TBIZ. Una navicella per il Mediterraneo: imprese in rete per l’export

649 views

Published on

Aspetti giuridici il contratto di rete

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
649
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
43
Actions
Shares
0
Downloads
24
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

TBIZ. Una navicella per il Mediterraneo: imprese in rete per l’export

  1. 1. Aspetti giuridici:“il contratto di rete” Avv. Carlo De Maio, Segretario MOST
  2. 2. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteDefinizioneCon il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopodi accrescere, individualmente e collettivamente lapropria capacità innovativa e la propria competitività sulmercato.A tal fine le imprese si obbligano reciprocamente, sulla basedi un programma comune, previamente asseverato, acollaborare in forme ed in ambiti predeterminati attinentiall’esercizio delle proprie imprese, ovvero a scambiarsiinformazioni o prestazioni di natura industriale,commerciale, tecnica o tecnologica.
  3. 3. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteChi può aderirePossono partecipare al contratto di rete anche le impresesociali, gli enti senza scopo di lucro, gli esercenti leprofessioni e comunque i soggetti che non sonoimprenditori secondo l’art. 2082 cc., ma sono “professionisti”secondo il diritto europeo.I partecipanti alla rete sono imprese, sia individuali, siacollettive, senza limiti di dimensioni, senza vincoli dilocalizzazione territoriale e/o tipologia di business.
  4. 4. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteLa figura negoziale del contratto di reteEsiste un doppio livello funzionale: •un livello qualificante, che caratterizza lo schema negoziale (migliorare la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese aderenti) definito anche scopo-fine del contratto; •un livello specifico, proprio di ogni singola fattispecie concreta, che deve essere enunciato (l’obiettivo strategico del contratto) definito anche scopo-mezzo.
  5. 5. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteLa pubblicità del contratto di reteIl contratto di rete va redatto per atto pubblico o scritturaprivata autenticata e ne va data pubblicità nel Registrodelle Imprese presso cui ciascuna delle impresepartecipanti è iscritta.Dall’ultima iscrizione decorre l’efficacia del contratto di rete(cd. efficacia costitutiva).
  6. 6. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteIl contratto di rete da vita ad un nuovo soggettogiuridico?Il contratto di rete non dà luogo alla creazione di un nuovosoggetto giuridico autonomo e distinto rispetto aipartecipanti, ma contempla, esclusivamente, una serie didiritti e doveri strumentali alla realizzazione del programmaconvenuto e, dunque, funzionali al perseguimentodell’obiettivo perseguito.
  7. 7. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteIl fondo patrimoniale comune nel contratto di reteLa rete – diversamente dal consorzio con attività esterna –può, ma non deve, dotarsi di un fondo patrimoniale comune,mediante versamento di contributi da parte degli aderentialla rete secondo le regole previste dagli artt. 2614 e 2615cc, ovvero mediante il ricorso alla costituzione, da parte diciascun contraente, di un patrimonio destinato, ai sensidell’art. 2447 bis primo comma lettera a) cc.
  8. 8. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteGli organi gestionali della rete d’impreseNel contratto di rete può essere prevista la nomina di unorgano comune incaricato di occuparsi della gestione, innome e per conto dei partecipanti alla rete e tanto ai finidell’esecuzione del contratto o di singole fasi dello stesso.Detto organo risponde del suo operato, secondo le regoledel mandato collettivo.All’organo in parola possono essere attribuiti poteri dirappresentanza anche verso i terzi, al fine di consentirealla “rete” di stipulare contratti.
  9. 9. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteGli elementi qualificanti del contratto di reteGli elementi necessari affinché il negozio possa essere qualificato come“contratto di rete” sono:1.la presenza di almeno due imprenditori;2.l’indicazione degli obiettivi strategici di innovazione e di innalzamento dellacapacità competitiva sul mercato;3.la determinazione di modalità concordate tra le parti per misurarel’avanzamento, individuale e collettivo, verso tali obiettivi;4.la definizione del programma di rete che contenga l’enunciazione dei diritti edegli obblighi assunti da ciascun partecipante e le modalità di realizzazione delloscopo comune;5.la durata del contratto;6.le modalità di adesione di altri imprenditori;7.le regole per l’assunzione delle decisioni dei partecipanti su ogni materia oaspetto di interesse comune.
  10. 10. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteDifferenze tra reti d’imprese e consorzioIl contratto di rete si differenzia dal consorzio, in quanto larete non si sovrappone alle singole imprese, non lesostituisce nell’esercizio anche di una sola fase di esse o diun singolo affare, ma si limita a coordinarle.
  11. 11. Missione Operativa Sviluppo TerritorialeAspetti giuridici: il contratto di reteDifferenza tra reti d’imprese e altri modelli organizzativiLa rete si distingue dagli altri modelli organizzativi, nella misurain cui l’incremento di efficienza che mira a realizzare non passaattraverso una subordinazione gerarchica tra imprese.Nel caso delle reti, infatti, è possibile accrescere l’efficienza,mantenendo l’indipendenza, sulla base di una merainterdipendenza funzionale.La rete si configura come strumento estremamente flessibile epiù agile rispetto agli altri istituti similari al quale ricorrerestipulando accordi modellabili a seconda delle concreteesigenze.

×