Your SlideShare is downloading. ×
0
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

OLTRE LA MIMESI – Suggestioni dal mondo che sta per arrivare

2,158

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,158
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Oltre la Mimesi. Suggestioni dal Nuovo Mondo che sta per arrivare. © 2010 Massimo Scognamiglio martedì, 12 ottobre 2010
  • 2. DRIN DRIN! 1 bit 8 bit 24 bit Un campanello suona. È riprodotto al massimo della qualità digitale. LA REALTA’ - che sia immagine o suono - viene RIPRODOTTA perfettamente. Un risultato raggiunto da tanti anni. martedì, 12 ottobre 2010
  • 3. BIP BIP BIP Da dove viene questo bip bip bip? È un SUONO DIGITALE, non esiste in NATURA. Con la libertà del digitale possiamo creare dal nulla, senza ricordi, senza dover far riferimento al reale. martedì, 12 ottobre 2010
  • 4. Con queste due capacità... Con queste due capacità, ovvero saper ricreare il reale e creare da zero, abbiamo inventato metafore per rappresentare sistemi complessi, come, ad esempio, le Interfacce grafiche dei moderni (moderni?) computer. martedì, 12 ottobre 2010
  • 5. Una Scrivania e la sua rappresentazione. Le interfacce grafiche sono le metafore per navigare le informazioni. La più celebre delle metafore è quella della scrivania. martedì, 12 ottobre 2010
  • 6. Una Scrivania e la sua rappresentazione. Le metafore hanno permesso di tenere bassa “la risoluzione” e la “mimesi” del reale. Un’icona rappresenta un documento o una cartella. That’s it. martedì, 12 ottobre 2010
  • 7. Ambizione. Poi le ambizioni sono salite e abbiamo pensato che tutto il reale potesse essere riprodotto. martedì, 12 ottobre 2010
  • 8. Second life caso esemplare Abbiamo spinto in avanti l’imitazione della realtà Tale imitazione, proprio in quanto imitazione anche se “perfetta” è percepita come estranea e a lungo andare “rifiutata” e “inefficace” martedì, 12 ottobre 2010
  • 9. Quindi la mimesi del reale fallisce? È sempre meglio una metafora di una scrivania che una scrivania “virtuale” riprodotta mimeticamente quasi perfettamente. Una scrivania ha infatti un grado di complessità che facilmente appare innaturale. Anche gli strumenti più avanzati di realtà virtuale sono utili solo quando servono a testare singoli aspetti di una realtà complessa. martedì, 12 ottobre 2010
  • 10. Efficacacia/Inefficacia Fallimento! Maggiore Complessità/densità Second Life Desktop 3d Quaderni, tavolozze Desktop schedari, scrivanie, ecc. Riproduzione del Spazio reale Metaforico Realtà Interfacce classiche dei telefoni Minore Complessità/Densità martedì, 12 ottobre 2010
  • 11. What’s next? martedì, 12 ottobre 2010
  • 12. HyperNaturalObject Oggetto:rappresentazione = 1:1 Gli HNO SI SOVRAPPONGONO tramite layer informativi, layer software, layer di comportamento, layer fisici e reattivi agli oggetti reali. NON LI MIMANO. L’iPad è il primo strumento capace di distribuire HyperNaturalObjects martedì, 12 ottobre 2010
  • 13. HNO Maggiore Complessità/densità Second Life Desktop 3d Quaderni, tavolozze Desktop schedari, scrivanie, ecc. Riproduzione del Spazio reale Metaforico Hyper Realtà Natural iOS Interfacce classiche dei telefoni iPad apps --> Minore Hyper Natural Objexts Complessità/Densità martedì, 12 ottobre 2010
  • 14. Una singola funzione. Mille comportamenti 1 HyperNaturalObject A single purpose Il micro oggetto può essere reinventato: Un libro, un’agenda, una tela di pittore. L’importante è che l’HNO risolva uno ed un solo problema. Ma che abbia “mille comportamenti” reagendo al reale e agli stimoli social. martedì, 12 ottobre 2010
  • 15. Più reale del reale. Ma più potente. Stratificazione L’oggetto Hyper Natural, nel caso di un iPad, è un’applicazione capace di essere l’oggetto reale e sostituirlo nella mente dell’uomo. IPAD APP Non è semplicemente una riproduzione 1:1 SISTEMI È un nuovo oggetto “più reale del reale”. DI DOMATICA È l’archetipo dell’oggetto stesso. CARTE DI CREDITO DINAMICHE ORSETTI ROBOT AUGMENTED AUGMENTED REALITY: MIT MEDICAL REALITY MIRROR martedì, 12 ottobre 2010
  • 16. Caratteristiche dell’HNO Un oggetto-applicazione-digitale, Un oggetto che “hyper fa” quello che faceva l’oggetto di origine aggiungendo comportamenti e “senso/i” Una sola funzione Si sovrappone con Molti “Nuovi comportamenti comportamenti” E’ social per e “Nuove feature” definizione all’oggetto reale/ originario con Si presta ad essere Gli HNO l’oggetto digitale. ulteriormente “re- reagiscono inventato” tramite all’ambiente Non è una perfetta nuove stratificazioni attraverso un corpo riproduzione Dialoga con gli altri fisico e software HNO (giroscopi, interfacce social, ecc.) martedì, 12 ottobre 2010
  • 17. l’HyperNaturalEnvironment I miliardi di oggetti distribuiti nella terra: applicazioni, oggetti reali/ digitali, giocattoli, interruttori, chiavi, ecc. creeranno un nuovo livello iper reale: L’HyperNaturalEnvironment. Questo nuovo livello di realtà verrà gestito da sistemi operativi capaci di gestire le miliardi di possibili connessioni: Gli HNSystems Le interfacce di questi sistemi operativi saranno però più tradizionali (iOS 4 like), perché come già accennato i sistemi complessi possono essere meglio gestiti da sistemi “più” tradizionali. Immagino però che i sistemi saranno capaci di modificare l’interfaccia a secondo della complessità dei dati gestita. martedì, 12 ottobre 2010
  • 18. HNEnvironment Maggiore Complessità/densità Second Life Desktop 3d Quaderni, tavolozze Il Nuovo Mondo Desktop schedari, scrivanie, ecc. Hyper Riproduzione del Spazio Natural reale Metaforico Realtà Objects HN Systems (esempio iOS iPhone) Interfacce classiche dei telefoni Minore HNO Complessità/Densità martedì, 12 ottobre 2010
  • 19. Realtà >>> HNE HNE HNO HNO HNS HNO HNS HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO Realtà Ecco quindi che sistemi metaforici e sistemi hyper naturali potranno convivere. Gestire una miriade di oggetti semplici è un’operazione complessa... La realtà evolverà quindi attraverso l’adozione di HNSystems che gestiranno miliardi di “oggetti” hyper naturali. FINO A QUANDO IL LAYER DELLA REALTA’ NON SARA’ SOPPIANTATO DAGLI HNO all’interno di HNE controllati da sistemi tradizionali e da HNSystems martedì, 12 ottobre 2010
  • 20. Lavorando alla presentazione ho parlato con molti amici e colleghi. Special Guest Molto fecondo di idee è stato il dialogo con Leandro Agrò Leandro, mio amico da 15 anni. > Innovation Manager, +10y experienced IxD Designer, Usability/UX Expert > Featured on WIRED, Creative Communication, Domus, Espresso, ... > Founder & CEO at WideTag Inc. A Californian Company focused about The Internet of Things > Business Partner at SrLabs, The Eye Tracking Company > Producer of Frontiers of Interaction an International Event/Show about IxD martedì, 12 ottobre 2010
  • 21. Neo Archetipi / Nuovi Bheaviour “Tu hai immaginato e teorizzato un Neo Archetipo: Gli HyperNaturalObject. In questo neo archetipo, gli oggetti sociali hanno comportamenti non semplici features, e mostrano un corpo fisico (sensoriale) contrapposto ad una “anima di software” che sta in Rete. “ martedì, 12 ottobre 2010
  • 22. Quando si dice il dono della sintesi. Ovvero, Leandro riassume ed espande i concetti fin qui elaborati. “ (1) Gli Hyper Natural Objects sono anime di software (applicazioni) (2) che “rivoltano e re-inventano” lo strumento che le accoglie (es. iPad) così bene da consentirgli di "interpretare" una specifica esperienza d’uso (UX)  così bene, (3) da stratificarsi sulle altre pre-esistenti comparabili abitudini d'uso. (3a) Così, l’agendina dell’iPad, non sostituisce ma evolve ed aumenta il concetto di agenda stessa. (4) L’hyper natural object, finisce probabilmente per influenzare la successiva generazione di agende cartacee e evoluzione dopo stratificazione, definisce un “nuovo-neo-archetipo” che è quello della agenda, connessa, condivisa, sociale. ” “Chi ha partecipato alla UX Conference di Lugano del 2009, ha visto dei topi di peluche dell’IKEA vestire uno scheletro hardware USB, e -con questo hacking a metà tra bricolage elettronico e web UX- contribuire a definire il neo archetipo degli Oggetti Sociali. Gli HNO rappresentano il primo ” passo verso una teoria complessiva legata alla stratificazione informativa della realtà martedì, 12 ottobre 2010
  • 23. One more thing... martedì, 12 ottobre 2010
  • 24. La gestualità C’è un salto ulteriore IMPORTANTISSIMO IL GESTO ASSURGE AD ELEMENTO DI INTERFACCIA È un gesto HyperNatural HyperNaturalGesture martedì, 12 ottobre 2010
  • 25. Hyper Natural Gesture Ad esempio: Pinch to zoom è un gesto Hyper Natural C Codificare questi gesti, renderli “standard” è un compito molto complesso, per questo motivo “molte” delle prime app dei giornali hanno fallito: è difficile ricreare il gesto naturale... e renderlo comprensibile a tutti e riconosciuto da tutti. martedì, 12 ottobre 2010
  • 26. Hyper Natural Humans Realtà HNE Oggetti Oggetti “reali/originari” “reali/originari” Behaviour HNO HNO HNS HNO sociali HNS HNO HNO HNO Umanità HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO HNO Oggetti “reali/originari” Ci insegna Munari che alcuni gesti sono patrimonio dell’umanità. Altri gesti sono strettamente e fortemente legati alla cultura. Codificare i gesti - come faremmo in una User Interface Guide Line - è la prossima frontiera. IN UN MONDO Hyper Natural, noi saremo l’interfaccia. Al di là di Minority Report: in un mondo dove tutto è HNO, noi siamo HNHumans! martedì, 12 ottobre 2010
  • 27. Grazie a chi sta partecipando alla UX Conf 2010 GR AZIE! A Luca Mascaro e Diana Malerba per l’assistenza continua! A Leandro Agrò per avermi aiutato nel focalizzare le idee con la sua grande esperienza. A Francesco D’Onofrio per aver suggerito il titolo della presentazione. Io Sono un HNO E Grazie a Bill Atkinson che nel 1987 inventò HyperCard. Dimostrando che tutto è già stato scritto! Basta sapere leggere il futuro seduti sulle spalle dei giganti! scognamiglio.massimo@gmail.com martedì, 12 ottobre 2010

×