra arrisa / da religiosa luce, col suo nitore / contadino di campie casolari; / è morta una madre che è mitezza e candore / mai turbati in un tempo di solo male; ed è mortaun’epoca della nostra esistenza, che in un mondo destinato a umiliare / fu luce morale e resistenza”.Vorrei aggiungere alcuni versi dalla poesia I fiumi di Ungaretti, scritti nella trincea della prima guerramondiale: “mi sono riconosciuto / una docile fibra / delluniverso / Il mio supplizio / è quando / non micredo / in armonia”.Dante e il buco nella fascia dellozono, Montale e leffetto serra, Shakespeare e la deforestazione possonoavere in comune l’anelito a ritrovare l’antico stupore dei presocratici sull’attuale disincanto, o al convitodella conoscenza di Platone.Letteratura ed ecologia procedono parallelamente nella missione di costruire una coscienza naturalisticacon il contributo di tutti e invitano a riflettere sul fatto che luomo non è padrone ma passeggero sullaTerra, e il suo passaggio è vincolato a un comportamento armonioso ed etico nei riguardi dell’ambiente,di se stesso e degli altri, e il suo passaggio è vincolato a un comportamento armonioso ed etico nei2.3
  48. 48. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica48.104riguardi dell’ambiente, di se stesso e degli altri, affinché la terra non appaia desolata, come quelladescritta da Eliot, negli anni ‘20 del secolo scorso, o come quella minacciata dalla follia tecnologicaintuita da Svevo nellultima emblematica pagina de La coscienza di Zeno.Letteratura ed ecologia procedono parallelamente nella missione di costruire una coscienza naturalisticacon il contributo di tutti e invitano a riflettere sul fatto che luomo non è padrone ma passeggero sullaTerra, e il suo passaggio è vincolato a un comportamento armonioso ed etico nei riguardi dell’ambiente,di se stesso e degli altri, affinché la terra non appaia desolata, come quella descritta da Eliot, negli anni ‘20del secolo scorso, o come quella minacciata dalla follia tecnologica intuita da Svevo nellultimaemblematica pagina de La coscienza di Zeno.Cari giovani, qualche riflessione diretta specialmente a voi, che siete la generazione dalle cui sceltedipenderà il futuro universale della qualità della vita.Le catastrofi ambientali accrescono la drammaticità dell’inquinamento del nostro habitat. “Cronache ditragedie annunciate”, si potrebbero dire! Ma di fronte a questi disastri gli Stati non reagiscono con un“pensiero univoco” sulla gravità della situazione e sui rimedi. La classe dirigente mondiale mostra ritardonel governare gli aspetti negativi del progresso tecnologico e neppure gli scienziati sono d’accordo fraloro. Assistiamo all’aumento esponenziale di mortalità per cancro o malattie polmonari, mancanza diacqua potabile, pescatori senza più pesce da pescare, aria irrespirabile nelle città, radiazioni, cibiimmangiabili, minacce nucleari… questa meravigliosa Natura “il vicario di Dio onnipotente” violentatainvece che persuasa (Epicuro). E allora, non ci resta che piangere? No, non siamo così disperati, vogliamoreagire alle politiche mondiali scorrette sull’ambiente. Ci vuole, forse, una “rivoluzione culturale” chepunti su voi giovani, che, cominciando dalle scuole elementari, insegni, con ostinazione martellante, ilrispetto per l’ambiente in cui siamo nati e che ci circonda, le cose giuste da fare e quelle non giuste daevitare. Voi, giovani, sarete la nuova classe dirigente. Vi guarderete intorno e direte: “ma cosa stiamofacendo? Stiamo distruggendo il Creato, l’aria, il mare, il verde, gli animali, noi stessi. Cosa stiamopreparando per i nostri figli?”. E allora vi preoccuperete e metterete in atto politiche corrette perl’ambiente. Nasceranno generazioni che saranno sintonizzate con la natura, che capiranno che dobbiamofare dei sacrifici per tutti se vogliamo amarci, che la civiltà è “verità, bellezza, avventura, arte, pace”.Spero che tutto ciò avvenga, che la “nostra” determinazione eroica vinca la disperazione.Desidero concludere con alcune citazioni sulla natura che mi sembrano particolarmente suggestive: “LaNatura non fa nulla d’inutile” (Aristotele), e “Gli uomini, anche geni, hanno bisogno dell’ambiente (donLuigi Sturzo).Infine, egregi professori, colto pubblico, e, permettetemi, cari studenti, ancora a voi mi rivolgo inparticolare. Vi esorto a osservare la natura con fiducia, con speranza, anche come fonte di occupazione ereddito, tanta è la generosità che essa ci dispensa. Plinio il Vecchio affermava che è tutt’altro che faciledire se la natura si sia dimostrata per l’uomo una madre generosa o una spietata matrigna. Per quanto miriguarda non ho dubbi: la natura è l’immagine di un Dio buono e misericordioso.Ringrazio l’Associazione Culturale VADO, nella persona del suo Presidente il Dott. Donato Vallescura, iKiwanis Club e tutti coloro che hanno concorso a organizzare questo Convegno per gli obiettivi cheperseguono, e che mi hanno dato la possibilità di svolgere queste mie considerazioni.E ringrazio voi, giovani, per la vostra attenzione.Daniela Quieti3.3
  49. 49. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica49.104Prof. Andrea MartoglioCollaborazioneIPSSART “G. De Carolis” SpoletoAccoglienza e assistenza
  50. 50. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica50.104Massouss – Halide – Erika – Martina - AnaCollaborazioneIPSSART “G. De Carolis” SpoletoAccoglienza e assistenza
  51. 51. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica51.104Kabiria GinevraCollaborazioneIPSSART “G. De Carolis” SpoletoAccoglienza e assistenza
  52. 52. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica52.104MicheleCollaborazioneIPSSART “G. De Carolis” SpoletoAccoglienza e assistenza
  53. 53. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica53.104Apertura Tavola RotondaProf. Pierluigi Mariaa Grassellihttp://www.youtube.com/watch?v=zo0X_Bl1INk&feature=youtu.be
  54. 54. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica54.104RelatoreMons. Giuseppe Chiarettihttp://www.youtube.com/watch?v=3jSpfK3Xw7Q&feature=youtu.behttp://www.youtube.com/watch?v=pnAGYt-oeyg&feature=youtu.be
  55. 55. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica55.104NATURA “SACRA”: SACCHEGGIO O TUTELAHo dato alla mia relazione questo titolo provocatorio per indicare il taglio delle mie riflessioni, cheintendono indugiare sull’aspetto etico del problema.Il libro fondamentale dei credenti occidentali (ebrei, cristiani, e in certa misura anche islamici), e cioè laBibbia, si apre son un bellissimo inno eziologico al Creatore: “E Dio vide che tutto quello che aveva fattoera davvero molto bello. Tutto era in ordine” (Gen. 1,31-2,1). C’è addirittura una alleanza tra il Creatore ela creazione affidata alle cure dell’uomo, il cui lavoro Dio benedice.Poi venne la provocazione dell’uomo, il quale desiderò farsi come Dio passando per vie autonome, el’equilibrio del tutto ne rimase sconvolto. Ed è tutt’ora tale.Quel che prima era un “paradiso” (il mitico Hortus amenus dei letterati greci dei letterati greci e latini),per colpa dell’uomo diventato presuntuoso e arrogante in un mondo di fatica e di sofferenza. Il creato,comunque, rimase bello, un Kosmos faticoso ma bello: così è giunto a noi. Teniamo però ben presenteche in ogni caso, pur sapendo del suo destino per entropia (seconda legge della termodinamica), questomondo ci è stato dato in prestito, non in proprietà, ed anzi dobbiamo conservarlo bene per poterlotrasmette integro ai nostri figli, i quali ci dovranno vivere anch’essi per realizzar visi come uomini.Ed ecco allora l’interrogativo, che è non solo di ragione ma anche di fede: come lo conserviamo?1. Gli antenati,, in passato, hanno cercato di usarlo e di conservarlo al meglio, secondo le loro capacità. Ipagani, ad esempio, usavano aver cura del prodotto della terra con preghiere e processioni, leAmbarvaglie e le Rubigalie. I Cristiani hanno ripreso quest’uso, ben sapendo che anche i ritmi dellanatura rientrano nel dominio del Creatore e della sua Provvidenza, e dettero vita già nel sec., VI alleRogazioni, e cioè a processioni tra i campi con lustrazioni e invocazioni per chiedere protezione a Dio suifrutti del lavoro,visto che dalla terra viene il cibo, e vista anche la cura che il seminatore deve avere nelsuo campo, come dice Gesù in più parabole (Mt. 13, Mc. 9, Lc. 9). In caso di infestazioni di insetti edaltri animali nocivi si facevano preghiere con formule deprecatorie.Il 3 maggio poi, festa della Croce, usa ancora piantare nei campi piccole croci di palme e candelebenedette, e per la festa di S. Antonio a gennaio (un santo anacoreta e mistico, deputato protettore deglianimali), benedire anche in città gli animali domestici “da compagnia” (/cani e gatti con variabbigliamenti).Tutto questo, ed altro ancora, sta a dimostrare ancor oggi, da parte della Chiesa la cura della natura, terrae animali, così necessari per la sopravvivenza.Quando non si conoscevano ancora i pesticidi chimici anticrittogamici e altre sostanze velenose perdistruggere parassiti ed erbe nocive, si ricorreva direttamente al Padrone delle messe.Questi sistemi pacifici, legati alla fede dei semplici, hanno funzionato abbastanza bene per secoli.La Chiesa, quindi, ha molto a cuore la salvaguardia del Creato, di questo habitat bellissimo ma pursempre deperibile per l’uso sciagurato che l’homo sapiens, spesso così poco intelligente, ne fa eprobabilmente continuerà a farne.Siamo in Umbria e dobbiamo almeno menzionare due personalità, sui la cultura e la storia europea, e nonsolo italiana, devono molto: Benedetto da Norcia e Francesco d’Assisi.1.3
  56. 56. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica56.104Se la pianura umbra non è più un lacus umber, con le triremi che arrivavano fino al Clitunno, lo si deveanche all’abilità bonificatrice dei monaci benedettini e alla inventiva agricola e organizzativa delle cellemonastiche, , disseminate nel territorio bonificato, dove i monaci trasformarono i loro insediamenti indelle Silicon Valley ante litteram, come li ha definiti uno studioso.A Francesco poi, l’uomo che sposo integralmente Madonna Povertà mostrando radicale distaccodell’interesse economico, che purtroppo regna oggi sovrano in “quest’aiuola che ci fanto feroci”, si devequel grido di ammirazione, dall’alto del Monteluco di Spoleto, per la bella campagna umbra: Nihiliucundius vidi valle mea Spoletana!È suo quell’attestato d’amore a Dio creatore, giunto a noi come Cantico delle Creature, per le quali, diceripetutamente Francesco, Laudato sii, mi Signore!Quanto poi oggi valga ancora quel grido di ammirazione di Francesco per la bella valle umbra,suggerisco di guardarlo dall’alto del monte Subasio.Si vedrà uno spettacolo non proprio “giocondo”, con una pianura tagliata da un asse stradale rettilineostracolmo di cementificazioni: quelle di innumerevoli supermercati, non ignoti (si dice …) alle stessecronache mafiose!Addio, verde Umbria dei miei ricordi giovanili!2. Arrivo ai nostri giorni. Nella Chiesa Cattolica, come nelle altre comunità e chiese cristianedell’Europa, da sette anni si celebra, per una iniziativa ecumenica, la Giornata del Creato, con modalità etematiche concordate.Si celebra il 1° settembre di ogni anno, per rispetto al Patriarca di Costantinopoli che l’ha promossa e cheil 1 settembre d’ogni anno apre l’anno pastorale della sua Chiesa.È parsa buona scelta da tutti accolta, anche se per la Chiesa Cattolica d’Italia ci sono ancora disattenzioniorganizzative per le ferie estive in corso.Quest’anno la Giornata del Creato s’è tenuta ad Alviano, bel luogo naturalistico, nell’8° centenario d’unsingolare “miracolo delle rondini” che vide protagonista Francesco d’Assisi, come narra il biografoTommaso da Celano, Francesco, giunto in quell’oasi di verde, intendeva predicare alla popolazione inattesa, ma le rondini garrivano così rumorosamente che Francesco dovette pregarle di tacere: “Sorellemie rondini, ora tocca a me parlare, perché voi lo avete già fatto abbastanza. Ascoltate anche voi laparola di Dio zitti e quiete, finché il discorso sia finito!”Le rondini, manco a dirlo, si quietarono subito con grande stupore della gente, che diceva: “Veramentequest’uomo è amico dell’Altissimo!” Conclude il cronista:” Era davvero cosa meravigliosa, perchéproprio le creature prove di ragione sapevano intendere l’affetto fraterno e il grande amore che Francesconutriva per esse!”Tali giornate sono state celebrate in passato in più luoghi significativi per la bellezza dell’ambientel’isola Polvese nel lago Trasimeno, la gola del Bottaccione a Gubbio, la cascata delle Marmore, le Fontidel Clitunno e quest’anno l’Oasi di Alviano: una sorta di circuito della “verde Umbria”, anche se è unverde che a poco a poco va scolorendosi.Il tema della giornata di Alviano era:” Educare alla custodia del creato per sanare le ferite della terra”.Manco a farlo apposta, quelli furono i giorni terribili del grande incendio dei boschi lungo la Flaminia,tra Trevi e il passo della Somma, incendio acceso coscientemente dai piromani, che causò il bloccostradale per più giorni.2.3
  57. 57. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica57.104Fu un chiaro esempio dei tanti danni che può fare l’uomo alla natura.Come non ricordare i roghi di quei giorni nel sud dell’Italia con le gomme d’auto e i cumuli d’immondizieputride, gestiti da malavitosi?A fare l’elenco dei tanti delitti contro la natura non si finisce presto, essendo vasto ed articolato ilcampionari odei mali della natura: incendi dolosi a ripetizione, cacciagione indiscriminata, inquinamentidi falde acquifere, cementificazione ad oltranza, urbanizzazione selvaggia senza o con insufficienti pianiregolatori, e quindi tutti i problemi del suolo e del suo uso, i rapporti ambiente-salute (vedi il casoTaranto), la biodiversità, l’utilizzo e lo smaltimento di materiali pericolosi (ad esempio l’amianto), il forteconsumo di suolo, la desertificazione progressiva di ambienti un tempo abitati, e via di questo passo.Sono problemi non solo sociali ma anche polirci, giuridici, etici; e non solo a livello locale, ma anche alivello nazionale e internazionale.Altra fonte di preoccupazione sta diventando anche ilo tentativo abbastanza “segreto” di manipolazionedell’ambiente ad opera della bioingegneria in fase non più sperimentale , con inseminazioni dell’atmosferadi cui non si conoscono gli esiti e delle quali l’opinione pubblica non è a conoscenza.Come si vede, già solo a declinare un ordine del giorno, il problema è molto intrigante, e la salvaguardiadel creato non è più solo una faccenda accademica o religiosa, ma una questione grave sempre piùurgente.Da non lasciare in mano ai politici arruffoni.3. Scriveva Luigi Einaudi in tempi non sospetti: “La lotta contro la distruzione del suolo italiano saràlunga e dura. Ma è il minimo compito di oggi, se si vuole salvare il suolo in cui vivono gli italiani”.(Corriere della Sera, 15,12,1951).Diceva il grande Alcide De Gasperi: “Il buon politico pensa ai figli (e cioè al loro domani, agli altri), nonai propri interessi”.Ha scritto nel 2009 papa Benedetto XVI nella enciclica Caritas in veritate: “L’uomo interpreta e modellal’ambiente naturale mediante la cultura, la quale a sua volta viene orientata mediante la libertàresponsabile, attenta ai dettami della legge morale.L’ambiente naturale però non è una materia di cui disporre a piacimento, ma opera mirabile del Creatore,recante in sé una “grammatica” che indica finalità e criteri per un utilizzo sapiente, non strumentale edarbitrario.Oggi molti danni allo sviluppo provengono proprio da queste concezioni distorte, come quelle cheriducono la natura ad un semplice dato di fatto, di cui disporre a piacimento o a capriccio; o,ll’opposto, laconsiderano più importante della stessa vita umana” (n. 48).Né mitizzazione idolatrica, quindi, né sfruttamento irrazionale, ma amore, rispetto, custodia per una fontedi benessere non rinnovabile.C’è da sviluppare perciò una ecologia valoriale, di cuore, fatta di liberazione dall’egoismo irrazionale eottuso, che si impone prima ancora della stessa ecologia del creato. Una ecologia che passa per le vied’una sobrietà intelligente e dello sviluppo dei beni relazionali, più e prima ancora dei beni economici.E questo dipende dalla nostra volontà informata: non prendiamocela con il destino!+Giuseppe Chiarettihttp://www.slideshare.net/VADOcultura/convegno-economia-ambiente-bene-comune-foligno-12-gen-2013-relazione-mons-g-chiaretti3.3
  58. 58. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica58.104RelatriceProf.ssa Cristina Montesihttp://www.youtube.com/watch?v=pjHXIYNeJu4&feature=youtu.behttp://www.youtube.com/watch?v=VsoufSA6uBE&feature=youtu.be
  59. 59. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica59.104ConclusioniProf. Pierluigi Mariaa Grassellihttp://www.youtube.com/watch?v=A-wy3RAwlSE&feature=youtu.be
  60. 60. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica60.104IntervisteL’operatore Leonardo Antonelli di TRG redazione Foligno (diretta da Federica Menghinella) riprendele interviste a (da Sx) Prof.ssa Daniela Quieti, giornalista e scrittrice; Mons. Giuseppe Chiaretti,Arcivescovo Emerito di Perugia - Città della Pieve; Prof.ssa Cristina Montesi, Facoltà di Economia diPerugia e Prof. Pierluigi Maria Grasselli, Facoltà di Economia di Perugia.
  61. 61. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica61.104IntervisteIntervista al Prof. Pierluigi Maria Grasselli, Facoltà di Economia diPerugia.
  62. 62. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica62.104IntervisteIntervista alla Prof.ssa Cristina Montesi, Facoltà di Economia di Perugia.
  63. 63. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica63.104IntervisteIntervista alla Prof.ssa Daniela Quieti, Giornalista e scrittrice.
  64. 64. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica64.104Pausa caffè
  65. 65. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica65.104Pausa caffè
  66. 66. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica66.104Pausa caffè
  67. 67. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica67.104Pausa caffè
  68. 68. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica68.104Pausa caffè
  69. 69. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica69.104Parterre de roi
  70. 70. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica70.104Parterre de roiIn prima fila, da sx: Prof.ssa Maria Paola Sebastiani, Dirigente Liceo Scientifico e Liceo Artistico"G.Marconi" Foligno – Cav. Rag. Vittorio Pulcinelli, Coordinatore KC Assisi “Pax et Libertas” – Cav.Manlio Marini, già più volte sindaco di Foligno.
  71. 71. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica71.104Parterre de roiIn primo piano: Prof. Giovanni Pace, Dirigenti Liceo Classico “Sesto Properzio” Assisi e, alla suadestra, la Prof.sse Elisabetta Sorbini e Flavia Pucci
  72. 72. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica72.104Parterre de roiIn primo piano: Dr.ssa Adriana Lombardi, già Dirigente Assessorato Politiche Sociali RegioneUmbria e Dr.Giorgio Antonini.
  73. 73. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica73.104Parterre de roiIn prima fila da sx: Prof. Patrizia Puri, Prof.ssa Rita Mancini e Prof.ssa PaolaLungarotti, Dirigente I.P.S.I.A. Istituto Professionale “E. Orfini” Foligno
  74. 74. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica74.104Parterre de roiProf.sse Maria Armillei e Roberta Capoccia, I.P.S.I.A. IstitutoProfessionale “E. Orfini” Foligno
  75. 75. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica75.104Parterre de roiDr. Palmiro Silvestro , manager.
  76. 76. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica76.104Parterre de roiProf.ssa Antonietta Melillo, I.T.C.eT."F.Scarpellini" Foligno
  77. 77. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica77.104Parterre de roiDa sinistra: Prof.ssa Elisabetta Sorbini, LiceoClassico Sesto Properzio Assisi e Prof.ssaPatrizia Puri, I.P.S.I.A. Istituto Professionale “E.Orfini” FolignoProf.ssa Flavia Pucci, Liceo Classico “SestoProperzio” Assisi
  78. 78. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica78.104Prof.sse Mariella Ricci e Maria Armillei, I.P.S.I.A. Istituto Professionale “E. Orfini”FolignoParterre de roi
  79. 79. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica79.104Parterre de roiProf.ssa Patrizia Liviabella Furiani,docente universitaria.Prof.sse Flavia Pucci ed Elisabetta Sorbini,Liceo Classico “Sesto Properzio” Assisi
  80. 80. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica80.104Parterre de roi
  81. 81. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica81.104Parterre de roi
  82. 82. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica82.104Parterre de roi
  83. 83. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica83.104Parterre de roi
  84. 84. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica84.104Parterre de roi
  85. 85. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica85.104Parterre de roi
  86. 86. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica86.104Parterre de roi
  87. 87. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica87.104Parterre de roi
  88. 88. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica88.104Parterre de roi
  89. 89. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica89.104Parterre de roi
  90. 90. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica90.104Parterre de roi
  91. 91. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica91.104Sintesi del convegnoSabato 12 gennaio 2013 alla sala Conferenze di Palazzo Trinci a Foligno ha avuto luogo ilconvegno sul tema “Impresa, Ambiente e Bene Comune”, promosso dal Kiwanis Club Assisi“Pax et Libertas” (satellite del Kiwanis Club Città di Castello), da VADO AssociazioneCulturale e che ha visto la partecipazione di alcune Scuole Superiori del territorio (LiceoSesto Properzio di Assisi, Istituto di Istruzione Superiore Orfini di Foligno-corso chimico-biologico, Istituto Alberghiero di Spoleto), unitamente alla Facoltà di Economiadell’Università di Perugia.Dopo l’apertura dei lavori fatta dalla Dott.ssa Angela Catalano, Past President del KiwanisClub Pescara ed i saluti da parte del Cav.Rag. Vittorio Pulcinelli, coordinatore del KiwanisClub di Assisi e dell’Avv. Massimiliano Romagnoli Vicesindaco del Comune di Foligno, ilProf.Pierluigi Grasselli nella sua relazione introduttiva ha sottolineato come la questioneecologica, che è divenuta sempre più drammatica, sia riconducibile ad un orientamentodella scienza e della tecnologia teso a dominare una natura ormai desacralizzata,all’antropocentrismo, ad un’idea di storia come progresso infinito, ad una crescitaeconomica illimitata concepita solo in termini quantitativi.La soluzione della questione può rinvenirsi, secondo il Prof.Pierluigi Grasselli della Facoltàdi Economia dell’Università di Perugia, in un approccio scientifico multidisciplinare cheorienti l’azione secondo il principio di precauzione, in un’azione individuale e collettivaguidata dall’etica della responsabilità e da valori come uguaglianza, fratellanza, gratuità,nella democratizzazione dei problemi ambientali in una logica di bene comunecaratterizzata da condivisione, cooperazione, solidarietà, sussidiarietà.Gli studenti del Liceo Sesto Properzio di Assisi hanno effettuato nella loro relazione unapprofondito excursus sull’idea di natura e di paesaggio nell’antichità classica, greca eromana, attraverso l’analisi di miti e della letteratura.Gli studenti dell’Istituto Orfini di Foligno hanno svolto nella loro relazione un’argomentatacritica al capitalismo finanziario ed al consumerismo contemporaneo sottolineando tuttaviacome stiano emergendo sentimenti di indignazione rispetto alle sperequazioni di redditovigenti e nuovi stili di vita improntati a sobrietà ed a consumi non più privati, ma collettivi.La loro relazione è stata accompagnata da due filmati uno inerente l’acqua non comemerce, ma come bene comune, l’altro contenente gli esiti di un esperimento da lorocondotto sulla biodegradabilità degli shopper.1.3
  92. 92. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica92.104La Prof.ssa Daniela Quieti ha evidenziato la necessità di riconoscere la nostra finitezza rispettoall’universo, di re-incantarci rispetto alle meraviglie del creato, di riconoscere i doni gratuitidella natura. La soluzione ai problemi ambientali risiede nella riscoperta della spiritualità entrola natura (anche risalendo all’ecologia del pensiero francescano ed alla poesia), nel rigetto delpensiero cartesiano reo di aver reso l’uomo padrone della natura per abbracciare unumanesimo mitigato dalla fratellanza tra l’uomo e la natura e tra gli uomini. A questo finediventa strategico il ruolo dell’educazione in specie delle giovani generazioni.Mons. Giuseppe Chiaretti ha riepilogato le più urgenti questioni ambientali a dimostrazioneche la natura più che ad un rispetto devoto è ormai condannata al saccheggio indiscriminato,pur essendoci stata data in prestito e non in proprietà da Dio. Ha ricordato gli elementiecologici presenti nella spiritualità e nell’azione di tanti mistici umbri (S.Benedetto,S.Francesco), nonché l’azione liturgica e l’elaborazione dottrinale della Chiesa in campoambientale sviluppata in varie Encicliche.Ha altresì richiamato la sensibilità e la modernità di alcuni politici del passato (De Gasperi,Einaudi) che hanno precorso la nozione di sviluppo sostenibile. La soluzione ai dilemmiambientali risiede in un’ecologia valoriale, in un’ecologia del cuore improntata ad amore,rispetto, custodia dell’ambiente.La Prof.ssa Cristina Montesi della Facoltà di Economia di Perugia ha spiegato quali sono statele questioni ambientali che più hanno creato scompiglio nella teoria economica (i rifiuti,l’inquinamento, i beni indispensabili alla vita umana, il capitale naturale). L’economia haincontrato da sempre difficoltà a concettualizzare tali fenomeni nel suo perimetro disciplinare,si basa su di un paradigma antropologico (l’homo oeconomicus) che, in quanto agenteindividualista ed egoista, è irresponsabile e quindi spinge la sua azione inesorabilmente verso lacatastrofe ambientale, trascura l’importanza della materia per dare retta solo ai valorimonetari non accorgendosi della perdita netta o del degrado irreversibile di habitat naturali edi risorse e della loro limitatezza. I fallimenti della scienza economica in campo ambientale alivello microeconomico possono essere corretti attraverso il ricorso all’intervento regolativodello stato, il ricorso a soluzioni di mercato, il ricorso all’etica (soprattutto all’etica della cura, dimatrice femminile, che dovrebbe estendersi dalla cura delle persone alla cura del mondo).Rimane aperta la questione del sentiero da intraprendere a livello macroeconomico: tra lacrescita illimitata acriticamente perseguita fino a questo momento e la teoria utopica delladecrescita il paradigma dello sviluppo sostenibile sembra la soluzione più saggia da perseguire.2.3
  93. 93. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica93.104Va anche propugnata una nuova concezione transdisciplinare di scienza economica attraverso lacontaminazione dell’economia tradizionale da parte delle scienze naturali, umane e sociali.Nel Parterre de roi al convegno erano presenti gli studenti della II Ragioneria ad indirizzoturistico dell’Istituto Scarpellini di Foligno, con la Preside Prof.ssa Giovanna Carnevali, gli studentidella 4aBilingue del Liceo Scientifico e Artistico G.Marconi di Foligno con la Preside Prof.ssaMaria Paola Sebastiani, l’On. Luisa Capitanio Santolini, Deputata al Parlamento Italiano ePresidente della Fondazione Sublacense Vita e Famiglia e il Cav. Manlio Marini, già Sindaco diFoligno.In conseguenza dell’ottimo esito del Convegno in termini di contenuti e di adesioni, VADO haraccolto l’invito del Vice Sindaco di Foligno per lallestimento delledizione del prossimo gennaio2014.A questo evento, che avrà per tema “Il Lvoro” e al quale saranno invitate anche personalità dispicco del mondo della politica, del sindacato, industriale, bancario e delle cooperative, èauspicabile anche la partecipazione attiva di altre scuole dell’Umbria e di quelle di altre regioni.Va anche propugnata una nuova concezione transdisciplinare di scienza economica attraverso lacontaminazione dell’economia tradizionale da parte delle scienze naturali, umane e sociali.3.3
  94. 94. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica94.104Summary of the conferenceSaturday, January 12, 2013 at the Conference Room of Palazzo Trinci in Foligno took place theconference on "Economics, Environment and Common Good", sponsored by the Kiwanis Club of Assisi“Pax et Libertas”(satellite of the Kiwanis Club of Città di Castello), by the cultural Association VADO,which saw the participation of several High Schools of the territory (the Sesto Properzio Liceo of Assisi,the Institute of Higher Education Orfini of Foligno, chemical-biological curriculum, the Hotel Instituteof Spoleto), together with the Faculty of Economics of Perugia University. After the opening remarksmade by Dr. Angela Catalano, Past President of the Kiwanis Club of Pescara and after the greetingsfrom Cav.Rag. Vittorio Pulcinelli, coordinator of the Kiwanis Club of Assisi and from Avv. MassimilianoRomagnoli, Deputy Mayor of the Municipality of Foligno, Prof.Pierluigi Grasselli of the Faculty ofEconomics of Perugia in his introduction has pointed out that the ecological question, which hasbecome more and more dramatic, is due to an orientation of science and technology tended todominate a desacralized nature, to anthropocentrism, to an idea of history as infinite progress, to anunlimited economic growth seen only in quantitative terms.The answer to the question may be found, according to Prof.Grasselli, in a multidisciplinary scientificapproach which should guide action according to precautionary principle, in individual and collectiveaction guided by the ethics of responsibility and by values such as equality, brotherhood, gratuity, inthe democratization of environmental problems in the logic of Common Good characterized by sharing,cooperation, solidarity, subsidiarity.Students of Sesto Propertius Liceum of Assisi have made, in their report, a detailed overview on theidea of nature and landscape in ancient Greece and Rome, through the analysis of myths and literature.Students of Orfini Institute of Foligno made, in their report, a critical analysis of financial capitalismand contemporary consumerism, but stressed that feelings of indignation towards existing incomeinequalities are emerging like new lifestyles marked by sobriety and by collective consumption of morecommon goods rather than private goods. Their report was accompanied by two videos, one regardingwater considered as a common good, no more as a commodity, the other containing the results of anexperiment they conducted on the biodegradability of some shoppers.Prof.ssa Daniela Quieti has highlighted the need to recognize our finitude respect to the universe, theneed to become re-enchanted by the wonders of creation, the need to recognize the free gifts ofnature. The solution to environmental problems lies in the rediscovery of spirituality within nature(even going back to the ecology of Franciscan tradition and to poetry), in the rejection of Cartesianthought, guilty of having transformed man in a master of nature, trying to embrace a new humanismmitigated by a new partnership between man and nature and by brotherhood among men. To buildthis new scenario becomes strategic the role of education, especially for the younger generation.1.3
  95. 95. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica95.104Prof.ssa Daniela Quieti has highlighted the need to recognize our finitude respect to the universe, theneed to become re-enchanted by the wonders of creation, the need to recognize the free gifts ofnature. The solution to environmental problems lies in the rediscovery of spirituality within nature(even going back to the ecology of Franciscan tradition and to poetry), in the rejection of Cartesianthought, guilty of having transformed man in a master of nature, trying to embrace a new humanismmitigated by a new partnership between man and nature and by brotherhood among men. To buildthis new scenario becomes strategic the role of education, especially for the younger generation.Bishop Joseph Chiaretti has summarized the most urgent environmental issues to demonstrate thatnature is now characterized by an indiscriminate exploitation, rather than by religious respect,although nature has only been loaned to us by God, being human kind not the owner of it.He has paid attention to the ecological elements present in the spirituality and action of many mysticsin Umbria (St. Benedict of Norcia, St. Francis of Assisi), as well as in the liturgical and in the doctrinaldevelopment of the Church present in various Encyclicals. He has also remembered the modernity ofsome Italian politicians of the past (De Gasperi, Einaudi) who pioneered the concept of sustainabledevelopment. The solution to environmental dilemmas lies in an ecology of values, in an ecology ofthe heart marked by love, respect, care of the environment.Prof.ssa Cristina Montesi of the Faculty of Economics of Perugia has summarized what were theenvironmental issues that have created more trouble to economic theory (waste, pollution, globalcommons critical to human life, natural capital). Economic science has always had a difficulty inconceptualizing these phenomena in its perimeter, is based on an anthropological paradigm (homoeconomicus) who, being an agent individualistic and selfish, is irresponsible and so he directs his stepstowards environmental catastrophe, neglects the importance of the material substratum of things, notrealizing the loss or the irreversible degradation of natural habitats and resources. The failures ofeconomic science in environmental field at microeconomic level can be corrected through theregulatory intervention of the state, through the market, through ethics (specially “care ethics”,typically female, which should extend from the care of persons to the care of the world). The openquestion remains that of the path to be taken at macroeconomic level: between an unlimited growthand the utopia of economic decrease, the paradigm of sustainable development seems to be thewisest choice. It should also be promoted a new concept of Economics like a transdisciplinary sciencethrough the contamination of traditional Economics by the natural sciences and humanities.2.3
  96. 96. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica96.104In the Parterre de roi at the conference there were also the students of the Second Class of the Instituteof Higher Education Scarpellini of Foligno, curriculum in tourism, with their Dean Prof.ssa GiovannaCarnevali, the students of the Fourth Bilingual Class of the Scientific and Artistic Liceo Marconi ofFoligno, with their Dean Prof.ssa Maria Paola Sebastiani, Hon. Luisa Capitanio Santolini, Member of theItalian Parliament and President of the Foundation Sublacense “Life and Family”and Cav.Manlio Marini,former Mayor of Foligno.As a result of the excellent outcome of the conference in terms of content and membership, VADO hasaccepted the invitation of the Deputy Mayor of Foligno for the preparation of the next edition in January2014.At this event, which will include personalities from politics, trade unions, industrial and banking worldand cooperatives, it is desirable the presence of other schools of Umbria and of other Italian regions.3.3
  97. 97. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica97.104AUGURIhttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/saluti-della-drssa-pierpaola-pietrantozzi-segretario-generale-della-cisl-territoriale/1
  98. 98. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica98.104Rassegna mediaNotaIl ns. comunicato media è stato diffuso alcune ore prima che ricevessimo la comunicazione, invia informale, dell’avvenuta concessione e del patrocinio e della sponsorizzazione: questa ilmotivo per cui nell’articolo non figura il Comune di Foligno.Ringraziamo vivamente il Signor Sindaco, Dr. Nando Mismetti , il V. Sindaco, Avv.Massimiliano Romagnoli e tutta la Giunta Comunale per la gentile attenzione e il sostegno chesi sono compiaciuti di tributare al convegno, in onore degli studenti che ne sono attoriprotagonisti e che, insieme con gli studiosi della Tavola Rotonda e con le altre personalitàimpegnate in diversi altri ruoli, ne renderanno possibile la realizzazione.Ottimo esito del convegnohttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-ottimo-esito/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-il-corriere-dellumbria/1LA NAZIONEhttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-la-nazione/1folignonews.ithttp://www.slideshare.net/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-folignonewsleggi tuttohttp://www.folignonews.it/articolo.php?p=25919http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-thema-linformazione/1leggi tuttohttp://www.themalinformazione.it/sito/index.php?option=com_content&view=article&id=92
  99. 99. CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trincihttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnocomune-rassegna-media-il-giornalehttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnocomune-rassegna-media-giulianovanews/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnocomune-rassegna-media-literaryhttp://www.slideshare.net/VADOcultura/convegnomedia-tuttoggihttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnocomune-rassegna-media-la-bachecahttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnocomune-rassegna-media-libero/1http://www.folignonews.it/articolo.php?p=25919Rassegna mediaAMBIENTE – BENE COMUNESala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblicahttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebenegiornale-di-montesilvano/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebenegiulianovanews/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebeneliterary-15914966/1http://www.slideshare.net/VADOcultura/convegno-economiaambientebenehare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebenebacheca-dabruzzo/1et/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebenelibero/1http://www.folignonews.it/articolo.php?p=25919(*Satellite del KC Città di Castello)99.104economiaambientebene-economiaambientebene-economiaambientebene-economiaambientebene-comune-rassegna-economiaambientebene-economiaambientebene-
  100. 100. (*Satellite del KC Città di Castello)CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTE – BENE COMUNEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della Repubblica100.104Rassegna mediahttp://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economia-ambiente-bene-comune-rassegna-media-adnkronos-ultim-ora/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-thema-linformazione-16043961/1http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-vivere-foligno/1http://www.viverefoligno.it/index.php?page=articolo&articolo_id=388577http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economiaambientebene-comune-rassegna-media-vivere-foligno/1http://www.facebook.com/donato.vallescura?v=wall&ref=search#!/photo.php?fbid=4742116842323&set=a.1297021517093.118367.1577023266&type=1&theaterhttp://edizionitracce1981.blogspot.it/2013/01/daniela-quieti-contribuisce-al-successo.html?spref=fbhttp://www.giulianovanews.it/2013/01/foligno-la-nota-scrittrice-daniela-quieti-contribuisce-al-successo-del-convegno-%E2%80%9Ceconomia-ambiente-bene-comune%E2%80%9D/http://www.giornaledimontesilvano.com/cultura/34-cultura/17450-la-scrittrice-daniela-quieti-incanta-al-convegno-economia-ambiente-bene-comune.htmlhttps://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=unb09GZYqMg
  101. 101. CONVEGNO: ECONOMIA – ECONOMIA – AMBIENTEFOLIGNO 12 GENNAIO 2013 – Sala Conferenze di Palazzo TrinciRassegna mediafolignonews.itCONVEGNO ECONOMIA AMBIENTE BENE COMUNE FOLIGNO 12GEN2013Rassegna Media: Folignonews 21 Gen 2013http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegnofoligno-12gen2013-rassegna-mediaLa scrittrice Daniela Quieti incanta al Convegno “Economia, AmbieFoligno. La nota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delConvegno “Economia, Ambiente, Bene Comune”Foligno. La nota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delConvegno “Economia, Ambiente, Bene Comune”Impresa, ambiente e bene comune al centro di un convegno a palazzo Trincihttp://www.lavoronews.eu/regione/umbria/assisi/folignotuttoggi-info.htmlAMBIENTE – BENE COMUNESala Conferenze di Palazzo Trinci - Piazza della RepubblicaCONVEGNO ECONOMIA AMBIENTE BENE COMUNE FOLIGNO 12GEN2013Rassegna Media: Folignonews 21 Gen 2013http://www.slideshare.net/fullscreen/VADOcultura/convegno-economia-ambientemedia-folignonews/1La scrittrice Daniela Quieti incanta al Convegno “Economia, Ambiente, Bene Comune”Foligno. La nota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delConvegno “Economia, Ambiente, Bene Comune”nota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delConvegno “Economia, Ambiente, Bene Comune”Impresa, ambiente e bene comune al centro di un convegno a palazzo Trincihttp://www.lavoronews.eu/regione/umbria/assisi/foligno-sabato-12-gennaio-convegno(*Satellite del KC Città di Castello)101.104CONVEGNO ECONOMIA AMBIENTE BENE COMUNE FOLIGNO 12GEN2013ambiente-bene-comune-nte, Bene Comune”Foligno. La nota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delnota scrittrice Daniela Quieti contribuisce al successo delImpresa, ambiente e bene comune al centro di un convegno a palazzo Trinciconvegno-del-kiwanis-club-su---
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×