Coach Obama
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Coach Obama

on

  • 397 views

Che il ri-eletto Presidente Obama fosse un gran comunicatore non lo metteva in discussione nessuno, ma credo che in questo filmato la testimonianza che ci dà sia quella di essere un vero team leader! ...

Che il ri-eletto Presidente Obama fosse un gran comunicatore non lo metteva in discussione nessuno, ma credo che in questo filmato la testimonianza che ci dà sia quella di essere un vero team leader! Non è scontato che un segretario di partito sia un leader politico, tantomeno che sia un vero leader del proprio team.
Come potete vedere in questo video Obama non si trova in un’occasione “ufficiale”, sta solo parlando con il proprio staff, ma l’energia che riesce a trasmettere buca ogni schermo. Proviamo a vedere come fa?

Statistics

Views

Total Views
397
Views on SlideShare
397
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial LicenseCC Attribution-NonCommercial License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Coach Obama Coach Obama Document Transcript

  • Allenamento Mensile di Novembre “Esploriamo la complessità per scoprire le nuove possibilità” Coach Obama “Quando assumete delle persone più in gamba di voi, dimostrate di essere più in gamba di loro” R.H.GrantChe il ri-eletto Presidente Obama fosse un gran comunicatore non lo metteva indiscussione nessuno, ma credo che in questo film ato la testimonianza che ci dà siaquella di essere un vero team leader! Non è scontato che un segretario di partito siaun leader politico, tantomeno che sia un vero leader del proprio team.Come potete vedere in questo video Obama non si trova in un’occasione “ufficiale”,sta solo parlando con il proprio staff, ma l’energia che riesce a trasmettere bucaogni schermo. Proviamo a vedere come fa?Sin dall’inizio ha un tono confidenziale ed informale, espresso con il contenuto verbale e con quelloparaverbale (si vede che va a braccio e non è un intervento studiato; cfr. pause per pensare cosa dire).Ammette subito le proprie debolezze ed errori commessi in campagna elettorale (questo e quello che dice!Ma in realtà il vero messaggio è: “sono come voi”). Si esprime in modo profondamente empatico, allora o èun attore da Oscar, o sente quello che dice. Fa riferimento a come gli incontri fatti lo abbiano cambiato;anche qui il meta messaggio che arriva forte e chiaro è: Io per primo vivo le cose (il cambiamento, ndr) chepropongo. Dunque, mentre le orecchie ascoltano delle parole (in genere è la sola cosa che riescono atrasmettere molti leader politici), la pancia dei presenti sente un allineamento con i temi chiave dellacampagna elettorale, ed il loro cuore riconosce una coerenza interna nella figura del leader, che quindiassume anche maggiore credibilità! Toni Montevidoni Tel: 0733-814730 Cell: 335-6241595 Mail: info@tonimontevidoni.com www.tonimontevidoni.com Skype: tonimon70 Twitter: tonimon 70 http://www.slideshare.net/Tonimon http://viadeo.com/s/btGxZ
  • Allenamento Mensile di Novembre “Esploriamo la complessità per scoprire le nuove possibilità”Ancora esplicita “siete stati molto migliori di me”, ma non lascia la frase lì permettendo ai maligni dipercepirla come una frase fatta, strumentale, ruffiana…. ma MOTIVA il suo pensiero ed ELENCAPUNTUALMENTE le caratteristiche che ha riconosciuto nel suo team: l’essere frizzanti, ben organizzati,efficaci. Se vogliamo questa parte può essere interpretata come una conferma ed un rilancio del pattocostitutivo dello stesso team, in cui sono ben definiti e, dunque, RICONOSCIBILI i comportamenti preferiti eciò che ci porta al successo. Poi qui Obama infila una frase che lascerebbe sciogliere anche il più chiuso egelido dei collaboratori: “Mi FIDO di CIASCUNO di VOI”! La frase è molto più potente perché richiama ilconcetto dell’essere parte stessa del team, fa riferimento all’orizzontalità delle dinamiche intergruppo, masoprattutto nel modo in cui lo dice si intende che lui sente di AF-FIDARSI al team. Non sta dicendo al teamche ha contribuito genericamente al successo, ma addirittura che tiene nelle proprie mani il Presidentedegli Stati Uniti come se fosse un figlio. Che effetto pensate che possano fare frasi e messaggi di questo tiposulla motivazione intrinseca e sull’impegno dei collaboratori?!?Ora passiamo al gran finaleLe corde toccate nella parte finale sono molto delicateperché sono di una profondità insolita, almeno per noi eper il nostro rapporto con i politici nostrani. Usa unametafora, quella del sasso nello stagno che produce unaserie di onde in tutte le direzioni, sia per ricordare itarget specifici del team, sia per ricordare che “siete staticapaci di fare grandi cose”. Qui sposta l’attenzione daquello che si è ottenuto a quello che il team potràottenere e dunque sulle POTENZIALITA’. Usal’ISPIRAZIONE per estendere le capacità già acquisite pere per lasciare al team “il lusso” di visualizzare untraguardo ulteriore, senza ancora tradurlo in obiettivispecifici, ma lasciando a ciascuno la possibilità diimmaginarlo come vuole e, contestualmente, di fare dinuovo il pieno di energia. In questa fase prospettica incui poco dopo, infatti, ricorderà a ciascuno che il “viaggioè appena iniziato, abbiamo appena cominciato”, oraObama si presenta come il migliore dei padri e ESPLICITA“sono veramente ORGOGLIOSO di CIASCUNO di voi” e su questa frase si commuove. Allora …fermi unattimo! Già un PRESIDENTE che piange era un ossimoro fino a qualche anno fa e ancora oggi probabilmentequalcuno del Pentagono avrà visto in questo un “… gesto irresponsabile che mette a repentaglio lasicurezza nazionale”! Ma, soprattutto, dopo aver vinto le elezioni, poteva risultare mieloso edeccessivamente accondiscendente. Cosa ha reso il tutto, almeno a mio modesto avviso, credibile?? Il fattoche interrompe gli applausi che erano nati spontanei per superare l’empasse. Dimostra che non stavacercando compiacenza, né faceva finta di essere il peluche che chiunque avrebbe avuto voglia di coccolare.Ma quale CAPO ha la possibilità di far vedere questi livelli di debolezza, se non quello che ha unaPROFONDA FORZA interiore, che ripone nel team la sua stessa SPERANZA, e che si lascia ISPIRARE da valoriforti?In tutto condito con tanta NATURALEZZA e PADRONANZA di sé. Cottura lenta ed a fuoco basso.SERVIRE a temperatura ambiente e con molta CURA. Toni Montevidoni Tel: 0733-814730 Cell: 335-6241595 Mail: info@tonimontevidoni.com www.tonimontevidoni.com Skype: tonimon70 Twitter: tonimon 70 http://www.slideshare.net/Tonimon http://viadeo.com/s/btGxZ
  • Allenamento Mensile di Novembre “Esploriamo la complessità per scoprire le nuove possibilità” “Un gruppo diventa un vero team quanto tutti i membri che lo compongono sono abbastanza sicuri di sé e del contributo che possono dare, da riuscire a lodare la preparazione degli altri partecipanti” AnonimoL’esercizio pratico che ti propongo è questo:Ognuno di noi si trovaogni giorno a Tipo di Obiettivi Motivazioni Valori Metodicollaborare con altre Conflitto  individuali  individuali  individuali  individuali  di gruppo  di gruppo  di gruppo  di gruppopersone, e non solo  del team  del team  del team  del teamsul luogo di lavoro, Conflittoma anche in famiglia, relazionalea scuola, con la Conflitto a livellosquadra, con il gruppo dei compitiselezionato di amici. Conflitto a livello Tabella tratta da “TeamIn tutti questi “team” dei processi Coaching” di D. Clutterbuckpossono emergere conflitti, obiettivi, motivazioni, valori, metodi ….legittimamente differenti!Sapresti trovare risposte semplici e chiare a domande del tipo:1. Che tipo di conflitto sta vivendo il mio team? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….2. Chi lo sta vivendo in particolare? Sono coinvolta/o? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….3. Cosa vogliamo ottenere e perché? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….4. Quali vantaggi potremmo ottenere da ciò che stiamo tentando di fare? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….5. Di chi sono gli obiettivi, ovvero chi ne è responsabile? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….6. Con quale metodo stiamo operando? Chi l’ha proposto? ……………………………………………………………………………………………………………………………………….Se sei un/una team leader prova a fare questo allenamento anche con il tuo team o con i tuoi collaboratori. Inoltra questo agli imprenditori ed alle imprenditrici che conosci, falla arrivare al/alla tuo capo, o parlane nel tuo team! Se vuoi migliorare il tuo approccio al team working o favorire il team building o vuoi acquisire competenze di team coaching contattami o visita il mio sito www.tonimontevidoni.com Toni Montevidoni Tel: 0733-814730 Cell: 335-6241595 Mail: info@tonimontevidoni.com www.tonimontevidoni.com Skype: tonimon70 Twitter: tonimon 70 http://www.slideshare.net/Tonimon http://viadeo.com/s/btGxZ