TBIZ 2012 - Creative Clusters II - Start up decreto sviluppo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

TBIZ 2012 - Creative Clusters II - Start up decreto sviluppo

on

  • 741 views

Dl Crescita 2.0 (179/2012) Start up - La semplificazione amministrativa e la riduzione

Dl Crescita 2.0 (179/2012) Start up - La semplificazione amministrativa e la riduzione
degli oneri fiscali

Michele Fortunato, Dottore Commercialista

Statistics

Views

Total Views
741
Views on SlideShare
698
Embed Views
43

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

2 Embeds 43

http://www.technologybiz.it 42
http://www.silviopagliara.eu 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

TBIZ 2012 - Creative Clusters II - Start up decreto sviluppo Presentation Transcript

  • 1. START UPSEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA ELA RIDUZIONE DEGLI ONERI FISCALIMichele Fortunato Napoli, 8 novembre 2012dottore commercialista
  • 2. ü  UN PAESE OSPITALE2 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 3. IL DECRETO LEGGE3 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 4. COSA SI INTENDE PER START UP INNOVATIVA4 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 5. COSA SI INTENDE PER START UP INNOVATIVA5 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 6. COSA SI INTENDE PER START UP INNOVATIVA6 OLTRE A TUTTE LE CARATTERISTICHE SOPRA ELENCATE, LA START UP INNOVATIVA POSSIEDE ANCHE ALMENO UNO DEI SEGUENTI REQUISITI: ü  SPESE IN RICERCA E SVILUPPO >= 30% MAGGIORE VALORE FRA COSTO E VALORE TOTALE DELLA PRODUZIONE. ü  IMPIEGO COME DIPENDENTI O COLLABORATORI A QUALSIASI TITOLO, >= 1/3 DELLA FORZA LAVORO COMPLESSIVA, DI PERSONALE IN POSSESSO DI ALTE QUALIFICAZIONI. ü  TITOLARE O LICENZIATARIA DI UNA PRIVATIVA I N D U S T R I A L E R E L AT I V A A U N ’ I N V E N Z I O N E INDUSTRIALE, dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 7. LE SOCIETA’ GIA’ COSTITUITE7 ü  LE SOCIETÀ GIÀ COSTITUITE ü  ENTRO 60 GIORNI DEPOSITANO PRESSO LUFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE UNA DICHIARAZIONE SOTTOSCRITTA DAL RAPPRESENTANTE LEGALE CHE ATTESTI IL POSSESSO DEI REQUISITI Anni di costituzione Anni di beneficio delle norme da 0 a 2 4 da 2 a 3 3 Da 3 a 4 2 Oltre 4 0 ! dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 8. START UP A VOCAZIONE SOCIALE8 SONO LE START UP INNOVATIVE CHE OPERANO IN VIA ESCLUSIVA NEI SETTORI: dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 9. 9 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 10. LA PUBBLICITÀ PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE10 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 11. LA PUBBLICITÀ PRESSO IL REGISTRO11 DELLE IMPRESE ¨  LE CCIAA ISTITUISCONO UNA APPOSITA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE, A CUI LA START-UP INNOVATIVA DEVE ESSERE ISCRITTA AL FINE DI POTER BENEFICIARE DELLA DISCIPLINA DEL DECRETO LEGGE. ¨  LA SUSSISTENZA DEI REQUISITI PER LIDENTIFICAZIONE DELLA START-UP INNOVATIVA È ATTESTATA MEDIANTE APPOSITA AUTOCERTIFICAZIONE PRODOTTA DAL LEGALE RAPPRESENTANTE E DEPOSITATA PRESSO LUFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE. ¨  LA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE CONSENTE LA CONDIVISIONE, NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI, DELLE INFORMAZIONI RELATIVE: ¨ ALLANAGRAFICA, ALLATTIVITÀ SVOLTA, ¨ AI SOCI FONDATORI E AGLI ALTRI COLLABORATORI, ¨ AL BILANCIO, AI RAPPORTI CON GLI ALTRI ATTORI DELLA FILIERA QUALI INCUBATORI O INVESTITORI. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 12. I DATI DELLA DOMANDA12 LA DOMANDA DI ISCRIZIONE CONTIENE LE SEGUENTI INDICAZIONI A) DATA E LUOGO DI COSTITUZIONE, NOME E INDIRIZZO DEL NOTAIO; B) SEDE PRINCIPALE ED EVENTUALI SEDI PERIFERICHE; C) OGGETTO SOCIALE; D) BREVE DESCRIZIONE DELLATTIVITÀ SVOLTA, COMPRESE LATTIVITÀ E LE SPESE IN RICERCA E SVILUPPO; E) ELENCO DEI SOCI, CON TRASPARENZA RISPETTO A FIDUCIARIE, HOLDING, CON AUTOCERTIFICAZIONE DI VERIDICITÀ; F) ELENCO DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE; G) INDICAZIONE DEI TITOLI DI STUDIO E DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI DEI SOCI E DEL PERSONALE CHE LAVORA NELLA START-UP INNOVATIVA, ESCLUSI EVENTUALI DATI SENSIBILI; H) INDICAZIONE DELLESISTENZA DI RELAZIONI PROFESSIONALI, DI COLLABORAZIONE O COMMERCIALI CON INCUBATORI CERTIFICATI, INVESTITORI ISTITUZIONALI E PROFESSIONALI, UNIVERSITÀ E CENTRI DI RICERCA; I) ULTIMO BILANCIO DEPOSITATO, NELLO STANDARD XBRL; L) ELENCO DEI DIRITTI DI PRIVATIVA SU PROPRIETÀ INDUSTRIALE E INTELLETTUALE. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 13. I TERMINI13 ¨  ENTRO 30 GIORNI DALLAPPROVAZIONE DEL BILANCIO E COMUNQUE ENTRO SEI MESI DALLA CHIUSURA DI CIASCUN ESERCIZIO, IL RAPPRESENTANTE LEGALE DELLA START-UP INNOVATIVA ATTESTA IL MANTENIMENTO DEL POSSESSO DEI REQUISITI E DEPOSITA TALE DICHIARAZIONE PRESSO LUFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE. ¨  ENTRO 60 GIORNI DALLA PERDITA DEI REQUISITI OVVERO PER IL MANCATO DEPOSITO DELLA ATTESTAZIONE LA START-UP INNOVATIVA SONO CANCELLATI DUFFICIO DALLA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE, PERMANENDO LISCRIZIONE ALLA SEZIONE ORDINARIA DEL REGISTRO DELLE IMPRESE dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 14. DEROGHE ALLE NORME DEL CODICE CIVILE14 PER LE START UP INNOVATIVE: ¨  IL TERMINE ENTRO IL QUALE LA PERDITA DEVE RISULTARE DIMINUITA A MENO DI UN TERZO STABILITO È POSTICIPATO AL SECONDO ESERCIZIO SUCCESSIVO. ¨  NELLE START-UP INNOVATIVE CHE SI TROVINO NELLE IPOTESI PREVISTE DAGLI ARTICOLI 2447 O 2482-TER DEL CODICE CIVILE LASSEMBLEA CONVOCATA SENZA INDUGIO DAGLI AMMINISTRATORI, IN ALTERNATIVA ALLIMMEDIATA RIDUZIONE DEL CAPITALE E AL CONTEMPORANEO AUMENTO DEL MEDESIMO A UNA CIFRA NON INFERIORE AL MINIMO LEGALE, PUÒ DELIBERARE DI RINVIARE TALI DECISIONI ALLA CHIUSURA DELLESERCIZIO SUCCESSIVO. FINO ALLA CHIUSURA DI TALE ESERCIZIO NON OPERA LA CAUSA DI SCIOGLIMENTO DELLA SOCIETÀ PER RIDUZIONE O PERDITA DEL CAPITALE SOCIALE DI CUI AGLI ARTICOLI 2484, PRIMO COMMA, PUNTO N. 4), E 2545-DUODECIES DEL CODICE CIVILE. ¨  SE ENTRO LESERCIZIO SUCCESSIVO IL CAPITALE NON RISULTA REINTEGRATO AL DI SOPRA DEL MINIMO LEGALE, LASSEMBLEA CHE APPROVA IL BILANCIO DI TALE ESERCIZIO DEVE DELIBERARE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 2447 O 2482-TER DEL CODICE CIVILE. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 15. LE DEROGHE AL CODICE CIVILE E SEMPLIFICAZIONI FISCALI15 ¨  LATTO COSTITUTIVO DELLA START-UP INNOVATIVA COSTITUITA IN FORMA DI SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA PUÒ CREARE CATEGORIE DI QUOTE FORNITE DI DIRITTI DIVERSI E, NEI LIMITI IMPOSTI DALLA LEGGE, PUÒ LIBERAMENTE DETERMINARE IL CONTENUTO DELLE VARIE CATEGORIE ANCHE IN DEROGA A QUANTO PREVISTO DALLARTICOLO 2468, COMMI SECONDO E TERZO, DEL CODICE CIVILE. ¨  LATTO COSTITUTIVO DELLA SOCIETÀ ANCHE IN DEROGA DALLARTICOLO 2479, COMMA 5, DEL CODICE CIVILE, PUÒ CREARE CATEGORIE DI QUOTE CHE NON ATTRIBUISCONO DIRITTI DI VOTO O CHE ATTRIBUISCONO AL SOCIO DIRITTI DI VOTO IN MISURA NON PROPORZIONALE ALLA PARTECIPAZIONE DA QUESTI DETENUTA OVVERO DIRITTI DI VOTO LIMITATI A PARTICOLARI ARGOMENTI O SUBORDINATI AL VERIFICARSI DI PARTICOLARI CONDIZIONI NON MERAMENTE POTESTATIVE. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 16. LE DEROGHE AL CODICE CIVILE E SEMPLIFICAZIONI FISCALI16 ¨  ALLE START-UP INNOVATIVE, NON SI APPLICA LA DISCIPLINA DELLE SOCIETÀ DI COMODO SIA CON RIFERIMENTO AI PARAMETRI CHE ALLA PERDITE SISTEMATICHE. ¨  LE QUOTE DI PARTECIPAZIONE IN START-UP INNOVATIVE COSTITUITE IN FORMA DI SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA POSSONO COSTITUIRE OGGETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO DI PRODOTTI FINANZIARI, ANCHE AT T R AV E R S O I P O R TA L I P E R L A R AC C O LTA D I C A P I TA L I (CROWDFUNDING). ¨  IL DIVIETO DI OPERAZIONI SULLE PROPRIE PARTECIPAZIONI NON TROVA APPLICAZIONE QUALORA LOPERAZIONE SIA COMPIUTA IN ATTUAZIONE DI PIANI DI INCENTIVAZIONE CHE PREVEDANO LASSEGNAZIONE DI QUOTE DI PARTECIPAZIONE A DIPENDENTI, COLLABORATORI O COMPONENTI DELLORGANO AMMINISTRATIVO, PRESTATORI DI OPERA E SERVIZI ANCHE PROFESSIONALI (STOCK OPTION). dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 17. DEROGHE ALLE NORME DEL CODICE CIVILE17 ¨  LATTO COSTITUTIVO PUÒ PREVEDERE, A SEGUITO DELLAPPORTO DA PARTE DEI SOCI O DI TERZI ANCHE DI OPERA O SERVIZI, LEMISSIONE DI STRUMENTI FINANZIARI FORNITI DI DIRITTI PATRIMONIALI O ANCHE DI DIRITTI AMMINISTRATIVI, ESCLUSO IL VOTO NELLE DECISIONI DEI SOCI AI SENSI DEGLI ARTICOLI 2479 E 2479-BIS DEL CODICE CIVILE. ¨  LA START-UP INNOVATIVA DAL MOMENTO DELLA ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE SONO ESONERATI DAL PAGAMENTO DELLIMPOSTA DI BOLLO E DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE, NONCHÈ DAL PAGAMENTO DEL DIRITTO ANNUALE ALLE CCIAA. ¨  LESENZIONE È DIPENDENTE DAL MANTENIMENTO DEI REQUISITI PREVISTI DALLA LEGGE PER LACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI START-UP INNOVATIVA E DURA COMUNQUE NON OLTRE IL QUARTO ANNO DI ISCRIZIONE. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 18. REMUNERAZIONE CON STRUMENTI FINANZIARI DELLA START-UP INNOVATIVA18 ¨  IL REDDITO DI LAVORO DERIVANTE DALLASSEGNAZIONE, DA PARTE DELLE START-UP INNOVATIVE, AI PROPRI AMMINISTRATORI, DIPENDENTI O COLLABORATORI CONTINUATIVI DI STRUMENTI FINANZIARI O DI OGNI ALTRO DIRITTO O INCENTIVO CHE PREVEDA LATTRIBUZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI O DIRITTI SIMILARI, NONCHÈ DALLESERCIZIO DI DIRITTI DI OPZIONE ATTRIBUITI PER LACQUISTO DI TALI STRUMENTI FINANZIARI, NON CONCORRE ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO IMPONIBILE DEI SUDDETTI SOGGETTI, SIA AI FINI FISCALI, SIA AI FINI CONTRIBUTIVI,. ¨  L’ESENZIONE VALE A CONDIZIONE CHE NON SIANO RIACQUISTATI DALLA START-UP INNOVATIVA, DALLA SOCIETÀ EMITTENTE O DA QUALSIASI SOGGETTO DELLA CATENEA DI CONTROLLO ¨  DIVERSAMENTE È ASSOGGETTATO A TASSAZIONE NEL PERIODO DIMPOSTA IN CUI AVVIENE LA CESSIONE. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 19. REMUNERAZIONE CON STRUMENTI FINANZIARI DELLA START-UP INNOVATIVA19 ¨  LE AZIONI, LE QUOTE E GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI EMESSI A FRONTE DELLAPPORTO DI OPERE E SERVIZI RESI IN FAVORE DI START-UP INNOVATIVE, OVVERO DI CREDITI MATURATI PER OPERE E SERVIZI, ANCHE PROFESSIONALI, RESI NEI CONFRONTI DEGLI STESSI, NON CONCORRONO ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO COMPLESSIVO DEL SOGGETTO CHE EFFETTUA LAPPORTO, AL MOMENTO DELLA LORO EMISSIONE O AL MOMENTO IN CUI È OPERATA LA COMPENSAZIONE CHE TIENE LUOGO DEL PAGAMENTO. ¨  LE PLUSVALENZE REALIZZATE MEDIANTE LA CESSIONE A TITOLO ONEROSO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI DI CUI AL PRESENTE A R T I C O LO S O N O A S S O G G E T TAT E A I R E G I M I LO R O ORDINARIAMENTE APPLICABILI. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 20. INCENTIVI ALLINVESTIMENTO IN START-UP INNOVATIVE20 ¨  PER GLI ANNI 2013-15, ALLIMPOSTA LORDA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE SI DETRAE UN IMPORTO PARI AL 19% DELLA SOMMA INVESTITA DAL CONTRIBUENTE NEL CAPITALE SOCIALE DI UNA O PIÙ START-UP INNOVATIVE DIRETTAMENTE OVVERO PER IL TRAMITE DI ORGANISMI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO DEL RISPARMIO CHE INVESTANO PREVALENTEMENTE IN START-UP INNOVATIVE. ¨  AI FINI DI TALE VERIFICA, NON SI TIENE CONTO DELLE ALTRE DETRAZIONI EVENTUALMENTE SPETTANTI AL CONTRIBUENTE. LAMMONTARE, IN TUTTO O IN PARTE, NON DETRAIBILE NEL PERIODO DIMPOSTA DI RIFERIMENTO PUÒ ESSERE PORTATO IN DETRAZIONE DALLIMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE NEI PERIODI DIMPOSTA SUCCESSIVI, MA NON OLTRE IL TERZO. ¨  LINVESTIMENTO MASSIMO DETRAIBILE AI SENSI DEL COMMA 1, NON PUÒ ECCEDERE, IN CIASCUN PERIODO DIMPOSTA, LIMPORTO DI EURO 500.000 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 21. INCENTIVI ALLINVESTIMENTO IN START-UP INNOVATIVE21 ¨  PER I PERIODI DIMPOSTA 2013-15, NON CONCORRE ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO DEI SOGGETTI PASSIVI DELLIMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ, DIVERSI DA IMPRESE START-UP INNOVATIVE, IL 20% DELLA SOMMA INVESTITA NEL CAPITALE SOCIALE DI UNA O PIÙ START-UP INNOVATIVE DIRETTAMENTE OVVERO PER IL TRAMITE DI ORGANISMI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO DEL RISPARMIO O ALTRE SOCIETÀ CHE INVESTANO PREVALENTEMENTE IN START-UP INNOVATIVE. ¨  LINVESTIMENTO MASSIMO DEDUCIBILE AI SENSI DEL COMMA 4 NON PUÒ ECCEDERE, IN CIASCUN PERIODO DIMPOSTA, LIMPORTO DI EURO 1.800.000 ¨  SIA PER PF CHE PER LE SOCIETA’ L’INVESTIMENTO DEVE ESSERE MANTENUTO PER ALMENO DUE ANNI; LEVENTUALE CESSIONE, ANCHE PARZIALE, DELLINVESTIMENTO PRIMA DEL DECORSO DI TALE TERMINE, COMPORTA LA DECADENZA DAL BENEFICIO E LOBBLIGO PER IL CONTRIBUENTE DI RESTITUIRE LIMPORTO DETRATTO, UNITAMENTE AGLI INTERESSI LEGALI. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 22. EFFETTO COMPARATO22 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 23. EFFETTO AI MASSIMI23 dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 24. INCENTIVI ALLINVESTIMENTO IN START-UP INNOVATIVE24 ¨  GLI ORGANISMI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO DEL RISPARMIO O ALTRE SOCIETÀ CHE INVESTANO PREVALENTEMENTE IN IMPRESE START-UP INNOVATIVE NON BENEFICIANO DELLAGEVOLAZIONE. ¨  PER LE START-UP A VOCAZIONE SOCIALE E PER LE START-UP CHE SVILUPPANO E COMMERCIALIZZANO ESCLUSIVAMENTE PRODOTTI O SERVIZI INNOVATIVI AD ALTO VALORE TECNOLOGICO IN AMBITO ENERGETICO LA DETRAZIONE PER LE PF È PARI AL 25% DELLA SOMMA INVESTITA E LA DEDUZIONE PER LE SOCIETA’ È PARI AL 27% DELLA SOMMA INVESTITA. dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 25. DEROGHE IN TEMA DI DIRITTO FALLIMENTARE.25 ¨  DECRETO ESCLUDE LE START UP INNOVATIVE DALLE PROCEDURE CONCORSUALI: TALE ESCLUSIONE SI SPIEGA A PARTIRE DALLA NATURA DELL’ATTIVITÀ, CARATTERIZZATA DA UN LIVELLO DI RISCHIO PARTICOLARMENTE ELEVATO E NELLA VOLONTÀ DI CONTENERE I TEMPI DELLA LIQUIDAZIONE GIUDIZIALE, COSÌ DA PERMETTERE ALL’IMPRENDITORE DI RIPARTIRE CON UN NUOVO PROGETTO ¨  LA CRISI DELLE START UP INNOVATIVE VIENE ASSOGGETTATA ALLA DISCIPLINA DELLA CRISI DA SOVRA-INDEBITAMENTO (LEGGE N. 3/2012), PROCEDURA NEGOZIALE VOLTA AL RAGGIUNGIMENTO DI UN ACCORDO TRA DEBITORE E CREDITORI CHE ABBIA AD OGGETTO IL RIMBORSO DELLE POSIZIONI DEBITORIE ANCHE TRAMITE CESSIONE DEI REDDITI FUTURI. ¨  QUALORA LA START-UP INNOVATIVA PERDA UNO DEI REQUISITI PREVISTI ED IN OGNI CASO, UNA VOLTA DECORSI QUATTRO ANNI DALLA DATA DI COSTITUZIONE, CESSA LAPPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA PREVISTA DALLE DISPOSIZIONI ¨  PER LE SRL , LE CLAUSOLE EVENTUALMENTE INSERITE NELLATTO COSTITUTIVO AI SENSI DEI COMMI 2, 3 E 7 DELLARTICOLO 26, MANTENGONO EFFICACIA LIMITATAMENTE ALLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE GIA SOTTOSCRITTE E AGLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI GIA EMESSI dott. Michele Fortunato - dottore commercialista
  • 26. DISPOSIZIONI FINALI26 ¨  IL MEF ED IL MISE ENTRO 60GG EMETTERANNO DISPOSIOZIONI DI ATTUAZIONE DELLE PREDETTE AGEVOLAZIONI; ¨  LE AGEVOLAZIONI SONO SUBORDINATE ALL’AUTORIZZAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA dott. Michele Fortunato - dottore commercialista