Università degli studi di Sassari

                                          Facoltà di Scienze Politiche

               ...
INDICE




INTRODUZIONE ………………………………………….…………………………………. Pag. 3

 1. OBIETTIVI PROGETTUALI INIZIALI …………………………………………… Pag. ...
Introduzione



The Black Tulips è un gruppo di cinque studentesse della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, che,
nel...
Moodle della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, dall’altra, gli esempi delle altre Università nazionali e
internazio...
sostenuti, sono presenti gli eventuali debiti da recuperare.
        L’Università di Pavia, inoltre, crea un rapporto dire...
1. Sei soddisfatto dei servizi erogati dalla segreteria    5. Quali sezioni del sito hai trovato mal progettate o
universi...
Nella prima parte (domande 1 e 2) ci
siamo concentrate sulla segreteria fisica
sita in Piazza Università per capire il gra...
variazione dei programmi, piano di studi e docenti, al contatto con aziende per l’inserimento nel mondo del
lavoro, fino a...
dalle singole Facoltà ma da un sistema centralizzato (Uniss) comune a tutto l’Ateneo Turritano, che
attualmente è gestito ...
La metodologia della Task Analysis (Analisi dei Compiti) ha condotto la realizzazione della quarta fase della
nostra ricer...
TASK: Come utilizzare i crediti dell’attività a scelta




Diagramma 1




SOTTOTASK: Come utilizzare i crediti dell’attiv...
Opzione A: scelgo un esame tra quelli proposti dai corsi                Opzione B : scelgo un esame dal corso di un'altra ...
Dalle problematiche elencate, risulta evidente che la segreteria on-line presenta delle carenze di funzionalità
e una scar...
Valentina è una studentessa di Scienze Politiche, fuori sede, appassionata di giornalismo.
                       Ha decis...
deve inoltrare una richiesta alla commissione didattica, operazione che si rileverà impossibile effettuare
attraverso la s...
Riservata        Immatricolazione                       Carriera Personale                                     Interazione...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

The Black Tulips Report

904

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
904
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

The Black Tulips Report

  1. 1. Università degli studi di Sassari Facoltà di Scienze Politiche Laurea magistrale in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo Corso Progettazione di ambienti tecnologici per la comunicazione Prof.ssa Alessia Rullo Gruppo di lavoro Rachele Cera (rakeleit@yahoo.it) Nicoletta Mazza (nicolettamazza82@yahoo.it) Valentina Pintori (valentina.pintori@tiscali.it) Roberta Riccio (ricciorob85@tiscali.it) Clara Sale (clara.sale@hotmail.it) I nostri spazi sul web: ●Blog: http://theblacktulips.wordpress.com/tag/presentazione/ ● Dipity: http://www.dipity.com/theblacktulips
  2. 2. INDICE INTRODUZIONE ………………………………………….…………………………………. Pag. 3 1. OBIETTIVI PROGETTUALI INIZIALI …………………………………………… Pag. 3 2. IL BENCHMARKING ………………………………………………………………. Pag. 3 2.1 Conclusioni sul Benchmarking …………………………………………………… Pag. 5 3. LA SURVEY …………………………………………………………………………... Pag. 5 3.1 Conclusioni sulla Survey …………………………………………………………... Pag. 8 4. INTERVISTA IN PROFONDITA’: IL PARERE DEL TECNICO DELL’AULA FAD E DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO DELLA SEGRETERIA …………………….. Pag. 8 4.1 Conclusioni dell’intervista in profondità …………………………………………. Pag. 9 5. LA TASK ANALYSIS ……………………………………………………………….... Pag. 10 5.1 Problematiche emerse ……………………………………………………………... Pag. 11 5.2 Conclusioni sulla Task Analysis …………………………………………................ Pag. 12 6. LO SCENARIO ………………………………………………………………………... Pag. 12 6.1 Scheda dei personaggi ……………………………………………………………... Pag. 12 6.2 Primo scenario: “Mission 1: Riusciranno a servirsi della segreteria on line??”.. Pag. 13 6.3 Secondo scenario: “Mission 2: Caricare gli esami sul database della segreteria. Il caso di Felice.” ……………………………………………………………..…....................... Pag. 14 6.4 Conclusioni sullo scenario ………………………………………………................. Pag. 14 7. CONCLUSIONI: OBIETTIVI E REQUISITI FINALI ……………………………... Pag. 14 2
  3. 3. Introduzione The Black Tulips è un gruppo di cinque studentesse della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, che, nell’ambito del corso di Progettazione di Ambienti Tecnologici per la Comunicazione, interviene nell’area dell’ e-learning. Partendo dal sito della sua Facoltà, il gruppo mira a facilitare l’interazione on line degli studenti e dei docenti con la segreteria, per migliorarne l’efficienza e rendere più agevole il carico di lavoro del personale tecnico- amministrativo. In particolare, la finalità del progetto è quella di introdurre uno spazio apposito per la gestione dei profili curriculari dello studente, secondo la logica del “Personal Learning Enviroment” (PLE). Si tratta di uno strumento che facilita l'accesso, l'aggregazione, la configurazione e la gestione di esperienze di apprendimento da parte di un individuo. Il primo obiettivo di un PLE è quello di inserire tutti le informazioni di interesse per l'apprendimento, semplificandone la gestione, attraverso alcune modalità offerte dal Web 2.0: l'aggregazione, il “linking”, il “tagging” o il “social bookmarking”. I vari passi della ricerca sono stati pubblicati in un blog personale del gruppo (http://theblacktulips.wordpress.com/tag/presentazione/ ). Qui di seguito verranno presentate le varie fasi del nostro percorso. 1. OBIETTIVI PROGETTUALI INIZIALI Considerata l’area di ricerca prescelta (l’e-learning), abbiamo definito i primi obiettivi progettuali, poi ridimensionati in base ai diversi aspetti emersi nel corso del nostro iter di analisi. Infatti, il nostro punto di partenza era quello di arricchire la piattaforma Moodle, il sito Scipol e lo spazio Self Studenti della Segreteria on line, con nuovi servizi, come l’inserimento di Radio Reporters, una wiki gestita dagli studenti, la creazione di portfoli personali, una web store per l’acquisto di libri e un’ottimizzazione del sistema di registrazione degli esami. Successivamente abbiamo preferito focalizzarci su una micro-area (la gestione del profilo curriculare) e in base a questa scelta abbiamo orientato il nostro percorso e ridefinito i nostri obiettivi progettuali. 2. IL BENCHMARKING Il primo passo della nostra ricerca, che ci ha aiutato a focalizzarci sui nostri obiettivi, è stato quello del Benchmarking, un metodo per l’osservazione e la valutazione di prodotti similari, interattivi e non, grazie al quale è stato possibile desumere ulteriori requisiti da integrare nel nostro lavoro. Dipity (http://www.dipity.com/theblacktulips) è stato lo spazio in cui abbiamo pubblicato i casi riconducibili al nostro ambito di analisi, effettuando una comparazione tra, da una parte, la segreteria on line e la piattaforma 3
  4. 4. Moodle della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, dall’altra, gli esempi delle altre Università nazionali e internazionali, siti che utilizzano il sistema del social bookmarking, del tagging e le varie applicazioni del personal learning environment. Tra i primi siti analizzati, uno dei più innovativi, è quello dell’Università della Bocconi di Milano. Esso, oltre a consentire una migliore interazione tra segreteria e studenti-utenti, offre un servizio che prende il nome di “Punto Blu Virtuale” che, eliminando le file e i lunghi tempi burocratici delle segreterie fisiche, consente agli studenti di eseguire alcune attività amministrative (es. iscrizioni, prenotazione di laurea). L'Università degli studi di Udine, invece, si caratterizza per la possibilità degli studenti stessi di creare dei corsi, con l'ausilio dei professori. Abbiamo pensato anche di analizzare i siti delle Facoltà convenzionate per le esperienze Erasmus. In particolare, la piattaforma dell’Università di Murcia (Spagna) offre un orientamento post-laurea agli studenti proponendo dei link utili per trovare lavoro. La Romania, invece, è un paese all’avanguardia per quanto riguarda il settore dell’e-learning, rilevando, attraverso un sondaggio, il grado di familiarità degli studenti con il Web 2.0. Come nuove funzionalità inerenti al Personal Learning Enviroment, abbiamo riscontrato anche la presenza di sezioni apposite per le esercitazioni degli studenti, messe a disposizione dal sito dell’Università de “La Sapienza” di Roma, come i “Quiz hot potatoes”, con relativa valutazione e tempo impiegato. L’Università di Pisa e la Bocconi di Milano, inoltre, presentano due casi evidenti di “Mash up”: la prima, inserisce nella piattaforma un’area dedicata al giornale dell’Ateneo; la seconda, invece, propone anche i link alla Tv e alla radio web dell’università. Riguardo gli utilizzi di uno “spazio di apprendimento personale”, abbiamo preso spunto, anche, da diversi siti di social bookmarking, tagging e condivisione di contenuti. Tra gli esempi più interessanti abbiamo riscontrato Pbwork (una sorta di database in cui raccogliere e organizzare i propri lavori), Friendfeed (un aggregatore di feed sulla base dei comportamenti web dell’utente), Diigo (unione di due servizi: una tool di ricerca collaborativa e uno spazio di condivisione di conoscenza), Stumbleupon (sintesi di Orkut, Digg e Delicious), Plazes (una cartina che registra tutti gli spostamenti dell’utente). Parallelamente a queste ricerche, abbiamo focalizzato l’attenzione su degli esempi per migliorare il servizio della segreteria on line. L’Università di Milano-Bicocca e di Napoli (Federico II) sono sicuramente all’avanguardia: la prima, infatti, ha creato il S.I.F.A. (servizi integrati di facoltà) attraverso il quale vengono forniti servizi e informazioni di carattere amministrativo e didattico, destinati agli studenti e docenti ed erogati via web e dalle postazioni self service che si trovano negli edifici universitari di Milano e Monza. Attraverso il S.I.F.A. è possibile ottenere e stampare certificazioni, iscriversi e immatricolarsi ai diversi corsi di studio, compilare domande di trasferimento ad altri Atenei o domande di passaggio a corsi interni, e inoltrare le domande di laurea. L’Università partenopea invece ha creato ESIS (erogazione servizi informatici studenti) che dà la possibilità allo studente di prenotare e controllare l’elenco degli esami a cui si è iscritto, e uno spazio come quello Self Studenti di Sassari, nel quale, oltre alle tasse pagate e gli esami 4
  5. 5. sostenuti, sono presenti gli eventuali debiti da recuperare. L’Università di Pavia, inoltre, crea un rapporto diretto con la segreteria fisica attraverso un indirizzo e-mail, al quale mandare qualsiasi quesito. Di assoluta rilevanza è la segreteria studenti di “Unito.it”, la quale permette di consegnare la propria tesi di laurea on line. Il Politecnico di Torino è, infine, all’avanguardia per quanto riguarda la registrazione degli esami: non è più la segreteria fisica a trasferire i dati dal registro cartaceo allo spazio web dello studente, ma è il professore stesso a caricare il voto nel database, facilitando il lavoro della segreteria e riducendo i tempi di visualizzazione degli esami dati nello spazio dello studente. 2.1 Conclusioni sul Benchmarking Comparando i diversi casi, abbiamo constatato che la Sardegna non è certo tra le Regioni italiane più innovative per quel che concerne la segreteria on line. Ci sono tanti servizi utili e poco dispendiosi che il sito della nostra Facoltà potrebbe offrire. Da queste comparazioni prendiamo spunto per vedere quali servizi utili potrebbero essere offerti agli studenti, in modo da ridurre le file alla segreteria fisica, e dare la possibilità a chi è pendolare di gestire quasi tutto da casa; al personale amministrativo di ridurre la mole di lavoro velocizzando i tempi; ai docenti, cosicché possano far circolare notizie su stage, seminari e tirocini all’interno dell’Ateneo, al di là della singola Facoltà. 3. LA SURVEY Il secondo passo della nostra ricerca si è incentrato su un questionario di rilevazione dell’efficienza della segreteria della Facoltà di Scienze politiche di Sassari (compilato in forma anonima e nel rispetto del trattamento dei dati personali in base al d.lgs. 196/2003). La batteria di domande è stata somministrata via mail e strutturata per raccogliere informazioni soggettive, spunti per la riprogettazione del sito e per scoprire il gradimento, i bisogni e le varie aspettative degli studenti, con particolare attenzione alla gestione dei profili curriculari. Abbiamo articolato il formulario in 8 semplici domande a risposta chiusa, ad accezione dell’ultima, in modo tale da renderlo abbastanza fruibile per il nostro target: gli studenti della Facoltà di Scienze Politiche. Riportiamo di seguito le domande. 5
  6. 6. 1. Sei soddisfatto dei servizi erogati dalla segreteria 5. Quali sezioni del sito hai trovato mal progettate o universitaria di Scienze Politiche di Sassari? assenti? • si • tasse • no • esami sostenuti • piano di studi 2. Il personale addetto si mostra disponibile nel venire incontro alle esigenze degli utenti? • iscrizione on-line agli esami 6. Come sei venuto a conoscenza delle modalità di • per niente gestione del tuo profilo curriculare? • poco • sufficientemente • tramite colleghi • molto • tramite tutor • tramite segreteria 3. Utilizzi la sezione on line quot;Self-Studentiquot; del sito della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari? • tramite Internet • non ne sono a conoscenza • si 7. Quali soluzioni proporresti per migliorare • no l'efficienza e l'organizzazione della Segreteria? 4. Se si, hai avuto problemi a crearti un account? • servizi on-line che sostituiscono la modulistica cartacea • si • compilazione e modifica del piano di studi on-line • no • possibilità di un servizio di posta elettronica diretta con la segreteria 8. Saresti interessato all'eventuale erogazione on line dei servizi inerenti la gestione del profilo curriculare? • si • no 6
  7. 7. Nella prima parte (domande 1 e 2) ci siamo concentrate sulla segreteria fisica sita in Piazza Università per capire il grado di soddisfazione sia dei servizi erogati, sia del personale addetto; ne scaturisce che il 60% degli utenti è insoddisfatto dei servizi e una percentuale poco più alta ritiene che gli impiegati siano sufficientemente disponibili. Secondariamente abbiamo chiesto se effettivamente gli studenti utilizzavano la sezione on line “Self-Studenti” della Facoltà e nel caso di risposta affermativa se avevano avuto problemi nel crearsi un account (Domande 3, 4 ). Il 50 % ha dichiarato di avere avuto problemi di accessibilità. Alla domanda 5, gli utenti del “Self- Studenti” trovano tra le sezioni mal progettate, con il 92%, l’iscrizione agli esami on-line, mentre le problematiche legate a tasse e piano di studi hanno un valore quasi equivalente; si rileva invece l’1 % per quanto riguarda gli esami sostenuti. La terza parte del questionario è stata dedicata alla conoscenza del proprio profilo curriculare e l’eventuale erogazione on line per la gestione dello stesso (domande 6 e 8). I colleghi e internet sono i maggiori veicoli di informazioni riguardanti la gestione del profilo curriculare, mentre il 5% non ne è a conoscenza. Circa il 70% è interessato all’erogazione on-line dei servizi inerenti la gestione della propria carriera universitaria, dalla 7
  8. 8. variazione dei programmi, piano di studi e docenti, al contatto con aziende per l’inserimento nel mondo del lavoro, fino alla modulistica varia da poter scaricare on-line direttamente da casa propria. Infine, abbiamo raccolto le ipotetiche soluzioni proposte dagli studenti per migliorare l’efficienza della segreteria (domanda 7). Il 60% propone l’inserimento della modulistica scaricabile via web, il 53% promuove la possibilità di cambiare il piano di studi, mentre il 5% un servizio di posta elettronica diretta con la segreteria. 3.1 Conclusioni sulla Survey Dai risultati è emerso che gli studenti della Facoltà di Scienze Politiche , sentono la necessità di una segreteria on-line che possa avere una funzione ausiliaria, immediata e sostitutiva delle lunghe pratiche burocratiche offerte dagli sportelli di Piazza Università. 4. INTERVISTA IN PROFONDITA’: IL PARERE DEL TECNICO DELL’AULA FAD E DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO DELLA SEGRETERIA Nella nostra quarta fase di ricerca, abbiamo cercato di comprendere meglio quali sono i meccanismi e le opportunità che offre, ad oggi, la segreteria on line della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, attraverso un’approfondita intervista rivolta al tecnico dell’aula FAD Paolo Russu. Per prima cosa abbiamo domandato all’intervistato cosa è possibile fare attualmente mediante la segreteria virtuale. Ne è scaturita una risposta molto breve, proprio perché lo è anche il contenuto del servizio: è possibile soltanto iscriversi, visualizzare il proprio curriculum e verificarne i dati. In seguito, ci siamo incentrate su quali fossero le carenze della segreteria on line. E’ necessario, infatti, capire se tale servizio debba essere utilizzato come mero “raccoglitore” di dati oppure come una segreteria “front desk”, che interagisca con l’utente. Per quanto riguarda le problematiche e il sistema relativo alla gestione dello spazio Self Studenti, durante l’intervista, è emerso un dato molto significativo: allo stato attuale la segreteria virtuale non dipende 8
  9. 9. dalle singole Facoltà ma da un sistema centralizzato (Uniss) comune a tutto l’Ateneo Turritano, che attualmente è gestito dal CED (Centro Elaborazione Dati). Le facoltà interne, quindi, non possiedono ancora nessuno spazio di gestione on line; conseguentemente, lo spazio Self Studenti non ha niente a che fare con Scipol. Inoltre, per quanto concerne i progetti interni alla Facoltà di Scienze Politiche, collegati alla segreteria, il gruppo FAD sta pensando di fornire qualche opzione in più agli studenti, come la possibilità di poter cambiare il proprio piano di studi, consentendo una sostituzione degli esami e passaggi di corso immediati e automatizzati; questo si potrebbe realizzare attraverso un database centralizzato di Ateneo. Secondo Russu sarebbe utile anche un servizio in grado di aggiornare il profilo curriculare con le esperienze di ciascuno studente, effettuate sia all’interno della Facoltà che all’estero, in modo da poter ricevere offerte o pacchetti informativi particolari e mirati. Un ulteriore problema che spesso si presenta allo studente, ci segnala l’intervistato, è quello relativo all’aggiornamento degli esami sostenuti, che spesso avviene in tempi troppo lunghi. Il ritardo è attribuibile a due motivi fondamentali: la mancata tempestività da parte dei docenti nella consegna dei registri alla segreteria e un’ulteriore lentezza da parte del personale nel caricare le verbalizzazioni nel database. Infine, abbiamo scoperto che la Facoltà sta vagliando la possibilità di creare una mailing list con la quale instaurare un rapporto diretto tra i docenti e gli studenti, per quanto riguarda tirocini, seminari, stage e potenziali lavori di tesi. Abbiamo ritenuto opportuno, inoltre, rivolgere alcune domande al personale tecnico-amministrativo della Segreteria, di cui il portavoce è stato il dott. Felice Langiu. Dall’analisi delle sue risposte, è emerso che la necessità più sentita dagli impiegati è quella dell’inoltro automatico delle verbalizzazioni degli esami dai docenti al database della Segreteria, soluzione che permetterebbe di ridurre sia la mole di lavoro del personale sia i tempi di aggiornamento del profilo curriculare dello studente. 4.1. Conclusioni dell’intervista in profondità Dall’intervista è emerso che sarebbe opportuno creare un’efficace interconnessione di Ateneo, tra il livello macro di Uniss e il livello micro di Scipol; migliorare l’interazione on line e offrire strumenti automatizzati per gestire il proprio profilo; ricevere offerte formative personalizzate alla carriera universitaria , dello studente. Per quanto riguarda, invece, la registrazione degli esami, si potrebbero prendere come esempi altri Atenei, come il Politecnico di Torino, dove ogni studente possiede un badge che viene aggiornato in contemporanea alla registrazione cartacea dell’esame. 5. LA TASK ANALYSIS 9
  10. 10. La metodologia della Task Analysis (Analisi dei Compiti) ha condotto la realizzazione della quarta fase della nostra ricerca: uno studio, strutturato secondo una logica gerarchica, della sequenza di passi (task) che gli utenti devono poter svolgere quando interagiscono con un artefatto, al fine di raggiungere i loro obiettivi. Relativamente alla micro-area da noi scelta, gli utilizzatori (protagonisti della task), che si cimentano nell’uso della segreteria on-line, sono gli studenti della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, pur sapendo che, potenzialmente, tale strumento dovrebbe essere fruito anche da docenti e personale tecnico. Al momento, però, questo servizio non è in grado di integrare e coinvolgere i tre attori contemporaneamente, per cui, mediante questo metodo, analizziamo solo l’attività degli iscritti alla suddetta Facoltà. Nel caso specifico, abbiamo individuato una task che abbiamo intitolato “Come verificare il proprio piano di studi” e due sotto-task “Come utilizzare i crediti dell’attività a scelta” e “Come cambiare il piano di studi”. Le tre sequenze di compiti sono stati studiati mediante un’analisi dei servizi resi disponibili nello spazio “Self-studenti” del sito della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, adibito alle funzionalità della segreteria on-line, mostrando quali sono i percorsi per conseguire ciascun obiettivo e i problemi relativi allo svolgimento dell’attività dell’utente. Indichiamo, ora, in notazione grafica, i passaggi emersi dalle Task Analysis (Diagramma 1, 2, 3). 10
  11. 11. TASK: Come utilizzare i crediti dell’attività a scelta Diagramma 1 SOTTOTASK: Come utilizzare i crediti dell’attività a scelta 11
  12. 12. Opzione A: scelgo un esame tra quelli proposti dai corsi Opzione B : scelgo un esame dal corso di un'altra Facoltà della Facoltà di Scienze Politiche Diagramma 2 Diagramma 3 5.1 Problematiche emerse Dalla valutazione delle Task Analysis condotte sulla micro-area dell’E-learning “La gestione del profilo curriculare” sono emersi diversi problemi che complicano o impediscono il conseguimento degli obiettivi dell’utente. Li elenchiamo qui di seguito (Vedi Tab. 1). TASK: Come utilizzare i crediti SOTTOTASK: Come utilizzare i SOTTOTASK: Come utilizzare i dell’attività a scelta crediti dell’attività a scelta crediti dell’attività a scelta Opzione A: seleziono un esame dai corsi Opzione B: scelgo un esame dal corso di della Facoltà di Scienze Politiche un'altra Facoltà 1.Cliccando su Self Studenti, si verifica 1.Il piano di studi della segreteria on line Non esiste una modulistica on line per un errore di certificato del sito web che non fornisce strumenti relativi alle effettuare la richiesta; richiede di scegliere l’opzione di accesso attività a scelta dello studente. è necessario rivolgersi agli sportelli della “non protetta” per proseguire la 2. Non vengono fornite indicazioni segreteria fisica; navigazione. specifiche che possano orientare lo l’attesa della risposta della commissione 2.Gli esami sostenuti visualizzati nel studente nella scelta dell’esame, del implica tempi a volte troppo lunghi e piano non sono aggiornati. seminario o del laboratorio ambiguità Tab. 1 5.2 Conclusioni sulla Task Analysis 12
  13. 13. Dalle problematiche elencate, risulta evidente che la segreteria on-line presenta delle carenze di funzionalità e una scarsa chiarezza-immediatezza nella trovabilità dell’informazione. Infatti, al suo interno si alternano sezioni che non consentono un’interazione dell’utente con il sistema, costringendolo a disperdere le energie in tentativi e ricerche di quello che “potrebbe essere il percorso adeguato”; inoltre, spesso, l’utente incontra ulteriori ostacoli, quali problemi di accesso al certificato del sito web e la presentazione di contenuti non aggiornati o non usabili. A queste difficoltà si aggiunge il fatto che, non potendo usufruire dei potenziali servizi che una segreteria on-line dovrebbe fornire, per sopperire all’inefficienza, l’utente deve necessariamente ricorrere alle pratiche burocratiche, ricche di ambiguità e attese, quali, ad esempio, le file alla segreteria fisica e l’inoltro di richieste alla commissione didattica con i suoi relativi tempi di risposta. Tutto questo implica un disorientamento, una sfiducia e insoddisfazione dell’utente nel personalizzare e gestire il proprio profilo curriculare. 6. LO SCENARIO Per la quinta fase della nostra ricerca abbiamo utilizzato la tecnica dello scenario, realizzato sotto forma di due video che mettono in luce le modalità di interazione tra la segreteria e i suoi tre principali fruitori: gli studenti universitari, i docenti e il personale amministrativo. Tale metodo prevede, infatti, la composizione di un insieme di casi d’uso in cui i personaggi potrebbero incorrere utilizzando il sistema e la descrizione di come gli stessi cercano di portare a termine un determinato compito; in questo modo, abbiamo esplicitato i bisogni degli utenti. Nello specifico, nel primo video emergono le esigenze di uno studente-tipo e quelle di un docente- tipo; nel secondo, invece, incentriamo la storia sull’attività del personale amministrativo della segreteria. Nel paragrafo successivo verranno illustrate le schede dei tre personaggi principali degli scenari. 6.1 Scheda dei personaggi Lo scenario ruota intorno a tre personaggi principali: una studentessa universitaria (Valentina, tab. 2), una docente (Elisabetta Cioni, tab. 3) e un responsabile di segreteria (Felice Langiu, tab. 4). Nelle seguenti tabelle, verranno presentati i personaggi, affiancati da una breve descrizione che inquadra la loro attività e il loro ruolo in funzione dello scenario rappresentato. PERSONAGGIO 1 13
  14. 14. Valentina è una studentessa di Scienze Politiche, fuori sede, appassionata di giornalismo. Ha deciso di personalizzare il proprio profilo curriculare in funzione dei suoi interessi, delle sue predisposizioni e di ciò che il mondo del lavoro richiede e/o offre. Può conseguire questo scopo modificando il proprio piano di studi. Pur in presenza di un servizio di segreteria on-line sul sito della sua Facoltà (che le sarebbe particolarmente utile in quanto fuori sede), tuttavia, la sola modalità attraverso cui Valentina può attuare tale scelta è rivolgersi alla segreteria fisica della sua Facoltà, l’unica che può fornirle informazioni, moduli, ricevere le sue richieste e inoltrarle alla Commissione Didattica per un’eventuale approvazione. Tab. 2 PERSONAGGIO 2 Elisabetta Cioni è presidente del corso di laurea in Scienze della Comunicazione della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, nonché docente universitaria. Toscana di origine e sarda d’adozione, vive a Sassari per molti mesi l’anno. Si occupa di sociologia e le interessano soprattutto argomenti come le disuguaglianze sociali, sia nella vita quotidiana che nei processi culturali, e in generale il mutamento sociale. Per lei le scienze della comunicazione sono l'arena intellettuale indispensabile per capire la società moderna. Le piacerebbe avere un rapporto con gli studenti per quanto riguarda la possibilità di offrire esperienze di stage, seminari o lavori di tesi. Tab. 3 PERSONAGGIO 3 Felice Langiu è il responsabile della segreteria delle Facoltà di Scienze Politiche, di Economia e di Giurisprudenza. Gli studenti si rivolgono sempre a lui per ogni esigenza perché è noto per la sua preparazione, nonché per la sua disponibilità. Molto aperto verso le nuove tecnologie, utilizza il web ed in particolare la posta elettronica per risolvere i problemi degli studenti. Tab. 4 6.2 Primo scenario: “Mission 1: Riusciranno a servirsi della segreteria on line??” Il primo scenario intercala il caso di uno studente-tipo (nel caso analizzato, impersonato da Valentina), impegnato nel cambio del suo piano di studi, a quello di un docente-tipo (impersonato dalla professoressa Elisabetta Cioni) che cerca di estendere la comunicazione di un seminario a tutto l’Ateneo. Nel primo caso, Valentina, studentessa pendolare della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari, vuole cambiare il suo piano di studi sostituendo un esame con quello della Prof.ssa Cioni, la quale le spiega che 14
  15. 15. deve inoltrare una richiesta alla commissione didattica, operazione che si rileverà impossibile effettuare attraverso la segreteria on line. Dopo aver chiesto chiarimenti in aula Fad, la protagonista è costretta, dunque, a rivolgersi agli sportelli della segreteria fisica dove ritira l’apposito modulo, dopo una lunghissima fila. Infine, il mese seguente, Valentina si reca nuovamente in segreteria per sapere se la sua proposta è stata accettata senza ottenere alcun esito. Il secondo caso rappresentato nello scenario, invece, dimostra l’impossibilità per il docente universitario della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari (la prof.ssa Cioni) di poter comunicare un seminario a tutti gli studenti dell’Ateneo tramite la segreteria on line. 6.3 Secondo scenario: “Mission 2: Caricare gli esami sul database della segreteria. Il caso di Felice” Il secondo scenario mette in risalto un’esigenza molto sentita dal personale amministrativo della segreteria fisica (impersonato da Felice): delegare ai docenti il caricamento degli esami sul database della Segreteria on-line, direttamente tramite Internet. Nel video, Felice, infatti, impegnato con le domande di laurea, non può aggiornare tempestivamente la carriera universitaria di Valentina. Questi i link attraverso i quali è possibile accedere ai video-scenari: Scenario 1: http://www.youtube.com/watch?v=y5kRTPbRcNw Scenario 2: http://www.youtube.com/watch?v=aP5zxBAEMbw 6.4 Conclusioni sullo scenario In entrambi gli scenari realizzati, appare chiaro come la segreteria fisica della Facoltà di Scienze Politiche di Sassari ricopra ancora un peso preponderante nelle procedure inerenti la gestione del profilo curriculare, con gli inconvenienti che essa comporta (file, lunghezza burocratica, tempi estesi anche nel far interagire studenti e docenti) mentre sono pochi i servizi resi disponibili on line. 7. CONCLUSIONI: OBIETTIVI E REQUISITI FINALI Alla luce dei risultati emersi in ogni fase di ricerca, gli obiettivi definitivi mirano a creare una segreteria virtuale che non sia soltanto un“contenitore-vetrina in perenne allestimento”, ma uno strumento del quale lo studente possa servirsi con facilità, grazie alla semplificazione dell’interazione con essa; la nuova segreteria on line, quindi, dovrà adempiere molte delle attività finora svolte principalmente da quella fisica: immatricolazioni, iscrizioni, pagamento tasse, prenotazione esami, gestione piano di studi, consultazione e modifica dei dati relativi alla carriera universitaria. Il nuovo spazio, arricchito delle caratteristiche suddette e mantenendo il sistema di accesso del login, dovrebbe garantire i servizi indicati nella tabella seguente (Vedi Tabella 5). AREE DELLA NUOVA SEGRETERIA ON LINE 15
  16. 16. Riservata Immatricolazione Carriera Personale Interazione Visualizzazione Compilazione, 1. Consultazione dati 6.consultazione date 1. spazio per compilazione di e modifica dei consegna carriera appelli d'esame curriculum didattico, con sintesi dati anagrafici, telematica e di interessi dello studente. consultazione stampa della 2. modifica e 7.emissione e stampa tasse e domanda per consultazione del piano certificati (pagamento 2. informazioni su tirocini, contributi. l'Immatricolazione di studio tasse, iscrizione A. A., dottorati, corsi formazione, e l’iscrizione ai esami sostenuti, piano di offerte lavoro e concorsi, Corsi di Laurea, ai 3. verifica esami studi) relativamente al punto 1. Corsi telematici, sostenuti e da sostenere pre-iscrizione alla 8. iscrizione ai concorsi a 3. area di contatto con indirizzi e- 4. domanda di laurea numero chiuso mail, forum e link per la Laurea Specialistica e alle comunicazione bidirezionale con 5.verifica prestiti 9. cambiamento di i soggetti che interagiscono in Scuole di bibliotecari facoltà e corso di laurea quest’area. Specializzazione Tab. 5 Le aree suddette dovrebbero essere comprese nello spazio virtuale della segreteria di Scienze Politiche, la quale è in collegamento con il sistema centralizzato Uniss e consenta le operazioni alle categorie coinvolte, elencate nella tabella seguente (vedi tab. 6) CATEGORIE COINVOLTE COSA POSSONO FARE COME LO POSSONO FARE STUDENTI Operazioni riguardanti le aree della Attraverso lo spazio Segreteria on-line riservatezza, immatricolazione, accedendo alle sezioni create interazione, carriera personale appositamente per le operazioni descritte DOCENTI Attraverso una mailing list centralizzata dell’Ateneo Comunicare eventi, seminari, stage, Inserendo i dati su un database virtuale Registrazione degli esami (collegato al Segreteria on-line) al momento della verbalizzazione PERSONALE AMMINISTRATIVO Collaborare con i docenti, smaltire il Aggiornando le sezioni della Segreteria lavoro agli sportelli e dedicarsi così virtuale per facilitare la reperibilità delle all’ottimizzazione dei servizi on line informazioni e l’interazione tra gli attori coinvolti Tab. 6 Servendoci degli specifici strumenti e dei contenuti così riprogettati, miriamo a migliorare l’accessibilità, la reperibilità delle informazioni e la soddisfazione degli utenti, arrivando a una maggiore efficienza del sistema, che consenta un più facile conseguimento degli obiettivi prefissati. 16

×